Com'è la riabilitazione dopo la frattura del piede metatarsale

La frattura dell'osso metatarso è una lacuna completa o incompleta in una delle cinque lunghe ossa tubolari tra il torso e le falangi delle dita. Il più grosso di loro - il primo, lungo e magro - il quinto. Le lesioni sono associate a una compromissione della biomeccanica della corsa o del rimbocco della caviglia.

La struttura del piede e le cause del suo danno

Il piede comprende cinque ossa metatarsali (metatarsali), ognuna delle quali è costituita da testa, corpo e base.

Sul lato prossimale, formano le articolazioni: il primo metatarso con l'osso cuneiforme mediale, il secondo e il terzo con il cuneiforme intermedio e laterale, e il quarto e il quinto con il cuboide.

Sul lato distale, si collegano alla base delle falangi prossimali. L'articolazione tarsometatarsale è anche chiamata linea Lisfranc. Le superfici articolari relativamente piatte e i forti legamenti corti consentono movimenti piccoli e movimenti obliqui. La base delle ossa metatarsali è circondata da tre legamenti, e il più forte è il legamento dorsale Lisfranc.

Circa il 5-6% di tutte le fratture del piede sono associate alla lesione delle ossa metatarsali. Si presentano dieci volte più spesso rispetto alla dislocazione dell'articolazione Lisfranc. La frequenza delle fratture è la stessa in entrambi i sessi, non dipende dall'età.

Molto spesso il quinto tarsus soffre - in quasi il 56% dei casi, poi il terzo, il quarto e il secondo - il 14, il 13 e il 12%, rispettivamente, e il primo - solo il 5% dei casi. Le fratture multiple si verificano nel 15-20% delle lesioni.

Le fratture del metatarso sono comuni durante l'infanzia e rappresentano fino al 60% di tutti i danni alle ossa. Prima dell'età di cinque anni, il primo (metatarsale) osseo è più spesso colpito, e dopo 5 anni - il quinto e il terzo. Maratoneti e bambini che sono impegnati nell'atletica, c'è una frattura di 4 ossa metatarsali a causa dello stress.

Le lesioni al metatarso sono più spesso di natura stressante, possono essere acute e croniche. La frattura del terzo osso metatarso riguarda le parti centrali e distali del corpo. I corridori sono suscettibili di danni, in cui il trauma delle ossa metatarsali rappresenta fino al 20% dei casi.

Le lesioni dirette sono comuni nella produzione e sono associate alla caduta di un oggetto pesante sulla gamba. Indiretto - causato dalla rotazione della parte posteriore del piede con il suo fronte fisso.

La prevalenza delle lesioni traumatiche è la seguente: trauma supino nel 48% dei casi, calo da un altezza del 26% e lesioni del 12%. Il traumatologo studia i sintomi e tratta la frattura dell'osso metatarsale del piede.

I sintomi della frattura dell'osso metatarsale

Quando appaiono crepiti e dolore, i disturbi non possono essere ignorati, perché le fratture da stress guariscono più a lungo e sono inclini a ricadute.

I segni principali delle fratture metatarsali sono:

  • gonfiore doloroso;
  • disturbo di integrità palpabile;
  • dolore con carico assiale.

I pazienti con fratture metatarsali non possono trasferire completamente il loro peso corporeo al piede colpito, che si gonfia e diventa doloroso. Grave deformazioni si osservano solo con lesioni complesse, quando si verifica lo spostamento osseo.

A seconda della posizione della frattura, ci sono alcuni segni:

  1. Il centro di crescita del primo metatarso si trova nei bambini nella direzione prossimale, poiché le fratture sono difficili da determinare.
  2. Le fratture della parte prossimale del quinto osso metatarso provocano dolore al centro del piede e alla base del metatarso, la tenerezza dell'osso navicolare. Il paziente non può calpestare il piede immediatamente o dopo 4-5 passaggi.
  3. Le fratture della testa metatarsale causano edema, ematoma e deambulazione difficile. Inizialmente, il dolore si verifica solo durante l'attività. L'edema a volte interferisce con la piegatura del piede. Il dolore si verifica nel sito della frattura. Il carico assiale aumenta il dolore. In caso di lesioni ai tessuti molli ciò non si verifica.
  4. La frattura del quinto osso metatarsale provoca dolore sul lato del piede, rendendo il cammino più difficile. Le lesioni acute sono accompagnate da edema ed ematoma e quelle stressanti sono solitamente associate ad un progressivo aumento del dolore, che è complicato dall'attività.
  5. Le fratture da stress portano al dolore mentre si cammina, che scompare dopo il riposo. Con il passare del tempo, i segni aumentano, si ha gonfiore o dolore quando viene toccato.

La frattura della base 5 del metatarso del piede è più comune negli atleti, nei ballerini e nelle persone fisicamente attive. La prima e la quarta ossatura di un tarso sono soggette a lesioni, ma meno spesso.

Il quinto è più probabile a soffrire in giovani donne che indossano scarpe scomode e tacchi alti, perché si infilano le gambe.

La foto a destra mostra una frattura chiusa del quinto metatarso - un sigillo, ematoma.

Trattamento delle fratture

Le fratture senza spostamento o la leggera reposizione dei detriti sono trattate con una benda di gesso sul ginocchio - applicando uno stivale per un periodo di 3-5 settimane. Dopo aver rimosso i massaggi prescritti fissazione, ginnastica.

Se un osso è danneggiato, la riabilitazione inizia dalla terza settimana e due dalla quarta. La prima settimana si consiglia di utilizzare bendaggi stretti e scarpe ortopediche.

Le fratture sfalsate vengono raramente eseguite manualmente. Più spesso è necessario eseguire la trazione scheletrica - con l'aiuto del bus Circass-Zade, mentre il paziente cammina con le stampelle.

Nei casi più gravi, la chirurgia viene eseguita per abbinare i detriti con barre di metallo. L'operazione consente il recupero funzionale all'inizio con l'aiuto del movimento delle dita.

La durata della guarigione e il periodo di riabilitazione

La durata del trattamento della frattura dipende dalla gravità. Le prime settimane dopo la rimozione della benda di gesso, le ossa continuano a calcificare, quindi i carichi assiali sulla gamba non vengono applicati.

I terapisti massaggiano la caviglia e le suole, sviluppano articolazioni metatarsali passive e falangi distali. Oltre alla mobilizzazione mediante elettroterapia, idroterapia.

