Diagnostica di navi degli arti inferiori

Le patologie vascolari degli arti inferiori sono un fenomeno quasi universale, soprattutto tra le persone mature. La diagnosi precoce di anomalie nel flusso sanguigno alle gambe è una garanzia di protezione affidabile da gravi complicanze.

I metodi per diagnosticare la condizione delle arterie, vene e vasi sanguigni delle gambe sono:

Esistono test non invasivi, minimamente invasivi e invasivi.

Studi funzionali

Le tecniche funzionali sono le misure diagnostiche più semplici, non invasive e indolori nello studio degli arti inferiori per le malattie vascolari. Tuttavia, a causa delle loro ovvie limitazioni, non danno al medico l'idea del quadro completo della patologia. Vengono utilizzati agli esami iniziali per determinare la presenza della malattia e per capire a cosa è specificamente connessa. Quindi il paziente viene assegnato a studi più approfonditi volti a dettagliare lo stato dell'organo o del tessuto.

1. Misurazione dell'indice spalla-caviglia - viene utilizzato in caso di sospetto restringimento dei vasi degli arti inferiori. C'è una misurazione simultanea della pressione sanguigna nella zona della spalla e della caviglia. Normalmente, le loro figure sono le stesse. Quando il flusso di sangue alle gambe viene disturbato, la pressione nell'area della caviglia si riduce.

2. Rheovasography (RVG) - eseguita utilizzando un dispositivo elettrico simile a un dispositivo ad ultrasuoni. Aiuta a identificare anomalie nel processo attuale di emodinamica periferica e cerebrale. Il risultato specifico viene letto dal reogramma riflesso dal dispositivo.

3. I test funzionali per rilevare i difetti e determinare la pervietà delle vene profonde o comunicanti includono una serie di azioni con una varietà di manipolazioni motorie e palpanti da parte del medico e del paziente. Tutto ciò che serve per tenerli è una benda elastica, un elastico, le mani del dottore e la presenza del paziente.

Metodi diagnostici approfonditi

Dopo aver superato una serie di test e test funzionali, il medico emette un verdetto atteso e inizia a lavorare con tecnologie approfondite per la ricerca della malattia del paziente.

1. L'angiografia è una procedura diagnostica comune che coinvolge il campionamento di una puntura e l'introduzione di un agente di contrasto con raggi X simultanei nella nave interessata. Questa tecnica consente di valutare rapidamente lo stato attuale della vena, dell'arteria o del vaso linfatico e confrontarlo con le caratteristiche individuali della loro struttura anatomica in un paziente. Una radiografia regolare non può dimostrare l'espansione o la contrazione di una nave, ma l'agente di contrasto iniettato risolve questo problema. L'angiografia è praticata con sospetta aterosclerosi, trombosi acuta, tromboflebite, aneurisma. La procedura viene eseguita in condizioni stazionarie, può essere utilizzata immediatamente prima dell'intervento chirurgico.

2. L'ecografia del doppler a ultrasuoni è una tecnica di ricerca dell'hardware che consente di determinare in tempo reale i principali indicatori del flusso sanguigno nei vasi. Un sensore speciale invia un segnale all'area rilevata, modificandone la frequenza con le fluttuazioni della velocità del flusso sanguigno. Gli indicatori sono registrati da un computer, quindi viene eseguito uno speciale calcolo matematico, il cui risultato aiuta a determinare specifici disturbi del tasso circolatorio in specifici vasi.

Questo metodo è rilevante per identificare le lesioni precoci dei vasi sanguigni, determinare la condizione delle vene e delle arterie delle gambe, valutare il flusso di sangue venoso e differenziare la stenosi.

3. La scansione ad ultrasuoni duplex è la procedura diagnostica più sicura e indolore, eliminando il trauma dei tessuti e l'irradiazione dei raggi X. Ha funzionalità più estese rispetto all'ecografia doppler, poiché la modalità Doppler dello studio qui è combinata con la modalità B, che aiuta a tracciare lo stato della nave controllata.

La diagnosi duplex avviene in modalità ambulatoriale. Un gel viscoso viene applicato sulla pelle per garantire un corretto scorrimento del sensore a ultrasuoni; Lo specialista chiede al paziente di adottare la postura desiderata e inizia lo studio. Di norma, l'intero processo dura non più di mezz'ora, dopodiché il gel viene rimosso e il paziente può tornare alla vita normale.

4. La tomografia computerizzata multistrato delle arterie degli arti inferiori (MSCT) è una misura diagnostica, che implica una radiografia strato per strato con ulteriore trasferimento dei dati ottenuti ad uno speciale programma per computer per creare un'immagine tridimensionale. Permette di identificare eventuali lesioni e modificazioni dei vasi sanguigni, monitorare le dinamiche della loro rigenerazione dopo gli infortuni e gli interventi chirurgici, valutare l'efficacia dell'operazione eseguita, rilevare la malattia varicosa.

Viene eseguito utilizzando un tomografo con uno scanner. In alcuni casi, tale test può richiedere l'introduzione di un agente di contrasto, ma in generale la procedura è indolore, intatta e confortevole.

5. Angiografia MR (angiografia con risonanza magnetica) - basata sull'effetto del rilascio di energia elettromagnetica emessa durante la direzione delle onde radio in un forte campo magnetico. Tutte le sue vibrazioni sono registrate ed elaborate dal computer. Questa tecnica è notevole in quanto aiuta a riconoscere le patologie vascolari senza l'uso aggiuntivo di agenti di contrasto. Efficace nell'identificazione di stenosi e occlusione, aneurismi e obliterazione dell'aterosclerosi.

Controindicazioni

Nonostante l'apparente sicurezza e morbidezza dei principali metodi diagnostici, hanno un numero di controindicazioni assolute e relative. I medici con cautela applicano studi approfonditi sulla tecnologia con:

  • Insufficienza cardiaca, epatica e renale scompensata;
  • Reazioni allergiche a componenti di una soluzione di contrasto;
  • Esacerbazione di malattie croniche;
  • Infezioni e infiammazioni;
  • Anomalie mentali.

Gli studi sono effettuati con la massima cautela nelle donne in gravidanza e in allattamento, nei pazienti anziani e nei pazienti con compromissione della coagulazione naturale.

USDG di navi delle estremità più basse: scopi principali e metodi di realizzazione

L'USDG dei vasi degli arti inferiori viene assegnato per identificare le patologie del flusso sanguigno nei vasi delle gambe: arterie e vene. L'obiettivo principale del metodo è determinare la velocità di movimento e direzione del flusso sanguigno.

L'USDG presenta tali vantaggi rispetto ad altri metodi, quali informazioni, sicurezza, possibilità di ripetizione più volte, disponibilità e costi relativamente bassi. Le indicazioni per USDG sono determinate dopo aver ricevuto un flebologo medico.

L'essenza dell'ecografia Doppler

L'ecografia Doppler delle vene e delle arterie degli arti inferiori si basa sull'effetto Doppler fisico: ecco perché il secondo nome del metodo di ricerca è l'ecografia Doppler ad ultrasuoni.

