Anticoagulanti: una lista di farmaci

Gli anticoagulanti sono farmaci mirati a sopprimere l'attività del sistema sanguigno responsabile della sua coagulazione. Gli anticoagulanti contribuiscono al fatto che la fibrina sarà prodotta in piccole quantità, impedendo così la formazione di coaguli di sangue. Gli anticoagulanti inibiscono i processi di coagulazione del sangue, cambiando la sua viscosità.

I preparati relativi agli anticoagulanti sono prescritti sia a fini terapeutici che profilattici. Sono disponibili sotto forma di compresse, unguenti e soluzioni per la somministrazione endovenosa e intramuscolare. Il medico prescrive anticoagulanti, selezionando il dosaggio necessario per il paziente. Se lo schema terapeutico è sbagliato, allora si può seriamente danneggiare il corpo. Le conseguenze sono molto pesanti, persino fatali.

Le malattie cardiovascolari sono in primo luogo tra le cause patologiche che portano alla morte tra la popolazione umana. Spesso, coaguli di sangue portano alla morte di una persona che soffre di patologia cardiaca. Praticamente ogni seconda persona nel corso di un'autopsia ha un coagulo di sangue nei vasi. Inoltre, il tromboembolismo polmonare e la trombosi venosa possono portare a seri problemi di salute e rendere le persone disabili. Pertanto, dopo che una particolare patologia del sistema cardiovascolare è stata scoperta in una persona, i medici prescrivono anticoagulanti per i pazienti. Se inizi a sottoporsi alla terapia in modo tempestivo, sarai in grado di prevenire la formazione di masse trombotiche nei vasi, i loro blocchi e altre gravi complicazioni della malattia.

L'Hirudin è un anticoagulante naturale noto a molte persone. Questa sostanza è contenuta nella saliva della sanguisuga. È valido per 2 ore. La moderna farmacologia offre ai pazienti anticoagulanti sintetici, che al momento ci sono più di 100 articoli. Una così vasta gamma di farmaci ti consente di scegliere il farmaco più efficace ed efficace in ogni caso.

Molto spesso, gli anticoagulanti hanno un effetto non sul coagulo sanguigno stesso, ma sul sistema di coagulazione del sangue, riducendone l'attività, che consente di sopprimere i fattori plasmatici del sangue, che lo fanno collassare e impedisce anche la produzione di trombina. Senza questo enzima, i fili di fibrina che formano un coagulo di sangue non possono crescere. Quindi è possibile rallentare la formazione di un coagulo di sangue.

Come funzionano gli anticoagulanti?

A seconda del meccanismo d'azione, gli anticoagulanti sono suddivisi in diretti e indiretti:

Gli anticoagulanti diretti riducono l'attività della trombina stessa, disattivando la protrombina, interferendo così con la formazione di coaguli di sangue. Tuttavia, la loro ammissione è irto di rischio di emorragia interna, quindi è necessario monitorare gli indicatori del sistema di coagulazione del sangue. Gli anticoagulanti diretti sono ben assorbiti nell'intestino, attraverso il sangue raggiungono il fegato, si diffondono attraverso il corpo e poi vengono espulsi dai reni.

Gli anticoagulanti indiretti influenzano gli enzimi responsabili dei processi di coagulazione del sangue. Eliminano completamente la trombina e non inibiscono la sua attività. Inoltre, questi farmaci migliorano il lavoro del miocardio, promuovono il rilassamento della muscolatura liscia, consentono di rimuovere gli urati e il colesterolo in eccesso dal corpo. In relazione a tali effetti terapeutici, gli anticoagulanti indiretti sono prescritti non solo per il trattamento della trombosi, ma anche per la loro prevenzione. Questi farmaci sono indicati per essere presi per via orale. Con un netto rifiuto del loro uso, si osserva un aumento del livello di trombina, che provoca la trombosi.

Ci sono anche farmaci che influenzano l'abilità di coagulazione del sangue, ma funzionano in modo leggermente diverso. Tali farmaci includono acido acetilsalicilico, ecc.

Anticoagulanti diretti

Eparina. Questo farmaco è l'anticoagulante ad azione diretta più comune. Non meno popolari sono le medicine basate su di esso. L'eparina impedisce alle piastrine di attaccarsi l'una all'altra, aumenta il flusso di sangue ai reni e al muscolo cardiaco. Tuttavia, non si dovrebbe escludere la possibilità di formazione di coaguli di sangue nei pazienti che ricevono eparina, in quanto interagisce con proteine ​​plasmatiche e macrofagi.

Il farmaco consente di ridurre la pressione sanguigna, ha effetto anti-sclerotico, aumenta la permeabilità della parete vascolare, non consente alle cellule della muscolatura liscia di svolgere processi proliferativi. L'eparina ha anche un effetto depressivo sul sistema immunitario, contribuisce ad aumentare la diuresi e lo sviluppo dell'osteoporosi. Per la prima volta questa sostanza è stata ottenuta dal fegato, che deriva dal suo nome.

