Conseguenze dell'amputazione delle gambe nel diabete mellito

Il diabete porta a molte complicazioni. Questi includono il deterioramento generale delle gambe. Il risultato può essere un'amputazione dell'arto completa o parziale. A volte solo un dito, un piede o parte di una gamba, e talvolta l'intera gamba nel suo insieme, dovrebbero essere amputati.

È molto importante per qualsiasi diabetico prevenire tale complicazione, poiché preserva la mobilità di una persona, rendendolo il più indipendente possibile dagli altri. Se l'amputazione non è stata evitata, è necessario prendere in considerazione alcune caratteristiche e seguire i principi di base che possono aumentare l'aspettativa di vita dopo l'amputazione della gamba nel diabete mellito.

motivi

Perché, in caso di diabete mellito, gli arti inferiori vengono amputati? Come conseguenza di un disordine metabolico nel corpo di un diabetico, c'è un malfunzionamento del sistema vascolare, che provoca lo sviluppo della malattia coronarica. L'amputazione della gamba con il diabete è necessaria anche per il fatto che:

  1. Le terminazioni nervose sono in una condizione così danneggiata che perde la sua vitalità.
  2. C'è un grave danno al sistema vascolare della gamba.
  3. L'emergere di processi necrotici che possono portare alla formazione di fenomeni gangrenici.

Da soli, queste ragioni non sono in grado di diventare un verdetto per un diabetico e un incentivo a decidere sulla rimozione della gamba o la sua parte. Il motivo principale, che è una conseguenza di tutto il più alto di quanto sopra, è l'accessione di infezione e l'incapacità del sistema immunitario di combatterlo.

A causa della morte delle strutture tissutali in cancrena, le sue conseguenze sono estremamente pericolose per un diabetico. La penetrazione di tossine nel flusso sanguigno risultante dalla rottura dei tessuti porta allo sviluppo di complicazioni molto gravi della condizione del paziente con diabete.

Queste complicazioni includono:

  • la presenza di letargia;
  • reazioni di rallentamento;
  • palpitazioni cardiache;
  • perdita di carico;
  • rapido aumento della temperatura;
  • cambiamenti nelle caratteristiche cromatiche della pelle nella zona del viso;
  • perdita di appetito.

Nel caso in cui il paziente non sia aiutato, esiste una probabilità di gravi malattie infettive del sangue. La durata della vita successiva in questo caso potrebbe essere di diverse ore.

Le misure terapeutiche in questo caso sono ridotte alla rianimazione del paziente. Pertanto, le misure di amputazione per rimuovere un arto, eseguite in tempo, sono la condizione più importante per salvare un diabetico dalla morte. A volte l'amputazione è mostrata con altre indicazioni.

effetti

L'amputazione di un arto è una procedura traumatica molto difficile. Condurre una tale operazione è impossibile senza ulteriore supporto medico del corpo. Inoltre, quando si eseguono le procedure terapeutiche dopo l'intervento chirurgico, è impossibile senza fermare il dolore con l'aiuto di anestetici e analgesici. La sindrome del dolore scompare dopo la completa guarigione della ferita. Ai fini dell'eliminazione a breve termine del dolore nel periodo postoperatorio, vengono prescritti farmaci non ormonali in grado di alleviare l'infiammazione.

Con il costante verificarsi di dolori spettrali duraturi e forti nell'arto amputato, vengono prescritte fisioterapia, procedure di massaggio, ecc.

Un importante punto dopo l'amputazione delle gambe nel diabete è la prevenzione dell'atrofia muscolare. Dovrebbe essere chiaro che qualsiasi procedura avviata in tempo avrà un effetto positivo, mentre il processo di atrofia che è iniziato è piuttosto difficile da fermare e invertire.

Per complicazioni amputazionali si include anche la manifestazione di un ematoma, situato sotto la pelle. Per evitare che si verifichi, solo un chirurgo è in grado di fermare correttamente il sanguinamento durante l'intervento chirurgico. Per eseguire il lavaggio della ferita, vengono installati i tubi, che vengono rimossi dopo mezza settimana. L'eliminazione della contrattura muscolare può essere ridotta all'imposizione di materiale di gesso nell'area del ginocchio e alla rapida implementazione degli esercizi necessari.

Rimuovere la depressione e migliorare l'umore dopo l'intervento chirurgico prendendo antidepressivi. Per rimuovere gonfiore da un arto, utilizzare un dispositivo di benda speciale.

Amputazione dell'arto inferiore

L'amputazione del dito del piede viene effettuata nel caso in cui vi sia una minaccia per la vita del diabetico e non vi è alcuna possibilità di trattare i tessuti colpiti con altri metodi. La presenza di un piede diabetico spesso diventa la causa primaria della morte del paziente e l'amputazione consente di arrestare lo sviluppo della malattia e salvare la vita del paziente.

Questo tipo di operazione è la più innocua, perché l'assenza di un dito non è in grado di esercitare una forte influenza sul funzionamento del piede completamente. Ma, se tale operazione non viene eseguita nel tempo, la morte dei tessuti e l'intossicazione del corpo possono diffondersi alle strutture tissutali vicine e l'area interessata aumenterà notevolmente. La lesione gangrena del diabete è una complicanza comune, ma non può essere limitata a un solo dito.

Nel processo di amputazione, i medici cercano di mantenere una parte sana del dito. In particolare, una persona ha bisogno di un dito grande e un secondo. Quando vengono completamente rimossi, ci sono disturbi nel funzionamento dell'intero piede.

L'amputazione delle dita può essere di tre tipi:

  1. Primaria - viene effettuata nella fase avanzata della malattia;
  2. Secondaria viene eseguita dopo l'instaurazione della circolazione sanguigna o per la mancanza di efficacia nel trattamento dei farmaci.
  3. Ghigliottina. A lei è ricorsa nel caso in cui il paziente è in una condizione critica. In questo caso, tutte le strutture tissutali interessate con la cattura di tessuti sani sono soggette a rimozione.

In presenza di una cancrena umida, viene eseguita un'operazione urgente, a secco pianificato.

Dopo l'amputazione di un dito dell'arto inferiore, nel diabete, la prestazione predittiva è generalmente favorevole. In questo caso, la condizione principale è la tempestività dell'operazione e seguendo il corso corretto di riabilitazione. Altrimenti, il paziente può essere minacciato di infezione ripetuta.

reinserimento

L'obiettivo principale perseguito dalla riabilitazione dopo l'amputazione della gamba è quello di evitare il verificarsi di eventi infiammatori nell'area di intervento.

Dalla cura dopo la rimozione delle gambe sopra il ginocchio dipende se la malattia cancrena progredirà ulteriormente. A questo scopo, sono necessari condimenti costanti e trattamento antisettico del moncone rimanente. Se queste regole non vengono rispettate, esiste una possibilità di infezione secondaria.