Il dispositivo registra la variazione della frequenza del segnale, lo elabora digitalmente e il medico compie una conclusione sulla conformità della portata del sangue in un determinato punto di questa imbarcazione con parametri normali o la presenza di eventuali deviazioni. L'USDG è un metodo oggettivo, molto dettagliato, innocuo, indolore per l'esame dello stato vascolare.

Cosa mostra la tecnica?

L'USDG e la vena cava inferiore, femorale, piccole e grandi vene sottocutanee, vene profonde della gamba e vene popliteali sono esaminate sul USDG. Le vene profonde con lo stesso nome accompagnano le stesse arterie.

USDG aiuta:

  • identificare lesioni vascolari iniziali asintomatiche;
  • rilevare patologie vascolari: placche aterosclerotiche o altre patologie;
  • quantificare il flusso sanguigno (ad esempio, la velocità di movimento);
  • identificare i segmenti di costrizione arteriosa (stenosi) e le dimensioni;
  • determinare le vene varicose: la sua causa, il livello di gravità, c'è un'insufficienza valvolare;
  • identificare un coagulo di sangue nei vasi, misurarne le dimensioni e la struttura, flottare;
  • studiare lo stato delle pareti dei vasi sanguigni (elasticità, ipertonia, ipotensione);
  • diagnosticare gli aneurismi.

Quando si determinano i coaguli di sangue nelle vene profonde, è possibile scoprire le seguenti proprietà:

  • la percentuale di restringimento del lume venoso;
  • trombo parietale o mobile, che viene rilevato premendo il sensore;
  • trombo lieve o stretto;
  • omogeneo o eterogeneo.

L'ecografia Doppler viene eseguita per diagnosticare patologie comuni - vene varicose, aterosclerosi dei vasi della gamba, tromboflebite, trombosi venosa profonda e altre malattie vascolari.

L'ecografia Doppler degli arti inferiori aiuterà a determinare il tipo di trattamento in questa fase della malattia e, se vi sono indicazioni per il trattamento chirurgico, eseguire la marcatura della vena preoperatoria.

Vantaggi di USDG:

  • indolore e non invasivo;
  • basso costo della procedura e disponibilità;
  • nessuna radiazione ionizzante;
  • tenuto il tempo online, in modo da poter immediatamente eseguire una biopsia delle formazioni identificate;
  • i dettagli dell'immagine sono molto più elevati rispetto alle immagini a raggi X convenzionali.

A differenza dell'USD, questi metodi di ricerca altamente informativi come la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata non possono stimare la velocità del flusso sanguigno.

A chi è assegnato

È necessario condurre un esame per i reclami di dolore alle gambe quando si cammina, "intorpidimento", "scatto a freddo" delle estremità. Prima viene diagnosticata la patologia e viene prescritto il trattamento, migliore è la prognosi per il pieno recupero.

UZDG di navi di gambe è nominato se:

  • in altre arterie del corpo c'è già aterosclerosi;
  • dolore nei muscoli del polpaccio;
  • i dolori si verificano durante l'esercizio e camminando a brevi distanze da 500 metri a 1 chilometro;
  • le gambe diventano blu e diventano fredde o diventano rosse e si gonfiano;
  • visibile sulla superficie dei nodi dei vasi sanguigni e manifestare le vene varicose;
  • ci sono lamentele di pesantezza alle gambe, gonfiore, intorpidimento delle gambe, crampi;
  • guarnizioni viola marroni o scure apparse sulle gambe;
  • apparvero le stelle;
  • una delle gambe aumenta di dimensioni rispetto alla seconda;
  • si verificano cambiamenti della pelle trofica;
  • c'era un trauma alle arterie.

Inoltre, l'USDG è prescritto a pazienti con diabete e altre malattie croniche.

In connessione con l'assenza di controindicazioni a questa procedura, può essere effettuata ripetutamente per determinare la dinamica della terapia.

Indicazioni per lo studio

Le indicazioni più comuni per condurre un UZDG sono i reclami su:

  • sbiancamento dei piedi e arti freddi;
  • brividi;
  • le gambe si stancano velocemente e ronzano;
  • lividi rapidamente;
  • le abrasioni non guariscono a lungo;
  • sensazione di bruciore, pienezza, pienezza alle gambe;
  • gonfiore visivo delle vene.

Con l'aiuto della ricerca puoi scoprire:

  • le vene profonde o superficiali sono percorribili e qual è il grado della violazione;
  • quanto sono consistenti le valvole nei vasi venosi, il grado di insufficienza valvolare;
  • qual è la condizione delle vene perforanti - il cosiddetto. collegamento tra reti vascolari profonde e superficiali;
  • e la presenza e il livello di mobilità di un coagulo di sangue.

Nel processo di ricerca può essere identificato:

  • L'aterosclerosi vascolare obliterante è una malattia di grandi vasi caratteristici dei pazienti correlati all'età.
  • L'endarterite obliterante è una malattia dei piccoli vasi caratterizzata da restringimento e infiammazione dei segmenti dell'arteria.
  • Vene varicose - ristagno del sangue venoso e presenza di segmenti vascolari dilatati.
  • La trombosi venosa profonda è una malattia causata da coaguli di sangue che interferiscono con il normale flusso sanguigno.

Preparazione e progresso della procedura

Prendere, se disponibile, un rinvio da un medico e, se disponibili, i risultati di altri studi. Il giorno dello studio, non è necessario bere bevande stimolanti: alcol, caffè, energia, tè, non si deve fumare 2 ore prima dello studio, non è necessario assumere farmaci.

È necessario rimuovere i vestiti dall'area di studio e sdraiarsi sulla schiena vicino all'apparato USDG. Il medico applicherà sul gel contatto con la pelle, che migliora la trasmissione delle onde ultrasoniche. Un medico esegue misurazioni nei punti di controllo corrispondenti alla proiezione delle navi sotto indagine.

L'esame delle piccole vene sottocutanee e popliteali viene eseguito chiedendo al paziente di stare in piedi o rotolare sullo stomaco.

Il monitor acquisisce le immagini delle aree studiate. È possibile che dopo lo studio sdraiato, il medico condurrà uno studio in piedi. In alcuni casi, la misurazione viene effettuata sulla gamba destra e sinistra per confrontare la velocità del flusso sanguigno per ottenere informazioni più approfondite.

Lo studio è ugualmente informativo per vasi grandi e piccoli e per la circolazione arteriosa e venosa.

Lo studio dura fino a un'ora, è assolutamente indolore e non porta disagio. Dopo la procedura, il paziente si alza e rimuove il gel. Dopo 15 minuti, i risultati dello studio saranno emessi e consegnati alle mani.

Principi di decodifica dei risultati e prestazioni normali

La valutazione del letto venoso non ha valori numerici. Un sonologo analizza la pervietà delle vene, la condizione delle valvole venose, la topografia del segmento in cui vengono rivelati la patologia e il grado di flusso sanguigno.