Durante le 6 settimane successive all'intervento, non è possibile eseguire gli esercizi, ma i movimenti attivi devono essere iniziati immediatamente nella prima settimana dopo l'intervento:

  1. Prima settimana di recupero: un fisioterapista insegna al paziente a camminare con una compensazione minima per un movimento limitato nel piede. Esercizi per flettere e raddrizzare le dita dei piedi, sollevando la gamba dritta sdraiata, ponti per rafforzare i muscoli glutei, "bicicletta" con una gamba sana, vengono applicati esercizi per la parte superiore del corpo.
  2. Dalla seconda alla sesta settimana - viene eseguita una radiografia di controllo per tracciare la guarigione, il paziente viene addestrato a usare il bastone secondo necessità. Applicare un unguento rinfrescante per alleviare l'infiammazione. Vengono presentati esercizi per un corsetto muscolare, allenamento per l'equilibrio. Allungando la parte posteriore della coscia, alla caviglia per ripristinare una serie di movimenti.
  3. Dopo la sesta settimana, il rinforzo dei muscoli delle gambe e del busto continua, vengono utilizzati i movimenti funzionali. Si raccomanda di evitare i salti, attività associate a un brusco cambiamento di direzione. Vengono eseguiti esercizi per la mobilità della caviglia. Aumento del carico di forza, il paziente ritorna gradualmente alla stessa attività fisica.

Torna a uno sport particolare si verifica dopo aver superato test funzionali che simulano il carico.

Le fratture da stress del secondo o terzo osso metatarso richiedono raramente un intervento chirurgico e guariscono senza deformità.

Ma la frattura da stress dei 5 metatarso con dislocazione tende a complicazioni. L'opzione di trattamento dipende dall'attività precedente del paziente:

  • le persone che conducono uno stile di vita sedentario non dovrebbero sovraccaricare la gamba per 6-8 settimane;
  • i pazienti attivi sottoposti a chirurgia con fissazione precoce con viti endomidollari per il recupero accelerato.

Da quanto sopra, possiamo concludere quanti guarisce una frattura del quinto osso metatarsale del piede. A seconda della complessità, ci vorranno dalle 2 alle 6 settimane. La durata della riabilitazione dipende anche direttamente dalla gravità della frattura, dallo spostamento dei detriti.

Gli atleti che si sottopongono a un'operazione con trapianti di ossa, iniziano a riprendersi il 14 ° giorno dopo l'intervento e tornano in allenamento per quasi un mese, aumentando l'intensità del 10% a settimana.

Durante la fase di recupero (dopo aver rimosso il gesso), è possibile aumentare il carico - eseguire esercizi per i muscoli delle gambe, utilizzando scarpe con scarpe rigide. La terapia ricreativa comprende aerobica in acqua, nuoto e una cyclette per mantenere la forma fisica.

Per la guarigione accelerata, vengono utilizzate la terapia ad onde d'urto, la terapia elettromagnetica e l'ultrasonografia.

L'ipovitaminosi D è comune tra i pazienti con fratture metatarsali, soprattutto se fumano e sono in sovrappeso. Perché i pazienti hanno prescritto supplementi di vitamina e calcio.

Esercizi per la riabilitazione

La riabilitazione dopo una frattura del quinto metatarso del piede comprende necessariamente la mobilizzazione attiva. Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti 3-5 volte al giorno:

  • flessione plantare e dorsale del piede e della caviglia;
  • inversione ed eversione del piede e della caviglia;
  • raddrizzare l'articolazione del ginocchio;
  • solleva il bacino in posizione supina.

La durata degli esercizi terapeutici dipende dalla gravità della frattura. Assicurati di eseguire lo stretching: tira le dita.

Alla terza fase (dopo 6 settimane), è possibile aggiungere esercizi sulla propriocezione e coordinazione dei movimenti:

  1. Sedendosi su una sedia, prendi un asciugamano con le dita e tocca la palla morbida con le dita.
  2. Diventa un pad in poliuretano espanso, cerca di aggrapparti alla superficie con le dita. L'esercizio viene eseguito inizialmente con il supporto.
  3. Alzarsi da una bassa quantità di feci, aumentando gradualmente la mobilità della caviglia e della forza muscolare.
  4. Usa le cuciture a palla Bosu, ma evita salti e movimenti bruschi.

La frattura da stress del 4 osso metatarsale è la seconda più comune dopo le lesioni del quinto metatarso. È associato con alterata biomeccanica del camminare e correre.

È dimostrato che la tensione del tendine d'Achille e lo spasmo dei muscoli del polpaccio portano al fatto che il tallone si stacca precocemente dalla superficie e il carico sul tarso aumenta bruscamente.

Per ridurre il rischio di fratture da stress, è necessario:

  • massaggio punti di fissaggio e rafforzare i muscoli glutei;
  • rotolare l'aponeurosi plantare con una palla da tennis densa;
  • pratica le tecniche di corsa e camminata con l'uso del movimento incrociato di braccia e gambe.

La riabilitazione dovrebbe aiutare il paziente a godere pienamente del piede, camminando in scarpe comode senza supporto.

conclusione

Le fratture delle ossa metatarsali del piede sono un fenomeno abbastanza frequente e nella maggior parte dei casi tali lesioni guariscono senza problemi entro un mese. Al fine di evitare complicazioni e tornare rapidamente al ritmo abituale della vita, seguire rigorosamente le raccomandazioni del proprio medico durante il periodo di riabilitazione.

Frattura del piede metatarsale

La frattura del piede metatarsale è un danno traumatico alle ossa del metatarso, in cui le ossa sono spostate o deformate. Il danno alle ossa metatarsali è registrato in ogni quarto paziente con un infortunio al piede. I sintomi del danno sono così evidenti che i pazienti vanno immediatamente in clinica per un aiuto medico.

Il metatarso nel sistema locomotore è una delle ossa più piccole. In totale, il piede è composto da ventisei elementi strutturali ossei, che insieme formano un potente sistema unificato interconnesso l'uno con l'altro. Le cinque ossa rappresentano le ossa metatarsali. Si trovano tra il tarso e le falangi delle dita. Le fratture possono verificarsi ovunque, ma la maggior parte delle volte 5 sono colpite dall'osso.

A causa del fatto che il piede svolge funzioni estremamente importanti e sta vivendo un intenso esercizio fisico ogni giorno, non sorprende che una frattura delle ossa metatarsali si verifichi così spesso. Ad esempio, una normale frattura del quinto metatarso del piede può verificarsi con il normale serraggio delle gambe.

Classificazione delle lesioni

La frattura dell'osso metatarso è suddivisa in diversi tipi. Una frattura traumatica è innescata, di regola, da una caduta dall'altezza ai piedi, da un infortunio al piede o da un colpo alla gamba. Di solito il gruppo a rischio include pazienti in giovane età lavorativa da 20 a 40 anni.

