Amputazione del dito del piede con il diabete

Il diabete mellito è una malattia grave che può innescare molte complicazioni. Uno dei più gravi è il piede diabetico, che comporta la formazione di necrosi tissutale e successiva amputazione. La chirurgia è richiesta nelle fasi finali della malattia, quando è impossibile mantenere l'arto.

Nel diabete, non solo si può eseguire l'amputazione del dito, ma anche l'intero piede, tutto dipende da quanto male il piede viene colpito. Le complicazioni gravi possono essere evitate se il trattamento viene avviato tempestivamente. Pertanto, ai primi segni di patologia, è necessario consultare uno specialista il più presto possibile.

globale

Il diabete mellito è una malattia endocrina in cui vi è un aumento del glucosio nel sangue. Questa condizione è patologica, comporta un'interruzione nel lavoro di tutti i sistemi del corpo. A causa dell'aumento del glucosio, i nervi sono colpiti, la coagulazione del sangue è disturbata, queste condizioni sono solo la causa del piede diabetico.

I pazienti con diabete mellito sperimentano una perdita di sensibilità nell'arto a causa di danni ai nervi. Di conseguenza, il paziente non sente che se la pelle è ferita, possono formare calli e microtrecisine, che sono suscettibili alle infezioni.

Con zuccheri elevati, le ferite non guariscono bene, quindi l'area interessata inizia a degradarsi gradualmente, si formano ulcera e cancrena. Se non si inizia il trattamento delle ulcere in modo tempestivo, esse porteranno necessariamente alla morte e all'amputazione dei tessuti.

L'amputazione del dito del piede nel diabete mellito è una misura necessaria, viene eseguita quando c'è una minaccia per la vita del paziente e non vi è alcuna possibilità di ripristinare il tessuto con altri metodi. È necessario capire che il piede diabetico nella maggior parte dei casi provoca la morte dei pazienti e l'amputazione consente di interrompere il processo patologico e salvare la vita di una persona.

amputazione

L'amputazione del dito del piede è l'unica via d'uscita nelle ultime fasi di un piede diabetico. Tale operazione è la più innocua, poiché il dito non ha un effetto significativo sulla funzione dell'intero piede. Se l'amputazione non viene eseguita tempestivamente, la necrosi può diffondersi ai tessuti vicini, quindi l'area interessata aumenterà significativamente. La gangrena delle dita nel diabete è un evento frequente e più spesso la patologia non è limitata a un dito.

Durante l'amputazione, i medici cercano di mantenere la maggior parte del dito, soprattutto per quanto riguarda quello grande, che svolge la funzione di supporto, e il secondo dito, che impedisce a quello grande di deformarsi. Se sono completamente rimossi, si verifica una disfunzione del piede.

L'amputazione del dito del piede è primaria, secondaria e ghigliottina. La primitiva viene eseguita nel caso in cui altri metodi di trattamento non siano efficaci, principalmente nella fase avanzata della malattia. L'amputazione secondaria viene eseguita dopo il ripristino della circolazione sanguigna o come risultato di un trattamento conservativo inefficace.

L'amputazione a ghigliottina è indicata nel caso più grave se la condizione è pericolosa per la vita. In questo caso, il medico rimuove tutti i tessuti interessati, catturandone alcuni sani. Durante la chirurgia primaria e secondaria, il medico ha il tempo di identificare tutti i tessuti morti e di mantenersi in salute il più possibile.

In caso di cancrena umida, di solito viene eseguita un'operazione di emergenza, poiché la patologia si diffonde rapidamente ai tessuti sani. Nella forma secca di cancrena, viene mostrata l'amputazione programmata, poiché la necrosi del tessuto ha confini chiari nel luogo in cui si sono verificati disturbi circolatori.

formazione

Prima dell'amputazione, al paziente viene prescritta una serie di test per identificare le controindicazioni alla procedura. Di norma, il paziente viene inviato per radiografia, ecografia, eseguono anche la diagnosi dei vasi sanguigni e vengono prescritti per sottoporsi a esami del sangue e delle urine per rilevare infezioni o processi infiammatori.

Il medico formula anche raccomandazioni che dovranno essere eseguite dal paziente. Prima dell'operazione, al paziente viene aggiustata la dose di farmaci che fluidificano il sangue e si raccomanda anche di preparare le condizioni per un'ulteriore riabilitazione. La sera e la mattina prima della procedura è vietato mangiare e bere acqua per evitare gli effetti dell'anestesia.

operazione

L'operazione comincia con l'introduzione di anestesia, di regola, quando l'amputazione del dito, l'anestesia generale non è usata. Inoltre, durante la preparazione del paziente, la pelle viene pulita con soluzioni speciali al fine di prevenire lo sviluppo di infezioni e viene anche somministrato un antibiotico.

Nella fase successiva, il medico esegue un'incisione in circolo, rimuovendo gradualmente il tessuto interessato, l'osso viene levigato e la ferita viene coperta con una pelle sana, quindi suturata. Se necessario, uno specialista installa il drenaggio per rimuovere il liquido dalla ferita e l'infezione residua.

L'operazione è completamente indolore per il paziente, a causa dell'anestesia, e la sua durata varia da 15 minuti a un'ora, a seconda della complessità del caso. Dopo l'amputazione, possono apparire dolori fantasma che richiedono un trattamento sotto la supervisione di uno specialista.

reinserimento

La riabilitazione gioca un ruolo importante nell'ulteriore trattamento, anche dopo l'amputazione del dito del piede, e quando l'amputazione del piede, della tibia o dell'anca, questo processo richiede una doppia attenzione.

Il fatto è che con una cura insufficiente in caso di diabete è possibile l'infezione secondaria della ferita e la recidiva della necrosi tissutale. Ciò porterà ad un'amputazione più alta e alla necessità di utilizzare una protesi.

Stump dopo l'amputazione

Nel processo di riabilitazione, è molto importante cambiare regolarmente le medicazioni e trattare la ferita con soluzioni antisettiche, è anche necessario assumere farmaci per fluidificare il sangue, antibiotici, se prescritti da un medico. Al fine di prevenire nuovamente il piede diabetico, il paziente deve monitorare il livello di zucchero e ispezionare regolarmente le gambe per gestire eventuali lesioni o calli nel tempo.

Si consiglia al paziente di mangiare correttamente, per prevenire l'aumento di peso e aumentare lo zucchero. Pertanto, il cibo con zucchero, cibi troppo salati, piccanti e grassi è controindicato. Si sconsiglia inoltre di mangiare fast food, prodotti pronti e semilavorati.

Il paziente deve essere preparato con prodotti freschi, è consentito mangiare carne magra, cereali, verdure, frutta, latticini, noci, bacche, uova. Non è consigliabile friggere il cibo nel burro, va cotto al vapore, nel forno, cotto e stufato.

