Diagnosi dell'osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia di natura sistemica progressiva ed è accompagnata da una diminuzione della densità con un ulteriore cambiamento nella struttura del tessuto osseo.

Attualmente, il problema della diagnosi di osteoporosi rimane pienamente compreso, quindi la definizione di questa malattia non pone alcuna difficoltà.

Per la diagnosi di osteoporosi, il paziente viene accuratamente esaminato.

Di norma, la diagnostica moderna di alta qualità dell'osteoporosi è complessa e si basa sulla valutazione dei reclami dei pazienti, dei dati degli esami e dei risultati degli studi di laboratorio e strumentali. Sui metodi più informativi e comuni, su come determinare l'osteoporosi, e saranno discussi in questo articolo.

Diagnosi dell'osteoporosi: da dove cominciare?

Prima di verificare le condizioni delle ossa per l'osteoporosi utilizzando metodi di laboratorio e strumentali, è necessario determinare i fattori che potrebbero influenzare lo sviluppo dello stato patologico del tessuto osseo.

Questo può essere fatto raccogliendo accuratamente i dati anamnestici, esaminando il paziente ed esaminando la sua scheda ambulatoriale.

I fattori più tipici per lo sviluppo dell'osteoporosi oggi sono:

  • problemi del tratto gastrointestinale, che sono accompagnati da una violazione dell'assorbimento del calcio;
  • carenza di vitamina D;
  • malattie endocrine;
  • basso rapporto massa corporea;
  • l'obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • menopausa precoce;
  • la presenza di deformità spinali e altri elementi ossei;
  • quantità insufficiente di prodotti contenenti calcio nella dieta umana;

Su come essere cibo per l'osteoporosi, leggi questo articolo...

  • uso a lungo termine di steroidi;
  • lungo periodo di recupero dopo lesione ossea.
  • Materiali speciali, ad esempio, il questionario "Osteoporosi nelle donne", "Osteoporosi e qualità della vita", "Osteoporosi e sindrome del dolore" aiuteranno a conoscere meglio i vari fattori di rischio per l'osteoporosi e le sue principali manifestazioni e fasi.

    La diagnosi precoce dell'osteoporosi è uno dei modi per prevenire lo sviluppo della malattia. Leggi altre misure preventive in questo articolo...

    Metodi di diagnosi dell'osteoporosi

    Se una persona ha diversi fattori di rischio per l'osteoporosi e una storia di fratture ossee, il medico suggerirà prontamente che tale paziente venga esaminato per determinare la densità minerale ossea, che è chiamata densitometria. L'analisi della densitometria dell'osteoporosi, il cui costo dipende interamente dal metodo di attuazione, è una stima della densità delle ossa, cioè del coefficiente della loro saturazione con il calcio.

    Attualmente, i metodi più informativi per la diagnosi dell'osteoporosi sono considerati:

    • densitometria computerizzata ad ultrasuoni;
    • Densitometria a raggi X;
    • analisi del sangue biochimica per l'osteoporosi.

    Imparerai di più sulla densitometria dal video:

    Densitometria ad ultrasuoni per computer

    Questo è il metodo più comune per diagnosticare l'osteoporosi. L'essenza della tecnica si basa sulla determinazione della velocità degli ultrasuoni attraverso tessuti con diversi indici di densità: i tessuti con alta densità trasmettono onde ultrasoniche molto più velocemente rispetto alle strutture meno dense.

    Più lentamente l'ultrasuono passa attraverso l'osso, più bassa è la sua densità minerale e, di conseguenza, più alto è il grado di osteoporosi.

    L'esame ecografico per l'osteoporosi viene effettuato con l'ausilio di speciali attrezzature super sensibili. Un medico, guidando un sensore nel sito di proiezione delle ossa interessate dal processo patologico, ha la capacità di visualizzare i dati ottenuti, nonché di registrarli su supporti digitali per studiare questi risultati in dinamica. Il metodo della densitometria a ultrasuoni è molto sensibile, il che gli consente di rispondere con la massima precisione ai più piccoli cambiamenti negli indicatori di densità ossea.

    Tali qualità rendono questo metodo di ricerca efficace per diagnosticare le forme iniziali del processo patologico nelle ossa, quando la perdita di densità minerale non supera il 4% del totale.

    La densitometria ad ultrasuoni è il metodo più comune per diagnosticare l'osteoporosi.

    I vantaggi più significativi della densitometria a ultrasuoni includono:

    • assoluta innocuità del metodo, quando l'analisi dell'osteoporosi - la densitometria che utilizza onde ultrasoniche non pone alcuna minaccia per la salute e il normale funzionamento del corpo umano;
    • ricerca altamente informativa;
    • disponibilità e metodi relativamente economici;
    • velocità di ottenimento dei risultati: la densitometria dell'osteoporosi consente di determinare in pochi minuti dall'inizio dello studio;
    • mancanza di controindicazioni alla procedura;
    • metodo indolore.

    La densitometria ad ultrasuoni non ha controindicazioni, quindi è un metodo universale per determinare la densità del tessuto osseo, che può essere applicato anche a persone con gravi patologie, donne in gravidanza e bambini.

    Indicazioni assolute per l'esame delle ossa con ultrasuoni sono:

    • età (per le donne ha 40 anni, e per gli uomini è 60);
    • i primi segni di osteoporosi nelle donne che hanno partorito molte volte o sono stati allattati al seno per più di un anno;
    • menopausa precoce o patologica;
    • fratture frequenti;
    • disfunzione delle ghiandole paratiroidi;
    • assumendo farmaci che lavano le ossa di calcio.

    Densitometria a raggi X.

    La densitometria a raggi X è un metodo abbastanza preciso, ma sfortunatamente non è il metodo più sicuro per determinare la densità ossea.
    La radiografia in osteoporosi consente di esaminare sul soggetto di questa malattia tali parti dello scheletro come la parte inferiore della schiena, il collo del femore, la zona inclinata, l'articolazione del polso e simili.

    Lo studio è un metodo molto efficace e preciso, ma ha una serie di controindicazioni a causa della sua capacità di irradiare il tessuto.

    Ecco perché la diagnosi di osteoporosi nelle donne in una posizione interessante, bambini, pazienti gravemente malati è impossibile.

    La densitometria a raggi X, essendo uno dei primi metodi per studiare lo stato di salute del tessuto osseo, continua a migliorare e svilupparsi nel nostro tempo. Questa tendenza a limitare l'effetto dannoso sul corpo umano ci consente di raccomandare questa procedura a un numero crescente di pazienti. Un medico può vedere l'osteoporosi su un'immagine a raggi X consentendo l'esclusiva capacità dei raggi X di indebolirsi durante il passaggio attraverso le strutture ossee, il che rende possibile per uno specialista valutare la loro densità minerale superficiale.

    La densitometria a raggi X è un metodo molto accurato per la diagnosi dell'osteoporosi

    Segni radiografici di osteoporosi - una quantità ridotta di minerali in relazione alla superficie totale del tessuto osseo che la radiografia ha superato. L'accuratezza e la disponibilità, e soprattutto l'alto contenuto informativo di questa procedura, lo hanno reso un'ottima alternativa alla più costosa densitometria a ultrasuoni.

    Entrambi i metodi hanno entrambi i lati positivi e, naturalmente, negativi.

    Pertanto, la questione dell'opportunità di utilizzare una o l'altra opzione diagnostica per l'osteoporosi in un paziente deve essere decisa esclusivamente dal medico curante.

    Esame biochimico per l'osteoporosi

    Questo metodo consiste nel determinare gli indicatori del metabolismo nelle ossa, come la migliore opzione per un ulteriore esame del paziente.

    L'osteoporosi può essere diagnosticata non solo dai risultati di studi strumentali. La diagnosi di laboratorio dell'osteoporosi, che si basa sulla determinazione quantitativa dei livelli ormonali delle ghiandole endocrine (tiroide, paratiroide, sesso) nel sangue umano, così come la concentrazione di oligoelementi responsabili della costruzione del tessuto osseo (calcio, magnesio, fosforo), aiuterà il medico a suggerire lo sviluppo di questa malattia. nell'urina del mattino del paziente. Questi e altri indicatori nella pratica medica sono chiamati "marcatori dell'osteoporosi" e sono fattori significativi che possono confermare la presenza di un processo patologico e determinare la natura della sua origine.

    La diagnosi di laboratorio dell'osteoporosi aiuterà il medico a diagnosticare l'osteoporosi

    I test che devi superare per l'osteoporosi vengono decisi dal medico curante, basandosi sui risultati degli studi densitometrici, sulla storia del paziente, sui suoi reclami e sulla presenza di manifestazioni cliniche del disturbo.

    La diagnostica biochimica consente non solo di determinare la malattia nelle fasi iniziali del suo sviluppo, ma è anche un metodo molto istruttivo per monitorare l'efficacia del trattamento, che già dopo 8 settimane dall'inizio della terapia consente una valutazione della sua efficacia o inadeguatezza.

    Quando si esamina un paziente affetto da osteoporosi, sono obbligatorie le seguenti prove di laboratorio:

    • determinazione del livello degli ormoni tiroidei (TSH, T4);
    • analisi del sangue per gli ormoni sessuali (per gli uomini - testosterone, per le donne - estrogeni);
    • ricerca quantitativa sul calcio ionizzante;
    • determinazione dell'ormone paratiroideo;
    • controllo del livello di vitamina D attiva (25-idrossivitamina D).

    Altri tipi e metodi per determinare l'osteoporosi

    Il metodo che consente di determinare i fuochi dell'osteoporosi, che rimangono inosservati anche con i raggi X e la tomografia, è la scintigrafia. Si basa sull'uso del contrasto di tecnezio fosfato. La capacità di un mezzo di contrasto di penetrare nel tessuto osseo dipende dalla qualità del metabolismo e del flusso sanguigno nella zona interessata.
    Per i dettagli sul metodo, guarda il video:

    Le aree con elevato apporto di sangue e metabolismo che si verificano in fratture, metastasi, processi infettivi, iperparatiroidismo, osservano lo scintogramma come "punti caldi".

    In alcuni casi, i risultati dell'indagine richiedono una diagnosi differenziale, ad esempio per determinare la vera natura del processo patologico: la presenza di fratture nascoste, osteoporosi o metastasi.

    Di più su cosa è la scintigrafia, l'osteoporosi o le metastasi sono visualizzate su uno scintigrammo e quali alternative esistono a questa ricerca, il medico curante spiegherà meglio al paziente.