La prossima categoria di fratture è la frattura da stress. Tale danno è causato da uno stress prolungato sul piede e da frequenti lesioni al piede. Di solito il gruppo di rischio comprende persone le cui attività professionali sono associate ad un'elevata attività fisica. Queste sono ballerine, ginnasti, calciatori, ballerini.

Nella malattia di Deutschland viene anche identificata una frattura ossea di marcia - un danno di solito si verifica in ambito militare, ed è chiamato per il medico che per primo ha stabilito la patologia. Con questa lesione, l'osso è danneggiato alla base stessa del tarso. A rischio sono uomini e donne le cui attività sono legate allo sport.

Per tipo di frattura, le lesioni stressanti sono suddivise in fratture con spostamento e senza spostamento. Le fratture possono anche essere elicoidali, oblique o trasversali. Con una forte schiacciatura dell'osso, quando un oggetto pesante è caduto sulla gamba, viene diagnosticata una frattura comminuta.

Una frattura comminuta di Jones è quando l'osso è ferito alla base del quinto metatarso e, a causa del verificarsi di molti frammenti, tali lesioni non si uniscono quasi mai. La frattura a strappo del piede si manifesta come un distacco di un frammento osseo quando i tendini sono sottoposti a trazione eccessiva.

Frattura avulsiva - trauma con demolizione trasversale, in cui le ossa non si muovono l'una rispetto all'altra. Tale infortunio si verifica a causa dello stiramento dei tendini ed è anche difficile da determinare da segni esterni. Pertanto, con lesioni combinate, è importante non solo determinare le complicazioni della lesione, ma anche identificare la lesione stessa. Altrimenti, potrebbero verificarsi processi irreversibili e il danno non guarirà.

motivi

Una frattura dell'osso metatarsale si verifica con la stessa frequenza sia negli uomini che nelle donne, poiché tutti i pazienti sono suscettibili alle lesioni. La causa principale della frattura è l'impatto sull'osso del piede di una forza irresistibile. Molto spesso, le fratture del metatarso si trovano in pazienti con osteoporosi.

Di solito si tratta di persone anziane che perdono il calcio a causa di cambiamenti legati all'età. Ci sono anche altri fattori che contribuiscono alla comparsa di una frattura dell'osso metatarsale. Questo può essere un incidente stradale, indossando scarpe strette con tacchi alti, patologie dell'apparato muscolo-scheletrico.

Nella maggior parte dei casi, una frattura dell'osso metatarsale è una conseguenza dell'impatto di un oggetto massiccio sulla parte posteriore del piede. Una frattura può anche comparire se l'atterraggio non ha avuto successo dopo il salto, se il paziente non si è raggruppato e l'intero carico è caduto sul piede. Le cause della frattura metatarsale possono essere associate a un'eccessiva flessione del piede durante la rotazione o quando l'asse è sovraccarico.

sintomi

I segni di una frattura del metatarso nella maggior parte dei casi sono così evidenti che la diagnosi non è difficile. Tuttavia, per alcuni tipi di lesioni, i pazienti non avvertono i sintomi caratteristici della lesione, pertanto può essere effettuata una diagnosi errata. Le manifestazioni tipiche di una frattura sono:

  • dolore acuto subito dopo l'infortunio. I pazienti non possono reggersi in piedi e quando cercano di piegarsi, c'è un forte dolore al piede;
  • gonfiore rapido, che aumenta nelle prime ore dopo l'infortunio;
  • scoppiettio udibile dell'osso, causato da danni all'arto;
  • arrossamento della pelle nella zona di danno, emorragia;
  • se il paziente può camminare dopo l'infortunio, allora avrà una caratteristica andatura zoppicante.

La frattura del quinto metatarso si verifica più spesso a causa della sua posizione anatomica. Anche un lieve infortunio può provocare una frattura. La seconda, la terza e la quarta sono danneggiate molto meno spesso.

diagnostica

Nonostante l'apparente semplicità nella diagnosi delle lesioni del piede, è estremamente importante per i medici condurre uno studio che sia il più informativo possibile e fornirà i dati più accurati sul danno alle ossa metatarsali. Se una persona rompe le ossa metatarsali del piede, allora, come sempre, si tiene conto della storia e dei risultati della ricerca dell'hardware.

La radiografia a lungo rimane il modo principale per diagnosticare il danno

Considerando i risultati dei raggi X, nel 90% dei casi, i medici diagnosticano un danno al quinto metatarso, ovvero una frattura a strappo del tubercolo di questo osso, oltre a un leggero spostamento delle ossa di non più di due millimetri.

In una frattura di Jones, il danno osseo sulla radiografia di solito viene mostrato nella regione di base, a circa un centimetro dalla linea articolare. Di solito una tale frattura è il risultato di una lesione diretta. In una frattura da stress della base del quinto osso, il danno si verifica molto distalmente rispetto alla linea articolare. Il danno è accompagnato da una diminuzione della stabilità ossea, alterata circolazione sanguigna.

Una radiografia presa alla frattura del metatarso mostra le seguenti caratteristiche del trauma:

  • distruzione dello strato corticale;
  • linea a raggi x con frattura interessata;
  • linea radiotrasparente alla base della metafisi;
  • marcati cambiamenti sclerotici durante la frattura da stress.

Se per qualsiasi motivo l'immagine radiografica non è adatta al medico e sospetta un danno più complesso, viene eseguita la tomografia computerizzata.

Pronto soccorso

In caso di danno all'osso metatarsale, la vittima deve organizzare il pronto soccorso corretto - il successo del trattamento delle fratture dipende in gran parte da questo. Dal momento che il piede fa molto male e una persona non può calpestarla, e ancor meno muoversi completamente, il primo soccorso è fornito sul posto da materiali di scarto.

Poiché la lesione è piuttosto dolorosa, viene somministrata una compressa di Ketorol, Nimesil o Analgin ai feriti. Dopo aver fornito il primo soccorso, è necessario chiamare un'ambulanza. In alcuni casi, il paziente può arrivare alla struttura medica da solo. Questo è possibile con una frattura senza spostamento.

Con una frattura aperta dell'osso metatarsale, si raccomanda di trattare la ferita con un antisettico. Se, a parte lo iodio, non c'è nulla a disposizione, vengono trattati solo i bordi del danno. Quando sanguinamento arterioso sugli arti inferiori impongono un laccio emostatico.

trattamento

Quando il paziente viene portato in clinica, i medici eseguono un'ispezione visiva del danno e indirizzano la vittima a una radiografia. Solo con l'aiuto delle immagini a raggi X possiamo determinare in modo affidabile se c'è una frattura o meno, così come identificare la sua localizzazione e determinare il tipo di danno. La radiografia viene eseguita in due proiezioni, nella foto è possibile determinare esattamente dove si trova il danno: alla base dell'osso metatarsale, nella diafisi, nella regione del collo o della testa dell'osso. Puoi anche caratterizzare la linea di faglia, la presenza di spostamento.