Il flusso sanguigno arterioso ha diversi parametri:

  1. L'indice caviglia-brachiale di ABI è il rapporto tra la pressione arteriosa alla caviglia e la pressione arteriosa misurata alla spalla. Normalmente l'ABI dovrebbe essere compreso tra 0,9 e sopra. Dopo aver caricato il parametro aumenta. Più basso è il punteggio, peggiore è la pervietà delle arterie sulla gamba. Se il grado iniziale di stenosi è 0.9-0.7, allora il critico è già - 0.3.
  2. La velocità massima del flusso sanguigno nell'arteria femorale è normale - 100 cm / s, nella parte inferiore della gamba - 50 cm / s.
  3. L'indice di resistenza nell'arteria femorale supera 1 m / s.
  4. L'indice di pulsazione nell'arteria tibiale supera 1,8 m / s. Più piccoli sono gli ultimi 2 indicatori, più stretto è il diametro della nave.
  5. Il tipo di flusso sanguigno turbolento significa che c'è un restringimento incompleto della nave.
  6. Tipo di tronco: la norma
  7. Tipo di tronco modificato significa che sopra il sito - stenosi.
  8. Il flusso sanguigno collaterale viene registrato sotto il sito con una completa mancanza di flusso sanguigno.

Così, sulla base dello studio, il medico può vedere come si trovano le vene e le arterie, il grado di permeabilità vascolare, la lunghezza dei segmenti stretti.

Il risultato di questo studio è una conclusione medica circa l'uniformità del flusso sanguigno, la natura del suo cambiamento, che si verifica a causa di un restringimento, e talvolta anche il blocco del lume, che può verificarsi a causa di una placca aterosclerotica o trombo.

Analizzato la capacità compensatoria del flusso sanguigno, la patologia della struttura dei vasi sanguigni:

  • l'esistenza di tortuosità, aneurismi;
  • gravità dello spasmo;
  • la possibilità di compressione dell'arteria vicino al tessuto cicatriziale o, ad esempio, dei muscoli spasmodici.

Questa video-conferenza racconta di più sull'attrezzatura necessaria e sulla decodifica degli indicatori (destinati agli specialisti):

Prezzi medi in Russia e all'estero

I vasi sanguigni Doppler delle gambe possono essere divisi in arterie solo USDG o arterie e vene. Nel primo caso, il costo del sondaggio sarà inferiore e ammonterebbe a una media di 3.500 rubli. Nel secondo caso, il costo del sondaggio inizierà da 5.500 rubli.

Una diagnosi efficace delle malattie delle navi delle gambe è possibile solo attraverso l'uso di attrezzature innovative e un'attenta ricerca da parte di specialisti esperti. Dopo aver completato lo studio, il flebologo risolve il problema della necessità di ulteriori diagnosi: flebografia, scansione duplex, flebografia CT, flebografia, ecc.

Ultrasonografia delle navi degli arti inferiori - preparazione e procedura per

La salute del piede è determinata dalla prevenzione di patologie, cura competente, diagnosi tempestiva delle malattie. L'ecografia (ultrasuoni) viene spesso utilizzata per esaminare i vasi delle gambe. Aiuta a identificare le violazioni, a differenziarle dagli altri, a tenere registri sull'efficacia del trattamento prescritto.

Tipi di esame ecografico dei vasi sanguigni

La procedura per l'ecografia dei vasi degli arti inferiori è una tecnica di esame semplice, comune e sicura che non ha controindicazioni assolute. Con l'aiuto della procedura, si ottengono informazioni accurate sulla condizione delle arterie.

L'essenza dello studio sta nella penetrazione di onde di diversa densità attraverso i confini dei tessuti. Gli ultrasuoni sono riflessi dal tessuto e fissati da apparecchiature che visualizzano visivamente le informazioni. Di conseguenza, il medico riceve un'immagine dello stato dei vasi delle gambe. Tutti i tipi di ultrasuoni sono suddivisi in dopplerografia, scansione e triplex.

La valutazione dei vasi e l'individuazione delle patologie degli arti inferiori e superiori viene effettuata mediante ultrasuoni.

Con l'aiuto degli ultrasuoni è possibile diagnosticare la malattia in una fase precoce.

La valutazione diagnostica qualitativa è possibile calcolando i seguenti parametri:

  • diametro del lume;
  • valutazione delle mura;
  • analisi del flusso sanguigno;
  • caratteristiche del flusso sanguigno utilizzando uno speciale triplex 3 modalità D.

Doppler ultrasonico dei Vascolari

USDG rileva facilmente i disturbi del flusso sanguigno, ma non è sempre possibile stabilire la causa. Questo metodo non visualizza le pareti dei vasi sanguigni e le loro curve patologiche, ma influisce sulla velocità del flusso sanguigno e sulla sua qualità. Lo studio Doppler è prescritto per i sintomi di malattie obliteranti: endarterite, malattia di Takayasu, aterosclerosi dei piedi; vene varicose.

Scansione duplex delle vene degli arti inferiori

Durante l'ecografia, un'immagine a colori bidimensionale del settore degli arti esaminati viene trasmessa al monitor. I vantaggi del metodo sono l'obiettività dei risultati, la capacità di ottenere dati sui cambiamenti strutturali nelle pareti. Gli indicatori di flusso sanguigno sullo sfondo e inducibili sono registrati in tempo reale e vengono controllati i sistemi sanguigni periferici. La tecnica scopre le cause dell'ostruzione del sistema circolatorio, fornisce informazioni sulle valvole delle vene.

Scansione triplex

L'ultrasuono dei vasi degli arti inferiori di questo tipo è il più veloce nel tempo, preciso, ma il suo prezzo è superiore al resto. Espande le funzionalità duplex aggiungendo modalità color doppler, ad es. immagine a colori del movimento del sangue nei vasi, che può giudicare più chiaramente la direzione del flusso sanguigno e la sua velocità, oltre a consentire di valutare più accuratamente la permeabilità delle navi e il grado di stenosi. Tre obiettivi sono raggiunti, che ha determinato il nome del metodo - triplex:

  • viene esaminata l'anatomia dei vasi;
  • flusso sanguigno stimato;
  • viene effettuata una valutazione accurata della permeabilità vascolare nella modalità colore.

Quando la diagnosi di vasi delle gambe

Le navi USDG degli arti inferiori e altre sottospecie di ultrasuoni hanno le seguenti indicazioni in base ai flebologi:

  • pesantezza alle gambe dopo un lungo lavoro in piedi;
  • convulsioni;
  • vene safene visibili;
  • pallore e oscuramento della pelle;
  • aneurisma;
  • debolezza del corpo senza una causa, l'impossibilità di una lunga durata.

Patologia rilevabile

L'ecografia Doppler dei vasi delle estremità inferiori e altri tipi di diagnostica aiutano a identificare le seguenti patologie:

  • vene varicose;
  • lesioni vascolari iniziali asintomatiche;
  • presenza di segmenti di restringimento arteriosi (stenosi);
  • flusso sanguigno alterato;
  • la presenza di placche di colesterolo;
  • a- e ipoplasia;
  • coagulo di sangue nei vasi;
  • aneurisma;
  • tromboembolismo;
  • flebotromboz;
  • La sindrome di Raynaud;
  • malattia della valvola;
  • insufficienza vascolare cronica;
  • compressione extravasale;
  • trauma, arterite; sindrome post-trombotica.

Come prepararsi per l'ecografia delle vene degli arti inferiori

Per gli ultrasuoni ci sono tali raccomandazioni:

  • preferibilmente smettere di fumare in un giorno;
  • normalmente per 3 giorni - da alcol e droghe che influenzano lo stato del flusso sanguigno;
  • non usare tè forte, caffè e altri stimolanti artificiali;
  • prima di procedere è importante mantenere la calma.