    La ricerca RM è un metodo high-tech, innovativo e supersensibile per diagnosticare lo stato degli organi interni e dei sistemi corporei, inclusa la determinazione della densità ossea. I risultati di tale indagine ci permettono di stimare i cambiamenti morfologici nei tessuti e di rintracciare la loro funzionalità. La risonanza magnetica ti consente di ottenere un'immagine di contrasto degli organi interni su qualsiasi piano senza radiazioni ionizzanti e l'introduzione di sostanze chimiche. La RMN è usata raramente per determinare la densità minerale ossea. Ciò è dovuto all'alto costo del metodo e alla sua tendenza alla sovradiagnosi.

    Per la diagnosi di osteoporosi, la risonanza magnetica è raramente utilizzata.

    Maggiori informazioni sul metodo di risonanza magnetica in questo articolo.

    I test genetici possono aiutare a valutare i potenziali rischi dell'osteoporosi. Una ricerca genetica completa consente di identificare le violazioni nei geni responsabili della sintesi di vitamina D, collagene, funzionalità recettoriale per l'ormone paratiroideo e molto altro. Naturalmente, anche se il metodo mostra un'alta propensione di una persona a sviluppare l'osteoporosi, questo non è ancora un motivo per arrabbiarsi e iniziare immediatamente il trattamento. La profilassi periodica sarebbe sufficiente per prevenire la futura riduzione della densità ossea.

    Un esame completo e completo consente di determinare la diagnosi totale dell'osteoporosi. Risposte più esaurienti a domande su cosa sia un'analisi dell'osteoporosi, il nome dello studio più informativo, dove chiedere aiuto può essere ottenuto da un medico esperto. Non stringere con l'appello al medico!

    Quali test per l'osteoporosi devono passare e quanto costa?

    La diagnosi dell'osteoporosi in via di sviluppo è importante nelle fasi iniziali quando non ci sono sintomi esterni. In questa condizione, sarà garantito un trattamento rapido e di successo. A tal fine, sono stati sviluppati vari metodi di analisi, rivelano problemi con l'una o l'altra parte del corpo e sono anche utilizzati per determinare le possibili cause dell'osteoporosi. In questo caso, la preferenza è data a metodi non invasivi che sono sicuri e adatti a tutti i pazienti. Molto spesso, i pazienti si trovano di fronte alla domanda: quali test dovrebbero essere presi per l'osteoporosi? Rispondiamo a questa domanda in questo articolo.

    Esame del sangue

    Questo tipo di ricerca consente di valutare la qualità del metabolismo calcio-fosforo nel corpo, indicando i processi di mineralizzazione ossea, che indirettamente indica la presenza o l'assenza di osteoporosi. Come determinare da solo la presenza dell'osteoporosi? Prima di consultare un medico, puoi vedere da solo i risultati di un esame del sangue e confrontare i risultati con quelli indicati di seguito.

    biochimica

    Il metodo di ricerca determina accuratamente le condizioni di alcune aree del corpo.

    osteocalcina

    È la principale proteina non collagenica dell'osso, prodotta dagli osteoblasti. È un marker di crescita ossea. Eseguito secondo i metodi di EHLA e RIA. Il contenuto di questa sostanza sopra la norma indica l'osteodistrofia dei reni, gli stadi iniziali dell'ipertiroidismo e dell'iperparatiroidismo, l'osteoporosi postmenopausale. Sotto la norma - durante la gravidanza, debole funzionamento delle ghiandole paratiroidi, ipercalcemia con metastasi ossee, trattamento prolungato con glucocorticoidi. Nei bambini, il livello è elevato a causa di un periodo di rapida crescita, negli adulti è influenzato dal sesso e dall'età.

    Irina Martynova. Laureato presso l'Università medica statale di Voronezh. NN Burdenko. Neurologo clinico e neurologo dell'Ospedale Policlinico di Mosca Fai una domanda >>

    Costo: 460 rubli.

    Scopri perché l'osteoporosi si verifica nei bambini e quali terapie sono nel nostro articolo.

    Fosforo inorganico

    È un componente della frazione fosforo solubile in acido. Dipende dal livello di remineralizzazione delle ossa, dei processi metabolici e dell'assorbimento nel sistema digestivo. Determinato dal metodo di colorimetria con molibdato.

    I valori normali, in base all'età, sono i seguenti (mmol / l):

    Valore superato indica la presenza di iperfosfatemia, il che significa il possibile sviluppo di osteoporosi, ipervitaminosi D, il processo di guarigione e cicatrizzazione delle ossa, acromegalia, acidosi, insufficienza renale, ipoparatiroidismo, decadimento osseo a causa di oncologia, cirrosi portale.
    Valori ridotti indicano la presenza di ipofosfatemia e indicano il possibile sviluppo di rachitismo infantile, malassorbimento, osteomalacia, vari tipi di ipercalcemia, gotta acuta, mancanza di ormone della crescita, pellagra o carenza fisiologica di fosforo.

    Il costo di 220 rubli.

    Analisi del calcio totale

    È uno dei componenti minerali delle ossa, nel corpo il 99% dei microelementi è idrossiapatite. Determinato dal metodo colorimetrico. La concentrazione normale del minerale secondo età è i seguenti indicatori (mmol / l):

    Livelli elevati - ipercalcemia, evidenza di ipervitaminosi D, tireotossicosi, cancro, iperparatiroidismo iniziale, ipercalcemia da immobilizzazione, sindrome alcalina lattea, sovradosaggio diuretico.
    Il contenuto al di sotto della norma - ipocalcemia, osservata in ipoparatiroidismo, rachitismo infantile e osteomalacia adulti, pancreatite acuta, forma cronica di insufficienza renale.

    IMPORTANTE! Il prelievo di sangue avviene a stomaco vuoto, escludendo preliminarmente lo sforzo fisico pesante e l'alcol dalla dieta.

    Il costo di 230 rubli.

    In-Cross Laps

    È un indicatore che mostra il grado di lisciviazione dei minerali. Lo studio rivela la distruzione del primo tipo di collagene.

    I valori normali saranno i seguenti (ng / l):

    Eccesso dell'indicatore significa l'inizio della menopausa nelle donne, l'artrite reumatoide, l'iperparatiroidismo, lo scambio di osteopatia.

    Costo: 150 rubli.

    Fosfatasi alcalina

    È un enzima la cui attività elevata comporta lo sviluppo di malattie ossee o malattie del fegato associate al blocco delle vie biliari. Determinato dal tampone di amminometilpropanolo. Valori in eccesso indicano patologia ossea, osteomalacia, rachitismo, processi di riassorbimento, cancro, guarigione ossea, malattie del fegato e delle vie biliari, disturbi alimentari, infarto cardiaco o polmonare e uso di farmaci epatotossici.

    LiveInternetLiveInternet

    -categorie

    • Audiolibri (1)
    • Impara le lingue straniere (1)
    • Arte - 1 (50)
    • Arte - 2 (50)
    • Arte - 4 (17)
    • Art-3 (50)
    • COMPUTER. (42)
    • CIBO MEDICO - 1 (50)
    • CIBO MEDICO - 5 (10)
    • CIBO MEDICO -3 (48)
    • Nutrizione medica -4 (50)
    • MEDICAL FOOD- 2 (50)
    • Persone e destini - 2 (37)
    • Persone e destini -1 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 1 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 13 (50)
    • Medicina per voi - 16 (49)
    • MEDICINA PER TE - 17 (50)
    • MEDICINA PER TE - 19 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 2 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 20 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 22 (50)
    • MEDICINA PER TE - 23 (49)
    • MEDICINA PER VOI - 24 (13)
    • MEDICINA PER VOI - 4 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 5 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 6 (50)
    • Medicina per voi - 7 (49)
    • MEDICINA PER TE - 9 (49)
    • MEDICINA PER TE -10 (50)
    • MEDICINA PER TE -11 (50)
    • MEDICINA PER TE -12 (50)
    • MEDICINA PER TE -14 (50)
    • MEDICINA PER TE -15 (50)
    • MEDICINA PER TE -18 (50)
    • MEDICINA PER TE -3 (50)
    • MEDICINA PER TE -8 (50)
    • MEDICINA PER TE _21 (50)
    • MUSIC - 2 (50)
    • MUSICA -1 (50)
    • MUSIC -3 (12)
    • MEDICINA PERSONE - 1 (50)
    • MEDICINA PERSONE - 2 (0)
    • Medicina scientifica (22)
    • Saggi su Venezia. (2)
    • Saggi su Parigi. (29)
    • GIOCATORI (2)
    • Congratulazioni (19)
    • Utile per il diario (15)
    • Psicologia (51)
    • PSICOLOGIA - 2 (19)
    • Storie. (25)
    • RELAX (2)
    • Satira and Humor (2)
    • SESSO E SALUTE - 2 (50)
    • SESSO E SALUTE - 3 (50)
    • SESSO E SALUTE - 4 (6)
    • SESSO E SALUTE -1 (50)
    • ARTISTI MODERNI. (8)
    • Paesi e continenti. (27)
    • FILM (11)
    • Immagini (31)
    • ENCICLOPEDIA E DIZIONARI (1)

    -musica

    -applicazioni

    • CartolineCatalogo rigenerato di cartoline per tutte le occasioni
    • Gioco online "Empire" Trasforma il tuo piccolo castello in una potente fortezza e diventa il dominatore del più grande regno nel gioco Goodgame Empire. Costruisci il tuo impero, espanderlo e proteggerlo dagli altri giocatori. B
    • Gioco online "Big Farm" Uncle George ti ha lasciato la sua fattoria, ma sfortunatamente non è in ottime condizioni. Ma grazie al tuo senso degli affari e all'aiuto di vicini, amici e parenti che sei in grado di trasformare
    • Sempre non c'è dialogo disponibile ^ _ ^ Ti permette di inserire un pannello con un codice Html arbitrario nel tuo profilo. Puoi posizionare banner, contatori, ecc.
    • Programma TV Un comodo programma TV per la settimana, fornito da Akado TV Guide.

    -Sempre a portata di mano

    -Cerca per diario

    -Iscriviti per e-mail

    -statistica

    La densitometria ossea è un metodo per valutare lo stato della resistenza ossea.

    Densitometria, il metodo più accurato per determinare la forza ossea, il tuo passaggio verso l'estate indiana senza fratture.

    PROVA DI FORZA.

    L'osteoporosi, spesso percepiamo come malattia legata all'età, la maggior parte degli anziani. Questa illusione è rilassante. Ma dall'età di 30 anni le riserve di calcio nelle ossa iniziano a diminuire, all'età di 50 anni possono raggiungere un minimo critico, e se non agire in tempo, sarà troppo tardi.