Per aumentare la longevità dopo l'amputazione della gamba, occorre prestare attenzione a non causare gonfiore dell'arto, ri-ferimento e infezione perché può contribuire allo sviluppo di gravi complicanze postoperatorie.

Si raccomanda che la dieta, il passaggio dei massaggi sul ceppo.

Se non si sviluppano le gambe in modo tempestivo, potrebbero verificarsi disturbi nel lavoro delle articolazioni e di altri sistemi motori. A tal fine, al paziente vengono prescritti speciali esercizi terapeutici, massaggi.

A partire dal primo periodo postoperatorio, è necessario prepararsi per le misure di riabilitazione e imparare a camminare senza l'aiuto di altri.

Il compito principale delle misure di riabilitazione per ripristinare il piede diabetico dopo l'intervento chirurgico è quello di ripristinare la forza muscolare. È necessario ripetere tutti gli esercizi ogni giorno, il tono muscolare completamente restaurato è la chiave per le protesi.

Il recupero nel periodo postoperatorio include:

  1. Fisioterapia, composta da molte procedure. Questi includono: trattamento con ultravioletti, ossigenoterapia e baroterapia.
  2. Fisioterapia, esercizi di respirazione.
  3. Esercizi per preparare il ceppo al carico.

Durata della vita dopo l'amputazione

La più grande percentuale di diabetici viene posta dai lettori sulla questione di quanto vivono dopo l'amputazione dei piedi con il diabete. Nel caso in cui la chirurgia sia stata eseguita in tempo, l'amputazione non rappresenta almeno un pericolo per il paziente.

Dopo un alto taglio delle gambe sopra la coscia, i diabetici non possono vivere a lungo. Spesso muoiono durante l'anno. Le stesse persone che sono riuscite a superare se stesse e hanno iniziato a usare la protesi, vivono tre volte di più.

Dopo l'amputazione della tibia senza il corretto periodo di riabilitazione, oltre l'1,5% dei pazienti muore, un'altra parte deve essere nuovamente amputata. I diabetici che sono diventati sulla protesi, muoiono molte volte di meno. Dopo l'amputazione del dito e le resezioni nel piede, i pazienti sono in grado di vivere una lunga vita.

L'amputazione della gamba è una procedura sgradevole con molte conseguenze negative. Al fine di prevenire lo sviluppo di malattie e patologie che portano all'amputazione, è necessario controllare attentamente l'indicatore quantitativo delle molecole di zucchero nel sangue.

Amputazione degli arti inferiori: indicazioni, conduzione, risultato

L'amputazione degli arti inferiori è un'operazione che, nella maggior parte dei casi, viene eseguita per motivi di salute, quando il paziente non ha possibilità di sopravvivenza senza l'uso di chirurgia radicale. L'amputazione si riferisce alla rimozione di una sezione di un arto in tutto l'osso, e il troncamento della sezione periferica di un arto all'interno di un'articolazione è chiamato estarticolazione (o isolamento di un'articolazione).

Ci sono due ragioni principali per l'amputazione delle gambe - lesioni e malattie funzionali croniche del sistema vascolare. A loro volta, gravi lesioni sono motivo per condurre operazioni primarie e secondarie.

Tipi di amputazione

Amputazioni primarie

L'amputazione primaria è un'operazione per rimuovere l'arto inferiore, nei cui tessuti si sono verificati cambiamenti patologici irreversibili. Il danno totale ai fasci neurovascolari e alle ossa si verifica dopo una caduta da un'altezza, a seguito di incidenti stradali, ferite da arma da fuoco, ustioni e altri effetti traumatici.

Il medico prende una decisione sull'amputazione primaria dopo che il paziente è stato portato al pronto soccorso dopo l'incidente. Se c'è almeno una possibilità di salvare l'arto, sarà sicuramente intrapresa. Ma con ossa schiacciate e legamenti lacerati, è pericoloso mantenere la gamba - la sepsi dopo che lesioni così estese si sono sviluppate all'istante.

Amputazione secondaria

L'amputazione secondaria è un'operazione eseguita qualche tempo dopo un intervento chirurgico precedentemente applicato. La base del metodo radicale è l'infezione estesa, che porta alla morte e alla decomposizione dei tessuti. I processi infiammatori che non possono essere eliminati mantenendo un arto possono essere causati da congelamento, ustioni, spremitura prolungata dei vasi sanguigni e anche infezione della ferita.

Reamputatsiya

La reamputazione è un'operazione ripetuta dopo il troncamento dell'arto. Viene effettuato al fine di correggere un errore medico (in pratica sono consentiti calcoli errati durante la formazione di un moncone) o per preparare le protesi. Si ricorre a una risonanza se il moncone formatosi durante la prima operazione è incompatibile con la protesi o si formano ulcere trofiche sulla sua superficie. Una distanza netta della fine dell'osso sotto una pelle tesa o una cicatrice postoperatoria è una ragione assoluta per l'intervento re-chirurgico.

Amputazione per complicazioni di malattie croniche

Ci sono diverse malattie croniche che portano allo sviluppo di processi irreversibili negli arti:

  • Diabete mellito;
  • osteomielite;
  • Tubercolosi ossea;
  • Aterosclerosi obliterante;
  • Neoplasie maligne

sviluppo della necrosi degli arti a causa di ischemia dovuta a aterosclerosi, trombangiite versata, diabete e altre malattie croniche

Lo scopo dell'operazione è quello di prevenire le tossine prodotte nel fuoco della lesione in organi e tessuti sani del corpo, oltre a mantenere l'equilibrio muscolo-scheletrico necessario per le protesi.

Preparazione per l'amputazione

Molto spesso, l'amputazione deve essere eseguita con urgenza, non appena il paziente entra nel Dipartimento di Traumatologia. È estremamente importante in questa difficile situazione prestare la dovuta attenzione al problema della riduzione del dolore. Con un'anestesia insufficiente, si può sviluppare uno shock doloroso che influisce negativamente sulle condizioni generali del paziente e peggiora la prognosi per il recupero. È il forte dolore sperimentato durante il periodo di preparazione e durante l'amputazione che crea paura e ansia nel periodo postoperatorio.

Se l'operazione viene eseguita secondo indicazioni urgenti (senza preparazione preventiva), l'anestesia intubazione viene più spesso utilizzata e, durante le amputazioni pianificate, la forma dell'anestesia viene scelta tenendo conto delle condizioni del corpo. Questa può essere un'anestesia regionale o generale.