Se il farmaco viene utilizzato per prevenire la trombosi, allora viene somministrato per via sottocutanea. In caso di emergenza, l'eparina viene somministrata per via endovenosa. Puoi anche usare gel e unguenti, che includono l'eparina. Hanno un effetto antitrombotico, aiutano a ridurre la risposta infiammatoria. Si applica sulla pelle con uno strato sottile, strofinando delicatamente.

Lioton, Hepatrombin, eparina pomata - questi sono i tre farmaci principali che vengono utilizzati per il trattamento locale di trombosi e tromboflebiti.

Tuttavia, durante l'uso di farmaci a base di eparina, si deve tenere presente che il rischio di sanguinamento aumenta, poiché il processo di formazione di trombi viene inibito e aumenta la permeabilità della parete vascolare.

Eparina a basso peso molecolare. I farmaci, che sono chiamati eparina a basso peso molecolare, si distinguono per l'elevata biodisponibilità e l'attività sufficiente contro i coaguli di sangue. Durano più a lungo delle eparine regolari e il rischio di sanguinamento è più basso.

Le eparine a basso peso molecolare vengono rapidamente assorbite e conservate nel sangue per lungo tempo. Impediscono la produzione di trombina, ma non rendono la parete vascolare troppo permeabile. L'uso di farmaci in questo gruppo consente di migliorare la fluidità del sangue, aumentare l'afflusso di sangue agli organi interni e normalizzare le loro prestazioni.

L'uso di eparine a basso peso molecolare non è associato ad un alto rischio di sviluppare complicanze, pertanto, sostituiscono l'eparina comune dalla moderna pratica medica. I farmaci vengono iniettati sotto la pelle nella superficie laterale della parete addominale.

I rappresentanti di eparina a basso peso molecolare sono:

Fragmin. Il farmaco è disponibile sotto forma di una soluzione, che ha scarso effetto sull'emostasi primaria e sul processo di incollaggio delle piastrine. Il farmaco viene somministrato solo per via endovenosa, l'uso intramuscolare è vietato. Viene prescritto ai pazienti nel primo periodo postoperatorio, a condizione che vi sia un rischio di sanguinamento o che manifestino una pronunciata disfunzione delle piastrine.

Klivarin. Questo è un farmaco che è un anticoagulante diretto. Non consente al sangue di coagularsi, prevenendo in tal modo lo sviluppo del tromboembolismo.

Clexane. Questo farmaco previene la formazione di coaguli di sangue e contribuisce anche alla rimozione della risposta infiammatoria. Non è combinato con altri farmaci che influenzano l'emostasi.

Fraxiparine. Questo farmaco non consente al sangue di coagulare e promuove il riassorbimento dei coaguli di sangue. Dopo la sua introduzione, lividi e noduli si formano nel sito di iniezione. Alcuni giorni dopo si dissolvono da soli. Se nella fase iniziale della terapia, al paziente è stata iniettata una dose troppo grande, questo può provocare lo sviluppo di sanguinamento e trombocitopenia, ma in seguito questi effetti indesiderati scompariranno.

Vesel Doue F. Questo farmaco ha una base naturale, poiché è ottenuto dalla mucosa intestinale degli animali. Applicarlo per ridurre il livello di fibrinogeno nel sangue, per il riassorbimento delle masse trombotiche. Per scopi profilattici, è usato quando c'è il rischio di coaguli di sangue nelle vene e nelle arterie.

I farmaci a base di eparina a basso peso molecolare richiedono una stretta osservanza delle istruzioni. La loro nomina e il loro uso indipendenti sono inaccettabili.

Inibitori della trombina. Gli inibitori della trombina includono l'Hirudin. Contiene un componente che è presente nella saliva della sanguisuga. Il farmaco inizia ad agire nel sangue, sopprimendo direttamente la produzione di trombina.

Ci sono anche farmaci che contengono proteine ​​sintetiche, simili a quelle che erano isolate dalla saliva della sanguisuga. Questi farmaci sono chiamati Girugen e Girulog. Questi sono nuovi farmaci che hanno diversi vantaggi rispetto agli eparina. Agiscono più a lungo, quindi gli scienziati oggi sono impegnati nella creazione di questi medicinali sotto forma di compresse. In pratica, Girugen è usato raramente, dal momento che il farmaco ha un costo elevato.

La lepirudina è un farmaco usato per prevenire la trombosi e il tromboembolismo. Sopprime la produzione di trombina, si riferisce agli anticoagulanti diretti. Grazie a Lepirudin, è possibile ridurre il rischio di infarto miocardico e rifiutare l'intervento chirurgico in pazienti con angina da sforzo.

Anticoagulanti indiretti

Gli anticoagulanti indiretti includono farmaci come:

Fenilin. Questo farmaco è ben assorbito e distribuito nel corpo, penetra rapidamente attraverso tutte le barriere istoematogeniche e si concentra nel posto giusto. La fenilina è considerata uno dei farmaci più efficaci dal gruppo di anticoagulanti indiretti. La sua ricezione consente di migliorare le proprietà reologiche del sangue, per normalizzare la sua capacità di coagularsi. Il trattamento con fenilina consente di eliminare i crampi, migliorare il benessere generale del paziente. Tuttavia, il farmaco è raramente prescritto, perché la sua ricezione è associata al rischio di molteplici effetti collaterali.