    L'osteoporosi è curabile, ma solo nelle sue fasi iniziali. La densitometria a raggi X aiuta a rilevarlo.

    PER FAVORE ALLA TABELLA.

    Questo metodo consente di determinare rapidamente la densità minerale ossea in modo rapido, sicuro e con elevata precisione: più è alto, più l'osso è resistente alle fratture. Non è necessario avere paura della parola "raggi X": l'intensità dell'irradiazione è 400 volte inferiore rispetto a una radiografia convenzionale. L'operatore del densitometro non usa nemmeno protezioni speciali.

    Senza spogliarsi, ti siedi su un lungo tavolo largo, uno speciale schermo "galleggia" sopra di te, che "scansiona" l'intero scheletro in due o più proiezioni se viene eseguita la densitometria a due fotoni. E solo le ossa della mano, dell'avambraccio e della gamba, se la densitometria è un fotone. Il primo è preferibile: i dati sulla densità minerale del rachide cervicale e del femore prossimale sono di maggiore interesse - la densità ossea in queste aree è inizialmente inferiore.

    La procedura è indolore, non richiede alcuna preparazione preliminare. L'operatore del densitometro registra il risultato ed emette una conclusione e immagini nelle sue mani. Un altro specialista interpreta i risultati e fa una diagnosi, di solito un reumatologo o un ortopedico.

    NON ROMPIAMO!

    La densitometria è necessaria una volta ogni 2 anni affinché tutte le donne passino dopo 45 anni. Ma queste norme sono solo per coloro le cui madri non soffrono di osteoporosi, che non hanno irregolarità nel ciclo mestruale (compresa la menopausa precoce) e che non soffrono di un chiaro deficit di peso corporeo. Se questi fattori di rischio sono presenti nella tua vita, hai due o più figli, o viceversa, non hai partorito nemmeno una volta e se hai avuto fratture, supera l'esame prima di 40 anni.

    Se le fratture si verificano spesso nella tua vita, affrettati a densitometria, indipendentemente dall'età. I medici consigliano di fare lo stesso e quelli che sono costretti a prendere glucocorticosteroidi a lungo (per l'asma bronchiale, l'artrite reumatoide), anticoagulanti (eparina), diuretici (ipotiazide, furosemide) e anticonvulsivanti (fenobarbital). Gli uomini sono anche invitati a controllare la forza delle ossa, ma in seguito, dopo 50 anni.

    La densitometria è in grado di correggere anche una minima perdita ossea del 2-5%. Ciò significa che è possibile rilevare l'osteoporosi all'inizio, ancora allo stadio di osteopenia, quando la situazione può ancora essere corretta.

    I risultati ottenuti su dispositivi diversi in diverse cliniche possono variare, ma solo leggermente. Tuttavia, se si è sottoposti a trattamento per l'osteoporosi, è consigliabile monitorare le variazioni della densità ossea sulla stessa apparecchiatura al fine di evitare risultati falsi. Questo dovrebbe essere fatto anche ogni 2 anni.

    I pazienti hanno spesso domande. Ecco le risposte a loro.

    È possibile gestire con la densitometria a ultrasuoni e non esporsi affatto alle radiazioni?

    Usando gli ultrasuoni, misurare la densità delle ossa delle dita e dei talloni - il paziente mette il dito (o mette il tallone) in una speciale cavità dell'apparato. Ma questa è una ricerca meno informativa. Sulla base di ciò, è possibile fare solo una conclusione preliminare e, se necessario, indirizzarla a una densitometria completa a raggi X della colonna vertebrale, della coscia o di tutto il corpo, dopo di che verrà effettuata una diagnosi accurata.

    Alcuni preferiscono sottoporsi ad un esame radiografico completo, è più affidabile?

    La radiografia regolare "vede" solo quello stadio della malattia, in cui si perde già il 30% della densità ossea. È prescritto solo per la diagnosi di possibili complicanze. In questo caso, eseguire una radiografia della colonna vertebrale toracica e lombare nella proiezione laterale. Non è in grado di rivelare i primi segni di osteoporosi.

    È possibile determinare la mancanza di calcio, e quindi il rischio di osteoporosi, mediante analisi del sangue?

    L'osteoporosi è associata a una carenza di ormoni estrogeni femminili. Ma anche se l'analisi mostra una diminuzione del loro livello, questa non è una base per fare una diagnosi, ma solo una ragione per un ulteriore esame. Un esame del sangue per il calcio non è generalmente correlato all'osteoporosi. Con questa malattia, il livello di calcio nel sangue è normale. Solo per il fatto che è stato lavato via dalle ossa. Quindi non ci sono test di laboratorio sulla base dei quali potrebbe essere fatta una diagnosi accurata dell'osteoporosi.

    Chi valuta i risultati della densitometria?

    Il radiologo analizzerà le immagini e compilerà una descrizione dei risultati. Valutare i risultati del sondaggio può reumatologo o ortopedico.

    Di norma, i risultati del sondaggio includono due indicatori: T-score e Z-score. Il t-score indica la densità ossea rispetto alla densità ossea di riferimento nei giovani.

    T normale (-1). Una diminuzione di T a (-2,5) indica una diminuzione della densità ossea - osteopenia e un'ulteriore diminuzione indica l'osteoporosi.

    Il punteggio T viene anche utilizzato per valutare il rischio di frattura. Il punteggio Z riflette la densità ossea del paziente rispetto alla media della corrispondente fascia di età. Se questo indicatore è troppo alto o basso, questo indica la necessità di ulteriori esami medici.

    Se i risultati della densitometria sono normali, l'assunzione di calcio profilattico non è necessaria?

    È sufficiente garantire che il corpo riceva una quantità giornaliera di calcio (1200 mg) dai prodotti, principalmente da latte. Se per qualche motivo non la ottieni, puoi anche prendere il calcio.

    Densitometria: prova la tua forza

    Ossa forti - la base della salute dell'intero organismo. Ecco perché è così importante diagnosticare tempestivamente il diradamento osseo (osteoporosi), che porta alla deformazione e alle fratture ossee.

    Chi è incline all'osteoporosi?

    L'osteoporosi si verifica a causa di una diminuzione della densità minerale ossea (in primo luogo, è il risultato di una sistematica mancanza di calcio).

    Più suscettibili a questa malattia:

    • pazienti con disturbi endocrinologici, nonché malattie dei reni, sangue, tratto gastrointestinale;

    • anziani, in particolare donne nel periodo della menopausa. Ogni terza donna dopo i 45-50 anni soffre di osteoporosi o osteopenia (stadio iniziale dell'osteoporosi);

    • donne di costituzione fragile, specialmente bionde;

    • persone che assumono farmaci del gruppo glucocorticoide (in particolare, insufficienza surrenalica). Questi farmaci contribuiscono all'intensa escrezione di calcio.

    L'osteoporosi può verificarsi anche nei bambini di età compresa tra 1-3 anni con basso peso e disturbi alimentari, così come negli adolescenti durante il periodo di crescita intensiva.

    I sintomi dell'osteoporosi

    La frattura dell'anca è la conseguenza più comune dell'osteoporosi. Molto spesso questo accade con le persone anziane, quando l'accrescimento delle stesse ossa diventa problematico. Un'altra conseguenza comune dell'osteoporosi è una frattura dell'osso radiale in una posizione tipica, oltre a fratture da compressione della colonna vertebrale.

    La malattia, tuttavia, non inizia in una grande età, ma molto prima. È asintomatico e l'unico modo per rilevarlo è sottoporsi regolarmente alla densitometria.

    La densitometria - misurazione della densità ossea e della loro composizione minerale - rende possibile determinare la presenza di patologia e il suo stadio, oltre a fare una previsione accurata della probabilità di osteoporosi in futuro.

    Diagnosi dell'osteoporosi mediante densitometria

    La procedura di densitometria è indolore, non traumatica e sicura. Il lavoro dei densitometri si basa sull'uso della radiografia, ma la dose di radiazioni è molto piccola - è 20 volte inferiore rispetto alla fluorografia.

    Nella CLINICA, lo stato del tessuto osseo viene esaminato utilizzando il moderno osteodensitometro a raggi X a doppia energia Discovery A (prodotto da Hologic, USA).

    Il dispositivo Discovery A Hologic consente 10-15 minuti:

    • misurare la perdita di densità ossea;
    • valutare il contenuto di minerali sia in alcune delle parti più significative del corpo (coscia, avambraccio, articolazione dell'anca, vertebre L4-L5), sia in tutto il corpo (il programma "Wholebody");
    • identificare le fratture vertebrali;
    • condurre un'analisi generale dello stato della colonna vertebrale;
    • prevedere la probabilità di frattura dell'anca per i prossimi 10 anni.

    Gli indicatori sono differenziati per sesso ed età online e confrontati con quelli normativi. Sulla loro base, il dottore della Clinica dà al paziente i consigli necessari sul trattamento e sulla prevenzione dell'osteoporosi.

    La moderna diagnostica sul densitometro di ultima generazione di HE CLINIC consente di evitare disturbi nello sviluppo del tessuto osseo!

    Densitometria: verifica la resistenza ossea.

    Alcune persone pensano all'osteoporosi solo in un letto d'ospedale, dopo aver ricevuto una o più fratture. Ma questo triste finale avrebbe potuto essere evitato, era necessario solo passare l'esame in tempo - densitometria. Altri, dopo aver visto un annuncio in TV, iniziano a prendere integratori di calcio in modo incontrollabile. Tale autotrattamento può portare a conseguenze spiacevoli - la deposizione di calcio sulle pareti dei vasi sanguigni, nelle articolazioni, negli organi interni. La necessità di supplementi di calcio può essere determinata solo dal medico, esaminando i risultati dell'esame del paziente.

    La densitometria determina la densità del tessuto osseo, rivelando i centri di distruzione del tessuto osseo nelle fasi iniziali. Il metodo è così sensibile che consente di rilevare una diminuzione del tessuto osseo del 2-5%, mentre una radiografia regolare può diagnosticare cambiamenti solo con una perdita di tessuto osseo superiore al 15-20%. Anche dopo 40 anni, le donne iniziano a diminuire la produzione del proprio estrogeno - gli ormoni sessuali femminili e, dopo tutto, gli estrogeni ritardano la distruzione dell'osso. Secondo i dati ottenuti da fonti competenti, in Russia ogni quinto uomo e ogni terza donna soffrono di osteoporosi. È impossibile rilevare la malattia utilizzando metodi di laboratorio, perché il livello di calcio nel sangue rimane entro il range normale, o può essere elevato a causa della lisciviazione del calcio dalle ossa. Un segno indiretto di osteoporosi è una diminuzione della quantità di estrogeni nel sangue.