L'amputazione a livello dell'anca è associata a danni estesi ai tronchi nervosi, ai muscoli e ai vasi del periostio, cioè quelle aree in cui sono presenti molti recettori del dolore. L'anestesia epidurale, che ha trovato ampia applicazione nella chirurgia moderna, riduce il rischio di complicazioni di intossicazione dopo il troncamento dell'arto (rispetto al metodo endotracheale) e crea anche condizioni per un'analgesia postoperatoria efficace.

In ogni caso, quando si prepara un'amputazione programmata, viene presa in considerazione la possibilità di utilizzare l'una o l'altra forma di anestesia, nonché le condizioni fisiche del paziente. L'anestesia generale, con tutti i suoi inconvenienti, è più spesso preferita perché il paziente non percepisce la gravità dell'evento durante l'operazione di mutilazione.

I principi di base dell'amputazione degli arti inferiori

livelli tipici di amputazione NK

Nella pratica chirurgica, gli schemi di amputazione sono stati utilizzati per un lungo periodo di tempo, secondo il quale veniva eseguita la troncatura dell'arto in modo che, in futuro, si potesse usare una protesi standard. Un tale approccio spesso ha portato alla rimozione irragionevole di tessuti sani.

Un'amputazione eccessivamente elevata aumentava la probabilità di formazione di un moncone vizioso, che poteva essere corretto solo con un'operazione secondaria. Il principale svantaggio degli schemi di amputazione della chirurgia classica sul campo è la mancanza di una distanza di riserva per la reamputazione e per la creazione di una protesi individuale.

Poiché le tecnologie di riabilitazione medica sono in rapido sviluppo e il numero di opzioni per le strutture protesiche ha dozzine di unità, ogni caso di amputazione nella moderna traumatologia può essere considerato individuale dal punto di vista della metodologia applicata e dello schema di recupero postoperatorio.

Pertanto, i principi fondamentali dell'operazione alla base dell'amputazione sono: la massima conservazione possibile della funzionalità anatomica della gamba, la creazione di un moncone compatibile con il disegno della protesi, la prevenzione della sindrome da dolore fantasma.

Regole generali per l'amputazione

Tutti i tipi di amputazioni ed esecuzioni sono effettuati in tre fasi:

  1. Dissezione dei tessuti molli;
  2. Ossa della segatura, trattamento chirurgico del periostio;
  3. Legatura delle navi, trasformazione dei tronchi dei nervi (ceppo della toilette).

Secondo la tecnica utilizzata per la dissezione dei tessuti molli, le amputazioni sono suddivise in patchwork e operazioni circolari.

Una singola amputazione del cerotto comporta la chiusura dell'osso trattato (segato) e dei tessuti molli con un singolo lembo di pelle con tessuto sottocutaneo e fascia. Il lembo ha la forma di un razzo o di una lingua. Il taglio del frammento viene effettuato in modo tale che la cicatrice postoperatoria passi il più lontano possibile dalla parte (di sostegno) di lavoro del moncone.

Amputazione Dvuhkoskutnaya - la ferita dopo il troncamento è chiusa da due frammenti, tagliati dalle superfici opposte dell'arto. La lunghezza del lembo con le tecniche chirurgiche sopra descritte è determinata dal calcolo, in base alla dimensione del diametro dell'arto troncato, tenendo conto del coefficiente di contrattilità della pelle.

Amputazione circolare - la dissezione dei tessuti molli è effettuata nella direzione perpendicolare all'asse longitudinale dell'arto, con il risultato che un cerchio o un'ellisse è formato in sezione trasversale. Questa tecnica viene utilizzata su quelle parti dell'arto dove l'osso si trova in profondità nei tessuti molli (regione femorale). La dissezione dei tessuti molli è eseguita da uno, due o tre movimenti (rispettivamente, l'amputazione è chiamata "single-moment", "two-stage" o "three-moment").

Un'operazione single-stage (ghigliottina) comporta il taglio del tessuto all'osso con un movimento circolare, dopo il quale il taglio dell'osso viene eseguito allo stesso livello. La tecnica viene utilizzata in situazioni di emergenza legate al salvataggio della vita del paziente (come accade dopo un incidente, ferite da arma da fuoco, disastri naturali). Lo svantaggio principale della tecnica a ghigliottina è la necessità di un'operazione secondaria (re-amputazione) per correggere il moncone vizioso (conico), che non è adatto per le protesi.

un esempio di amputazione di tre secondi secondo Pirogov

L'amputazione a due ampli viene eseguita in due passaggi. In primo luogo, tagliare la pelle, fibra sottocutanea, fascia. Inoltre, la pelle nella zona operata viene spostata (con tensione) nella parte prossimale dell'arto. Il secondo stadio - muscoli dissezionati che passano lungo il bordo della pelle tesa. La mancanza di chirurgia - la formazione di pelle in eccesso su entrambi i lati del moncone. Questi frammenti vengono successivamente tagliati.

Un'amputazione cono circolare circolare a tre stadi è un'operazione eseguita su aree degli arti, in cui passa un osso, circondato da tessuti molli. Il chirurgo esegue la dissezione a diversi livelli, in tre fasi. In primo luogo, tagliare la pelle superficiale, tessuto sottocutaneo, fascia superficiale e propria. Successivamente, i muscoli vengono tagliati in base al livello della pelle contratta. Il terzo stadio è la dissezione dei muscoli profondi nella direzione prossimale (lungo il bordo della cute disegnata).

Lo svantaggio dell'operazione sono le cicatrici estese nell'area del moncone (sulla superficie di supporto), il profilo rastremato della porzione di segatura dell'osso. Dopo un'amputazione cono-circolare, è tecnicamente impossibile eseguire protesi (è necessaria la risutrizione). Tecnica circolare a cono sviluppata dal chirurgo russo N.I. Pirogov, utilizzato in chirurgia per gangrena del gas, sul campo, dove ci sono costantemente feriti, e non ci sono condizioni per l'attuazione delle operazioni pianificate.

Trattamento del periostio e del ceppo della toilette

I punti più importanti dell'operazione di amputazione dell'arto inferiore sono il trattamento del periostio e del ceppo.

Nel metodo aperiostale, il periostio viene intersecato da un'incisione circolare a livello dell'osso della segatura, dopo di che viene spostato nella direzione distale. L'osso è segato sotto il sito di incisione periostale di 2 mm (non si può lasciare un frammento più grande a causa del rischio di sviluppare necrosi dell'osso).

Nel metodo subperiostale, il periostio viene sezionato sotto il livello di taglio dell'osso (il livello di cut-off è determinato dalla formula) e viene spostato al centro (nella direzione prossimale). Dopo aver tagliato l'osso, il periostio viene suturato sul luogo della sua lavorazione (segatura). Questo metodo viene usato raramente durante l'esecuzione dell'amputazione negli anziani a causa della stretta interconnessione del periostio con l'osso.