Quando si tratta una frattura, il primo soccorso corretto è estremamente importante. Ulteriori tattiche di terapia sono determinate dalla localizzazione del danno. Il "gold standard" per tale danno è l'immobilizzazione dell'arto. Questo viene fatto nel caso in cui una frattura sia chiusa e la riposizionamento dei frammenti sia possibile in modalità manuale senza incisione dei tessuti molli.

Di solito, i medici eseguono una riposizionamento manuale con danni minori se le ossa del piede sono leggermente spostate o si fratturano senza spostamento. Dopo la riduzione manuale, i raggi vengono inseriti per un po 'attraverso i tessuti molli del piede. Il tempo di immobilizzazione di un arto in un cast è da tre a quattro settimane.

L'intonacatura del piede viene effettuata in media per un mese e mezzo.

L'indubbio vantaggio del riposizionamento manuale è l'assenza di incisioni cutanee e cicatrici post-operatorie, ma tra i principali inconvenienti possiamo menzionare la riposizionamento incompleto, quando non tutti gli elementi ossei sono abbinati nella posizione corretta e devi comunque eseguire un intervento chirurgico.

Per lesioni più complesse, il trattamento viene effettuato con il metodo dell'osteosintesi. Un'operazione è necessaria se c'è una frattura del terzo e quarto metatarso, nonché una frattura con uno spostamento del quinto metatarso. Questo è un intervento chirurgico, in conseguenza del quale i frammenti ossei sono abbinati in base alla loro posizione anatomica. Poiché le ossa sono piccole, vengono utilizzati diversi elementi metallici per la loro corretta installazione per il fissaggio: viti, piastre, ferri da calza.

Dopo l'operazione, un gesso viene applicato sull'arto. La gamba non è stressata durante la riabilitazione, le stampelle sono utilizzate per camminare. I pazienti sono raccomandati nel processo di recupero per assumere droghe con calcio, vitamina D. Il gesso viene praticato almeno un mese e mezzo, ma la durata di indossare la medicazione dipende dalla quantità di detriti, il metodo di fissaggio.

Per alcuni pazienti che hanno ricevuto fratture relativamente lievi dell'osso metatarsale, è possibile un'ortesi. L'ortesi sul piede è un morsetto speciale costituito da una base polimerica e vari elementi di fissaggio che aiutano a fissare saldamente il piede e ridurre il carico su di esso.

Il tasso di recupero dopo l'infortunio è diverso per tutti, ed è impossibile dire esattamente per quanto tempo un arto guarisce. In media, è 1-1,5 mesi. È determinato dai seguenti parametri:

  • età del paziente;
  • la quantità di calcio nel corpo;
  • la presenza di complicanze associate alla frattura;
  • l'attuazione di tutte le misure di riabilitazione.

reinserimento

La riabilitazione postoperatoria viene eseguita sotto la supervisione di un chirurgo ortopedico. Il medico prescriverà la fisioterapia e la fisioterapia della vittima, che aiuteranno il paziente a riprendersi nel più breve tempo possibile e a riportare gli arti alla precedente mobilità.

Esercizio fisico terapia può essere eseguita solo se dopo aver rimosso l'intonaco non sono rimaste sensazioni dolorose. La correttezza delle realizzazioni è seguita da un medico riabilitativo. Gli esercizi di base stanno rotolando con i talloni sulle dita dei piedi, sollevando le dita dei piedi, flettendo e allungando le dita. L'attività fisica aumenta gradualmente e ad un certo stadio del massaggio riabilitativo viene applicato.

Si raccomanda alle vittime dopo una frattura di sottoporsi a un ciclo di riscaldamento, di fare bagni a piedi con erbe medicinali. Pur mantenendo il disagio, puoi usare unguenti anestetici. Si raccomanda ai pazienti di andare a nuotare, per regolare la loro dieta, poiché la presenza di una frattura nel piede è un fattore per la comparsa di depositi di sale in futuro.

Per attivare la circolazione del sangue, è possibile utilizzare i massaggiatori del piede - rullo, emisfero, ecc. Puoi fare massaggi con oli aromatici o decongestionanti. I medici non raccomandano che i pazienti si muovano troppo presto e caricino le gambe - se il paziente si muove con le stampelle, allora per qualche tempo dopo aver rimosso l'intonaco vale la pena usare il supporto, perché i muscoli e i tendini durante il cast sono atrofizzati e si può ricevere un nuovo infortunio.

Durante la riabilitazione, i medici non consigliano ai pazienti di risparmiarsi eccessivamente. Puoi camminare entro un paio di giorni dopo aver rimosso l'intonaco, e anche se un arto rotto fa male, non devi perdere l'opportunità di fare nuovi passi, aumentando ogni volta la distanza percorsa di pochi metri.

Non dimenticare che il più completo sarà un recupero in cui il corpo riceve tutti gli elementi necessari - calcio, proteine, vitamine. Tutti questi elementi sono essenziali per la guarigione dei danni alle lesioni. Pertanto, i pazienti devono rivedere la loro dieta nutriente e assicurarsi di includere ricotta, latte, prodotti a base di carne, verdura e frutta.

Una corretta riabilitazione dopo l'infortunio è la chiave per evitare ulteriori complicazioni, tra cui l'artrite, l'osteoporosi e l'artrosi. In caso di fratture multiple gravi, così come in pazienti con ossa fragili, i medici non raccomandano di praticare sport, altrimenti la lesione potrebbe ripresentarsi.

Il più importante

Tra tutte le lesioni traumatiche del piede, la frattura delle ossa metatarsali è abbastanza comune. Il quinto osso di solito soffre. È possibile diagnosticare il danno nella clinica con il metodo a raggi X. In caso di fratture semplici, è possibile il riposizionamento manuale dei frammenti e, in caso di frattura con frammentazione multipla, l'intervento chirurgico non può essere eseguito.

Quante cure del piede osseo metatarsale guariscono

Come risulta dalle statistiche mediche, una frattura dell'osso metatarsale del piede non è molto comune nella pratica medica. Viene spesso rilevato insieme a gravi ferite alla caviglia.

Questo di solito accade quando:

  • un forte colpo alle falangi delle dita dei piedi;
  • un grande carico sull'intero giunto, la cui forza è diretta nella direzione opposta alla naturale flessione del piede.

Pertanto, la maggior parte delle volte gli atleti ricevono tale erba - vale a dire corridori o maglioni. La frattura di solito si verifica alla base del quinto metatarso, meno frequentemente il 4 °. Tuttavia, accade che sia il 1 ° che il 2 ° e 3 ° siano feriti in questo modo.