    Il rischio di sviluppare osteoporosi è aumentato nelle donne con fisico fragile, con 2 o più bambini, con esordio precoce della menopausa, presenza di fratture ossee in parenti stretti. Anche il fumo, l'abuso di cibo a base di carne, l'assunzione regolare di determinati farmaci sono motivo di esame.

    Esistono densitometri a ultrasuoni e raggi X. Un metodo più accurato è la radiografia, che non tiene conto delle "interferenze" sotto forma di tessuto adiposo o midollo osseo. Non aver paura dell'esposizione, perché l'intensità dei raggi X con questo metodo è 400 volte inferiore rispetto ai sistemi di diagnostica a raggi X convenzionali. Il medico che conduce lo studio lavora anche senza equipaggiamento protettivo speciale. Il metodo degli ultrasuoni è meno affidabile, ma potrebbe essere adatto per lo screening di massa o per monitorare l'efficacia del trattamento dell'osteoporosi.

    La densitometria dovrebbe avvenire una volta all'anno per tutte le donne sopra i 45 anni e gli uomini sopra i 50 anni. Se un paziente ha osteopenia - una condizione in cui la densità ossea è già ridotta, ma il rischio di fratture è ancora piccolo, è necessario condurre uno studio più spesso - una volta ogni sei mesi. Ciò consentirà di monitorare l'efficacia del trattamento o di identificare un tasso di perdita ossea maggiore del solito.
    Diagnosi precoce, corretta alimentazione, esercizio fisico regolare e plantari ortopedici ti permetteranno di evitare future fratture ossee e speciali farmaci a base di calcio prescritti dal medico assicureranno la forza e l'elasticità delle tue ossa.

    Diagnosi dell'osteoporosi: elenco di test, prezzo

    L'osteoporosi è una malattia di natura sistemica progressiva ed è accompagnata da una diminuzione della densità della struttura del tessuto osseo e del suo ulteriore cambiamento.

    La questione della diagnosi di questa malattia è già stata studiata completamente, quindi la sua definizione di solito non è difficile.

    Tipicamente, la diagnosi è complessa e si basa sui reclami del paziente, sull'esame, sui risultati dei test strumentali e di laboratorio.

    Quanto prima viene stabilita la diagnosi, tanto maggiore è la probabilità di affrontare con successo sintomi spiacevoli.

    Ecco perché è importante non ignorare le prime manifestazioni della malattia.

    Cos'è l'osteoporosi?

    In questa condizione, come l'osteoporosi, il livello di densità del tessuto osseo diminuisce, la sua fragilità aumenta e diventa soggetto a fratture patologiche. In parole semplici, questo può essere spiegato come una maggiore "porosità" dello scheletro.

    Con l'osteoporosi, la struttura ossea diventa porosa.

    Le cause dell'osteoporosi sono molto diverse. La principale è la predominanza del catabolismo osseo (decadimento) rispetto all'anabolismo nei tessuti ossei (la crescita e l'assimilazione di componenti nutrizionali aumentano al di sotto di essa).

    L'osteoporosi è più spesso causata dalle seguenti condizioni:

    • Climax nelle donne. Il motivo è la mancanza di estrogeni, a causa del quale il rischio di osteoporosi nelle donne è tre volte superiore rispetto agli uomini della stessa età.
    • Età. Nella vecchiaia le ossa diventano più deboli, il che può provocare una malattia.
    • Uso a lungo termine di farmaci ormonali.
    • L'osteoporosi alimentare si manifesta a causa della mancanza di calcio e vitamina D nella dieta.
    • Fattore ereditario
    • Stile di vita inattivo, che provoca il deterioramento dell'afflusso di sangue.
    • Cattive abitudini
    • Malattie croniche dell'apparato digerente.
    • Nelle donne, la causa può essere una malattia ovarica, che è accompagnata da disturbi endocrini.

    Segni di osteoporosi

    Ci sono molti sintomi clinici dell'osteoporosi e non tutti si riferiscono direttamente allo scheletro.

    Ci sono segni comuni di osteoporosi, che includono i seguenti:

    • Affaticamento patologico causato da carenza sistemica di calcio.
    • Maggiore prontezza convulsiva, specialmente nei polpacci.
    • Nell'osteoporosi della colonna vertebrale, il dolore alla schiena si manifesta spesso, sia a riposo che in movimento.
    • Fragilità e foliazione frequente delle unghie.
    • Mialgia diffusa o dolore muscolare.
    • Tachicardia frequente
    • Protrusioni ed ernie in diverse parti della colonna vertebrale.
    • Deformità spinale scoliotica, crescita ridotta.

    Nei pazienti con osteoporosi, il paziente può presentare una frattura anche con uno sforzo molto leggero. Ecco perché la diagnosi tempestiva svolge un ruolo importante.

    Indicazioni per il passaggio della diagnostica per l'osteoporosi

    Le indicazioni per la diagnosi sono i sintomi caratteristici della malattia.

    Nella fase di esame clinico, uno specialista può identificare un gruppo che ha un aumentato rischio di osteoporosi. I sintomi possono includere deformità cifotica nella colonna toracica, una netta diminuzione dell'altezza del paziente rispetto alla visita precedente. Inoltre, l'indicazione per la diagnosi è il mal di schiena regolare.

    Prestare attenzione a chi deve essere sottoposto a test per l'osteoporosi Le seguenti persone hanno la possibilità di ottenere un appuntamento per la diagnosi:

    • Le donne con menopausa precoce.
    • Persone geneticamente inclini all'osteoporosi.
    • Frequenti fratture in persone sotto i 45 anni di età.
    • Coloro che hanno malattie provocatrici dell'osteoporosi secondaria.
    • Quelli che hanno usato certe droghe.
    • Magrezza eccessiva: esaurimento, anoressia, magrezza congenita.

    Se ci sono due o più fattori di rischio, la probabilità di osteoporosi aumenta di un terzo, indipendentemente dall'età.

    Quale dottore contattare?

    Per eliminare il problema, è necessario un approccio integrato alla scelta delle terapie. La diagnosi e la prescrizione del trattamento vengono eseguite da un traumatologo, reumatologo, ortopedico, endocrinologo.

    L'obiettivo principale nel trattamento dell'osteoporosi è eliminare il disagio che influisce sulla qualità della vita del paziente. Per determinare il successo del trattamento, devi essere periodicamente esaminato da un radiologo.

    Nelle persone anziane, i fallimenti nel ripristino del tessuto osseo possono spesso essere associati ad attività ridotta del pancreas, della tiroide e delle ghiandole surrenali. Pertanto, è indispensabile sottoporsi ad un esame endocrinologo.

    Per le fratture frequenti, fare riferimento a traumatologi e reumatologi specializzati nella determinazione dei disturbi dell'osso e del tessuto connettivo.

    Video: "Com'è la diagnosi di osteoporosi?"

    Quali test sono necessari?

    La diagnosi esatta dell'osteoporosi può richiedere un numero elevato di test. Considerali in dettaglio.

    Esame del sangue

    Consente di valutare la qualità nel corpo del metabolismo del calcio-fosforo, che parla dei processi di mineralizzazione nel tessuto osseo. Ciò consente di determinare indirettamente l'assenza o la presenza di osteoporosi.

    Esami del sangue biochimici

    Ti consente di valutare con precisione le condizioni di alcune aree del corpo.

    Osteocalcina. La principale proteina non collagenica dell'osso prodotta dagli osteoblasti è un marker della crescita del tessuto osseo. È fatto secondo i metodi di RIA e EHLA. I tassi di eccesso indicano l'osteoporosi postmenopausale, la fase iniziale dell'ipertiroidismo, l'osteodistrofia renale, l'iperparatiroidismo.

    Gli standard EHLA (ng / ml) sono i seguenti:

    Test di osteoporosi

    L'osteoporosi è una malattia in cui si riducono i componenti minerali e organici delle ossa. Ciò porta ad una diminuzione della forza e della densità del tessuto osseo, ma la sua struttura, dimensione e forma delle ossa non cambiano immediatamente. Il test dell'osteoporosi non è un esame del sangue biochimico separato, ma uno screening completo con il coinvolgimento di varie tecniche.

    Informazioni sugli eventi diagnostici

    La resistenza ossea è determinata da una combinazione di due fattori: densità ossea e qualità. Poiché la forza dell'osso e la resistenza al trauma dipendono dalla densità minerale ossea, lo studio di quest'ultima non ha solo significato diagnostico, ma anche prognostico. Per valutare la probabilità di fratture dovute all'osteoporosi, prendere in considerazione gli indicatori della densità minerale del femore.

    Le indicazioni per la raffinazione della densità minerale ossea sono:

    • sesso femminile e l'età supera i 65 anni (indipendentemente dal fatto che ci siano o meno fattori di rischio);
    • donne in età post-menopausa sotto i 65 anni che hanno almeno un fattore di rischio per le fratture associate all'osteoporosi;
    • frattura postmenopausale nelle donne;
    • Pazienti rispetto ai quali vengono discusse le indicazioni per il trattamento dell'osteoporosi, se i risultati possono influenzare la decisione.

    Inoltre, lo screening è mostrato:

    • con segni di deformità vertebrale e osteopenia su raggi X;
    • se c'è una storia di fratture (specialmente i polsi e le vertebre) che può essere associata a una diminuzione della densità ossea;
    • se c'è una diminuzione della crescita;
    • con cifosi della colonna vertebrale toracica (dopo aver rilevato deformità delle vertebre sui raggi X).

    Lo studio strumentale della densità minerale ossea dovrebbe essere effettuato se i suoi risultati aiutano a determinare la tattica del paziente, incluso - a influenzare l'inizio della terapia farmacologica. Se un paziente ha diversi fattori di rischio per la malattia, tenendo conto dell'elevata probabilità del suo sviluppo, il trattamento dovrebbe iniziare senza esami preliminari.

    Indicatori di densità ossea

    I singoli indicatori della densità minerale ossea in un paziente sono confrontati con i valori normali. Allo stesso tempo, vengono presi in considerazione età e sesso (indice Z) e parametri ideali negli adulti dello stesso sesso (indice T). La differenza tra gli indici ottenuti dal soggetto e il valore normale è espressa sotto forma di deviazione standard (deviazione standard, SD). Il valore corrispondente a una deviazione in percentuale, di regola, non supera il 12%.