Durante il periodo di riabilitazione, è molto importante assicurare una normale circolazione del sangue negli arti inferiori: a questo scopo, al paziente viene prescritto un regolare esercizio fisico, un massaggio, bagni caldi dopo che la ferita è guarita.

Se il paziente è preoccupato per il dolore grave dopo l'intervento, gli vengono prescritti analgesici. Spesso viene richiesto il consulto con uno psicologo per eliminare i dolori fantasma, in quanto il paziente non può accettare la perdita.

È molto importante durante il periodo di riabilitazione e dopo aver scelto le scarpe giuste per garantire la normale stabilità del piede. Se un alluce è stato rimosso, potrebbe essere necessaria una protesi, altrimenti la funzione di supporto del piede sarà compromessa. Inoltre, le dita protesiche aiuteranno a liberarsi del complesso associato alla loro assenza.

complicazioni

Dopo la rimozione del dito del piede sul diabete mellito, la prognosi è abbastanza favorevole, a condizione che l'operazione sia stata eseguita in tempo, e dopo di essa sia seguito il corretto corso di riabilitazione. Altrimenti, una tale complicazione come infezione secondaria dei tessuti è possibile.

Se un paziente con cancrena con diabete non si precipita dal medico, ma cerca di guarire da solo, le conseguenze possono essere molto gravi. Con la cancrena secca, il dito si auto-ampita semplicemente dopo un po ', e con cancrena umida, l'infezione si diffonde rapidamente, e quindi un'amputazione dell'intero piede può essere necessaria per salvare la vita.

In ogni caso, dopo l'operazione il paziente deve prestare attenzione ai suoi sentimenti e, nel caso dei seguenti sintomi, consultare un medico il prima possibile:

  • Se l'area intorno alla ferita iniziava a gonfiarsi, si formavano arrossamenti e dolore, questo è un segno di infiammazione secondaria;
  • Se la ferita non si cicatrizza per molto tempo, il sangue fuoriuscisce da esso, è inoltre necessario consultare un medico;
  • Se c'è un arrossamento nell'area del moncone o sull'altra gamba, o sul dito successivo, una sensazione di intorpidimento, un punto nero che sembra un'ulcera, dovresti vedere immediatamente un medico, quindi l'area interessata può essere salvata;
  • Se sei preoccupato per un dolore molto forte che non va via anche dopo l'assunzione di analgesici.

È facile evitare complicazioni dopo l'intervento, è sufficiente seguire tutte le raccomandazioni del medico e curare adeguatamente la ferita postoperatoria. È anche molto importante monitorare la tua salute, evitare la suppurazione, in modo da non provocare nuovamente necrosi del tessuto del piede.

Amputazione / rimozione delle dita delle mani e dei piedi: indicazioni, conduzione, conseguenze

La maggior parte di noi ha difficoltà a immaginare la soluzione dei normali compiti domestici e dell'attività professionale senza dita. Sulle gambe, sono necessari per il supporto e la corretta deambulazione, le abilità motorie sulle mani consentono non solo di eseguire le necessarie abilità di self-service, ma anche di scrivere.

Sfortunatamente, ci sono situazioni nella vita in cui i piedi e le mani subiscono cambiamenti irreversibili, in cui tutti i metodi di trattamento conservanti l'organo non possono garantire la conservazione dei tessuti, pertanto è necessario amputare un dito.

Amputazioni dovute a traumi e risultati insoddisfacenti persistenti vengono eseguite solo in quei casi in cui le possibilità di un trattamento più benigno sono esaurite o non è fattibile a causa dell'estensione della lesione. In altre parole, tale operazione verrà eseguita quando la manutenzione di un dito è semplicemente impossibile:

  • Lesioni traumatiche, impronte digitali, grave schiacciamento dei tessuti molli;
  • Gravi ustioni e congelamento;
  • Necrosi delle dita dovuta a disturbi vascolari (diabete mellito, principalmente trombosi ed embolia vascolare delle mani e dei piedi);
  • Complicazioni acute infettive di lesioni - sepsi, ascesso, gangrena anaerobico;
  • Ulcere trofiche, osteomielite cronica delle ossa delle dita;
  • Tumori maligni;
  • Difetti congeniti dell'apparato osteoarticolare delle dita, compresa l'amputazione delle dita dei piedi per trapiantarli nel braccio.

Dopo aver rimosso le dita delle mani e dei piedi, il paziente diventa disabile, la sua vita cambia in modo significativo, quindi la necessità di un tale intervento viene decisa da un consiglio di medici. Certamente, i chirurghi fino all'ultimo cercheranno di usare tutti i modi disponibili per salvare le dita delle mani e dei piedi.

Se il trattamento è necessario per motivi di salute, il consenso del paziente non è necessario. Succede che il paziente non è d'accordo con l'operazione e non ci sono indicazioni assolute per lei, ma lasciare il dito del paziente può causare gravi complicazioni, inclusa la morte, così i medici cercano di spiegare al paziente e ai suoi familiari la necessità di rimuovere le dita e ottenere il consenso il più presto possibile.

Prima dell'operazione, il medico racconta al paziente in dettaglio la sua essenza e sceglie anche l'opzione protesica più ottimale, se necessario, o la plastica, in modo che il risultato cosmetico sia più vantaggioso.

Controindicazioni all'amputazione di un dito o di un dito, infatti, no. Ovviamente, non sarà eseguito nello stato agonale del paziente, ma il passaggio alla necrosi alle parti soprastanti degli arti o ad alto rischio di complicazioni quando viene rimosso un solo dito può diventare un ostacolo all'operazione. In questi casi, l'amputazione delle dita è controindicata, ma è necessaria un'operazione di grande volume: rimozione di una parte del piede, amputazione della gamba a livello di articolazioni grandi, ecc.

Preparazione per la chirurgia

La preparazione per la chirurgia dipende dalle indicazioni per la sua attuazione e dalle condizioni del paziente. Con interventi programmati, è prevista una solita lista di test e studi (sangue, urina, fluorografia, ECG, test HIV, sifilide, epatite, coagulogramma), e per chiarire la natura della lesione e il livello atteso di amputazione, viene effettuata una radiografia delle mani e dei piedi, una ecografia, determinazione dell'adeguatezza del lavoro sistema vascolare.

Se vi è la necessità di un'operazione urgente, e la gravità della condizione è determinata dalla presenza di infiammazione, complicazioni infettive e necrosi, allora alla preparazione verranno prescritti agenti antibatterici, terapia infusionale per ridurre i sintomi di intossicazione.

In tutti i casi, quando si pianifica un intervento chirurgico sulle mani e sui piedi, gli agenti fluidificanti del sangue (aspirina, warfarin) vengono cancellati ed è necessario avvertire il medico curante circa l'assunzione di droghe da altri gruppi.

L'anestesia per l'amputazione delle dita è più spesso locale, che è più sicura, specialmente nel caso di una grave condizione del paziente, ma piuttosto efficace, perché il dolore non si farà sentire.