Come fanno le navi ad ultrasuoni

La procedura ad ultrasuoni viene eseguita in più fasi. passaggi:

  1. Spogliati in mutande.
  2. Distesi sul divano, le gambe si allargano larghe fino alle spalle.
  3. Dopo che lo specialista applica il gel sulla superficie della pelle, guiderà il sensore a leggere lo stato dei vasi. Nella diagnosi dovrà alzarsi su richiesta del medico.
  4. L'ultrasuono delle arterie misura la pressione. Con ultrasuoni venati profondi, inoltre, è necessario "sforzare" e non respirare per un po '.

Cosa mostra le vene ultrasoniche degli arti inferiori

Lo studio determina la posizione, valuta la permeabilità vascolare. Il medico giudica la funzionalità delle valvole, anomalie che influiscono sul flusso sanguigno. Gli indicatori studiati:

  1. ABI - indice caviglia-omerale. Il valore è compreso tra 0,9 e 1,4, con un aumento del ripple che si dice a proposito di un aumento dei carichi. Con una bassa percentuale di pervietà è rotto.
  2. L'indice di pressione tra la spalla e il dito - i limiti sono impostati a 0,8-0,9.
  3. La velocità del flusso sanguigno nelle arterie della coscia - 100 cm in s, nelle gambe - 50 cm in s.
  4. La resistenza dell'arteria del femore non è inferiore a 1 m al secondo, se è deviata viene indicata l'ischemia.
  5. L'indice di pulsazione dell'arteria è superiore a 1,8 m in s. A bassi tassi può essere giudicato il restringimento.
  6. Il flusso sanguigno principale per le grandi arterie. Con le deviazioni c'è un restringimento. Il flusso turbolento parla di stenosi. Le cause sono il tromboembolismo, un tumore.

Controindicazioni allo studio

L'esame dei vasi degli arti inferiori mediante ultrasuoni non ha controindicazioni, tranne che per le ustioni. L'ansia può influenzare il risultato. L'ecografia non causa danni e quindi non ha reazioni avverse.

Dove fare l'ecografia delle vene degli arti inferiori

È possibile eseguire la procedura in qualsiasi ospedale. Il dottore dà la direzione o fa l'ecografia stessa. Nelle istituzioni mediche di Mosca, il costo approssimativo dello studio (USS - angioscanning, USS, USDG) nei rubli sarà:

  • Medsemeya - 2000;
  • Clinica SM - 2000
  • Medicina ABC - 2500;
  • La capitale è 3400;
  • Centro chirurgico internazionale - 3170;
  • Invitro - 2700;
  • Medline - 4000;
  • West 2000;
  • Intima-Media - 2300.

Come controllare i vasi delle gambe: metodi moderni di diagnosi

La pesantezza, il brontolio alle gambe verso la fine della giornata, il dolore durante lo sforzo fisico e le lunghe passeggiate, l'aridità, il prurito della pelle e la freddezza delle punte delle dita dei piedi e dei piedi sono tutti segni di una violazione delle arterie e delle vene degli arti inferiori.

Il medico può assumere la presenza della malattia sulla base di manifestazioni cliniche caratteristiche, ma i metodi di esame moderni ed efficaci confermano la diagnosi. Come controllare i vasi delle gambe: analizzare la recensione e il video in questo articolo.

Problemi con i vasi delle gambe: cosa aspettarsi

Parlando di problemi con i vasi sanguigni, il medico può significare dozzine di malattie.

La circolazione del sangue alterata negli arti inferiori può essere causata da:

  • aterosclerosi: formazione di placche di colesterolo sulla parete arteriosa e sviluppo dell'ischemia degli organi periferici;
  • malattia varicosa - vene varicose patologiche delle gambe con un cambiamento nel deflusso fisiologico del sangue e la formazione di densi "noduli" dolorosi;
  • trombosi - blocco completo o parziale delle vene superficiali o profonde con trombi;
  • flebite o tromboflebite - infiammazione della parete venosa.

Nonostante ognuna di queste patologie abbia caratteristiche cliniche proprie, le istruzioni per la loro diagnosi sono standard. Quindi, come controllare le navi nelle gambe?

Fai attenzione! Le differenze sono presenti solo nella diagnosi di lesioni arteriose e venose.

A quale medico consultare le malattie delle arterie e delle vene

Prima di procedere alle sottigliezze della diagnosi, scopriamo quale dottore controlla i vasi delle gambe.

Lo specialista di cure primarie è un terapeuta. È a lui che i pazienti trattano i loro lamenti. Tuttavia, il terapeuta di solito non cura la malattia vascolare. Il suo compito è quello di impostare una diagnosi preliminare, redigere un piano per l'esame di un paziente e, in base ai suoi risultati, indirizzarlo a uno specialista.

Un medico che diagnostica e cura la malattia arteriosa è chiamato angiologo. Se esegue anche un intervento chirurgico, la sua specialità suona come "angiosurgeon". La flebite, la tromboflebite, le vene varicose e altre patologie venose sono prerogativa del flebologo.

Metodi efficaci per la diagnosi dei disturbi circolatori nell'NC

Come vengono controllati i vasi nelle gambe dipende dalla posizione della lesione.

Controllo delle arterie

La diagnosi di aterosclerosi e altre malattie delle arterie delle gambe richiede un approccio integrato. Si basa su dati clinici, di laboratorio e strumentali.

Va notato che una parte significativa delle malattie vascolari delle gambe è associata alla formazione di placche di colesterolo nell'endotelio, che, crescendo, causano occlusione delle arterie e alterazioni ischemiche nei tessuti periferici.

Fai attenzione! Circa la metà dei pazienti con aterosclerosi degli arti inferiori non ha lamentele. Spesso, i primi cambiamenti patologici possono essere visti solo dai risultati dell'esame strumentale.

Durante l'esame obiettivo, uno specialista valuta i segni esistenti delle lesioni dell'arteria periferica:

  • indebolimento / mancanza di polso;
  • soffio sistolico durante l'ascolto di un'arteria con uno stetoscopio;
  • abbassare la pressione sanguigna negli arti;
  • pallore della pelle, dissanguamento del dito sotto la lamina ungueale.

Quindi, come controllare i vasi degli arti inferiori per pervietà?

Tra i test strumentali popolari:

  1. L'ecografia duplex è un metodo di esame non invasivo che utilizza la sovrapposizione di colori. Di regola, il flusso arterioso viene visualizzato in rosso, venoso - blu. Ciò consente di valutare il grado di obliterazione dei vasi sanguigni e la gravità della stenosi.
  2. L'angiografia radiopaca è uno dei metodi più accurati per diagnosticare i problemi alle arterie, basato sull'introduzione di un mezzo di contrasto nel sangue e sulla creazione di una serie di raggi X. Consente di determinare in modo affidabile la localizzazione del restringimento e della distribuzione del grado del processo patologico.
  3. La tomografia computerizzata è un metodo più moderno di esame delle arterie, che consente di creare un'immagine strato per strato delle strutture interne del corpo. Viene utilizzato principalmente per valutare lo stato delle pareti dell'aorta addominale, le grandi arterie iliache e femorali.
  4. Mr angiography è un metodo moderno e molto accurato per la diagnosi delle malattie vascolari, una caratteristica distintiva della quale è l'assenza di radiazioni R. Si basa sugli effetti delle onde magnetiche e sull'elaborazione del computer dei dati.