    La decifrazione del valore della densità minerale del femore viene effettuata secondo uno speciale algoritmo:

    Viene chiamato un esame del sangue per l'osteoporosi

    Cos'è la densitometria?

    Uno dei metodi più moderni e affidabili per rilevare l'osteoporosi a livello iniziale è la densitometria. Questo è un esame in cui viene misurata la densità ossea. Il metodo è così preciso che può determinare la perdita di massa ossea dal 2,5-5%. Questo è importante per identificare la malattia fin dalle prime fasi, quando è importante fermare il processo di distruzione ossea.

    Attenzione! Questo metodo consente di osservare il processo di progressione della malattia e l'efficacia del trattamento selezionato. Lo studio non causa dolore e non richiede l'introduzione di anestesia nel corpo.

    Esistono due tipi di densitometria: ultrasuoni e raggi x.

    Metodo ad ultrasuoni

    Praticamente nessuna controindicazione. La sua essenza sta nell'indicare il densitometro portatile nell'area dell'osso e la velocità dell'onda ultrasonica che passa al tessuto osseo, trasmette il segnale al monitor.

    Molto spesso, l'oggetto dell'analisi è il calcagno. In definitiva, gli esperti scopriranno quanto la percentuale di calcio. Se è inferiore alla norma stabilita, allora si dovrebbe considerare che il paziente ha l'osteoporosi.

    Metodo a raggi X.

    Meno sicuro degli ultrasuoni. Ciò è dovuto al fatto che la persona è esposta a una dose minima di radiazioni. Pertanto, questo tipo di diagnosi non è raccomandato per le seguenti persone:

    • madri che allattano;
    • donne incinte;
    • bambini.

    Quante volte si può fare la densitometria: non è consigliabile eseguire più esami delle ossa in un breve periodo di tempo, perché possono danneggiare il corpo.

    La procedura espressa non richiede un po 'di tempo e consente di calcolare la quantità di calcio nelle ossa.

    Metodi moderni di diagnosi della densità ossea, che non richiede un intervento chirurgico. Ti permette di misurare il livello di calcio nell'osso. Il metodo è così preciso che consente di diagnosticare la perdita ossea, iniziando già dal 2 al 5%. Quindi la diagnosi precoce consente di "non iniziare" la malattia fino agli stadi severi difficili da trattare.

    Principi e tipi di ricerca

    L'osteoporosi (degenerazione ossea) è una malattia progressiva in cui si verifica la distruzione della struttura ossea, la sua densità diminuisce e lo scheletro umano ne risente.

    L'osteoporosi delle braccia, delle gambe e di altre ossa sconvolge la complessa architettura del tessuto osseo, diventa porosa e suscettibile alle fratture anche con uno stress minimo (vedi foto).

    Tipi di osteoporosi

    Osteoporosi: cause, segni, terapia

    La diagnosi di osteoporosi è importante per condurre anche prima della comparsa di segni esterni che indicano una forma grave della malattia. Questa patologia è caratterizzata da una maggiore fragilità ossea dovuta a carenza di calcio. Per rilevare una violazione, è necessario superare i test per l'osteoporosi, effettuare un'ecografia e altri studi supplementari sul corpo.

    Nelle donne e, raramente, negli uomini con sospetta malattia, viene prelevato sangue per test biochimici e specifici per rilevare i segni di osteoporosi e vengono eseguite anche analisi delle urine e densitometria. Ulteriori metodi diagnostici includono test genetici, risonanza magnetica e tomografia computerizzata.

    In passato, il metodo dell'assorbtiometria isotopica è stato utilizzato per stimare la massa ossea e il contenuto di composti minerali, il cui principio è l'effetto delle particelle gamma e la valutazione del loro grado di assorbimento.

    Un importante svantaggio di tale esame è stata una significativa esposizione alle radiazioni. Successivamente, iniziarono ad applicare l'assorbimetria a raggi X a due fotoni, che era altamente sensibile e meno dannosa per i pazienti.

    Oggi solo il 2-3% della perdita ossea viene rilevata con il suo aiuto, pertanto un esame di questo tipo può essere utilizzato per esaminare le donne in postmenopausa per la diagnosi precoce dell'osteoporosi.

    PROVA DI RESISTENZA

    La presenza di insufficienza renale;

    Nell'apparato densitometrico sono state stabilite le norme di densità ossea dello scheletro umano, diverse per ogni singolo sito. Sulla base di questi standard, età, sesso e caratteristiche individuali del paziente, viene eseguita un'analisi degli indicatori ossei. Gli indicatori principali sono:

    PER FAVORE, TABELLA

    Tipi di densitometria

    1. Vera immagine
    2. Densitometria.
    3. prezzo

    Per fare la scelta giusta, è necessario conoscere i seguenti modelli:

    Se si osservano fratture con lesioni lievi, questa è anche un'indicazione per questo esame. Si ritiene che la violazione dell'integrità delle ossa nell'osteoporosi riduca l'aspettativa di vita dei pazienti anche più del cancro, quindi la rilevazione tempestiva della malattia è estremamente importante.

    Va notato che in alcuni casi, si trovano forme ereditarie di questa patologia.

    Questo esame per l'osteoporosi, a seconda dell'apparecchiatura utilizzata, è suddiviso in ultrasuoni e raggi X. L'edensitometria si basa sul passaggio di un'onda ultrasonica attraverso i tessuti molli e duri del corpo.

    Lei è sensibile e moderna. La densitometria che usa l'apparecchio a raggi X confronta la densità delle ossa e delle strutture molli, ma ha meno precisione.

    Ci sono un certo numero di nuove tecniche. Ma gli ospedali e le strutture ambulatoriali non sono sempre dotati delle più moderne attrezzature.

    Pertanto, se il medico consiglia di eseguire la densitometria, è necessario interrompere la scelta sulla radiografia.

    L'osteoporosi è caratterizzata da una diminuzione della densità minerale del tessuto osseo con una variazione simultanea della sua quantità e microarchitettura. Allo stesso tempo, c'è una violazione della forza ossea e aumenta la probabilità di fratture, spesso nella colonna vertebrale, alla giunzione dell'avambraccio con il polso e nel collo della coscia.

    L'essenza del metodo

    Negli ultimi 20 anni sono state sviluppate apparecchiature altamente sensibili per effettuare analisi densitometriche dell'osso osseo, che consentono di determinare la percentuale di liquefazione del tessuto osseo e di identificarla durante una malattia incipiente.

    Esiste una classificazione dei metodi densitometrici:

    • Metodo diagnostico isotopico, che include monofotone e assorbimetria a due fotoni, nonché tomografia computerizzata quantitativa.
    • Metodo ad ultrasuoni

    La medicina moderna usa diversi tipi di questa diagnosi, a seconda del grado di sviluppo della malattia, delle condizioni del paziente, dell'area dello scheletro che deve essere esaminata.

    Densitometria per l'osteoporosi nelle donne - Osteoporosi - Articoli

    Gli estrogeni (ormoni sessuali femminili) regolano la crescita delle cellule ossee e contribuiscono direttamente ad un aumento della loro densità.

    Determinare il livello di estrogeni nel sangue di una donna è necessario se, oltre ai segni di osteoporosi, ci sono anche i sintomi primari della menopausa.

    id = "e"> Le norme degli estrogeni nelle donne - da 65 a 1600 pmoll.

    Nel periodo postmenopausale, il livello di estrogeni è significativamente ridotto - fino a 75 pmoll.

    Il livello indica rachitismo, immobilizzazione alla frattura, sovradosaggio da vitamina D, ipofosfatemia, suscettibilità alla formazione di calcoli renali, leucemia.

    Densitometria per l'osteoporosi: è impossibile da sostituire

    Va detto che tale densitometria si basa sulla proprietà delle onde ultrasoniche di diffondersi sulla superficie di un osso o di disperdersi nel tessuto osseo. È possibile determinare l'elasticità, la densità e la rigidità dell'osso.

    Trattamento a lungo termine con glucocorticoidi;

    La BMD (g / cm2) è un indicatore della densità minerale ossea.

    Periodo di gravidanza o allattamento al seno del bambino.

    • Fatti che possono farti pensare
    • Densitometria (dal latino:
    • Se le fratture si verificano spesso nella tua vita, affrettati a densitometria, indipendentemente dall'età. I medici consigliano di fare lo stesso e quelli che sono costretti a prendere glucocorticosteroidi a lungo (per l'asma bronchiale, l'artrite reumatoide), anticoagulanti (eparina), diuretici (ipotiazide, furosemide) e anticonvulsivanti (fenobarbital). Gli uomini sono anche invitati a controllare la forza delle ossa, ma in seguito, dopo 50 anni.
    • . Nelle donne dopo 40 anni e negli uomini dopo i 50 anni questa procedura è obbligatoria ogni 1-2 anni. Inoltre, la ragione per testare ci sono segni indiretti di osteoporosi. La diagnosi precoce della demineralizzazione ossea consentirà

    Come funziona?

    Diagnosi dell'osteoporosi

    I metodi di diagnosi dell'osteoporosi includono:

    • radiografia
    • Densitometria ossea
    • Ecografia ad ultrasuoni
    • id = "r"> Diagnosi di laboratorio (definizione dei marker di osteoporosi)
    • Studi genetici
    • Ulteriori metodi invasivi

    L'osteoporosi, soprattutto nelle prime fasi, non può sempre essere determinata da alcun segno esterno. Pertanto, per una diagnosi più accurata dovrebbe condurre studi biochimici e ormonali.

    Inoltre, dati recenti suggeriscono l'importanza di identificare i marcatori genetici per l'osteoporosi. La diagnosi di laboratorio dell'osteoporosi è necessaria per determinare lo stato del corpo, i cui risultati aiuteranno a determinare la presenza di osteoporosi sulla base di segni indiretti nella fase iniziale.

    Sono necessari studi di laboratorio per la prevenzione dei disturbi metabolici, la previsione del tasso di riassorbimento osseo (distruzione) e l'analisi dell'efficacia di un particolare metodo di trattamento.

    L'identificazione dei marcatori di osteoporosi aiuta a individuare le metastasi, l'osteopenia, le patologie genetiche e l'osteoporosi primaria o secondaria.

    I moderni studi di laboratorio che studiano la predisposizione genetica di una persona all'osteoporosi sono in fase sperimentale e quindi raramente utilizzati nella pratica medica. L'identificazione dei marcatori genetici è possibile solo in speciali strutture mediche in presenza di costose apparecchiature.