Nel processo di preparazione per l'amputazione o l'estrapolazione delle dita del paziente, avvertono del suo risultato, forse è necessaria una consultazione da parte di uno psicologo o uno psicoterapeuta, che può aiutare a ridurre l'ansia preoperatoria e prevenire la depressione grave dopo il trattamento.

Amputazione delle dita

L'indicazione principale per l'amputazione delle dita è un trauma con separazione completa o parziale. Con la separazione del compito del chirurgo è quello di chiudere il difetto della pelle e prevenire la formazione di una cicatrice. Nel caso di una forte cotta di tessuti molli con la loro infezione, potrebbero non esserci opportunità per ripristinare un adeguato flusso sanguigno, e quindi l'amputazione è l'unico trattamento. Viene anche effettuato alla morte di tessuti molli e di elementi delle articolazioni del dito.

Se nel corso della lesione si sono verificate diverse fratture, i frammenti ossei si sono spostati e il trattamento di conservazione dell'organo risultante sarebbe un dito fisso e intrecciato, quindi è necessario anche un intervento chirurgico. In questi casi, la mancanza di un dito è molto meno fastidiosa quando si utilizza il pennello rispetto alla sua presenza. Questa lettura non si applica al pollice.

Un altro motivo per l'amputazione delle dita può essere un danno ai tendini e alle articolazioni, in cui la conservazione del dito è irta della sua completa immobilità, interrompendo il lavoro delle altre dita e del pennello nel suo complesso.

distribuzione di amputazioni di dita e mani per prevalenza

La scelta dell'altezza dell'amputazione dipende dal livello del danno. Prende sempre in considerazione il fatto che un moncone fisso o deformato, una cicatrice densa interferisce in modo significativo con il lavoro della mano, piuttosto che l'assenza dell'intero dito o della sua falange separata. Quando l'amputazione delle falangi delle dita lunghe, l'operazione è spesso troppo delicata.

Quando si forma un moncone, è importante garantire la sua mobilità e indolenzimento, la pelle alla fine del moncone deve essere mobile e non causare dolore, e il moncone stesso non deve essere ispessito a bulbo. Se non è tecnicamente possibile ricreare un tale moncone, allora il livello di amputazione può essere superiore al margine di danneggiamento del dito.

Durante le operazioni sulle dita, la posizione della lesione, la professione del paziente e la sua età sono importanti, quindi ci sono un certo numero di sfumature che i chirurghi conoscono e tengono sempre in considerazione:

  1. Durante l'amputazione del pollice, cercano di mantenere il ceppo il più grande possibile lungo la lunghezza, sull'anello e sul medio restano anche brevi monconi per stabilizzare l'intera mano durante i movimenti;
  2. L'incapacità di lasciare la lunghezza ottimale di un moncone di dito richiede la sua completa rimozione;
  3. È importante preservare l'integrità delle teste delle ossa metacarpali e della pelle tra le dita;
  4. Il mignolo e il pollice cercano di mantenere il più possibile intero, altrimenti è possibile una violazione della funzione di supporto del pennello;
  5. La necessità di amputazione di più dita contemporaneamente richiede la chirurgia plastica;
  6. Con una grave contaminazione della ferita, il rischio di lesioni infettive e operazioni di gangrena, plastica e sparing può essere pericoloso, quindi viene eseguita un'amputazione completa;
  7. La professione del paziente influisce sul livello di amputazione (nelle persone di lavoro mentale e in coloro che lavorano bene con le mani, è importante avere plastica e massima conservazione della lunghezza delle dita, per coloro che sono impegnati nel lavoro fisico, l'amputazione può essere eseguita il più presto possibile);
  8. Il risultato estetico è importante per tutti i pazienti e in alcune categorie di pazienti (donne, persone di professione pubblica) diventa cruciale quando si pianifica il tipo di intervento.

La disarticolazione è la rimozione di frammenti o l'intero dito a livello articolare. Per l'anestesia, l'anestetico viene iniettato nei tessuti molli dell'articolazione corrispondente o nella base del dito, quindi le dita sane vengono piegate e protette, e l'operato si piega il più possibile e viene praticata un'incisione cutanea sul lato posteriore dell'articolazione. Quando la falange dell'unghia viene rimossa, l'incisione va a 2 mm dal lato della punta del dito, quella centrale - di 4 mm e l'intero dito - di 8 mm.

Dopo la dissezione del tessuto molle, i legamenti delle superfici laterali si intersecano, il bisturi cade all'interno dell'articolazione, la falange, che deve essere rimossa, viene tagliata nell'incisione, gli altri tessuti si intersecano con un bisturi. Dopo l'amputazione, la ferita è coperta da innesti cutanei tagliati dalla superficie palmare e le cuciture sono necessariamente posizionate sul lato non funzionante, sul retro.

Il massimo risparmio di tessuti, la formazione di un lembo dalla pelle della superficie palmare e la posizione della sutura su quella esterna sono i principi di base di tutti i metodi di amputazione delle falangi delle dita.

In caso di lesioni, può verificarsi un distacco completo di un dito e un dito parziale quando rimane un lembo di tessuto molle associato a un pennello. A volte i pazienti portano con sé dita mozzate nella speranza del loro attecchimento. In tali situazioni, il chirurgo procede dalle caratteristiche della ferita, dal grado di contaminazione e infezione, dalla vitalità dei frammenti distaccati.

Con un'amputazione traumatica, si può attaccare un dito perso, ma solo da uno specialista con buone tecniche di unione di vasi e nervi. È più probabile che il successo ripristini l'integrità di un dito che ha mantenuto almeno una qualche connessione con la mano, e con una completa separazione, il reimpianto viene eseguito solo quando non c'è schiacciamento del tessuto e è possibile una corretta guarigione.

Le operazioni ricostruttive sulle dita sono estremamente complesse, richiedono l'uso di tecniche microchirurgiche e attrezzature appropriate, richiedono fino a 4-6 ore. Il lavoro del chirurgo è estremamente laborioso e attento, ma il successo non è ancora assoluto. In alcuni casi, sono necessari innesti cutanei, ripetuti interventi ricostruttivi.

La riabilitazione dopo la rimozione delle dita o delle loro falangi include non solo la cura della ferita della pelle, ma anche il ripristino precoce delle abilità di auto-cura con l'aiuto delle mani e delle manipolazioni associate alla professione. Nel periodo postoperatorio, vengono stabilite procedure fisioterapiche ed esercizi per assicurare che il paziente impari come usare un moncone o un dito reimpiantato.

Per facilitare il processo di recupero, vengono mostrati analgesici, riposo a letto, il braccio si trova principalmente in una posizione elevata. Con un forte stress postoperatorio, la propensione alla depressione prescrive tranquillanti, sonniferi, è consigliabile lavorare con uno psicologo o uno psicoterapeuta.

Amputazione delle dita dei piedi

A differenza delle dita, che sono più spesso soggette a lesioni traumatiche che portano al chirurgo sul tavolo, il piede e le dita devono essere operati in una serie di malattie - diabete mellito, endarterite, aterosclerosi con gangrena distale.