Controlliamo le vene

Un test venoso si basa anche su sintomi caratteristici, test di laboratorio e strumentali. E in alcuni casi, il quadro clinico è più informativo. Quindi, con la malattia varicosa, lo stadio della malattia è determinato sulla base di sintomi tipici.

Come esaminare le vene degli arti inferiori?

Le malattie delle vene e dei vasi sanguigni nelle gambe sono comuni a causa del ritmo moderno della vita. Lo stress, le condizioni statiche frequenti e le malattie croniche del sistema endocrino predispongono allo sviluppo di vene varicose, aterosclerosi, trombosi, tromboflebiti.

A causa dell'ampia prevalenza di patologie vascolari, la vera questione è come controllare le vene e i vasi sanguigni nelle gambe?

Tre metodi sono comunemente usati per l'esame: reovasografia, angiografia duplex e ecografia triplex degli arti inferiori. Considera ciascuno di questi metodi e scopri in quali casi è razionale cercare assistenza medica.

Cosa in questo articolo:

In quali casi vengono proiettati?

L'esame delle vene e dei vasi sanguigni delle gambe è consigliabile per passare a ciascuna persona il cui lavoro è strettamente associato a un duro lavoro fisico, o, al contrario, una lunga permanenza in una posizione statica.

È meglio esaminare le vene e i vasi sanguigni almeno una volta ogni 4-5 mesi. Se si rileva la malattia nelle fasi iniziali, possono essere fermati con farmaci, senza ricorrere a complessi interventi chirurgici.

Si raccomanda di consultare un medico in presenza di tali sintomi:

  1. Cambia il colore degli arti. Se la pelle diventa marrone o rossa, allora la probabilità di trombosi o tromboflebite è alta. Queste patologie sono estremamente pericolose e possono persino portare alla morte.
  2. Aumento dell'affaticamento degli arti. Questo sintomo è un carattere per le lesioni aterosclerotiche delle vene e delle vene varicose.
  3. Iperemia della pelle nelle gambe. Il sintomo è caratteristico dello sviluppo dell'insufficienza venosa cronica, delle vene varicose, della trombosi, della tromboflebite e dell'aterosclerosi.
  4. Vene sporgenti. Di solito, questo sintomo è pronunciato con la malattia varicosa delle gambe. Le vene aumentano in modo significativo in termini di dimensioni, rigonfiamento, tenerezza può verificarsi con la palpazione.
  5. L'aspetto di "stelle vascolari" sulle gambe.
  6. Gonfiore degli arti inferiori. Può indicare varie patologie del sistema venoso. Ma spesso, il gonfiore si verifica a causa di problemi renali.
  7. La comparsa di crampi muscolari.

Quando i sintomi di cui sopra non si auto-medicare. Ogni ritardo è irto di complicazioni.

Metodi diagnostici

Ecografia triplex degli arti inferiori

La scansione triplex è ampiamente utilizzata nella diagnosi delle malattie degli arti inferiori. Questo metodo è altamente informativo. Infatti, la scansione triplex combina le funzionalità dell'ecografia Doppler e DDC.

La scansione triplex consente di valutare le condizioni delle vene e dei vasi sanguigni delle gambe, dei reni, del sistema portale, degli occhi, del pene, dell'aorta e dei rami viscerali. Uno studio è condotto in più fasi.

Il sondaggio utilizza tre modalità:

  • S-scan in modalità b. In questa modalità, il medico studia l'anatomia dei vasi, la loro geometria. Anche in questa fase è possibile identificare facilmente placche aterosclerotiche, coaguli di sangue e persino aneurisma.
  • TsDK (mappatura color Doppler). Questa modalità consente di valutare la permeabilità dei vasi sanguigni, per determinare il restringimento del loro lume. Inoltre, con l'aiuto del CDC vengono rilevate le masse trombotiche, la direzione del flusso sanguigno e la presenza dei cosiddetti "cerotti di turbolenza".
  • USDG (analisi spettrale del flusso sanguigno). Questa modalità consente di valutare il tipo di spettro del flusso sanguigno, per identificare le sue deviazioni qualitative e quantitative.

Lo svantaggio dell'ecografia triplex è il suo alto costo. Ad esempio, nelle cliniche di Mosca, il costo della procedura è di circa 2.000 rubli.

Duplex angioscanning

L'angiografia duplex è il "gold standard" nella diagnosi di varie patologie vascolari. Questo metodo è stato ampiamente utilizzato negli anni '80 del secolo scorso.

L'angiografia duplex consente di identificare anomalie nel lavoro dei vasi e delle vene degli arti inferiori, di studiare la geometria dei vasi sanguigni, di identificare i coaguli di sangue e le placche aterosclerotiche.

Inizialmente, i medici esaminano la vena cava inferiore. Nella fase iniziale, è molto importante identificare un trombo (se presente), per studiare la pervietà delle vene iliache interne ed esterne. Inoltre sono state studiate la vena femorale profonda, la vena anteriore poplitea, la perone posteriore e le grandi vene tibiali. Sicuramente il medico presta attenzione ai vasi superficiali.

  1. Innanzitutto, il paziente viene esaminato in posizione orizzontale. Quindi il paziente dovrà assumere una posizione verticale. Queste semplici manipolazioni sono necessarie per ottenere un quadro clinico più accurato.
  2. Assicurati di condurre un test Valsavy. Il paziente dovrà trattenere il respiro durante l'inspirazione, aumentando così la pressione nel peritoneo. Questo test è necessario affinché il medico sia in grado di valutare le prestazioni delle valvole venose superficiali e profonde.
  3. Viene effettuato un test di tosse facoltativo. Il paziente dovrà imitare un colpo di tosse. Se ci sono delle deviazioni nel funzionamento dell'apparato della valvola, allora apparirà il flusso sanguigno opposto.

Nel decifrare lo studio vengono scritte la struttura della nave e il suo spessore, l'indice di Gosling, il valore della CMM, la percentuale di stenosi, la velocità del flusso sanguigno, le caratteristiche e il tipo di flusso sanguigno nelle arterie.

rheovasography

La reovasografia è uno dei metodi più precisi e più recenti di diagnostica funzionale di vasi e vene. Utilizzando questo metodo, è possibile determinare le deviazioni nel lavoro del sistema venoso nelle prime fasi.

Prima di ricerca è necessario prepararsi. Il giorno prima della procedura, non è necessario assumere farmaci. Inoltre, non è possibile fumare e assumere bevande alcoliche prima dello studio.

La reovasografia aiuta a identificare gli impulsi elettrici. Infatti, nel processo di diagnosi, il medico riceve le registrazioni delle fluttuazioni di impedenza. Con il loro aiuto, il medico valuta lo stato del sistema venoso nel suo complesso.

Il metodo aiuta a determinare:

  • Indice sistolico reologico.
  • La quantità di deflusso e flusso sanguigno.
  • Elasticità della nave
  • Resistenza periferica.
  • Asimmetria delle ampiezze d'onda sistolica.