    Nel processo di diagnosi di laboratorio, gli esperti determinano tutti i fattori ereditari che influenzano la comparsa dell'osteoporosi. Inoltre, i marcatori ereditari dell'osteoporosi possono pre-id = "gen"> prevenire la malattia molto prima della comparsa dei primi sintomi clinici.

    Tra i marcatori genetici ci sono due geni e tutti i cambiamenti in essi.

    Gene Col1A1 - è responsabile della produzione di collagene nel tessuto osseo. Anche i più piccoli cambiamenti nel DNA portano alla destabilizzazione della struttura del collagene (le ossa avranno una quantità estremamente piccola di proteine ​​responsabili della crescita e della divisione delle cellule ossee).

    id = "dopl"> Il gene VDR3 è un segmento di DNA nelle cellule responsabile della crescita dei recettori per la vitamina D3. La soppressione dell'attività di questo sito porta al fatto che la normale quantità di vitamina D3 e, di conseguenza, il calcio non verrà assorbito dall'organismo. La mancanza di queste due sostanze è la causa dello sviluppo dell'osteoporosi ereditaria.

    Tutti i suddetti metodi di esame si riferiscono a metodi accurati e importanti di diagnosi dell'osteoporosi. Al fine di prevenire ulteriori fratture, la prevenzione dell'osteoporosi deve essere effettuata in gruppi a rischio.

    I fattori di rischio includono: menopausa nelle donne in tenera età (fino a 40 anni), mancanza di mestruazioni, bassi livelli di ormoni sessuali, trattamento simultaneo con corticosteroidi, ipertiroidismo, malattie intestinali, cachessia, insufficienza renale cronica ed epatica.

    I principali sintomi della malattia sono variazioni della densità ossea sulla radiografia, fratture frequenti e bassa statura.

    Dopo aver determinato i principali sintomi e fattori di rischio, è necessario elaborare un piano di trattamento per l'osteoporosi in un centro medico sotto la guida di un medico qualificato.

    Durante l'esame è anche necessario tenere conto della necessità di una diagnosi differenziale nello studio delle immagini a raggi X. Nei pazienti più anziani, le metastasi ossee dovrebbero essere escluse.

    La definizione di possibili metastasi è di fondamentale importanza, dal momento che compaiono nello stesso luogo in cui l'osteoporosi è solitamente localizzata. Al fine di determinare la diagnosi di diagnostica di laboratorio viene effettuata, spesso effettuata la puntura ossea.

    id = "oste"> Al completamento di tutte le attività diagnostiche, il medico specialista deve selezionare il trattamento corretto e prescrivere i farmaci appropriati. Per fare ciò, devi basarti sui risultati della diagnosi.

    La diagnostica dell'osteoporosi si basa su una serie di studi non invasivi sicuri, non difficili da eseguire e, se necessario, eseguiti più volte in un paziente.

    I metodi diagnostici includono:

    • esame a raggi X;
    • densitometria ossea;
    • analisi biochimica di specifici marcatori di patologia.

    Metodi strumentali

    La radiografia è un metodo diagnostico disinformativo, in quanto consente di sospettare solo processi patologici nell'osso in base alle caratteristiche caratteristiche dell'immagine.

    La densitometria è alcune tecnologie che consentono di determinare la densità del tessuto osseo. Esistono densitometria tomografica a raggi X, ultrasuoni e computerizzata.

    I dati ottenuti mediante densitometria vengono sottoposti ad analisi computerizzata, durante la quale vengono calcolate le dimensioni, lo spessore e la porosità delle ossa e viene determinata la loro densità apparente.

    La densitometria con l'aiuto degli ultrasuoni ha una serie di vantaggi nella diagnosi dell'osteoporosi: non richiede molto tempo, non contiene radiazioni, è usata nei bambini e nelle donne incinte.

    Metodi di laboratorio

    Un ruolo importante nello stabilire la diagnosi ha un esame del sangue per l'osteoporosi. Nel sangue del paziente, sono determinati i marcatori speciali per determinare la gravità e il grado di progressione della malattia.

    Come determinare l'osteoporosi mediante analisi del sangue? È sufficiente definire i seguenti indicatori:

    1. La fosfatasi alcalina è un enzima presente negli osteoblasti. Serve come indicatore della distruzione ossea.
    2. L'osteocalcina è una proteina che è un marcatore specifico della formazione dell'osso.
    3. Il calcio totale è un macronutriente, una componente importante della costruzione scheletrica. Il grado di osteoporosi si manifesta con varie fluttuazioni della concentrazione di calcio nel siero.
    4. Il fosforo inorganico è uno dei componenti principali dell'osso. I sali di fosforo sono coinvolti nel metabolismo dei minerali. Cambiamenti nel contenuto di fosforo sono stati osservati in varie patologie, tra cui l'osteoporosi.
    5. Paratormone regola lo scambio di sali di fosforo e ioni di calcio nel corpo.
    6. Ormoni tiroidei: TSH, T4.
    7. Ormoni sessuali (testosterone, estradiolo).

    Un indicatore altamente specifico dei processi metabolici del tessuto osseo è il deoxipiridoneolo (DPID) - un marker di distruzione ossea, che si trova nelle urine.

    Le persone con più di 50 anni, i pazienti affetti da patologie reumatiche ed endocrine, che usano i farmaci glucocorticoidi, le donne durante la menopausa necessitano di un esame regolare. Quali test passare, dillo a un medico o endocrinologo.

    In alcuni laboratori, ad esempio, in Invitro vengono offerti profili speciali che includono l'analisi biochimica del sangue e delle urine nell'osteoporosi.

    Gli indicatori dei processi metabolici nell'osso consentono di:

    • identificare tempestivamente i pazienti con compromissione del metabolismo osseo durante l'esame preventivo;
    • prevedere il livello di distruzione ossea e cambiamenti nella sua densità;
    • valutare l'efficacia e monitorare la terapia prescritta.

    Con l'osteoporosi, diminuisce la densità ossea, che a sua volta, rompe la resistenza ossea e aumenta il rischio di fratture. La densità ossea dipende dalle cellule: osteoblasti (cellule formanti) e osteoclasti (cellule che distruggono l'osso).

    L'interazione di queste cellule tra loro dipende da molti fattori: gli ormoni, se una persona mangia correttamente, quanto è salutare un paziente, lo sforzo fisico.

    La diagnosi dell'osteoporosi si basa sull'uso di diversi metodi: di laboratorio e biochimici, strumentali e clinici.

    Determinazione dei fattori di rischio

    La prima fase della diagnosi è l'identificazione dei fattori di rischio in base ai dati del paziente:

    1. Problemi con il tratto digestivo (scarso assorbimento di calcio).
    2. Il contenuto minimo di calcio e vitamina D nel corpo.
    3. Sindrome postmenopausale o menopausa troppo precoce.
    4. Assunzione di farmaci glucocorticosteroidi.
    5. Ricezione di ormoni tiroidei.
    6. Abuso di alcol, fumo.
    7. Stile di vita sedentario

    Metodi diagnostici a raggi X.

    La diagnosi dell'osteoporosi mediante radiografia è uno dei metodi più comuni e facilmente accessibili. Questo metodo è molto spesso utilizzato nella pratica clinica per i test di osteoporosi. Ma questo metodo di ricerca ha un notevole svantaggio: è possibile rilevare la presenza di osteoporosi solo nel caso in cui il paziente abbia perso più del 30 percento della massa ossea.

    Nelle prime fasi della malattia, può essere molto difficile identificare l'osteoporosi, per questo è necessario condurre una serie di esami del sangue specifici che consentono di effettuare una valutazione del metabolismo del calcio-fosforo e di diagnosticare tempestivamente l'osteoporosi.

    Cosa fare

    Una serie di studi dovrebbe essere eseguita per la diagnosi precoce della malattia al fine di poter fermare la perdita ossea, spesso osservata durante la menopausa nelle donne, ridurre il dolore osseo durante l'esercizio e ridurre il rischio di fratture.

    Le principali indicazioni per

    Tutte le persone di vecchiaia, e ancora meglio per coloro che hanno oltrepassato la soglia dei quaranta anni. Prima di tutto, questo vale per la metà femminile della popolazione.

    Spiegazione dei principali indicatori nella diagnosi di osteoporosi:

    • Il calcio totale è uno dei componenti minerali più importanti di cui è fatto l'osso. Questo oligoelemento è coinvolto non solo nella costruzione dello scheletro, ma partecipa anche al lavoro dei sistemi neuromuscolari e cardiovascolari, svolge un certo ruolo nell'assicurare la coagulazione del sangue e altri processi vitali. L'indicatore normale del calcio è nell'intervallo 2,2-2,65 mmol / l, i cambiamenti nella concentrazione di questo elemento variano a seconda dello stadio e del decorso della malattia.
    • Il fosforo inorganico è un componente minerale dell'osso, contenuto nel corpo umano sotto forma di fosfati di magnesio, calcio e altri sali. L'indicatore normale del fosforo organico è nell'intervallo di 0,85-1,45 μmol / l. I cambiamenti nel contenuto di fosforo nel sangue sono in limiti diversi e dipendono dallo stadio dell'osteoporosi.
    • Il DPID (deossipiridoneolo) è un marker di riassorbimento osseo, determinato dall'analisi delle urine. Nel caso dell'osteoporosi postmenopausale, l'escrezione urinaria DPID aumenta in modo significativo, il che è possibile anche con iperparatiroidismo primario, tireotossicosi e osteomalacia. I valori normali di deossipiridonolina nelle donne sono compresi tra 3,0-7,4 nmol DPID / mol creatura., Per gli uomini - 2,3-5,4 nmol DPID / mol creatina.
    • Ormone paratiroideo - un ormone sintetizzato dalle ghiandole paratiroidi. È responsabile della regolazione del fosforo e del metabolismo del calcio nel corpo. Livelli normali di ormone paratiroideo - 0,7-5,6 pmol / l. Per diagnosticare varie forme di osteoporosi, è molto importante determinare la concentrazione dell'ormone paratiroideo.
    • L'osteocalcina è una delle principali proteine ​​non collagene dell'osso, che è attivamente coinvolta nella sintesi del nuovo tessuto osseo e nella mineralizzazione ossea. Determinare la concentrazione di osteocalcina consente di valutare il metabolismo osseo e determinare la progressione di molte malattie ossee. L'aumento dell'indice è registrato nel caso dell'iperparatiroidismo primario, così come nei pazienti con acromegalia e ipertiroidismo. Livelli normali o leggermente elevati possono essere con l'osteoporosi postmenopausale. Una diminuzione dell'osteocalcina è osservata nella distrofia renale e nell'osteomalacia. Con un aumento del contenuto di osteocalcina, la diagnosi del suo contenuto consente di monitorare il corso del trattamento. Il contenuto normale di osteocalcina negli uomini è 12-52,1 ng / ml; per le donne - 5,4-59,1 ng / ml

    La densitometria ossea nell'osteoporosi è un altro metodo per diagnosticare lo stato del tessuto osseo.