L'amputazione del dito del piede a causa di diabete mellito è effettuata abbastanza spesso in reparti chirurgici generali. La violazione del trofismo porta a grave ischemia, ulcere trofiche e, in definitiva, a cancrena (necrosi). È impossibile salvare un dito e i chirurghi decidono sulla sua amputazione.

Vale la pena notare che con il diabete non è sempre possibile limitare la rimozione di un dito, perché il cibo è rotto, e quindi, è sufficiente sperare in una rigenerazione adeguata nell'area della cicatrice. In relazione a disturbi significativi dell'erogazione di sangue ai tessuti molli in varie angiopatie, i chirurghi ricorrono spesso a operazioni più traumatiche: l'estarticolazione di tutte le dita dei piedi, la rimozione di una parte del piede, l'intero piede con un'area di vitello, ecc.

Quando l'amputazione delle dita dei piedi deve essere seguita i principi di base di tali interventi:

  • La massima conservazione possibile della pelle dalla suola;
  • Preservare il lavoro di flessori, estensori e altre strutture coinvolte nei movimenti multidirezionali dei piedi, al fine di garantire un carico uniforme sul moncone in futuro;
  • Garantire la mobilità dell'apparato articolare dei piedi.

Con piccole lesioni (congelamento delle falangi distali, per esempio), l'amputazione della falange distale e media è possibile senza compromissione significativa della funzionalità del piede;

Durante l'amputazione del secondo dito, è necessario lasciare almeno una parte di esso, se ciò è possibile a causa delle circostanze dell'infortunio o della malattia, poiché con l'amputazione totale si verificherà successivamente una deformazione del pollice.

Le amputazioni sui piedi sono di solito eseguite lungo la linea delle articolazioni (estrapolazione). In altri casi, vi è la necessità di tagliare l'osso, che è irto di osteomielite (infiammazione). È anche importante conservare il periostio e attaccare i tendini dell'estensore e del flessore.

In tutti i casi di lesioni, lacrime, schiacciamenti, congelamento delle dita dei piedi e altre lesioni, il chirurgo procede dalla possibilità di preservare al massimo la funzione di supporto e di deambulazione. In alcuni casi, il medico assume un certo rischio e non elimina completamente i tessuti non vitali, ma questo approccio consente di mantenere la massima lunghezza delle dita ed evitare la resezione delle teste delle ossa del metatarso, senza le quali è impossibile camminare normalmente.

Tecnica di disarticolazione della punta:

  1. L'incisione cutanea inizia lungo la piega tra le dita dei piedi e il metatarso sul lato plantare del piede, in modo che il restante lembo cutaneo sia il più lungo possibile, il più lungo nell'area del moncone futuro del primo dito, dal momento che il metatarso più grande si trova lì;
  2. Dopo l'incisione cutanea, le dita flettono il più possibile, il chirurgo apre le cavità articolari, seziona i tendini, i nervi e lega i vasi sanguigni delle dita;
  3. Il difetto risultante è chiuso con lembi cutanei, con cuciture sul retro.

Se la causa dell'amputazione delle dita era una lesione con contaminazione della superficie della ferita, un processo purulento in cancrena, quindi la ferita non è strettamente suturata, lasciando il drenaggio in essa per prevenire un ulteriore processo infiammatorio purulento. In altri casi, può essere applicata una cucitura non udente.

La guarigione dopo l'amputazione delle dita dei piedi richiede la nomina di antidolorifici, un trattamento tempestivo dei punti e un cambio di medicazioni. In caso di un processo purulento, gli antibiotici sono obbligatori e la terapia per infusione viene eseguita secondo le indicazioni. I punti sono stati rimossi il giorno 7-10. Con una guarigione favorevole dopo l'operazione iniziale, al paziente può essere offerto di eseguire ricostruzioni e plastiche, nonché protesi per facilitare il lavoro, la deambulazione e il supporto sul piede.

Il recupero dopo la rimozione delle dita richiede l'esecuzione di esercizi di fisioterapia finalizzati allo sviluppo dei muscoli, nonché la formazione di nuove abilità per utilizzare il resto della gamba.

Amputazione traumatica

L'amputazione traumatica è una separazione parziale o completa delle dita o delle loro parti durante una lesione. Il trattamento chirurgico per tali lesioni ha alcune peculiarità:

  • L'operazione viene eseguita solo quando il paziente è in condizioni stabili (dopo aver rimosso dallo shock, normalizzando il lavoro del cuore, i polmoni);
  • Se è impossibile ricucire la parte recisa, il dito viene rimosso completamente;
  • In caso di grave contaminazione e rischio di infezione, il trattamento primario della ferita è obbligatorio, quando i tessuti non vitali vengono rimossi, i vasi sono legati e le suture vengono applicate successivamente o viene eseguita un'amputazione ripetuta.

Se le dita amputate vengono consegnate al paziente, il chirurgo prende in considerazione la loro durata di conservazione e la vitalità dei tessuti. A una temperatura di +4 gradi le dita possono essere immagazzinate fino a 16 ore, se è più alto - non più di 8 ore. La temperatura di conservazione inferiore a 4 gradi è pericolosa a causa del congelamento dei tessuti e quindi la cucitura del dito in posizione diventa impossibile.

Non importa quanto accuratamente sia stata eseguita l'amputazione delle dita delle mani e dei piedi, le conseguenze non possono essere completamente escluse. Le più frequenti sono le complicazioni purulente nel caso di amputazioni traumatiche, la progressione del processo necrotico nelle malattie vascolari, il diabete, la formazione di una cicatrice densa, la deformazione e la rigidità delle dita, che è particolarmente evidente sulle mani.

Per la prevenzione delle complicanze, è importante osservare attentamente la tecnica di amputazione e la corretta scelta del suo livello, nel periodo postoperatorio è necessario ripristinare con l'aiuto di metodi fisioterapici e terapia fisica.

Amputazione del piede o della punta

Amputazione del piede o della punta (amputazione della punta, amputazione del piede)

descrizione

In questa operazione, la punta, il piede o parte della gamba viene rimossa chirurgicamente.

Indicazioni per l'amputazione del piede o della punta

L'amputazione viene eseguita più spesso con l'obiettivo di:

  • Trattamento di infezioni;
  • Rimozione di tessuti morti o danneggiati che possono portare a cancrena.

Possibili complicazioni

Le complicazioni sono rare, ma se pensi di avere un'amputazione, devi sapere che possono includere:

  • Difficoltà con la guarigione del sito di amputazione;
  • infezione;
  • Dolore al ceppo (forte dolore nel tessuto rimanente);
  • Dolore fantasma: la sensazione di dolore in un arto amputato;
  • Continuare la diffusione della cancrena, che richiede l'amputazione della maggior parte della gamba, del dito o del piede;
  • sanguinamento;
  • Danno al nervo;
  • Limping (a seconda di quale parte del piede o del dito è stata rimossa);
  • Deformazione e contrattura (mobilità ridotta) delle articolazioni.