Quando viene eseguito il ceppo della toilette:

  • Condimento delle navi principali e piccole;
  • Emostasi (per prevenire l'infezione secondaria);
  • Trattamento dei tronchi nervosi (prevenendo la formazione di neuroma)

Un trattamento tecnicamente competente dei nervi può ridurre in modo significativo l'intensità del dolore fantasma che si verifica nella maggior parte dei pazienti dopo l'amputazione, oltre a prevenire la crescita dei nervi nel tessuto cicatriziale.

Sono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Il nervo incrociato viene suturato nella guaina del tessuto connettivo;
  2. L'intersezione angolare del nervo viene applicata con ulteriori cuciture delle fibre di epineurium;
  3. Cucire le estremità dei tronchi nervosi incrociati.

I nervi non sono tesi per evitare danni ai vasi interni e la formazione di ematomi. L'intersezione eccessiva è inaccettabile, perché può portare all'atrofia del tessuto del moncone.

Dopo aver elaborato vasi e nervi si esegue la cucitura del moncone. La pelle viene suturata con tessuti adiacenti (cellulosa ipodermica, fascia superficiale e propria). I muscoli si fondono bene con l'osso, quindi non sono cuciti. La cicatrice postoperatoria deve mantenere la mobilità e, in ogni caso, non deve essere saldata all'osso.

Disarticolazione del dito

Nelle forme gravi di diabete, la complicazione più pericolosa è la cancrena del piede e la falange distale del dito. L'amputazione della gamba nel diabete mellito, purtroppo, non è un caso raro, nonostante i significativi progressi nel trattamento delle malattie endocrine raggiunti dalla medicina negli ultimi dieci anni. Il livello di troncamento dell'arto è determinato dallo stato dei tessuti e dei vasi.

Con un apporto di sangue soddisfacente agli arti, viene eseguita una disarticolazione patchwork del dito, tagliando i lembi posteriori e plantari insieme al tessuto sottocutaneo e alla fascia. La superficie articolare della testa metatarsale non è danneggiata. Dopo la rimozione del tessuto del gatto, vengono applicate suture primarie, il drenaggio viene stabilito.

Nel caso dell'amputazione del piede diabetico e delle falangi, vengono utilizzati diversi tipi di tecniche chirurgiche. L'amputazione secondo Sharp viene effettuata con gangrena di diverse dita e piede, mantenendo un flusso sanguigno soddisfacente. Grandi toppe sono tagliate (indietro e plantare), dopo di che attraversano i tendini dei muscoli responsabili dei movimenti di estensore della flessione delle dita, vedono le ossa metatarsali. Dopo il trattamento con una raspa del tessuto osseo, vengono applicate suture primarie, il drenaggio viene stabilito.

Quando si esegue l'amputazione secondo Chopar, con l'estrazione successiva vengono effettuati due tagli nell'area delle ossa metatarsali. I tendini si intersecano ad un'altezza massima, l'incisione di amputazione corre lungo l'articolazione tarsale trasversale (il tallone e le ossa di tallio, se possibile, sono conservati). Il moncone è chiuso con un lembo plantare subito dopo aver alleviato l'infiammazione.

Amputazione della gamba

La decisione sull'amputazione della parte inferiore della gamba con cancrena del piede viene presa se il flusso sanguigno viene fermato nel piede e l'afflusso di sangue nella parte inferiore della gamba è mantenuto ad un livello soddisfacente. La tecnica di funzionamento è patchwork, con ritagliare due frammenti (lungo lembo posteriore posteriore e posteriore). L'amputazione osteopatica della gamba comporta il taglio del perone e della tibia, il trattamento dei tronchi dei nervi e dei vasi sanguigni, la rimozione del muscolo soleo. Tessuto molle nell'area di segatura cucita senza tensione.

L'amputazione della tibia nel terzo medio di Burgess comporta il taglio di un lembo anteriore corto (2 cm) e lungo posteriore (15 cm) che copre la ferita. La formazione della cicatrice viene effettuata sulla superficie anteriore del moncone. La tecnica offre grandi opportunità per le prime protesi.

Amputazione dell'anca

L'amputazione della gamba sopra il ginocchio riduce significativamente la mobilità funzionale dell'arto. Indicazioni per la chirurgia (tranne che per la ferita) - debole flusso di sangue nella parte inferiore delle gambe contro lo sfondo di cancrena del piede. Durante le manipolazioni chirurgiche sulla coscia, si deve lavorare con il femore, i vasi grandi, i fasci nervosi, i gruppi muscolari anteriori e posteriori. I bordi del femore dopo il taglio sono arrotondati con una raspa, viene eseguita la sutura strato-a-strati dei tessuti. Sotto la fascia e i muscoli stabiliscono il drenaggio dell'aspirazione.

Diversi metodi di formazione del moncone di supporto prendono il nome da chirurghi che hanno sviluppato tecniche di amputazione. Così, ad esempio, l'amputazione circolare a cono secondo Pirogov viene utilizzata nella chirurgia militare, quando è urgentemente necessario prevenire l'infezione di un arto gravemente ferito.

L'amputazione della coscia secondo Gritti-Szymanowski, o l'operazione di Albrecht viene utilizzata per re-amputazioni del moncone vizioso (con incompatibilità del moncone con la protesi, con la comparsa di espressioni nella zona della cicatrice, riduzione della mobilità degli arti a causa di fusione impropria di muscoli e legamenti). La tecnica di amputazione osteoplastica di Gritti-Szymanowski non è utilizzata nella malattia ischemica e nelle patologie vascolari totali che si sviluppano nell'aterosclerosi obliterante.

Complicazioni postoperatorie

Dopo l'amputazione degli arti inferiori, possono verificarsi le seguenti complicanze:

  • Infezione delle ferite;
  • Necrosi tissutale progressiva (con cancrena);
  • Stato di preinfarto;
  • Violazione della circolazione cerebrale;
  • tromboembolismo;
  • Polmonite ospedaliera;
  • Esacerbazione di malattie croniche del tubo digerente.

L'intervento chirurgico eseguito correttamente, la terapia antibatterica e l'attivazione precoce del paziente riducono significativamente il rischio di conseguenze fatali dopo amputazioni complesse.

Dolori fantasma

Dolore fantasma - il cosiddetto dolore in un arto reciso. La natura di questo fenomeno non è completamente compresa, e quindi non ci sono assolutamente (100%) modi efficaci per combattere questa sindrome estremamente spiacevole, che peggiora la qualità della vita.

Un paziente con un'amputazione a livello dell'anca spesso lamenta intorpidimento delle dita, dolore lancinante al piede, fastidio al ginocchio o forte prurito nella zona del tallone. Esistono molti regimi medici usati per eliminare la sindrome del dolore fantasma (PBS), ma solo un approccio globale alla risoluzione del problema dà risultati positivi.