    L'accuratezza dei test per la diagnosi di osteoporosi è determinata da diverse regole non molto complicate:

    • Un giorno prima di donare il sangue, l'alcol dovrebbe essere escluso e l'attività fisica dovrebbe essere abbandonata.
    • È meglio donare sangue al mattino a stomaco vuoto.
    • Non è raccomandato mangiare 12 ore prima della donazione di sangue.
    • Per determinare con precisione la concentrazione di fosforo e calcio nel sangue, è necessario abbandonare alcuni prodotti che provocano un aumento della concentrazione di elementi - noci, legumi, cavoli di mare, caffè, latte. Alcuni supplementi biologicamente attivi possono anche aumentare la concentrazione.
    • Prima di prendere il sangue per l'analisi, il paziente deve essere almeno mezz'ora in uno stato di riposo completo.

    L'osteoporosi è una malattia estremamente comune caratterizzata da una diminuzione della densità ossea.

    In una certa misura, la crescente frequenza dei casi diagnosticati di osteoporosi è spiegata non tanto da un deterioramento della salute della popolazione, quanto da un aumento dell'aspettativa di vita (la malattia colpisce principalmente le persone nella fascia di età più avanzata).

    Lo sviluppo delle capacità diagnostiche della medicina moderna ha avuto un ruolo nell'aumentare il numero di pazienti con maggiore fragilità ossea.

    La densitometria ossea è un metodo per determinare la concentrazione di minerali nella composizione delle ossa. La densitometria consente di identificare l'osteoporosi e determinarne il grado per un trattamento adeguato.

    La medicina moderna è pronta ad offrire 2 principali metodi di diagnosi: densitometria a raggi X e ultrasuoni. Esiste anche un'assorbtiometria fotonica, che, come i principali, è accompagnata da un intervento doloroso.

    Tipi di densitometria ossea

    La densitometria a raggi X consiste nell'utilizzare una macchina a raggi X per determinare la diagnosi se la perdita di massa ossea è del 20-25%.

    Questa tecnica è la più informativa e quindi viene utilizzata quando l'osteoporosi raggiunge seri stadi di sviluppo.

    Densitometria a doppia energia. Si basa sulla misurazione dell'assorbimento di raggi X da parte dell'osso. Maggiore è la densità dell'osso, più difficile è il passaggio del raggio attraverso di esso.

    Per le vertebre e il femore vengono applicate due fasci diversi.

    La densitometria a raggi X ha indicatori sufficientemente accurati, che si ottengono confrontando i risultati dell'assorbimento dei raggi da parte dei tessuti molli e delle ossa.

    Assorbtiometria fotonica. La densità ossea in tale diagnosi è determinata misurando l'assorbimento osseo dei radioisotopi.

    Le dosi di radiazione sono abbastanza insignificanti.

    Prima di verificare le condizioni delle ossa per l'osteoporosi utilizzando metodi di laboratorio e strumentali, è necessario determinare i fattori che potrebbero influenzare lo sviluppo dello stato patologico del tessuto osseo.

    Questo può essere fatto raccogliendo accuratamente i dati anamnestici, esaminando il paziente ed esaminando la sua scheda ambulatoriale.

    Se una persona ha diversi fattori di rischio per l'osteoporosi e una storia di fratture ossee, il medico suggerirà prontamente che tale paziente venga esaminato per determinare la densità minerale ossea, che è chiamata densitometria.

    L'analisi della densitometria dell'osteoporosi, il cui costo dipende interamente dal metodo di attuazione, è una stima della densità delle ossa, cioè del coefficiente della loro saturazione con il calcio.

    Attualmente, i metodi più informativi per la diagnosi dell'osteoporosi sono considerati:

    • densitometria computerizzata ad ultrasuoni;
    • Densitometria a raggi X;
    • analisi del sangue biochimica per l'osteoporosi.

    Criterio Z - mostra il rapporto tra la densità ossea nel corpo e la densità ossea media di un gruppo di persone di sesso ed età simili.

    Chi ha bisogno di essere esaminato?

    • Il rischio di morte associato a una frattura dell'anca è paragonabile al rischio di morte per cancro al seno: nei primi due casi aumenta con l'età.
    • metreo

    Foto: diminuzione della densità ossea nell'osteoporosi La densitometria (osteodensitometria, densitometria ossea) è un metodo diagnostico per determinare la densità ossea.

    Le misurazioni possono essere effettuate in due modi: usando i raggi X e gli ultrasuoni. I risultati ottenuti vengono elaborati da un programma per computer in conformità con le norme di età e genere.

    Tipi di densitometria ossea

    La diagnosi di osteoporosi è un insieme di esami del sangue specifici, che consente di valutare il metabolismo del calcio-fosforo e individuare tempestivamente l'osteoporosi.

    Lo scopo della diagnosi di osteoporosi

    Perché devo diagnosticare l'osteoporosi?

    Questo studio è necessario per la diagnosi precoce dell'osteoporosi - perdita ossea, che è comune nelle donne durante la menopausa, accompagnata da dolore alle ossa durante l'esercizio e un aumentato rischio di fratture.

    Trattamento dell'osteoporosi a Mosca

    Indicazioni per la diagnosi di osteoporosi

    Quali sono le indicazioni per la diagnosi di osteoporosi?

    Chiunque abbia più di 40 anni, in particolare donne, è raccomandato per diagnosticare l'osteoporosi almeno una volta all'anno.

    Tassi di osteoporosi

    Cosa significano gli indicatori diagnostici dell'osteoporosi?

    1) Il calcio totale è uno dei principali componenti minerali dell'osso, l'elemento traccia più importante coinvolto nella costruzione dello scheletro, il lavoro del cuore, l'attività neuromuscolare, la coagulazione del sangue e molti altri processi. Diverse forme e stadi dell'osteoporosi si manifestano con diversi cambiamenti nella concentrazione di calcio.

    Indicatori normali di calcio: 2,2-2,65 mmol / l.

    2) Il fosforo inorganico è un componente della materia minerale ossea, che è contenuto nel corpo sotto forma di sali (calcio, fosfati di magnesio, ecc.) E partecipa alla formazione del tessuto osseo e al metabolismo energetico cellulare. L'85% del fosforo totale è nelle ossa. Cambiamenti nel contenuto di fosforo nel sangue sono stati osservati in varie forme di patologia del tessuto osseo, compresa l'osteoporosi.

    Indicatori normali di fosforo: 0,85-1,45 μmol / l.

    3) L'ormone paratiroideo è sintetizzato dalle ghiandole paratiroidi e regola il metabolismo del calcio e del fosforo nel corpo. Determinare la concentrazione dell'ormone paratiroideo fornisce informazioni importanti per la diagnosi di varie forme di osteoporosi.

    Ormone paratiroideo a prestazioni normali: 9,5-75,0 pg / ml (0,7 - 5,6 pmol / l).

    4) Deoxypyridone (DPID) - un marker di distruzione del tessuto osseo (riassorbimento), che è determinato nelle urine. La sua escrezione urinaria aumenta con l'osteoporosi postmenopausale, l'osteomalacia, la tireotossicosi, l'iperparatiroidismo primitivo, ecc.

    Indicatori normali di cpr:

    • uomini, 2.3-5.4 nmol DPID / mol creatinina;
    • donne - 3,0-7,4 nmol DPID / mol creatinina.

    5) Osteocalcina - la principale proteina non collagenica dell'osso, che è coinvolta nel processo di mineralizzazione ossea e nella sintesi del nuovo tessuto osseo. Questo è un indicatore del livello del metabolismo osseo in generale e un possibile indicatore prognostico della progressione della malattia ossea.

    Elevati valori di osteocalcina sono osservati nell'iperparatiroidismo primario, in pazienti con ipertiroidismo e acromegalia. Nell'osteoporosi postmenopausale, è entro limiti normali o elevati.

    Con osteomalacia e osteodistrofia renale, il contenuto di osteocalcina è ridotto. Questo studio è necessario per la diagnosi dell'osteoporosi e del trattamento di controllo, con un aumento del calcio nel sangue.

    Livelli normali di osteocalcina:

    • premenopausa donne 6,5 - 42,3 ng / ml;
    • donne in postmenopausa 5,4 - 59,1 ng / ml.

    Preparazione per la diagnosi di osteoporosi

    Come prepararsi per la diagnosi di osteoporosi?

    Un giorno prima di prendere il sangue, è necessario eliminare lo sforzo fisico e l'assunzione di alcol, è preferibile assumere sangue a stomaco vuoto al mattino. Devono esserci almeno 12 ore tra l'ultimo pasto e il prelievo di sangue.

    Alcuni alimenti (latte, alghe, caffè, fagioli, noci), integratori alimentari possono causare un aumento della concentrazione di calcio e fosforo nel sangue. Il paziente deve essere completamente a riposo per 30 minuti prima di prelevare il sangue.

    Qual è il momento dell'analisi?

    Regole per la preparazione per

    Analisi delle urine

    Per valutare il metabolismo del calcio-fosforo, viene eseguito un esame del sangue. Questo è il principale metodo di diagnosi dell'osteoporosi, che mostrerà il problema.

    Per questo studio, viene raccolto sangue venoso. Successivamente, il contenuto di ciascuna sostanza viene studiato con vari metodi.

    Preparazione per la donazione di sangue:

    • alcuni giorni il dottore cancella alcuni farmaci;
    • mangiare cibi grassi è limitato;
    • l'alcol e il fumo sono esclusi;
    • il sangue viene dato al mattino a stomaco vuoto.

    osteocalcina

    La principale proteina del collagene osseo è l'osteocalcina. La sua determinazione viene effettuata secondo il metodo di RIA e EHLA. L'aumento del contenuto proteico indica lo sviluppo iniziale di ipertiroidismo, osteodistrofia e osteoporosi postmenopausale. In un bambino, la sostanza è elevata durante il periodo di sviluppo attivo, negli adulti dipende dal genere.