I fattori che possono aumentare il rischio di complicanze includono:

  • il fumo;
  • infezione;
  • diabete;
  • Scarsa circolazione sanguigna;
  • sanguinamento;
  • Problemi cardiaci o ipertensione;
  • Insufficienza renale;
  • l'obesità;
  • Età avanzata

Com'è l'amputazione del piede o della punta?

Preparazione per la procedura

Prima di un intervento chirurgico, il medico può fare dei test:

  • Esami del sangue;
  • Radiografia di gambe e piedi;
  • Scansionare le ossa per vedere se l'infezione è nelle ossa;
  • I test di circolazione sanguigna aiutano il medico a determinare quale parte della gamba o delle gambe deve essere amputata.

Potrebbe essere necessario regolare la dose o interrompere l'assunzione di alcuni farmaci, come ad esempio:

  • Aspirina o altri farmaci anti-infiammatori (potrebbe essere necessario interrompere l'assunzione una settimana prima dell'operazione);
  • Farmaci che fluidificano il sangue come:
    • clopidogrel;
    • warfarin;
    • Ticlopidine.

Alcuni giorni prima dell'intervento:

  • È necessario preparare a casa le condizioni per la riabilitazione dopo il ritorno dall'ospedale;
  • Devi seguire le istruzioni, non prendere cibo per dodici ore prima dell'operazione;
  • Potrebbe essere necessario utilizzare sapone antibatterico alcuni giorni prima dell'operazione.

anestesia

A seconda delle condizioni del paziente, può essere applicato uno dei seguenti tipi di anestesia:

  • L'operazione viene eseguita in anestesia generale, il paziente dorme durante l'operazione;
  • Anestesia locale - anestesia di un'area specifica o parte del corpo;
  • Anestesia spinale - anestesia della parte inferiore del corpo.

Descrizione della procedura di amputazione

Prima dell'operazione, i farmaci e gli antibiotici necessari vengono somministrati per via endovenosa. Il piede viene lavato con una soluzione antibatterica. Il chirurgo fa un'incisione cutanea intorno all'area interessata. I vasi sanguigni vengono pizzicati o isolati usando corrente elettrica per prevenire il sanguinamento. Le ossa danneggiate vengono rimosse.

I bordi del / i restante / i osso / i sono levigati. La pelle e i muscoli restanti sono coperti con un'area aperta e cuciti con punti. L'incisione viene riavvolta con una medicazione sterile.

Se è presente un'infezione attiva, è possibile inserire tubi sottili nell'incisione per consentire ai liquidi di drenare. In alcuni casi, la pelle non viene suturata e viene applicata una benda umida.

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'intervento, il paziente viene inviato al reparto postoperatorio per monitorare i parametri vitali. Se necessario, vengono somministrati antibiotici e farmaci. Quando la condizione si stabilizza, il paziente viene trasferito nella stanza d'ospedale generale.

La durata dell'operazione

L'operazione dura 20-60 minuti.

Farà male?

L'anestesia preverrà il dolore durante l'intervento chirurgico. Per alleviare il dolore dopo l'intervento chirurgico, sono prescritti antidolorifici appropriati. Dolori fantasma possono verificarsi al posto di un organo amputato. Per il loro trattamento, è necessario consultare un medico.

Soggiorno in ospedale

Da 2 a 7 giorni - a seconda delle complicazioni possibili o sorte.

Cura postoperatoria

Nell'ospedale

  • La gamba sarà sollevata sulla sospensione sopra il busto;
  • Un dito o una gamba saranno fasciati. Questo li proteggerà da lesioni accidentali;
  • Le procedure vengono eseguite per la rapida ascesa ai piedi;
  • Nella fase iniziale, quando si cammina, potrebbe essere necessario l'aiuto di un fisioterapista.

Assistenza domiciliare

A casa, le seguenti linee guida devono essere seguite per garantire il normale recupero:

  • Potrebbe essere necessario indossare cerotti, scarpe postoperatorie speciali, fino a rimuovere le suture. I punti vengono solitamente rimossi entro tre settimane dall'amputazione;
  • È necessario verificare con il medico quando è sicuro fare la doccia, il bagno o esporre il sito di amputazione all'acqua;
  • Si consiglia di iniziare a svolgere esercizi per mantenere la mobilità delle gambe, di sottoporsi a un corso di fisioterapia o di programmi di riabilitazione;
  • Smetti di fumare;
  • Segui le istruzioni del medico.

Perché il diabete mellito porta all'amputazione del dito del piede ed è possibile evitare l'intervento chirurgico

Se il diabete non è compensato o non è completamente compensato, prima o poi porta a varie complicazioni. Una delle conseguenze più gravi è la patologia degli arti inferiori, quando un piede diabetico porta alla necrosi tissutale.

Nei casi avanzati, se non è più possibile mantenere la gamba, il piede, il piede o la gamba devono essere amputati. Al fine di evitare la disabilità, ogni diabetico e il suo ambiente devono prendere in considerazione tutti i problemi associati all'amputazione al fine di cercare aiuto medico in modo tempestivo.

Cause di amputazione

Le violazioni dei processi metabolici portano a cambiamenti patologici nel sistema vascolare. L'accumulo nel flusso sanguigno delle sostanze di zavorra, i cambiamenti autoimmuni contribuiscono alla distruzione delle cellule dalla loro stessa immunità. Per questo motivo, il numero di vasi normali viene ridotto, lasciando il posto a un lieve prima e quindi a un'ischemia chiara.

L'amputazione della gamba nel diabete mellito non può essere evitata se:

  1. Il sangue stagnante nelle gambe progredisce;
  2. La mancanza di ossigeno rende la pelle più suscettibile alle infezioni;
  3. Le possibilità di rigenerazione di tegumenti sono ridotte;
  4. Con un quadro così clinico, qualsiasi danno meccanico provoca la formazione di ascessi, flemmoni e altre infiammazioni purulente difficili da trattare;
  5. Il danno totale del tessuto osseo provoca l'osteomielite - distruzione purulenta del tessuto osseo.

Con il diabete, i nervi vengono gradualmente distrutti, il flusso sanguigno si rompe e la sensibilità degli arti cade. Di conseguenza, il diabetico non sente dolore quando la pelle è danneggiata. Attraverso calli e fessure penetra l'infezione. Le ferite con una malattia "dolce" guariscono a lungo. In assenza di una terapia adeguata, compaiono ulcere e poi cancrena.

A seconda delle differenze individuali nello sviluppo della malattia, vengono specificate le indicazioni per l'operazione. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al periodo di riabilitazione.

Amputazione delle dita nel diabete

La resezione del dito è una decisione necessaria. Viene assunto quando i tessuti non sono soggetti a recupero e vi è una minaccia per la vita del paziente, poiché il piede diabetico è, in linea di principio, una diagnosi fatale.