Durante la procedura, il paziente deve assumere una posizione orizzontale. I sensori specializzati sono collegati vicino alle ginocchia e nell'area poplitea. I sensori si trovano simmetricamente.

Dopo aver subito la reovasografia, l'angiografia duplex e l'ecografia triplex, viene effettuata la diagnosi finale e viene selezionata la strategia di trattamento.

Come trattare le vene e i vasi sanguigni?

Con l'aterosclerosi

Nel processo di diagnosi del sistema venoso, l'aterosclerosi può essere diagnosticata. Con questa patologia, le placche aterosclerotiche si formano nel lume dei vasi, che interferiscono con il normale flusso sanguigno.

L'aterosclerosi è pericolosa perché le placche possono eventualmente calcificare e bloccare completamente il lume vascolare. Inoltre, i disturbi del metabolismo dei lipidi aumentano la probabilità di trombosi e tromboflebiti.

Nelle fasi iniziali, è comune trattare l'aterosclerosi in modo conservativo. I pazienti sono assegnati a:

  1. Farmaci antipiastrinici - Aspirina, Reopoliglyukin, Aspirina Cardio.
  2. Acido nicotinico
  3. Fibrati - Clofibrato, Bezofibrat.
  4. Sequestranti di acido biliare - Colesteramina, Colestide.
  5. Statine - Atorvastatina, Lovastatina, Pravastatina.

Inoltre, i pazienti devono seguire una dieta. Dovrà ridurre significativamente la quantità di grasso consumato. Il menu comprende cibi ricchi di fibre, acidi grassi Omega-3 e Omega-6, proteine, zinco, vitamine del gruppo B, acido ascorbico.

Se la terapia conservativa è inefficace, quindi trattare la malattia chirurgicamente. I più efficaci sono stenting vascolare, smistamento, angioplastica a palloncino, protesi. Dopo l'intervento, il paziente deve sottoporsi a un corso di riabilitazione.

Con l'aterosclerosi, la prognosi è favorevole. Se si inizia il trattamento in modo tempestivo, la probabilità di successo delle misure correttive sarà del 90%.

Con trombosi e tromboflebite

La trombosi vascolare si sviluppa spesso sullo sfondo di aterosclerosi o vene varicose, ma a volte la malattia appare per altri motivi. Eliminare le masse trombotiche può essere conservativo.

Se il coagulo di sangue è di piccole dimensioni, è sufficiente che il paziente faccia uso di flebotonie e farmaci per fluidificare il sangue. Le droghe scelte sono Troksevazin, Troxerutin, Aspirin, Escin, Ginkor Fort. Per eliminare il dolore, vengono prescritti farmaci anti-infiammatori non steroidei - Ibuprofene, Nurofene, Diclofenac e altri.

Se il trombo è mobile o di grandi dimensioni, non puoi fare a meno dell'intervento chirurgico. In tali casi, eseguita trombectomia. Durante l'operazione, viene praticata un'incisione nell'area della zona interessata e il medico rimuove la massa trombotica. La procedura non richiede una riabilitazione a lungo termine ed è ben tollerata dai pazienti.

Per quanto riguarda la tromboflebite, è anche trattata nelle sue fasi iniziali, in modo conservativo. I pazienti sono assegnati a:

  • Anticoagulanti. Questi farmaci prevengono i coaguli di sangue, aumentano l'effetto degli enzimi fibrinolitici sui coaguli di sangue, prevengono lo sviluppo di vari tipi di complicanze. I farmaci di scelta sono Antitrombina, Angioks, Warfarin, Wiatrombe, Eparina Sodium, Trombless, Fragmin.
  • Fibrinolitici. Promuovere il riassorbimento delle masse trombotiche, prevenire lo sviluppo di tromboflebite acuta. Le droghe utilizzate principalmente sono Thrombophazim, Gemaza, Metalise, Ukidan.
  • Agenti antipiastrinici. Inibire l'attività piastrinica, sopprimere i sintomi sgradevoli della tromboflebite, normalizzare la circolazione sanguigna. I farmaci di scelta sono Zylt, Plagril, Trental, Clopidex.

Con l'inefficacia delle misure conservative, la tromboflebite viene trattata chirurgicamente. Vengono usate la crosssectomia, la trombectomia del catetere o la sutura della vena genitale della gamba.

Con le vene varicose

Le vene varicose sono la malattia più comune delle vene e dei vasi degli arti inferiori. Questa malattia è abbastanza facile da visualizzare, anche a casa. Di solito con le vene varicose, le vene si gonfiano e aumentano di dimensioni.

I varici sono trattati principalmente in modo conservativo. Le manipolazioni chirurgiche sono utilizzate nei casi in cui la malattia non può essere curata in modo conservativo o nei casi in cui il disturbo è in una fase avanzata.

  1. Ricezione flebotonikov. Questi farmaci normalizzano la circolazione sanguigna, prevengono la formazione di coaguli di sangue, assottigliano il sangue, migliorano le proprietà reologiche del sangue. Vengono utilizzati principalmente Detraleks, Phlebodia 600, Escuzan, Venoruton, Venarus.
  2. antiaggreganti piastrinici. Necessità di ridurre la viscosità del sangue. Applicare Aspirina, Curantil, Vazobral.
  3. Antiossidanti. Normalizza il metabolismo dei lipidi, accelera i processi rigenerativi, previene l'adesione delle piastrine. Si usano Antistax, Rutin, Ginkor Fort.

Anche nel processo di trattamento può essere utilizzato biancheria intima di compressione. Aiuta a neutralizzare la stasi del sangue, a normalizzare la circolazione sanguigna, a prevenire lo sviluppo di complicanze delle vene varicose.

Calze a compressione prevalentemente usate. Possono anche essere assegnate bende e pantaloni di compressione. Puoi indossare biancheria intima su base continuativa. La cosa principale - per scegliere la giusta taglia.

Se i metodi conservativi sono inefficaci, viene eseguita la chirurgia. Per le vene varicose, di solito viene prescritta la flebectomia. La procedura è meno traumatica e non richiede una riabilitazione a lungo termine. Insieme a flebectomia, vengono utilizzate la scleroterapia, la coagulazione laser e la coagulazione a radiofrequenza.

Sull'ecografia degli arti inferiori è descritta nel video in questo articolo.

Tipi di esame delle navi degli arti inferiori

La diagnosi di malattie causate da alterata circolazione del sangue nelle gambe è difficile e non sempre operativa. L'angiografia dei vasi degli arti inferiori è un esame hardware dei vasi delle gambe, che contribuirà a fare una diagnosi più accurata. Come sapete, i disturbi vascolari si dichiarano raramente. Il fallimento nel flusso sanguigno provoca i sintomi caratteristici dell'organo con cui le vene e le arterie sono collegate. Considera quali sono le indicazioni per la necessità di controllare le vene e le arterie, quali sono i tipi di esame dei vasi degli arti inferiori e quali sono le loro differenze?

In quali casi vengono esaminati i vasi delle gambe?