Nella pratica medica, ci sono stati casi in cui, oltre alle ossa metatarsali, sono stati danneggiati anche il cuboide e lo scafoide.

Se parliamo di una frattura della caviglia, spesso soffre l'osso ram.

Dovresti sapere che questo infortunio è molto serio e che sono necessari un sacco di tempo e sforzi per il completo recupero. La durata del recupero in ciascun caso specifico può essere diversa ed è impossibile determinare esattamente quanto tempo impiegherà. Anche il medico curante è di solito molto prudente se fa previsioni.

Tuttavia, nei bambini, tali lesioni spesso guariscono più velocemente che negli adulti.

Tipi di fratture

Le fratture nelle ossa metatarsali differiscono per natura, posizione.

A seconda dell'area ferita, parla di:

La frattura accade anche:

E la prima opzione si trova più spesso nei pedoni colpiti colpendo la macchina sulla gamba.

Spesso, con una tale lesione, i detriti dell'osso navicolare si rompono attraverso i tessuti molli, quindi viene diagnosticata una frattura aperta. In casi più semplici, i frammenti rimangono sotto la pelle.

Infine, c'è ancora un danno che si è verificato dopo carichi lunghi e regolari sul piede. Questa è la cosiddetta frattura da fatica. È caratterizzato da molteplici piccole crepe nelle ossa.

sintomi

I sintomi dipendono anche dalla natura della frattura. Quindi la lesione da fatica non ha segni marcati. Il paziente in questo caso di solito si lamenta di:

  • dolore sordo e dolorante nella regione del tarso;
  • leggero gonfiore.

Inoltre, tutte le sensazioni spiacevoli si verificano dopo un carico fisico e scompaiono quando una persona è correttamente riposata. I focolai di dolore non si sono mai diffusi oltre l'area interessata. In questo caso non è necessario alcun trattamento speciale. Abbastanza per ridurre il carico di circa 5 settimane.

La frattura dell'opzione chiusa si fa sentire:

  • pessimi dolori;
  • riduzione visiva direttamente piede;
  • deformazione evidente delle dita sull'arto inferiore;
  • sviluppo di edema abbastanza veloce;
  • ematoma lividi.

Quando una frattura colpisce solo il quinto osso del metatarso, il paziente sarà in grado di muoversi. Se tutti perdono la loro integrità, non si dovrebbe nemmeno pensare di camminare.

Quando raccoglie la storia del paziente, di regola, dice che al momento della ferita ha sentito un forte scricchiolio nella zona della caviglia, e in seguito ha subito forti dolori. In questo caso, la riabilitazione richiederà molto tempo, specialmente se l'osso cuboide è stato ferito.

Con una frattura aperta si trova una ferita da cui sporgono frammenti di osso. È accompagnato da:

  • sanguinamento;
  • dolori acuti;
  • spesso scioccato come emorragico e traumatico.

È importante capire che le fratture minori senza spostamento hanno un quadro sintomatico inespresso. Il dolore spesso scompare dopo la rimozione del carico. Tuttavia, dopo alcuni giorni, riappare. Allo stesso tempo, l'edema a tale frattura persisterà fino al momento in cui vi sarà un recupero e la riabilitazione non sarà completamente completata.

Pronto soccorso

In presenza dei suddetti sintomi, alla vittima devono essere forniti il ​​primo soccorso e un'ambulanza. Quanto tempo ci vorrà per recuperare dipenderà anche da azioni competenti.

In totale ci sono tre fasi. Al primo, il compito principale è fermare il sangue se c'è una ferita. Nella maggior parte dei casi, l'emostasi viene eseguita applicando una benda di garza, che di solito è sufficiente. Ma a volte a una frattura si rompe un'arteria. Di conseguenza, il sangue scorre come una fontana. In questi casi, è necessario utilizzare un laccio emostatico. È importante ricordare che non puoi tenerlo per più di 2 ore. Mettilo sulla gamba sopra la ferita. Sotto di esso, è obbligatorio inserire un pezzo di carta su cui sono scritte l'ora della sovrapposizione e il nome della persona che ha eseguito la procedura. In questa situazione, le condizioni del paziente dipendono in gran parte dal livello di perdita di sangue. Quando mostrano segni di danni alle vene, non c'è bisogno di un'imbracatura e una benda sarà sufficiente. Applicare una benda in modo da non spostare i frammenti ossei che sporgono dalla ferita.

Dopo dovrebbe prendersi cura del sollievo dal dolore. Per fare questo, iniettare una soluzione di Analgin per via intramuscolare in un volume fino a 5 millilitri. Se il primo soccorso non è fornito da un medico, quindi dare una pillola di questo farmaco. Il problema qui è che il farmaco per uso orale potrebbe non avere l'effetto desiderato, perché il dolore è solitamente molto forte.

Prima di trasportare la gamba danneggiata è necessario immobilizzarlo. Sull'arto è posta una benda e sotto il piede è posto un bastone o un'asta, in modo da immobilizzare completamente le ossa danneggiate.

Il trattamento di tale frattura deve essere effettuato in condizioni stazionarie, sotto la supervisione dei medici.

Trattamento e riabilitazione

Una frattura senza spostamento non richiede altro che il fissaggio con un calco in gesso. Altrimenti, sarà necessario eseguire l'operazione. Nel processo di chirurgia, le ossa sono fissate e fissate nella posizione corretta. Per fare questo, utilizzare speciali raggi in acciaio.

In altri casi, l'intonaco viene applicato sul piede danneggiato. Il giorno dopo il paziente si sottopone a terapia fisica per prevenire l'atrofia muscolare.

Nel periodo di riabilitazione, nominare:

Il recupero richiede in genere circa 3 settimane.

Prima di tutto, il paziente sta sviluppando le dita. Per questo, lui:

  • spostandoli attivamente in diverse direzioni;
  • si alza sulle dita dei piedi e poi trasferisce il peso del corpo al tallone;
  • rotola il bastone per la ginnastica del piede;
  • fa rotazioni circolari, ecc.

Per qualche tempo, il paziente dopo la frattura dovrebbe indossare anche un'ortesi. Questo dispositivo ridurrà significativamente il carico e allo stesso tempo assicurerà la corretta posizione dell'arto inferiore.

Frattura del piede metatarsale

Una delle fratture più comuni delle strutture ossee, che può verificarsi non solo in un atleta professionista o ballerino, ma anche in una persona normale, è una frattura dell'osso metatarsale del piede.

Circa il 25% del numero totale di lesioni ai piedi cade in questa diagnosi. Una persona non è in grado di diagnosticare in modo indipendente una tale frattura, quindi le lesioni devono essere esaminate da un traumatologo o da un ortopedico.