Nella fase avanzata, l'amputazione delle dita è più che giustificata, non influisce in modo particolare sulla funzionalità delle gambe. Se non si ferma la cancrena del dito, questo problema non sarà limitato.

Ci sono operazioni primarie, secondarie e di ghigliottina sulle dita:

  1. L'amputazione primaria viene eseguita con una forma trascurata della malattia, quando altri metodi non funzionano più.
  2. La chirurgia secondaria è indicata dopo il ripristino del flusso sanguigno o con una terapia conservativa inefficace, quando c'è ancora tempo per scoprire quale parte del tessuto è morta.
  3. La resezione a ghigliottina viene utilizzata nelle situazioni più difficili con una chiara minaccia per la vita del paziente. Tutte le aree interessate e parte del tessuto sano vengono rimosse.

La cancrena bagnata richiede un intervento chirurgico d'urgenza, poiché il tasso di danno tissutale è massimo. Quando la necrosi della gangrena secca è indicata da una chiara struttura nell'area del flusso sanguigno alterato. Applicare un'operazione pianificata. Nei casi avanzati, con cancrena secca, il dito potrebbe allentarsi.

Caratteristiche dell'amputazione degli arti nel diabete

Nella fase preparatoria, è previsto un esame (ultrasuoni, raggi x, esami del sangue e delle urine, diagnostica vascolare) per determinare l'entità del problema.

Alla vigilia dell'amputazione, il paziente regola il dosaggio dei farmaci che fluidificano il sangue, il medico dà consigli sulla preparazione delle condizioni per un completo recupero dopo l'intervento. Per evitare effetti collaterali da anestetici, è vietato portare cibo e acqua alla vigilia della chirurgia.

Durante l'operazione, la pelle viene pulita con antisettici che proteggono dalle infezioni. Gli antibiotici sono anche somministrati per questo scopo. Dopo l'anestesia (l'anestesia locale viene applicata al dito, in altri casi - generale), viene praticata un'incisione circolare.

Lisciare l'osso, rimuovere il tessuto danneggiato, coprire la ferita con la pelle e la sutura normali. Per la rimozione del liquido in eccesso mettere il drenaggio. La durata dell'operazione dipende dalla complessità: da 15 minuti a diverse ore.

Prima settimana del periodo di recupero

In cancrena, l'area da amputare è determinata da cambiamenti patologici. Dopo l'intervento chirurgico, le forze mediche hanno lo scopo di sopprimere le infiammazioni che provocano complicazioni. Ogni giorno, la ferita non viene semplicemente bendata, ma vengono trattate tutte le suture postoperatorie.

Il tempo postoperatorio è pericoloso perché le probabilità di infezione della ferita sono molto alte. Pertanto, oltre al lavaggio regolare dei punti, al paziente viene mostrata una dieta e un massaggio speciale. Per ripristinare il flusso sanguigno, impasta il resto delle gambe.

Le prossime due settimane

La settimana prossima, il paziente non soffre più di un dolore acuto nell'arto. La sutura gradualmente guarisce e ci vuole tempo per normalizzare le funzioni, anche se parziali.

Diabetici devono tenere conto di alcune delle sfumature:

  • Se la gamba viene amputata in un punto sopra il ginocchio, il periodo di recupero in questa fase consente di escludere contratture che limitano il movimento dell'articolazione dell'anca.
  • Durante la chirurgia della caviglia, il ginocchio senza uno sviluppo speciale soffrirà in modo sostanziale.
  • Il percorso di recupero comprende: una serie di movimenti, una posizione prona - su un letto estremamente duro e sulla parte addominale del corpo.
  • Ripetutamente in un giorno è necessario fare esercizi per tutto il corpo.
  • Tutte queste misure aiuteranno a rafforzare i muscoli e preparare il corpo a ripristinare la funzione motoria.

Quando tali operazioni sono importanti per osservare tutte le precauzioni, in particolare, per iniziare l'allenamento l'apparato vestibolare dovrebbe essere vicino al letto. Sviluppando le braccia e la schiena, devi tenere il letto. Per preparare il moncone per protesi e ripristinare la salute dell'arto, la forza muscolare svolge un ruolo speciale.

Difficoltà dopo l'intervento

Dopo la rimozione di una parte della gamba o delle dita del piede, ci sono varie complicazioni - dalla non guarigione per lungo tempo alle infiammazioni e all'edema. Per prevenire effetti indesiderati, è necessario indossare un bendaggio compressivo, stabilizzando la circolazione sanguigna e il flusso linfatico. Dovrebbero essere stretti, nella parte inferiore del moncone sono strettamente tesi, nella parte superiore la tensione si indebolisce.

Il massaggio regolare del moncone e dei muscoli vicini - impastare, sfregare, picchiettare - è obbligatorio, in quanto consente di ripristinare il tessuto atrofizzato.

È importante sapere che:

  1. Tutti i pazienti soffrono di dolori fantasma. In questo caso, lo psicologo e gli analgesici aiuteranno ad accettare la perdita.
  2. La terapia è utilizzata come farmaco (nella fase acuta) e fisioterapia.
  3. La dinamica positiva è osservata con una buona attività motoria e tutti i tipi di massaggio, incluso l'autoaiuto. Dopo la guarigione, puoi fare bagni caldi.

Con una scarsa cura del moncone, sono possibili recidive di necrosi tissutale con infezione della ferita. Ripetute, sarà necessaria un'operazione più seria.

Previsioni: cosa puoi aspettarti da un diabetico

Se la gamba viene amputata nella zona dell'anca, solo la metà dei diabetici sopravvive dopo tale operazione per un anno. Statistiche simili si osservano in età adulta, quando il diabete è accompagnato da altre complicazioni. Tra quei pazienti che sono riusciti a padroneggiare le protesi, la sopravvivenza è 3 volte superiore.

Con l'amputazione della parte inferiore della gamba, se non c'è una riabilitazione adeguata, il 20% delle vittime muore. Un altro 20 percento dei sopravvissuti ha bisogno di amputazione ripetuta dell'arto - ora a livello della coscia. Tra i pazienti che hanno intrapreso una protesi, la mortalità durante l'anno non supera il 7% (in presenza di malattie concomitanti).

In caso di interventi chirurgici minori (resezione del piede, rimozione del dito), l'aspettativa di vita rimane al livello della sua categoria di età.

Al fine di ripristinare e mantenere l'efficienza dell'arto colpito durante il periodo di adattamento, è necessario seguire rigorosamente tutte le istruzioni del medico.