I disordini vascolari sono abbastanza comuni. Gonfiore degli arti, formicolio, dolori, intorpidimento, dolore sono segni di incipiente patologie del flusso sanguigno. Certamente, tali sintomi richiedono un'attenta analisi, sia usando i raggi X (angiografia e angiografia TC), le onde magnetiche (risonanza magnetica delle vene), sia attraverso l'ecografia Doppler.

Gli esami sono progettati per verificare il grado di lesioni delle vene e delle arterie nelle gambe nelle seguenti malattie.

  1. Aterosclerosi delle arterie. Vari metodi di ricerca rivelano quanto siano ristrette le navi, siano esse bloccate da placche.
  2. Sindrome del piede diabetico, è anche chiamata obliterazione dell'endarterite. Infiammazione delle pareti dello spasmo di piccoli capillari e arterie delle gambe. Indagare su come deformano le pareti dei vasi sanguigni nel piede, se si sono formati coaguli di sangue in loro.
  3. Tali patologie vascolari in cui vi è una protrusione della parete arteriosa: diverticolite, esfoliante aneurisma. Con l'aiuto della diagnostica hardware, vengono ricercati il ​​luogo e la lunghezza della separazione della parete del vaso.
  4. Lesioni venose: tromboflebiti, trombosi. Lo studio aiuta a identificare il punto di attacco di un coagulo di sangue e le sue dimensioni.
  5. Lesioni agli arti inferiori. L'esame viene effettuato per determinare se vi è stata una compressione delle navi.
  6. Ulcere trofiche e alterazioni necrotiche nei piedi o nelle gambe.
  7. Inoltre, viene eseguita una diagnostica strumentale per monitorare l'efficacia del trattamento prima dell'intervento chirurgico o della prescrizione di farmaci e dopo l'intervento chirurgico o la terapia.

Nonostante il fatto che le indicazioni per esaminare le vene e le arterie delle gambe siano le stesse, i metodi usati sono diversi. È importante che uno qualsiasi dei tipi proposti di esame contribuisca a rilevare il danno nelle vene o nelle arterie delle gambe.

La TC o la risonanza magnetica delle vene, l'angiografia, l'ecografia Doppler non si sostituiscono, ma completano e chiariscono i risultati della ricerca.

Principio dell'angiografia

I metodi per la valutazione dei disturbi vascolari sono divisi in due tipi: invasivo (con penetrazione nel corpo del paziente) e non invasivo. Il primo gruppo include il metodo di ricerca più accurato e informativo: l'angiografia. Qual è il principio di ricerca?

Questo metodo utilizza l'imaging a raggi X dei vasi studiati in cui è stata iniettata una sostanza radiopaca. L'angiografia può esaminare i disturbi arteriosi (in questo caso il metodo è chiamato arteriografia) e la condizione delle vene (flebografia). L'esame viene effettuato in un ospedale o in centri medici dotati di una sala angiografica a raggi x.

C'è uno studio come segue. All'inizio, l'area della gamba viene anestetizzata, viene praticata un'incisione e un tubulo sottile, l'introduttore, viene inserito nel recipiente di prova. Il catetere attraverso il quale viene erogato l'agente di contrasto è collegato all'introduttore. Il medico inietta una sostanza a base di iodio nell'arteria della vena o della gamba studiata. Quindi fai una serie di raggi X durante la diffusione della sostanza attraverso le vene o le arterie.

La manipolazione è piuttosto lunga, circa un'ora. Dopo il test, una benda stretta viene applicata al sito dell'incisione. Consigliare riposo a letto per 6-10 ore per la prevenzione dei coaguli di sangue.

Per la rapida eliminazione delle sostanze di iodio dal corpo si consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua.

Indicazioni e controindicazioni

La preparazione alla procedura inizia due settimane prima che venga eseguita. L'alcol è escluso, i farmaci che fluidificano il sangue vengono sospesi, vengono effettuati esami del sangue generali e biochimici, coagulogramma e test per la presenza di infezioni (HIV, sifilide, epatite B e C). Il giorno prima dell'esame viene effettuato un test allergico sulla tolleranza della sostanza radiopaca. Alla vigilia puliscono gli intestini, poiché dopo l'angiografia sarà impossibile alzarsi. Mezz'ora prima dello studio, il medico fa iniezioni endovenose di antistaminico e sedativi. L'esame viene effettuato a stomaco vuoto, poiché quando si applica contrasto alle vene, sono possibili sensazioni di calore, nausea.

Le controindicazioni alla procedura sono:

  • allergico allo iodio o ai farmaci anestetici;
  • gravidanza dovuta all'effetto negativo dei raggi X sul feto;
  • periodo di allattamento, perché il mezzo di contrasto a basso dosaggio penetra nel latte materno;
  • infiammazione delle vene - a causa del rischio di coaguli di sangue;
  • bassa coagulazione del sangue - a causa di forti emorragie dopo la procedura;
  • aumento della coagulazione del sangue a causa del rischio di coaguli di sangue;
  • malattia mentale - l'angiografia causa stress nella maggior parte dei pazienti e una persona con un disturbo mentale non sarà in grado di rispondere adeguatamente alle istruzioni del medico e riferire sul loro stato di salute.

L'angiografia è un metodo relativamente sicuro. Ma in pratica ci sono casi di una reazione allergica grave ad un agente di contrasto e al ferimento di vasi sanguigni. L'angiografia con l'aiuto della tomografia computerizzata (TC) e l'utilizzo della risonanza magnetica (MRI) sono considerati meno aggressivi.

L'angiografia viene spesso utilizzata come trattamento chirurgico simultaneo dei vasi sanguigni.

Angiografia TC e angiografia con risonanza magnetica

L'angiografia può essere eseguita utilizzando diversi dispositivi. Un metodo più moderno e benigno è l'angiografia con esame vascolare con tomografia computerizzata (TC). Esternamente, la procedura assomiglia alla solita angiografia, solo l'agente di contrasto viene iniettato non attraverso il catetere, ma con una siringa nella vena. Il paziente giace anche sul tavolo dello scanner, è fisso, collegato ai monitor e posizionato insieme al tavolo all'interno dell'apparecchio di scansione. Uno scanner CT elabora le sezioni a raggi X e mostra una chiara anatomia dei vasi delle gambe in un'immagine tridimensionale.

Un altro principio dello studio dei vasi degli arti inferiori viene utilizzato per l'angiografia con risonanza magnetica. Una persona viene posta in una camera di risonanza magnetica e irradiata con onde radio in un campo magnetico. La procedura è sicura e indolore, ma ha una serie di controindicazioni, tra cui gravidanza, protesi metalliche nel corpo, claustrofobia, peso corporeo eccessivo (oltre 135 kg).

Se si confrontano i due metodi, si ottiene la seguente immagine.

Come controllare le vene nelle gambe - tutti i metodi esistenti

I disturbi vascolari negli arti inferiori sono abbastanza comuni e si manifestano sotto forma di: edema, intorpidimento, dolori, dolore acuto o tirante.

L'aspetto del primo sintomo indica la necessità di consultare uno specialista per controllare le vene e determinare le cause dei sintomi spiacevoli.