    • per gli uomini 18-30 anni - 22-70, per le donne - 10,8-42,5;
    • in uomini e donne di 30-50 anni - 13,5-43;
    • per gli uomini di 50-70 anni - 15-47, per le donne - 14,5-47.

    Fosforo inorganico

    Il livello di fosforo inorganico dipende dal processo di remineralizzazione. Determinato dalla colorimetria.

    Livelli elevati indicano un eccesso di vitamina D, acromegalia, decadimento osseo e osteoporosi. Il contenuto ridotto indica un possibile rachitismo, ipercalcemia, mancanza di ormone della crescita, insufficienza metabolica.

    • nei bambini fino a due anni - 1.4-2.2;
    • da 2 a 12 anni - 1.4-1.7;
    • sotto i 60 anni - 0.8-1.3;
    • dopo 60 anni - 0.9-1.3 per le donne, 0.75-1.2 per gli uomini.

    calcio

    Il livello di calcio, il componente principale dell'osso, è determinato dalla calorimetria.

    Livelli elevati indicano ipervitaminosi D, sovradosaggio con diuretici, sviluppo di iperparatiroidismo. Una diminuzione della norma è osservata nel rachitismo pediatrico, nell'osteomalacia negli adulti e nell'ipoparatiroidismo.

    • nei bambini sotto i 2 anni - 1.9-2.6;
    • da 2 a 13 anni - 2.2-2.7;
    • dai 13 ai 17 anni - 2.1-2.55;
    • da 17 a 60 anni - 2,5-2,6;
    • dopo 60 anni - 2,05-2,55.

    D-Cross Laps

    Il marcatore mostra il livello di lisciviazione dei minerali. Un aumento del tasso è osservato in menopausa, iperparatiroidismo, artrite, compresa la forma reumatoide e l'osteopatia.

    • fino a 49 anni - sopra lo 0,59;
    • fino a 56 anni - sopra 0,58;
    • da 56 a 70 anni - per gli uomini sopra 1.009, per le donne sopra 0.7;
    • dopo 70 anni - superiore a 0,8.

    Enzima fosfatasi alcalina

    L'elevata attività della fosfatasi alcalina indica la comparsa di malattie ossee. La concentrazione è determinata dal metodo del tampone amminometil proponolone.

    Livelli elevati indicano osteomalacia, rachitismo, oncologia, processo di guarigione ossea.

    • da 3 a 7 anni - superiore a 644;
    • da 7 a 13 anni - sopra 720;
    • dai 13 ai 18 anni - nelle ragazze da 448, nei ragazzi dal 936;
    • dopo 18 anni - nelle donne oltre i 105, negli uomini sopra i 115.

    L'analisi delle urine mostra fosforo inorganico e deossipiridinolina (DPID).

    Lo standard del fosforo è un valore compreso tra 13 e 43 mmol / die.

    Livelli elevati indicano un sovradosaggio di vitamina D, rachitismo, formazione di calcoli renali, limitazione della mobilità delle fratture. Un livello ridotto indica processi atrofici, metastasi ossee, acromegalia o una concentrazione infettiva nel corpo.

    Il tasso di DPID nel sangue è 3,6-4 nelle donne e 2,3-5,6 negli uomini.

    Livelli elevati indicano osteoporosi, osteoartrite, patologia di Paget, metastasi. Basso contenuto è caratteristico per il recupero del corpo dopo la malattia.

    La preparazione per lo studio è standard. L'urina del mattino viene raccolta. 48 ore prima della procedura, l'alcol, il fumo e alcuni farmaci sono esclusi.

    Emocromo completo per l'osteoporosi è il primo studio prescritto da un medico per escludere gravi patologie. Gli indicatori importanti qui sono leucociti e ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Livelli elevati di leucociti e ESR possono indicare la presenza di una malattia infiammatoria sistemica, ma anche l'osteoporosi secondaria può essere inclusa qui.

    id = "ak"> Norma dei leucociti - da 4 a 9 × 109 unità.

    Il tasso di ESR - in uomini - da 1 a 10 mmh, per donne - da 2 a 15 mmh.

    La vitamina D nel corpo regola i processi metabolici che coinvolgono il calcio. È necessario un esame del sangue per la vitamina D se il paziente presenta un disturbo associato a una carenza della sostanza.

    id = "es"> Le norme della vitamina D - da 70 a 250 nmol.

    Somatomedin-C (fattore di crescita insulino-simile-1, IGF-1) è un ormone responsabile della crescita delle cellule ossee. id = "pok"> Si consiglia anche l'analisi della somatomedina-C se si sospetta l'osteoporosi.

    Le norme della somatomedina-C sono maschi fino a 55 anni - da 0 a 5 microgrammi, femmine fino a 55 anni - da 0 a 18 microgrammi; uomini dopo 55 anni - da 1 a 10 μg, donne dopo 55 anni - da 1 a 15 μg.

    La tiroxina (L-tiroxina, ormone T4) è un ormone tiroideo che ha un effetto stimolante sull'attività degli osteoclasti. Livelli elevati di tiroxina portano alla distruzione ossea. È necessario un esame del sangue per la tiroxina per confermare la diagnosi.

    id = "kort"> Norme di tiroxina - da 10 a 19 pmol.

    Un esame del sangue è assegnato a tutti i pazienti e consente di valutare la qualità del metabolismo del calcio-fosforo, che è un riflesso dello stato della mineralizzazione ossea.

    • L'analisi biochimica del sangue per l'osteocalcina mediante i metodi EHLA e RIA, la principale proteina non collagenica dell'osso, prodotta dalle cellule osteoblastiche, consente di valutare la crescita del tessuto osseo. Nei bambini, il livello delle proteine ​​è spesso elevato a causa di un periodo di rapida crescita, negli adulti è influenzato dal sesso e dall'età.

    Se la proteina è superiore ai valori consentiti, può essere sospettata l'osteodistrofia renale, la fase iniziale dell'ipertiroidismo e dell'iperparatiroidismo, l'osteoporosi postmenopausale. La mancanza di proteine ​​nel sangue è stata osservata durante la gravidanza, disfunzione della ghiandola paratiroidea, ipercalcemia con metastasi ossee, trattamento a lungo termine con glucocorticoidi.

    • Un esame del sangue per il fosforo inorganico mediante colorimetria con molibdato, che è un componente della frazione fosforo solubile in acido. Il suo livello dipende dalla remineralizzazione delle ossa, dall'intensità dei processi metabolici e dall'utilità dell'assorbimento del minerale nel sistema digestivo. Gli indicatori delle tariffe variano con l'età.

    L'eccesso di valori normali è caratteristico di iperfosfatemia, che è possibile durante lo sviluppo: osteoporosi, ipervitaminosi da vitamina D, rigenerazione ossea dopo lesioni, acromegalia, acidosi, ipoparatiroidismo, insufficienza renale, decadimento osseo a causa di oncologia, cirrosi portale.

    La diminuzione del tasso al di sotto della norma indica lo sviluppo di rachitismo infantile, osteomalacia, malassorbimento, vari tipi di ipercalcemia, gotta acuta, mancanza dell'ormone somatotropina, pellagra o mancanza di fosforo di natura fisiologica.

    • Esame del sangue per il calcio totale mediante metodo colorimetrico. È uno dei componenti minerali dell'osso. Gli indicatori delle tariffe dipendono dall'età.

    Livelli elevati indicano ipervitaminosi da vitamina D, tireotossicosi, oncopatologia, iperparatiroidismo iniziale, ipercalcemia da immobilizzazione, sindrome alcalina lattea, sovradosaggio di farmaci diuretici. La carenza di calcio è caratteristica di ipoparatiroidismo, rachitismo infantile e osteomalacia negli adulti, pancreatite acuta e insufficienza renale cronica.

    • Definizione di marker In-Cross Laps. Consente di valutare il grado di lisciviazione dei minerali e di identificare la distruzione del collagene del primo tipo.

    Livelli elevati del marcatore possono indicare l'inizio della menopausa nelle donne, iperparatiroidismo, artrite reumatoide e scambio di osteopatia.

    • Lo studio del sangue per la fosfatasi alcalina con il metodo del tampone amminometil proponolone - un enzima la cui alta attività è caratteristica di malattie ossee o malattie del fegato associate all'ostruzione delle vie biliari.

    Il superamento del valore indica patologie ossee, processi di riassorbimento, osteomalacia, rachitismo, cancro e guarigione ossea.

    Questo indicatore può anche aumentare in caso di malattie del fegato, delle vie biliari, disturbi alimentari, attacchi cardiaci del rene, del polmone, così come durante il trattamento con farmaci epatotossici.

    Gli esami per l'osteoporosi sono completati da una serie di metodi strumentali, inclusi i raggi X.

    • Densitometria. Questo è uno dei metodi più comuni per analizzare la struttura ossea, sebbene pochi conoscano il nome della densitometria. Questo metodo prevede lo studio della densità minerale del tessuto osseo e consente di determinare la probabilità di fratture. Il risultato dello studio, che è visibile sulla radiografia, ci consente di sviluppare ulteriori raccomandazioni per combattere la malattia.

    La densitometria può essere eseguita su una macchina a raggi X (un cambiamento nella struttura dell'osso può essere visto nell'immagine, e molto spesso questo metodo viene utilizzato) e su un dispositivo a ultrasuoni.

    Una biopsia diretta del tessuto osseo e la determinazione della densità ossea possono anche essere eseguite in laboratorio esaminando una biopsia.

    Questo tipo di ricerca consente di valutare la qualità del metabolismo calcio-fosforo nel corpo, indicando i processi di mineralizzazione ossea, che indirettamente indica la presenza o l'assenza di osteoporosi. Come determinare il tuo? Prima di consultare un medico, puoi vedere tu stesso i risultati di un esame del sangue e confrontare i risultati con quelli indicati di seguito.

    biochimica

    Il metodo di ricerca determina accuratamente le condizioni di alcune aree del corpo.

    È la principale proteina non collagenica dell'osso, prodotta dagli osteoblasti. È un marker di crescita ossea.

    Eseguito secondo i metodi di EHLA e RIA. Il contenuto sopra la norma indica l'osteodistrofia dei reni, gli stadi iniziali dell'ipertiroidismo e dell'iperparatiroidismo, l'osteoporosi postmenopausale.

    Sotto la norma - durante la gravidanza, debole funzionamento delle ghiandole paratiroidi, ipercalcemia con metastasi ossee, trattamento prolungato con glucocorticoidi. Nei bambini, il livello è elevato a causa di un periodo di rapida crescita, negli adulti è influenzato dal sesso e dall'età.