La terapia farmacologica utilizzata nei periodi preoperatorio e postoperatorio gioca un ruolo importante nella prevenzione della PBS. Il secondo punto importante è la scelta corretta della tecnica operativa e, in particolare, il trattamento dei nervi incrociati.

Prescrivere gli antidepressivi nei primi giorni dopo l'amputazione aiuta a ridurre l'intensità dei dolori fantasma. Infine, l'attività fisica precoce, lo sviluppo dell'arto, l'indurimento, l'allenamento a piedi con una protesi - tutti i metodi sopra descritti utilizzati durante il periodo di riabilitazione consentono di ridurre al minimo la manifestazione di una grave complicanza postoperatoria.

Atteggiamento psicologico

Non una persona del genere per la quale il messaggio del medico sull'imminente operazione paralizzante non provocherebbe un grave stress. Come vivere? Come percepire le notizie chiudi le persone? Sarò un peso? Sarò in grado di servire me stesso? Poi arriva la paura di dover sopportare la sofferenza del periodo postoperatorio. Tutti questi pensieri e preoccupazioni sono una reazione naturale a un evento imminente. Allo stesso tempo, va detto che, grazie ad un supporto psicologico ben organizzato, molte persone riescono a superare abbastanza velocemente il periodo di riabilitazione.

Un paziente ha detto che non si sarebbe preoccupato dell'amputazione, perché non avrebbe portato alla guarigione. "Per me è importante trovare il mio posto nella vita dopo l'operazione - tutti i miei pensieri sono al riguardo". Infatti, le persone con un atteggiamento positivo hanno meno probabilità di sperimentare i dolori fantasma, e i pazienti stessi si adattano rapidamente alle nuove condizioni di vita e di comunicazione (compresi quelli che sono sopravvissuti all'amputazione di due arti). Pertanto, è necessario seguire con calma le raccomandazioni del medico, non farti prendere dal panico, non sentirti dispiaciuto per te stesso, non isolarti dagli amici. Credetemi, con un atteggiamento così vitale, le persone intorno a voi non noteranno la disabilità, e questo è molto importante per l'adattamento sociale.

Gruppo di disabilità

varie protesi utilizzate dopo l'amputazione

Il periodo di recupero dopo l'amputazione dell'arto inferiore è di 6-8 mesi.

Il gruppo di invalidità II è stabilito per le persone con protesi del moncone di due gambe, con il moncone della coscia in combinazione con la sconfitta del secondo arto.

Il gruppo I viene somministrato per brevi ceppi della coscia di due arti in combinazione con una limitazione della funzionalità degli arti superiori.

Il gruppo III di disabilità senza designazione del periodo di riesame è stabilito per le persone che hanno completato il processo di protesi e hanno sufficientemente ripristinato la funzionalità perduta degli arti.

Riabilitazione dopo l'amputazione della gamba sopra il ginocchio

Amputazione della gamba sopra il ginocchio - rimozione di un arto dolorante o parte di esso mediante taglio. L'operazione viene eseguita nel caso in cui ci sia un grave danno alle navi, ci sono chiari segni di cancrena e la persona è in pericolo mortale. Nominato una procedura simile con l'inefficacia del trattamento medico alternativo.

Indicazioni per l'amputazione

Tra le indicazioni che l'arto viene amputato, ci sono:

  • necrosi tessutale a causa della ridotta circolazione del sangue negli arti inferiori;
  • suppurazione della ferita, accompagnata dal rilascio di un odore sgradevole;
  • rottura della gamba a causa di lesioni;
  • bloccaggio dei vasi sanguigni a causa del superamento del tempo di applicazione dell'imbracatura;
  • gangrena del gas (infezione del corpo dovuta alla riproduzione e alla crescita della flora patologica);
  • rotture di vene e arterie, associate a un'abbondante perdita di sangue.

L'amputazione del piede è mostrata in cancrena in età avanzata, così come nei bambini fino a un anno.

Tra i secondi gruppi di cause, i più frequenti sono:

  • infezione attraverso superfici aperte della ferita;
  • infiammazione cronica (tubercolosi ossea, osteomielite);
  • tumori maligni del cancro;
  • processi distruttivi nelle ossa;
  • manifestazioni ulcerative progressive.

Con un'amputazione prematura, la prognosi per il paziente è deludente: l'ulteriore sviluppo della patologia può portare alla sepsi e alla morte.

Cancrena diabetica

Se il paziente ha il diabete, c'è il rischio di amputazione della punta o dell'intero arto. Ciò è dovuto al fatto che durante la malattia soffre la pelle dei piedi. Si incrina, attraverso il danno microscopico al corpo penetra gli agenti patogeni, si verifica l'infezione del sangue. La patologia si sviluppa sullo sfondo di una ridotta sensibilità della pelle dei piedi.

L'amputazione della gamba nel diabete mellito è causata dallo sviluppo di cancrena, che si verifica sullo sfondo del metabolismo compromesso e della morte delle strutture cellulari.

I fattori che contribuiscono alla comparsa di cancrena nei pazienti con diabete sono:

  • riparazione cellulare più lenta;
  • danno alle terminazioni nervose (polineuropatia);
  • anomalie ossee;
  • sistema immunitario debole, sindrome da immunodeficienza;
  • eccesso di peso corporeo;
  • abuso di alcool, fumo;
  • scarpe o scarpe stretti e scelti in modo scorretto.

Tipi di cancrena diabetica:

  • neuropatico - associato a disturbi del tessuto nervoso;
  • angiopatico - a causa di anomalie vascolari;
  • osteopatico - il sistema motorio viene distrutto;
  • misto - combina i segni di diversi tipi.

A seconda della presenza di manifestazioni cliniche, la cancrena è determinata:

  1. Dry. Lo spazio interno delle navi si restringe lentamente. La malattia inizia con le dita dei piedi.
  2. Wet. L'infezione è collegata. La malattia si sviluppa rapidamente, è caratterizzata da un decorso acuto, accompagnato da grave intossicazione.

Cancrena aterosclerotica

È causata da aterosclerosi, caratterizzata da una diminuzione del lume vascolare o dalla sua completa assenza. In considerazione di ciò, l'afflusso di sangue di alcuni tessuti viene disturbato e si verifica la loro morte.

  • diminuzione della temperatura, perché c'è una sensazione di freddezza nelle gambe;
  • pelle blu;
  • la formazione di un tratto di demarcazione visibile che separa il tessuto sano dai malati;
  • dolore e gonfiore in un arto dolorante;
  • mancanza di polso nella nave poplitea.

Quando si verificano i primi segnali della malattia, è importante iniziare a prendere antibiotici in modo tempestivo: questo aiuterà a prevenire la connessione dell'infezione secondaria.