Metodi moderni di estrapolazione delle dita con diabete mellito - in questo video

Vita dopo l'amputazione di un dito del piede nel diabete

Il diabete mellito porta a un deterioramento della salute generale, perché viola il lavoro di tutti gli organi interni. Se una persona non segue gli indicatori glicemici e viene curata, sorgono varie complicazioni. In alcuni casi, è necessaria l'amputazione della punta e talvolta l'intero arto inferiore. La chirurgia viene eseguita solo in una situazione estrema in cui i metodi conservativi non aiutano a far fronte al problema. È importante tenere conto di tutte le raccomandazioni mediche, nonché monitorare costantemente l'indice glicemico, per prevenire lo sviluppo di conseguenze negative. Si consiglia ai pazienti di familiarizzare con le cause dell'amputazione della punta in una persona con diabete.

motivi

Un alto indice glicemico influisce negativamente sul lavoro del sistema nervoso e sui vasi sanguigni. I capillari vengono gradualmente distrutti, a causa dei quali ci sono pericolosi effetti sulla salute. I diabetici guariscono malamente le ferite, compare la cancrena e vi è una graduale estinzione delle estremità. Si sta sviluppando un processo purulento, che in generale ha un effetto negativo sulla salute.

Spesso i trattamenti conservativi sono inefficaci e la malattia si sta sviluppando rapidamente. I medici decidono di amputare il dito per prevenire complicazioni. In particolare, la chirurgia consente di prevenire l'intossicazione, l'infezione del sangue e la crescita della zona interessata.

I principali motivi per cui viene eseguita l'amputazione:

  1. L'emergere di una lamina ungueale incarnita.
  2. Processi stagnanti che colpiscono le navi.
  3. Forti spaccature del derma.
  4. Varie lesioni che portano a processi purulenti.
  5. Pedicure non riuscita, a causa della quale la condizione del dito è peggiorata.
  6. La comparsa di osteomielite a causa di un esteso danno alle ossa.
  7. L'aspetto di un processo infettivo.

Questi fattori non portano in tutti i casi alla necessità di eseguire l'amputazione. Spesso è possibile fare a meno di questa procedura, se si inizia il trattamento in modo tempestivo. Se il disturbo passa in una forma lieve, allora c'è la possibilità di migliorare il benessere con metodi conservativi. In condizioni di salute gravi, spesso con diabete mellito, è necessaria l'amputazione della gamba.

In ogni caso, non è necessario posticipare la procedura per dopo, poiché lo stato di salute potrebbe deteriorarsi in modo significativo. Ecco perché, ai primi sintomi allarmanti, si consiglia di visitare immediatamente un medico specialista per iniziare la terapia.

effetti

Ovviamente, l'amputazione degli arti inferiori è considerata una procedura seria e complessa, quindi dopo di ciò si dovrebbero usare vari farmaci per mantenere il corpo. Dovrai interrompere il dolore con l'uso di analgesici o anestetici. Il dolore sparirà completamente dopo che tutte le ferite saranno guarite. Spesso i medici prescrivono farmaci non ormonali che combattono il processo infiammatorio. Aiutano a sbarazzarsi rapidamente del dolore dopo l'intervento chirurgico.

La terapia fisica può essere richiesta, così come i massaggi, se i sintomi sgradevoli non scompaiono per molto tempo. Sarà necessario prendersi cura della prevenzione dell'atrofia muscolare, perché questo problema appare spesso dopo l'amputazione. Nello stesso momento è necessario effettuare la prevenzione in tempo per prevenire l'atrofia. Se questo processo inizia, sarà quasi impossibile fermarsi, oltre a eliminare tutte le modifiche negative.

Una delle possibili complicanze è l'ematoma. Si trova sotto la pelle, mentre solo un chirurgo può prevenirne il verificarsi. Deve interrompere correttamente il sanguinamento durante l'intervento chirurgico. Per lavare le ferite, è necessario installare tubi speciali, che vengono rimossi dopo 3-4 giorni.

Per prevenire la contrattura muscolare, il gesso viene applicato sulla zona del ginocchio. Inoltre, si consiglia a una persona di eseguire esercizi speciali che impediscono il verificarsi di un problema.

Puoi liberarti della sindrome depressiva con l'aiuto di antidepressivi. Migliorano l'umore e prevengono anche il verificarsi di pensieri inquietanti. Spesso gli arti si gonfiano fortemente e questo problema può essere risolto con un dispositivo di bendaggio.

Certamente, l'amputazione della gamba può essere anche più alta del ginocchio nel diabete, se si inizia la malattia. Quando l'operazione non può essere evitata, dovrai sicuramente occuparti della riabilitazione giusta. Dipende da questo, se ci saranno complicazioni dopo l'intervento chirurgico, così come quanto velocemente si può recuperare.

reinserimento

Durante il recupero dovrà affrontare il processo infiammatorio, oltre a prevenire il verificarsi di disturbi. Inoltre, sarà necessario trattare ogni giorno punti e ferite per prevenire infezioni e suppurazione. Raccomandato varie procedure fisioterapiche, nonché esercizi terapeutici.

Durante la riabilitazione, il diabetico deve eseguire le seguenti azioni:

  1. Bastone cibo dieta. Viene mostrata una dieta a basso contenuto di carboidrati, con una quantità sufficiente di nutrienti nel menu.
  2. Dovrebbe stare a pancia in giù solo per 3 settimane.
  3. La gamba danneggiata dovrebbe essere leggermente più alta del corpo quando la persona sta mentendo.
  4. Gli arti per il massaggio consigliati, così come esercizi speciali per prevenire l'insorgenza di atrofia muscolare.
  5. Le ferite devono essere trattate bene per prevenire infezioni e gonfiore.

Una persona deve capire che inizialmente può verificarsi il dolore fantasma, che è caratteristico dell'amputazione. Non sarà facile spostarsi, perché è insolito salire sull'arto inferiore. In primo luogo, dovresti allenarti in equilibrio vicino al tuo letto, attaccato alla schiena. A volte hai bisogno di protesi, perché è importante mantenere la forza muscolare. Se viene amputato solo un dito, spesso questa procedura non è necessaria.

Se segui tutti i consigli, puoi recuperare rapidamente. Ecco perché è importante esaminare attentamente il periodo di recupero e tenere traccia di tutte le modifiche. Se compaiono sintomi di avvertimento, è necessario consultare un medico per un consiglio.

Durata della vita dopo l'amputazione

Spesso le persone si chiedono quanto puoi vivere in media dopo l'amputazione. Se la procedura viene completata in modo tempestivo, non vi sarà alcun pericolo per la vita umana. È interessante notare che con un alto taglio dell'arto - sopra la regione femorale - le persone non possono vivere a lungo. Di regola, i pazienti muoiono entro un anno. Se la persona userà la protesi, sarà in grado di vivere tre volte più a lungo.

Quando la gamba è stata amputata, quindi senza una corretta riabilitazione, circa l'1,5% delle persone muore. Alcuni hanno bisogno di una nuova amputazione, perché il problema non è scomparso. Se una persona si trova sulla protesi, allora ha più possibilità di sopravvivere. Quando il dito è stato amputato e nel piede è stata praticata una resezione, puoi vivere una lunga vita.