Piede scheletro

Il piede è il modo più complicato, il meccanismo è organizzato, quindi, il trasferimento di qualsiasi tipo dà luogo a una violazione della funzionalità dell'intero arto nel suo insieme. Il piede umano è diviso in tre sezioni:

1. Le ossa del tarso. Includono calcagno, sfenoide, cuboide, scafoide e caviglia. Quest'ultimo fa parte dell'articolazione della caviglia;

  • 1 metatarso;
  • 2 metatarso;
  • 3 metatarso;
  • 4 metatarso;
  • 5 ossa metatarsali.

Sono collegati alle falangi e forniscono il livello necessario dell'arco del piede.

3. Le falangi delle dita, la cui mobilità è assicurata dalla presenza di giunture tra loro. Il pollice include due falangi, le altre dita - tre falangi.

motivi

Consideriamo diverse ragioni a seguito delle quali può verificarsi una frattura dell'osso metatarsale del piede:

  1. ictus;
  2. Tuck piede;
  3. Lascia cadere un oggetto pesante sul piede;
  4. Atterraggio sul piede quando si salta o cade da un'altezza;
  5. Lesioni monotone minori ripetitive, ad esempio, durante l'esecuzione di esercizi sportivi o di danza;
  6. L'indebolimento delle ossa, la deformazione del piede e una serie di altre malattie del sistema scheletrico.

Sintomi e segni

È interessante notare che una frattura di questo tipo non è necessariamente caratterizzata da sintomi quali la mobilità, il crepitio (crunch) dei frammenti ossei e l'accorciamento delle dita con il loro spostamento laterale.

In caso di frattura dell'osso metatarsale del piede, i sintomi dipendono dalla posizione specifica, dalla presenza di spostamento e dal numero di ossa danneggiate. Ma ci sono un certo numero di segni, nel caso in cui si dovrebbe sospettare la presenza della famigerata frattura:

  • dolore insopportabile al sito di una possibile frattura, che aumenta con il minimo movimento o toccando il piede ferito;
  • difficoltà di movimento, zoppia;
  • aumento del gonfiore e del bluastro dei tessuti nella sede proposta della frattura del piede.

specie

Dalla natura del danno è diviso in due tipi: traumatico e fatica (frattura da stress). La causa di una frattura traumatica può essere un colpo diretto, che colpisce il piede o la sublussazione. Una frattura da fatica, al contrario, è il risultato di stress sistematici o lividi ripetitivi.

Questo tipo di frattura è chiamato "frattura di Deutschelender" o "frattura di marzo". Questa patologia viene diagnosticata più spesso nelle reclute, poiché il fattore chiave nel suo verificarsi è un forte aumento del carico sul piede. Anatomicamente, le fratture delle ossa metatarsali sono suddivise in:

  1. Frattura di Jones - frattura dell'osso metatarsale immediato. Questo tipo comune di frattura è caratterizzato dal fatto che cresce insieme estremamente lungo;
  2. Una frattura a strappo viene spesso diagnosticata quando il piede si è abbassato verso l'interno e, oltre allo stiramento, combina una frattura della caviglia;
  3. Frattura subcapital - frattura dei colli delle ossa metatarsali;
  4. Frattura del corpo della base o della testa del piede metatarsale.

Tra i siti di frattura, è consuetudine individuare una frattura trasversale, obliqua e a forma di cuneo, inoltre ci sono fratture che si distinguono per spostamento e, al contrario, senza spostamento. Inoltre, ci sono fratture di tipo aperto e, di conseguenza, chiuso. In caso di frattura delle ossa con dislocazione, la posizione anatomicamente corretta delle ossa danneggiate viene distrutta.

Le fratture ossee senza spostamento sono caratterizzate dalla posizione fisiologicamente corretta dei frammenti. Una frattura aperta è rappresentata dal danno con la distruzione delle fibre muscolari adiacenti al centro della ferita, così come l'apparato legamentoso e la pelle del piede.

L'apertura diretta al sito del danno è la caratteristica principale di questo infortunio. Con una frattura chiusa, l'intero processo patologico avviene senza danneggiare i tessuti molli adiacenti alla lesione. C'è una cosiddetta refrattarietà - si tratta di una frattura ripetuta nello stesso posto della precedente.

Pronto soccorso

Se il pronto soccorso competente non viene fornito alla vittima il più presto possibile, allora questo tipo di frattura è irto dello sviluppo di un certo numero di complicazioni. Prima di tutto, è necessario immobilizzare la parte lesa dell'arto con l'aiuto di pneumatici o altri dispositivi improvvisati.

La fissazione viene eseguita su tutta la superficie del piede fino al terzo superiore dell'articolazione della caviglia. Questa situazione riduce significativamente il rischio di dolore acuto e semplifica notevolmente il trasporto della vittima al punto traumatico.

Per il luogo del danno, è meglio applicare un raffreddore per 20 minuti. Dopo 10 minuti, la manipolazione può essere ripetuta, in quanto ciò allevia parzialmente il gonfiore e riduce il dolore al sito di lesione.

Se c'è una ferita nella sede dell'infortunio, deve essere fasciata, con una medicazione antisettica applicata. Garantire il riposo dell'arto ferito in una posizione elevata contribuisce anche alla riduzione del gonfiore e del dolore.

Se c'è uno spostamento visibile o una frattura aperta, allora è impossibile appiattire tali danni da soli. Viene eseguita solo da un medico dopo una diagnosi dettagliata dei raggi X.

trattamento

Questa patologia può essere determinata utilizzando la radiografia, realizzata in due proiezioni. L'algoritmo di trattamento e le tattiche per questo tipo di frattura dipendono dalla gravità e dalla posizione delle lesioni. Le principali opzioni di trattamento includono:

  • Immobilizzazione dell'arto ferito con una stecca di gesso per un periodo da 1 a 1,5 mesi, eseguita se non vi è spostamento di frammenti ossei. A una frattura con uno spostamento, il tempo di accrescimento di ossa aumenta di 2 volte;
  • In assenza di pregiudizi per l'immobilizzazione, è consentito l'uso di un'ortesi sul piede. È un fissatore per gli arti che fornisce la stabilizzazione e lo scarico del piede;
  • Riposizionamento chiuso. Questo tipo di manipolazione è un confronto tra frammenti ossei con conservazione dell'integrità della pelle. È vero che questo metodo può anche avere un inconveniente significativo, dal momento che quando viene utilizzato è possibile spostare nuovamente i frammenti ossei;
  • L'osteosintesi è un'operazione eseguita con lesioni multiple o comminute al fine di ripristinare la posizione anatomica dei frammenti ossei. Viti, ferri da maglia e piastre metalliche sono usati per fissarli. Uno dei metodi di riposizionamento aperto è la trazione scheletrica che utilizza l'apparato di Ilizarov, che viene usato nei casi più gravi. È impossibile non notare che in qualsiasi intervento chirurgico, la terapia antibatterica ha un ruolo enorme, il cui scopo principale è quello di prevenire l'infezione e la suppurazione della ferita.