Segni della futura infezione del sangue (sepsi):

  • bassa pressione sanguigna;
  • palpitazioni cardiache;
  • febbre;
  • coscienza confusa;
  • eruzioni cutanee;
  • dolore alle articolazioni;
  • pallore della pelle.

Nei casi più gravi, può essere prescritta l'amputazione della punta o dell'intero arto (a seconda dell'area interessata).

Tromboangiite obliterante

Una malattia in cui sono colpite le piccole e medie navi arteriose e venose. Manifestato nel dolore, stanchezza generale, perdita di sensibilità, convulsioni. Accompagnato dallo sviluppo della cancrena.

  • lesioni infettive;
  • ipotermia;
  • lesioni frequenti;
  • stati mentali instabili, stress;
  • manifestazioni allergiche;
  • intossicazione.

Tipi di tromboangiite obliterante:

Nel primo caso, i vasi delle gambe soffrono;

  • sensazioni dolorose che si verificano anche a riposo;
    ulcere;
  • disturbi trofici;
  • la scomparsa della pulsazione nei vasi delle gambe;
  • necrosi tessutale delle dita, cancrena.

Ischemia acuta nella trombosi ed embolia delle arterie

Un embolismo è caratterizzato dal movimento di un coagulo di sangue formato in un vaso patologico e danno al sano. Lo stato di ischemia acuta è associato ad un netto indebolimento della circolazione sanguigna, il funzionamento patologico di un organo malato. Accompagnato da una sensazione di rigidità nelle gambe, paralisi muscolare, mancanza di pulsazione, poi si verifica rigidità muscolare, mobilità articolare è persa.

Classificazione delle amputazioni

Sulla base delle prove esistenti, l'amputazione degli arti è:

  • primario (obbligatorio per cancrena secca e umida);
  • secondaria (effettuata nel caso in cui la terapia medica in corso non porti sollievo alle condizioni del paziente);
  • ripetuto (reamputation) - viene eseguito sull'arto già operato soggetto ad ulteriore progressione della malattia o alla comparsa di complicanze.
  • piccolo - i piedi e le mani sono rimossi;
  • grande - taglio di un arto a livello della coscia o della tibia, della spalla o dell'avambraccio;
  • i primi sono eseguiti all'inizio del periodo postoperatorio a causa della formazione di suppurazione nell'area della ferita, lo sviluppo di gravi complicanze;
  • in ritardo - a causa della prolungata non guarigione del moncone, la comparsa di cambiamenti necrotici in esso;
  • uno e due stadi (a seconda di quante fasi viene eseguita la chirurgia).

È impossibile prescrivere un'amputazione se il paziente ha sofferenza.

Metodi per dissezionare i tessuti molli

Ci sono opzioni di amputazione:

  1. Circolare - tagliare l'arto è perpendicolare alla lunghezza dell'osso.
  2. Patchwork - dopo l'operazione, il moncone inferiore viene chiuso dai lembi cutanei rimanenti. Esiste una tecnica di amputazione a lembo singolo o doppio.
  3. Ovale: il piano della sezione non si trova ad angolo retto, ma obliquamente. Per questo motivo, è possibile chiudere l'osso troncato con un eccesso di tessuto molle esistente. Il metodo è il più comune.

Se è necessaria un'amputazione urgente e la vita del paziente dipende dalla velocità della sua attuazione, si fa ricorso al salvataggio della ghigliottina (taglio istantaneo) dell'arto.

Preparazione per l'amputazione

La fase preparatoria prevede l'esecuzione di un esame visivo del paziente, in cui il medico determina il livello necessario di amputazione, anestetizza la gamba ferita. Viene eseguito attraverso l'uso dell'anestesia locale o generale. Una mancanza di anestesia può innescare l'inizio di uno shock doloroso e peggiorare le condizioni del paziente.

Corso di operazione

L'intervento chirurgico per tagliare la gamba sopra il ginocchio implica l'osservanza dei principi generali dell'amputazione degli arti:

  • dissezione muscolare;
  • segatura ossea, trattamento periostio;
  • legatura di vene e arterie, nervi.

Dopo che i vasi e i nervi sono stati processati, il moncone viene suturato.

Periodo di riabilitazione

Una corretta riabilitazione aiuterà ad evitare complicazioni che possono verificarsi dopo l'intervento chirurgico.

Il periodo di recupero comporta l'implementazione di un'adeguata cura del moncone e include:

  • mantenere una normale sutura postoperatoria;
  • massaggio del moncone per ridurre la sensibilità eccessiva;
  • lavare ogni giorno con acqua calda e sapone, doccia;
  • esercizio regolare per ripristinare il normale funzionamento dei muscoli immagazzinati;
  • passaggio di fisioterapia, corso di massaggio;
  • adattamento sociale di una persona;
  • installazione di protesi.

Per ammorbidire la pelle nella cicatrice postoperatoria, si consiglia di lubrificarla con una crema idratante. Con il permesso del medico, puoi usare metodi tradizionali.

Supporto alla droga

I farmaci sono necessari per alleviare il dolore dopo l'intervento chirurgico (dolore fantasma, la sensazione reale di una gamba persa), gonfiore, infiammazione, prurito.

Al fine di eliminare i sintomi postoperatori negativi, il paziente viene prescritto:

  1. Farmaci antinfiammatori non steroidei (Meloxicam, Diclofenac, Ketorolac).
  2. Antidepressivi. Il loro uso è associato allo stato psico-emotivo del paziente.
  3. Antibiotici - presi in caso di infezione da connessione.

Massaggi, fisioterapia, ginnastica aiuteranno a ridurre il dolore.

Formazione del ceppo

Il processo di formazione del ceppo comporta:

  • trattamento delle ferite antisettico;
  • sovrapposizione di bende.

Per prevenire la re-infezione, si consiglia ai pazienti di curare adeguatamente il moncone, di utilizzare polveri o creme speciali. Prevenire il gonfiore dei tessuti può, se si impone su un arto amputato una benda, una benda elastica. Il massaggio linfodrenante produce un buon effetto antiedemico.

Terapia fisica

L'implementazione di un complesso speciale di esercizi ginnici è volta a rinnovare i movimenti delle gambe, rafforzando il sistema muscolare, che renderà possibile l'uso della protesi in futuro.

Le persone che hanno subito l'amputazione si raccomandano di fare i seguenti esercizi:

  • sdraiarsi a pancia in giù, sollevare le gambe, allargarle e riunirle (è necessario alzare il moncone più in alto possibile);
  • sdraiarsi sulla schiena, piegare un arto sano nell'articolazione del ginocchio, appoggiare il piede sul pavimento, sollevare il paziente all'altezza del ginocchio.

Tutti i movimenti dovrebbero essere fatti con attenzione. Devi farlo regolarmente, aumentando gradualmente il carico.