L'amputazione è una procedura dolorosa e pericolosa che spesso non può essere evitata. Se il medico insiste su un intervento chirurgico, allora dovrà passare attraverso la procedura. Quanto prima è fatto, tanto meglio, perché sarà possibile migliorare significativamente lo stato di salute e prevenire lo sviluppo di complicazioni.

amputazione delle dita dei piedi

Dopo l'amputazione degli arti.

Mio nonno aveva il diabete, volevano farsi amputare una gamba, ma i miei genitori hanno fatto l'unguento e tutto è guarito. Non conosco la ricetta, chiamerò i genitori la sera per chiedere. Guarda così lontano su Internet può, l'ingrediente principale, ricorda esattamente, cera d'api

Anche nella suocera, il dito e parte del piede sono stati amputati. Tovaglioli e cosparso di polvere bianca. Non riesco a ricordare come si chiama, ma lo chiederò. Trattata nella clinica del Ministero della Difesa. Ora va tutto bene.

Amputazione (impressionabile non letto)

Mio zio ha avuto il diabete, ha attaccato un dito alla pesca - il dito è stato amputato, poi ci sono stati alcuni problemi e metà dei piedi del paziente amputato. Quindi era come le regole.

Non mi sono imbattuto in una cosa del genere, ma mio padre è in buona salute, lascia che tutto sia regolato e le cose si fermano al mio dito, lo stesso, il piede è una parte necessaria del corpo.

Il nonno ha avuto questo. Toe. Lungo era il gonfiore, stava elaborando quello che diceva il dottore, tutto guarì gradualmente e passò

ragazze di nuovo, io sono circa l'alluce di mio marito.

Oh! Che ragazzi sono tutti uguali)))))

Abbiamo anche avuto questo! Ha colpito l'alluce con un log (senza dire che aveva guidato diverse schegge sotto l'unghia). Le schegge uscirono con pus mezzo anno un enorme dito rosso. Ho spalmato tutto quello che potevo, speravo in un miracolo! Alla fine, dopo 9 mesi da uno sciopero, mi trascinai da un medico con la forza e si tolsero l'unghia. Durante questo periodo, la sua andatura cambiò anche, quasi un anno dopo che stava zoppicando e proprio ora un anno dopo me ne accorsi. Ma d'altra parte, questo santo in questo momento ci guarda ogni giorno, ha paura di toglierlo di nuovo

Bene, finalmente, finché non è arrivato al minimo e se n'è andato, ben fatto marito.

Lascialo stare meglio ora e non fare più sciocchezze!

Dimmi pzhl, dopo l'amputazione degli arti (in

Collegio dove ho studiato)))

Sotto il rifugio dell'Altissimo (Sokolova Natalia Nikolaevna) -18

alla ricerca di un buon dottore!

Il nonno fuma? Se le dita sono annerite, allora come se la cancrena non fosse iniziata. In poche parole, ha l'aterosclerosi degli arti inferiori. Nessun diabete? Se il contagocce con aktovegin, unguento vascolare non aiuta, allora l'amputazione delle aree interessate (piede) è la più ottimale. Mia nonna ha avuto questo, solo lei è stata amputata sopra e ha vissuto per altri 8 anni già su una sedia a rotelle. Farebbe bene a comparire al chirurgo della mano e del piede (un tipo di traumatologo), non solo a quello vascolare.

Il cardiologo dovrebbe lavorare in collaborazione con un chirurgo vascolare, e un neurologo con un terapista sarebbe una buona idea: si tratta di una situazione anomala, e in generale ci sono medici Gerontologi, chiedono aiuto, ci sono molti nuovi farmaci, ma solo per speciali. ricette.

Esplora. storia

In particolare, sono stato appassionato di questa storia... Quindi tutto è descritto come se l'autore stesso fosse stato in una situazione del genere...

Attenzione per tutte le mamme

Neanche io lo sapevo. Ma allo stesso tempo ricordo che in questo modo le notizie appese sono state cancellate prima.

L'orrore... perché l'ho visto

Sulla mia gravidanza

Sei così carina!) Felicità per te e salute?

Lungo, ma leggi d'un fiato))

La storia di Shurachka su un miracolo

Sì, a volte la salvezza è dove non te l'aspetti. Come voglio credere che una tale salvezza verrà alla mia amica Anna. Lei ha il cancro. Un tempo si allontanò dal cristianesimo e fu pronta ad accettare la fede del marito, ma la malattia che non lasciò andare la riportò indietro. Come prego Dio per un miracolo. lei molto male (((((((credo che un giorno si sveglierà sana.

La preghiera della mamma può fare molto... In generale, la preghiera. E il Signore ci bussa sempre. Solo qualcuno lo sta lasciando entrare, ma qualcuno non lo è. Non dimenticherò mai le parole del sacerdote nel sermone: ama la tua malattia e il tuo dolore, il Signore ti ha visitato. Sono sprofondato nell'anima, provo ora a ricordarlo sempre e ringraziarlo per i test.

ORTODOSSO ANCHE DIVORZIO. PERCHE '?

Ho amici, la famiglia di un prete, quattro bambini di quello più giovane sono stati diagnosticati con la sindrome di Down, hanno vissuto insieme per 14 anni. A un certo punto, mia madre era stanca di trascinare questo carico e se ne andò... Lasciando i bambini e suo marito. Marito da quattro anni, poi si è sposato una seconda volta. La parrocchia era divisa in due fronti, quelli che condannavano e scrivevano denunce al padre di seconda mano e quelli che in ogni modo sostenevano di conoscere la situazione dall'interno. Vengo dal secondo fronte, perché capisco che nella vita succede qualcosa, a volte si distorce così tanto che non riesci ad adattarlo ai canoni e non puoi metterli in un libro... Forse sono la peggior madre del mondo, ma non consiglierò mai a una persona di trascinare un matrimonio, sopportarlo e sopportarlo. Se uno ama, ci prova e l'altro beve, batte e cammina...

che titolo stupido... anche gli ortodossi sono divorziati... vabbè?))
e anche il cacao è malato, anche loro imprecano e muoiono.
Perché sono le stesse persone di tutti gli altri, che hanno sofferto principalmente dalla convinzione della propria esclusività, se non per dire orgoglio.
Esattamente come quelli che credevano sinceramente che - verginità preservata prima del matrimonio, timbro in un passaporto, figura snella e begli occhi - un impegno e garanzia di una vita familiare lunga e felice, dimenticando completamente che la famiglia è LAVORO, lavoro quotidiano

Prima di scrivere un commento, mi chiedevo perché questo articolo non mi piaceva... Era sbagliato per la promessa interna. C'è la sensazione che il divorzio nell'articolo sia in qualche modo giustificato (Chi non era giovane non era stupido, il tempo era fuori, io sono intelligente, e lui è un albero e così via e così via).

E dopo tutto, il pensiero è corretto (non è necessario biasimare l'altro, ma iniziare da soli), ma in qualche modo è malaticcio.