Per alleviare l'arto ferito dal carico indesiderato, è necessario utilizzare le stampelle fino all'accrescimento della frattura dell'osso metatarsale del piede.

Riabilitazione e recupero

La frattura dell'osso metatarsale del piede varia in gravità, quindi il periodo di formazione del callo può aumentare da un mese a due mesi dal momento della rimozione della lancetta immobilizzante. Per tutto il periodo della riabilitazione, è richiesta la stretta osservanza delle raccomandazioni mediche.

La riabilitazione è finalizzata a ripristinare il lavoro dei muscoli e dei tendini del piede, la normalizzazione della mobilità articolare. Il complesso campione di misure di riabilitazione comprende:

  1. Procedure di fisioterapia A causa del flusso sanguigno locale, viene stimolata la crescita del tessuto osseo, che accelera in modo significativo la frattura della frattura;
  2. Ginnastica ricreativa terapeutica Questo tipo di evento viene mostrato già dopo 4 settimane dal momento dell'infortunio, rafforza i muscoli e aumenta la mobilità articolare;
  3. Massaggi. All'inizio, dopo aver rimosso le stecche immobilizzanti, viene eseguito un leggero massaggio per migliorare la circolazione sanguigna e ridurre l'edema degli arti. Mentre recupera, il carico aumenta gradualmente, il che ha un effetto benefico sul tono muscolare;
  4. Nutrizione equilibrata. Dieta raccomandata e inclusione nella dieta quotidiana di alimenti arricchiti con calcio e vitamina D;
  5. Indossare supporti per arco. Solette ortopediche sul piede dopo la frattura vengono utilizzate per formare l'arco corretto del piede, distribuzione uniforme del carico.

complicazioni

Con un trattamento inadeguatamente prescritto o un trattamento incurante del paziente per la riabilitazione, questo tipo di lesione è irto dello sviluppo di una serie di complicazioni. Le conseguenze possono essere le seguenti complicazioni:

  • Sviluppo di artrosi;
  • Deformazione delle ossa del piede, che comporta la limitazione del volume del movimento abituale e, di conseguenza, l'impossibilità di indossare certi tipi di scarpe;
  • Dolore cronico al piede;
  • La formazione di sporgenze ossee, coni dopo una frattura;
  • Osteomielite e necrosi si verificano se il trattamento viene eseguito con l'aiuto di un intervento chirurgico.

Per la prevenzione tempestiva delle complicanze, è necessario osservare il medico curante durante l'intero periodo di utilizzo delle stecche di gesso. Il periodo di trattamento e riabilitazione per la frattura dell'osso metatarsale del piede spesso determina il tipo di complicanze e il loro numero.

Pertanto, nel trattamento e nel restauro della frattura delle ossa del metatarso, è di grande importanza per il paziente quanta forza e pazienza egli metterà in questo processo. Dopotutto, la sua salute futura e, possibilmente, la sua capacità di lavorare dipendono da ciò.

Il più grande portale medico dedicato al danno al corpo umano

Nella pratica medica, una frattura isolata del secondo metatarso è estremamente rara. I meccanismi per ottenere fratture delle ossa del metatarso e le caratteristiche strutturali del piede umano (la presenza di un arco alto) predetermina che il secondo osso si rompa o insieme a quelli adiacenti o se tutte le ossa del metatarso sono danneggiate allo stesso tempo.

Foto, disegni, raggi X e video in questo articolo aiuteranno a comprendere meglio le caratteristiche del danno e gli schemi di trattamento esistenti.

Caratteristiche anatomiche della struttura del piede

Il metatarso consiste di 5 ossa di una varietà tubulare. La loro numerazione è dall'interno del piede. Ogni osso metatarsale si articola con le ossa del tarso a un'estremità e l'altra con le falangi delle dita.

A causa delle piccole dimensioni dell'osso sfenoide tarsale, la base del secondo osso sporge più degli altri.

Ci sono altre caratteristiche anatomiche, biomeccaniche, fisiologiche della struttura e della formazione del piede, che influenzano il trauma della "nostra eroina":

  • in confronto a una prima, quarta e quinta parte del metatarsi sufficientemente mobili, la seconda e la terza sono relativamente fisse;
  • il piede umano ha archi trasversali e longitudinali;
  • mentre si allontana da terra camminando o correndo, il carico massimo cade sul secondo e terzo metatarso;
  • Possibile periodo di crescita attiva, particolarmente rapida del piede per un breve periodo di tempo tra 12 e 19 anni.

Per informazioni. Poiché la formazione degli archi del piede termina all'età di 5-6 anni, saltare o cadere da un'altezza sulle gambe, specialmente quando è raddrizzata, causa fratture alle ossa del piede. Il trauma del calcagno o dell'osso del cadavere, così come la frattura dell'osso metatarsale in un bambino di due anni, possono essere il risultato di un divertimento diffuso. Il ragazzino è stato vomitato, ma non è stato possibile catturarlo.

Cause e tipi tipici di fratture

Nella classificazione basata sui principi anatomici, una frattura del secondo osso metatarsale del 90% ricade nella classe B - fratture della diafisi (corpo osseo) e solo il 10% delle fratture del collo A di classe.

A seconda del meccanismo del danno, le seconde fratture ossee del metatarso sono divise in 2 tipi.

  1. Lesione diretta - locale, verticale o obliqua, colpita con un oggetto pesante, passaggio della ruota di trasporto attraverso il piede.
  2. Schiacciamento meccanico longitudinale o trasversale del piede.
  3. Incidenti - cade da una grande altezza.
  4. Danni al piede durante incidenti stradali.

Un fatto interessante Le fratture in marcia tra gli atleti professionisti che si allenano e competono nello stadio non si verificano quasi mai. Sono i tanti maratoneti, che corrono o camminano in rettilineo. Questo fenomeno è spiegato dal fatto che sotto carichi ciclici non rettilinei, il sinergismo delle reazioni di smorzamento degli archi longitudinali e trasversali del piede distribuisce lo stress uniformemente a tutti i loro reparti.