Riabilitazione sociale e lavorativa

Una persona che ha subito l'amputazione di una gamba viene assegnata a un gruppo di disabilità a causa di una limitazione delle sue capacità fisiche, viene assegnata una pensione. Affinché la sua permanenza nella società diventi più confortevole, è necessario il massimo ripristino possibile della sua attività sociale e lavorativa. Ciò consentirà al paziente di adattarsi alla vita di tutti i giorni.

protesi

La procedura prevede la sostituzione di un arto amputato con una protesi artificiale.

Dopo l'amputazione della gamba sopra l'articolazione del ginocchio, vengono utilizzati dispositivi protesici:

  • con la presenza del modulo del ginocchio (consentire di piegare liberamente la gamba);
  • sostituendo l'intero arto, dotato di una chiusura a corsetto (se non ci sono ceppi).

Sono spesso utilizzate protesi a microprocessore, che sono guidate da impulsi neuromuscolari, che passano nel culto.

Grazie alle protesi, molte persone con disabilità vivono pienamente e continuano a lavorare con condizioni di lavoro leggere.

Possibili complicazioni

La procedura di escissione della gamba ferita è complessa ed è associata al rischio di sviluppare molte complicanze postoperatorie. Questi sono:

  • guarigione di ceppo lento;
  • infezione causata da cure improprie, violazione dei principi di asepsi;
  • morte tessutale nell'area della ferita, necessità di ri-asportazione;
  • dolori fantasma;
  • grave gonfiore, che impedisce l'uso della protesi;
  • violazioni della struttura e del funzionamento dell'articolazione dell'anca;
  • blocco di grandi vasi con coaguli di sangue (trombosi);
  • sanguinamento pesante;
  • scarsa tolleranza delle sostanze anestetiche, presenza di reazioni allergiche.

Prendendo in considerazione i rischi per il paziente e il loro corretto avvertimento contribuirà a ridurre la probabilità di conseguenze indesiderabili nel periodo postoperatorio. Altrimenti, viene eseguita la ridimensionamento.

L'amputazione della gamba è una misura estrema, a cui si ricorre se la terapia medica è impotente e il paziente è in pericolo mortale. La procedura consente a una persona di salvare la vita, ma è molto traumatica per la sua psiche. Affinché il recupero del paziente dopo l'operazione sia il più efficace possibile, è necessario fornirgli un'assistenza psicologica tempestiva e di alta qualità finalizzata all'adattamento della sua condizione fisica attuale e alla correzione degli obiettivi, degli atteggiamenti e dei valori della sua vita. Grazie al supporto psicologico, puoi ripristinare lo sfondo psico-emotivo di una persona malata.

Livelli di amputazione delle gambe e riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

L'amputazione della gamba o qualsiasi altro arto viene applicata come ultima risorsa, pertanto è necessario smontare le possibili cause, stadi e gradi di difficoltà dell'amputazione.

Che cos'è l'amputazione?

L'amputazione si riferisce a un'operazione che rimuove un arto o parte di esso.

I medici hanno fatto ricorso a questo solo in casi estremi, quando l'arto interessato non può essere curato, interferirà o potrebbe addirittura danneggiare l'intero corpo.

Prima dell'operazione, il paziente può aver bisogno di un numero di procedure come supporto psicologico, consultazione con un medico e terapia speciale.

Il primo è una consultazione con i medici chirurgo e protesista. Tenendo conto delle indicazioni mediche, decidono sul livello ottimale di amputazione per protesi di successo. Un fisioterapista può anche essere collegato alla conversazione, spiegando al paziente la necessità di terapia e come sarà condotta.

Gli psicologi possono creare una persona per la fiducia in se stessi e quindi prepararlo per un nuovo stile di vita dopo un'operazione.

Il compito della terapia è preparare il corpo per le successive protesi. I muscoli sono anche rafforzati, la resistenza è aumentata, che permetterà di riabilitare più rapidamente. Frequenta la cura del ceppo, la rimozione dell'edema.

Quindi segue l'operazione stessa. Possibili ragioni per l'amputazione possono essere le seguenti:

  • malattie vascolari;
  • gonfiore;
  • grave lesione fisica;
  • bruciature profonde

Fasi di un'operazione simile:

  1. Taglio della pelle e dei tessuti molli.
  2. Oscillare le ossa
  3. Trattamento adeguato di vasi, nervi e ferite.
  4. Cucire la ferita.

Dopo l'operazione, sono in corso di recupero, riabilitazione e protesi.

Livelli di amputazione per gamba

Il livello di amputazione è determinato dal chirurgo in base ai motivi dell'operazione e alla gravità della gamba. Anche durante la consultazione vengono presi in considerazione i fattori per le successive protesi di successo.

I livelli di amputazione sono i seguenti:

  1. Amputazione del piede. In questa sezione ci sono più di 10 livelli. Sono divisi in tutto il piede. La primissima è l'amputazione della punta verso la zona metatarsale o la completa rimozione del tarso.
  2. Rimozione dell'amputazione della gamba o della gamba inferiore. Durante tale operazione, la separazione della tibia grande e piccola.
  3. Amputazione della gamba sopra il ginocchio o l'isolamento dell'articolazione del ginocchio. Tale operazione comporta la separazione dell'articolazione del ginocchio dall'osso e la sua rimozione dal corpo, mentre la coscia è preservata intera.
  4. Quando l'amputazione del femore è terminata, viene rimossa una certa parte del femore.
  5. Dissezione nell'articolazione dell'anca.
  6. Emipelvectomia. Rimozione parziale o totale dei femori nella pelvi.

L'operazione inizia dopo l'inizio dell'anestesia per alleviare il dolore durante la procedura. Dopo questo ci sono fasi di separazione dell'arto dal corpo e la formazione di un moncone. Dopo l'operazione, viene eseguita la cura del paziente e la regolazione dei segni vitali.

Gli antidolorifici sono prescritti per alleviare il dolore dopo l'intervento chirurgico.

Quante cure? Questa è una domanda difficile, poiché dipende dalla gravità dell'operazione e da altri fattori. Una degenza di solito dura circa una settimana. I punti vengono rimossi in media in una settimana, ma con complicazioni, i termini aumentano.

Possibili complicazioni potrebbero essere le seguenti:

  1. Dolori fantasma. Questo è comune in questi casi. Appare quando si riprende la sensibilità del paziente, ma inizia a sentire la gamba amputata, che inizia a ferire o prurito.
  2. Necrosi. Si verifica con scarsa apporto di sangue vicino alla base del moncone.
  3. Cicatrice cheloide Può verificarsi a causa della predisposizione del corpo o di un funzionamento di scarsa qualità. In apparenza, è una cicatrice ruvida, ampia, sciatta.
  4. Angiotrofonevroz. Il paziente ha una cicatrice.