Le principali indicazioni per testare le navi sono:

  • Lesioni meccaniche degli arti inferiori - per identificare il processo di spremitura delle vene.
  • Trombosi e tromboflebite - per determinare l'esatta dimensione del trombo e il suo punto di attacco.
  • Patologie vascolari - per cercare la separazione delle pareti dei vasi.
  • Aterosclerosi delle arterie - per determinare il grado di restringimento e identificare le placche.
  • Ulcere trofiche.
  • Processi infiammatori delle pareti (sindrome del piede diabetico) - per valutare il grado di deformazione delle pareti, controllarle per i coaguli di sangue.
  • Periodo preoperatorio e postoperatorio - per valutare l'efficacia del trattamento o della chirurgia.

Metodologia di ispezione vascolare

Il metodo dello studio dipende dalla presenza di indicazioni e controindicazioni per il paziente, determinate dal medico, dopo il trattamento di alcuni disturbi.

angiografia

L'angiografia è un metodo in cui viene utilizzata l'imaging a raggi X di quei vasi in cui viene introdotta una sostanza radiopaca (il più delle volte sulla base di iodio) che passa attraverso i vasi della circolazione polmonare.

Questo metodo è più spesso usato negli ospedali o nei centri medici speciali dove opera una sala angiografica a raggi x attrezzata.

La procedura di angiografia include i seguenti passaggi:

  1. Anestesia della zona degli arti inferiori.
  2. Fare un piccolo taglio.
  3. L'introduzione dell'introduttore (tubo con un diametro piccolo) nella nave, che è oggetto di indagine.
  4. Collegamento introduttore con catetere e mezzo di contrasto.
  5. Introduzione di un mezzo di contrasto a base di iodio nella vena studiata
  6. Effettuare una serie di raggi x.

Tutte le suddette manipolazioni impiegano circa 50-60 minuti, dopo di che viene applicata una benda stretta sul sito della puntura e al paziente viene dato un riposo a letto (fino a 10 ore) al fine di prevenire il verificarsi di coaguli di sangue.

12-14 giorni prima dell'angiografia, si raccomanda di escludere l'alcol, i farmaci che fluidificano il sangue, effettuare un esame del sangue generale e biochimico, il test HIV, l'epatite B e C, la sifilide, il coagulogramma e il test allergico (per un mezzo di contrasto).

Prima della procedura, gli intestini vengono puliti e vengono introdotti sedativi e antistaminici. Tutte le manipolazioni sono eseguite a stomaco vuoto.

Le controindicazioni all'angiografia possono essere:

  • Reazioni allergiche allo iodio o ad altri farmaci usati durante la procedura.
  • Gravidanza e allattamento.
  • Processi infiammatori nei vasi.
  • Tasso di coagulazione del sangue basso o alto.
  • La presenza di malattie mentali.

Per eseguire l'angiografia vengono utilizzati diversi dispositivi, tra cui:

  1. Tomografia computerizzata: la differenza rispetto all'angiografia convenzionale consiste nel somministrare un agente di contrasto non attraverso un'incisione e un catetere, ma attraverso una siringa in una vena. All'uscita dopo la procedura, il medico riceve un'immagine completa dell'anatomia dei vasi degli arti inferiori nell'immagine tridimensionale.
  2. Imaging a risonanza magnetica - durante la procedura, il paziente si trova in una camera di risonanza magnetica ed è esposto a onde radio in un campo magnetico. Queste procedure sono sicure, ma presentano una serie di controindicazioni speciali, oltre a quelle standard tipiche della normale angiografia:
  • Peso corporeo superiore a 135 kg.
  • La presenza di protesi metalliche.
  • Claustrofobia.

Ecografia Doppler

L'ecografia Doppler viene utilizzata per rilevare i cambiamenti nel diametro delle vene degli arti inferiori e per valutare la velocità del flusso sanguigno nell'area locale. L'uso di questa tecnica non causa alcun danno alla salute, è il più sicuro e non prevede un addestramento speciale.

Durante la procedura, ecografia Doppler al paziente viene chiesto di prendere una posizione verticale sul divano e scansionare l'area richiesta. In parallelo con questo, lo schermo mostra un'immagine che indica il movimento del sangue attraverso le vene e le arterie. Il tempo totale di tutte le manipolazioni non supera i 20 minuti.

Molto spesso, questi tipi di ultrasuoni Doppler vengono utilizzati per valutare completamente lo stato dei vasi degli arti inferiori:

  • Scansione ultrasonografica duplex: viene utilizzata l'analisi ecografica standard, che mostra le condizioni generali dei vasi sanguigni e dei vasi sanguigni.
  • Scansione a ultrasuoni a colori - un esame eseguito a colori e consente di valutare non solo lo stato delle caratteristiche vascolari e del flusso sanguigno, ma anche la sua densità.
  • Ultrasuono "portatile" - l'essenza di questo metodo è ascoltare il riflesso del medico degli ultrasuoni da un vaso sanguigno, trasformato in un modo speciale, al fine di rilevare l'area con sanguinamento alterato. Questo studio può essere effettuato nella stanza del paziente vicino al suo letto.
  • Il metodo degli ultrasuoni inclusi è il metodo più moderno, caratterizzato da un'elevata sensibilità alla rilevazione di problemi con il flusso sanguigno nelle vene.

Tomografia computerizzata

Tomografia computerizzata: questa è una delle tecniche principali e più popolari, con cui è possibile valutare appieno il sistema vascolare.

Durante la procedura, il paziente assume una posizione orizzontale sul tavolo e viene posizionato all'interno del tomografo, che esegue la scansione con raggi X sottili della zona richiesta, che sono equamente distribuiti a causa dello strumento rotante.

Questa tecnica consente di valutare i vasi nelle gambe, determinarne la pervietà e rilevare la presenza di anomalie congenite.

reografia

La reografia viene utilizzata in presenza di vene varicose nelle gambe, in grado di rilevare la presenza di trombosi.

Durante la procedura, una sonda speciale è attaccata alla pelle, dopo di che il medico dà una stima del riflesso dei raggi infrarossi in esso e, sulla base di questi dati, diagnostica o prescrive ulteriori studi.

termografia

La termografia viene utilizzata per valutare le condizioni delle arterie. L'essenza della tecnica risiede nella relazione diretta del livello di temperatura con la permeabilità arteriosa. Se durante lo studio, il sensore rileva una diminuzione della temperatura, quindi indica una riduzione della pervietà.

Questa procedura non ha controindicazioni evidenti, più spesso utilizzate per il rilevamento tempestivo di:

  1. Aterosclerosi obliterante.
  2. Angiopatia diabetica

venografia

Il controllo dei vasi sulle gambe viene effettuato introducendo un agente di contrasto, conducendo una serie di colpi in varie proiezioni, il paziente deve periodicamente cambiare la posizione del corpo e respirare correttamente dentro e fuori (al comando del medico).

Le immagini possono essere utilizzate per valutare la permeabilità delle vene superficiali e profonde, l'apparato valvolare, nonché per rilevare la presenza di coaguli di sangue.

conclusione

Iscriviti con un medico che lavora nella tua città può essere direttamente sul nostro sito web.

Solo il medico curante sarà in grado di suggerire come controllare i vasi sanguigni delle gambe, in base alle condizioni generali del paziente e ai sintomi presenti, poiché non tutti i metodi sono universali e completamente innocui.