Sintomi e segni

Immagine sintomatica in diversi tipi di danni all'osso II:

  1. A collo si rompe - sulla superficie posteriore della sezione media dell'arco trasversale:
  • dolore acuto, ma non troppo grave, mentre si cammina, che a riposo si trasforma in fastidioso e gradualmente scompare, ma con la palpazione, il dolore ricomincia;
  • gonfiore, sotto forma di gonfiore;
  • piccoli arrossamenti ed ematomi si formano strettamente sopra il sito di lesione.
  1. Con fratture traumatiche diafisarie:
  • c'è la sindrome del dolore, è anche insignificante, ma è notevolmente migliorata se si preme sull'osso lungo l'asse;
  • il gonfiore è quasi invisibile;
  • arrossamento o lividi si formano solo in caso di uno spostamento significativo di detriti;
  • le manifestazioni sono spesso confuse con distorsioni.
  1. Con fratture da fatica:
  • un nuovo infortunio insito nella sindrome dolorosa pruriginosa non ha una chiara localizzazione e costringe il paziente a muoversi di più, poi gradualmente si affievolisce, ma ritorna a riposare a riposo;
  • il dolore cronico da infortunio diventa cronico;
  • l'ematoma è assente, principalmente c'è un leggero gonfiore e un sottile rossore della pelle.

diagnostica

La frattura chiusa del secondo osso metatarsale, in contrasto con gli scarti delle altre ossa del metatarso, nella maggior parte dei casi è chiaramente distinguibile su una radiografia in una proiezione diretta. Tuttavia, per un'accurata diagnosi e selezione del regime di trattamento preferito, vengono eseguite altre due immagini contemporaneamente - nelle proiezioni laterali e oblique.

Le fratture da stress fresche sono scarsamente visibili sulla radiografia, la linea di frattura diventa evidente solo dopo 3-4 settimane. Pertanto, se si sospetta questo tipo di lesione, si consiglia una risonanza magnetica.

trattamento

Il trattamento di una frattura del secondo metatarso avviene in tre fasi:

  • immobilizzazione - 3 settimane nei bambini e 4-8 settimane negli adulti;
  • periodo post-mobilitazione - 2-2,5 mesi;
  • riabilitazione - 1,5-2 mesi.

La completa riabilitazione del piede nei bambini è molto più veloce. Con un trattamento adeguato, il bambino sarà in buona salute tra 2 mesi.

immobilizzazione

La scelta del metodo di immobilizzazione dipende dal tipo di frattura, dalla sua localizzazione e dal grado di spostamento dei frammenti ossei:

  1. Dislocazione cervicale negativa:
  • il primo giorno - sdraiarsi, posare la gamba ferita in posizione sollevata, applicare freddo secco;
  • ulteriori 4-6 settimane per indossare un breve stivale ortottico;
  • Puoi iniziare con una gamba rotta in 1,5 settimane.
  1. Quando la cervice viene rotta con offset, viene eseguita la manipolazione manuale della riposizionamento. L'ortesi viene indossata per 5-6 settimane. Puoi salire a gamba in 2 -2,5 settimane.
  2. La frattura diafisaria senza dislocazione e le fratture da stress possono essere trattate senza uno stivale di fissaggio. Sarà sufficiente usare il rivestimento metatarsale di Thomas e il bendaggio stretto del piede durante il giorno. Sarà necessario muoversi con le stampelle. Quando sarà possibile iniziare e con quale forza attaccare la gamba ferita il medico deciderà. Tale decisione sarà presa sulla base di un esame radiografico di controllo.
  3. Fratture della diafisi con spostamento:
  • confronto manuale dei frammenti ossei e indossando un'ortesi per 4 settimane;
  • se l'ortopedico non è in grado di aggiustare l'osso manualmente, una riposizionamento di 4 settimane viene eseguito controrotando con pesi e applicando un gesso "corto" dalla base delle dita alla parte posteriore del piede, e poi indossando un breve stivale staccabile per altre 3-4 settimane.

Nel caso di tipi di danno mnogokstolchatyh o con un forte spostamento di detriti, può essere necessario un intervento chirurgico - osteosintesi.

Sulla nota Per gli atleti professionisti, affinché la frattura cresca insieme più rapidamente, i traumatologi consigliano di eseguire un'operazione utilizzando una vite intramidollare comprimente e, in caso di necessità, eseguono un innesto osseo.

Fisioterapia durante l'immobilizzazione

Durante l'immobilizzazione di una frattura, la terapia fisica tiene conto della modalità motoria:

  • nel periodo di controindicazione, con immobilizzazione generale forzata, per la prevenzione di polmonite e stitichezza congestizia, è necessario eseguire un complesso di esercizi respiratori 5-7 volte al giorno, fare esercizi per una gamba sana e anche esercizi generali per mani e collo;
  • quando si indossa un'ortesi, si dovrebbero eseguire più spesso esercizi in posizione prona (senza poggiare su un piede rotto), che coinvolgono l'articolazione del ginocchio e dell'anca, ed esercizi per la cintura della spalla, muscoli rilassanti da stampelle e muscoli;
  • dopo l'osteosintesi del secondo osso metatarsale, non ci sono limitazioni motorie, l'unica cosa da tenere in considerazione è un aumento graduale, ma rapido, dei carichi.

Periodo post-mobilitazione

Dopo aver rimosso l'ortesi o l'intonaco, viene mostrato il paziente:

  • un corso di sedute di massaggio terapeutico da parte di uno specialista, con formazione per tecniche di automassaggio, che dovrà essere fatto regolarmente in futuro;
  • esercizi di fisioterapia quotidiana sui metodi di correzione del piede piatto e dopo gli infortuni dell'articolazione della caviglia;
  • camminare camminando su superfici diritte e inclinate, camminando sulle scale;
  • nuoto a dosaggio, dove prestare attenzione al movimento dei piedi - nuotare con il dock tra le mani, alternando i movimenti dei piedi negli stili di Brass and Crol;
  • se c'è un'opportunità, è bello lavorare sulla cyclette;
  • Delle procedure di fisioterapia, l'irradiazione UV e l'elettroforesi del calcio si sono dimostrate efficaci.

Attenzione! L'istruzione di esercizio fisico per questo periodo include il divieto di correre, saltare, eseguire salti e capezzoli, nonché lo stress prolungato sui muscoli del piede.

Periodo di riabilitazione

Durante la riabilitazione, l'obiettivo principale è quello di eseguire un complesso di esercizi che aumentano gradualmente di complessità e aumento di tempo, che mirano a rafforzare i muscoli del piede.

La camminata dosata si alterna al jogging. Mostrate brevi tirature a passo veloce. Le classi in piscina è meglio continuare. Buoni risultati si ottengono frequentando lezioni di danza classica.

Pertanto, è importante seguire tutte le raccomandazioni per la riabilitazione, che forniranno al medico curante.