Periodo postoperatorio

Il paziente dopo l'intervento chirurgico deve sottoporsi a un corso di riabilitazione e protesi.

Durante il riposo a letto prolungato, il corpo perde forza e resistenza, la mobilità delle articolazioni diminuisce, appare un'alta probabilità di contratture. Si è già detto che partendo dall'ospedale, la terapia viene eseguita. La riabilitazione dopo l'amputazione della gamba ha gli stessi esercizi e viene eseguita dopo l'operazione, proteggendo dal verificarsi dei fattori negativi sopra descritti.

Spesso sorge la domanda sulla protesi. Quando si esegue questa procedura, vengono presi in considerazione fattori quali condizione fisica, livello di amputazione, patologia o patologia esistente. Inoltre, la protesi deve soddisfare i requisiti del paziente stesso e consentirgli di eseguire il movimento o varie attività nel modo più comodo possibile.

Le protesi vengono eseguite solo dopo una completa guarigione della ferita, senza complicazioni ed edema, in buone condizioni fisiche. Inoltre, viene fornita una formazione sulla cura personale del moncone e sulla protesi.

Al paziente viene assegnato un gruppo di disabilità. Fondamentalmente, questo è il secondo gruppo (con la difficoltà di usare le stampelle, l'impossibilità di protesi, il ceppo dell'anca è meno di 9 centimetri), o il terzo gruppo di disabilità dopo protesi e padronanza della protesi.

Se la gamba deve essere amputata

La prospettiva di perdere una gamba è un grande stress per ogni persona. Tuttavia, a volte non c'è semplicemente nessun altro trattamento. Se l'amputazione è inevitabile, è importante ricordare che è possibile condurre una vita attiva e indipendente dopo di essa.

Le cause più comuni di amputazione delle gambe

L'amputazione degli arti inferiori non è sempre il risultato di un incidente. Spesso è un'operazione pianificata, che porta a una particolare malattia.

Principalmente a rischio - persone con malattia arteriosa periferica, diabete o una combinazione di queste malattie. Tali casi rappresentano circa l'85% delle amputazioni. Anche la maggior parte delle malattie vascolari sono pericolose. A volte le amputazioni sono prescritte per vari tumori, malformazioni congenite, distruzione dei tessuti dell'arto - per esempio, cancrena. E in casi estremamente rari, l'arto viene amputato per eliminare il dolore periferico che non è suscettibile di trattamento.

Ovviamente, la decisione sull'amputazione dovrebbe essere presa solo dopo che tutte le possibilità di salvare la gamba sono state completamente escluse. In caso di dubbio, ricorda che contattare un'altra clinica per un secondo parere è un tuo diritto come paziente.

I primi giorni dopo l'intervento

Prepararsi all'amputazione delle gambe è necessario non solo fisicamente e finanziariamente, ma anche psicologicamente. Consultare un medico Lascia che ti spieghi in dettaglio come si svolgerà l'operazione e cosa aspettarsi dal periodo postoperatorio.

I primi problemi affrontati da medici e pazienti dopo un intervento chirurgico così complesso sono il dolore e il gonfiore. La sindrome del dolore è trattata con farmaci. Per la prevenzione e l'eliminazione dell'edema, vengono solitamente utilizzati leggeri bendaggi elastici e sollevamento dell'arto. Inoltre, dopo l'estrazione (cioè l'operazione sull'intersezione dei tessuti molli a livello articolare con l'isolamento dell'osso) dell'articolazione del ginocchio, è possibile utilizzare una speciale medicazione sottovuoto. Aiuta a eliminare in modo sicuro l'edema e, cosa molto importante, a formare correttamente un moncone.

Preparazione sottovuoto per stoppare la medicazione Össur

Fodera / custodia in silicone per la formazione del moncone

Gli esperti iniziano una graduale formazione del moncone circa una settimana dopo l'operazione, quando il dolore e la scarica nell'area della ferita si fermano. Per fare questo, utilizzare il bendaggio o il caso di compressione in silicone, ma il miglior risultato è dato dall'uso combinato di questi metodi.

Nota: la forma dell'arto dopo l'amputazione deve essere più acuta e più stretta della base, quindi sarà adatta per le protesi. Per un moncone di forma rotonda e voluminosa, è molto più difficile scegliere una protesi e fissarla in modo sicuro.

Ceppo a forma corretta di un arto

Riabilitazione e protesi

Oggi, dopo l'amputazione della gamba, è possibile non solo tornare al ritmo abituale della vita, ma anche acquisire la capacità lavorativa precedente. Per fare questo, hai bisogno di una protesi adeguatamente selezionata e di una riabilitazione professionale.

Commento degli esperti

Heikki Hurri, direttore medico della clinica ortopedica "Orton", racconta come sta procedendo il processo di riabilitazione e preparazione per le protesi (https://www.orton.fi/ru/etusivu-2014/etusivu/).

"È molto importante che l'operazione sia stata eseguita da medici esperti. Anche prima dell'amputazione, il chirurgo operativo può incontrare un tecnico protesico in modo che, tenendo conto delle indicazioni mediche, possa discutere con lui il possibile livello ottimale di amputazione dal punto di vista di ulteriori protesi di successo.

La protesi stessa non viene mai fatta in anticipo - solo dopo l'operazione, quando il moncone si è formato in gran parte e il dolore è scomparso. Le persone spesso mi chiedono quali protesi sono le migliori. Ahimè, nessun esperto può rispondere con sicurezza a questa domanda. Scegliamo i componenti per la creazione e l'adattamento della protesi esclusivamente in accordo con le esigenze individuali di un particolare paziente e non ci sono soluzioni universali.

Una tappa importante è la prima installazione della protesi. In questo giorno, il paziente esegue esercizi per ripristinare le capacità di auto-camminata e la capacità di stare in piedi senza supporto. E controlliamo il montaggio della protesi e ci assicuriamo che funzioni bene e si adatti al paziente.

Naturalmente, anche la migliore protesi non cammina da sola. E dopo l'operazione, ogni paziente ha un lavoro serio da fare. Se l'operazione è pianificata, raccomandiamo di iniziare a imparare a camminare con una protesi prima dell'amputazione. Tuttavia, se lo stato di salute generale o un altro motivo impedivano l'avvio precoce della formazione, possono essere avviati in una fase avanzata dopo l'operazione.

È necessario imparare a usare la protesi gradualmente e sotto la guida di uno specialista esperto in modo che il moncone si adatti ai carichi. In questa fase, un atteggiamento positivo e il sostegno dei propri cari è molto importante. Non avere fretta Ci vuole tempo per capire le opportunità offerte dalla protesi e acquisire fiducia in se stessi.

Ma sicuramente accadrà, e anche più velocemente di quanto ti aspetti. "