Neodikumarin. Questo farmaco interferisce con la formazione di coaguli di sangue. L'effetto terapeutico si sviluppa quando il farmaco si accumula nel corpo. La sua ricezione consente di ridurre la coagulazione del sangue, aumentare la permeabilità della parete vascolare. Prendere il farmaco deve essere rigorosamente in un determinato momento senza interrompere il regime di dosaggio.

Warfarin. Questo è l'anticoagulante più comunemente usato, che impedisce lo sviluppo di fattori di coagulazione del sangue nel fegato, prevenendo così la riduzione delle piastrine. Il warfarin ha un effetto curativo veloce. Quando il farmaco è completato, i suoi effetti collaterali saranno anche rapidamente fermati.

Quando vengono prescritti gli anticoagulanti?

Gli anticoagulanti sono prescritti nei seguenti casi:

Ictus sullo sfondo di embolia o occlusione vascolare con masse trombotiche.

Anticoagulanti: farmaci essenziali

Complicazioni causate dalla trombosi dei vasi sanguigni - la principale causa di morte nelle malattie cardiovascolari. Pertanto, in cardiologia moderna, grande importanza è attribuita alla prevenzione dello sviluppo di trombosi ed embolia (occlusione) dei vasi sanguigni. La coagulazione del sangue nella sua forma più semplice può essere rappresentata dall'interazione di due sistemi: piastrine (cellule responsabili della formazione di un coagulo di sangue) e proteine ​​disciolte nel plasma sanguigno - fattori di coagulazione sotto l'azione di cui si forma la fibrina. Il trombo risultante è costituito da un conglomerato di piastrine impigliato in filamenti di fibrina.

Due gruppi di farmaci sono usati per prevenire la formazione di coaguli di sangue: agenti antipiastrinici e anticoagulanti. Gli agenti antipiastrinici inibiscono la formazione di coaguli piastrinici. Gli anticoagulanti bloccano le reazioni enzimatiche che portano alla formazione di fibrina.

Nel nostro articolo considereremo i principali gruppi di anticoagulanti, indicazioni e controindicazioni al loro uso, effetti collaterali.

classificazione

A seconda del punto di applicazione, si distinguono gli anticoagulanti dell'azione diretta e indiretta. Gli anticoagulanti diretti inibiscono la sintesi della trombina, inibiscono la formazione di fibrina dal fibrinogeno nel sangue. Gli anticoagulanti dell'azione indiretta inibiscono la formazione di fattori di coagulazione del sangue nel fegato.

Coagulanti diretti: eparina e suoi derivati, inibitori diretti della trombina, nonché inibitori selettivi del fattore Xa (uno dei fattori di coagulazione del sangue). Gli anticoagulanti indiretti includono antagonisti della vitamina K.

  1. Antagonisti della vitamina K:
    • Phenindione (fenilina);
    • Warfarin (warfarex);
    • Acenocumarolo (syncumar).
  2. Eparina e suoi derivati:
    • eparina;
    • Antitrombina III;
    • Dalteparina (fragmin);
    • Enoxaparina (anfibra, hemapaksan, clexane, enixum);
    • Nadroparina (fraxiparin);
    • Parnaparin (Fluxum);
    • Sulodexide (Angioflux, Wessel Due f);
    • Bemiparin (Cybor).
  3. Inibitori diretti della trombina:
    • Bivalirudina (angiox);
    • Dabigatran etexilato (Pradax).
  4. Inibitori selettivi del fattore Xa:
    • Apiksaban (Eliquis);
    • Fondaparinux (arixtra);
    • Rivaroxaban (xarelto).

Antagonisti della vitamina K

Gli anticoagulanti indiretti sono la base per la prevenzione delle complicanze trombotiche. La loro forma di compresse può essere assunta a lungo in regime ambulatoriale. È stato dimostrato che l'uso di anticoagulanti indiretti riduce l'incidenza di complicanze tromboemboliche (infarto, ictus) durante la fibrillazione atriale e la presenza di una valvola cardiaca artificiale.

La fenilina non è attualmente utilizzata a causa dell'alto rischio di effetti indesiderati. Sincumar ha un lungo periodo di azione e si accumula nel corpo, quindi è usato raramente a causa della difficoltà di controllare la terapia. Il farmaco più comune dal gruppo di antagonisti della vitamina K è il warfarin.

Il warfarin si differenzia dagli altri anticoagulanti indiretti per il suo effetto iniziale (da 10 a 12 ore dopo l'ingestione) e dalla rapida cessazione degli effetti indesiderati a dosi inferiori o ritiro del farmaco.

Il meccanismo d'azione è associato all'antagonismo di questo farmaco e vitamina K. La vitamina K è coinvolta nella sintesi di alcuni fattori di coagulazione del sangue. Sotto l'influenza del warfarin, questo processo viene interrotto.

Il warfarin è stato prescritto per prevenire la formazione e la crescita di coaguli di sangue venoso. È usato per la terapia a lungo termine per la fibrillazione atriale e in presenza di un trombo intracardiaco. In queste condizioni, il rischio di infarti e ictus associati al blocco dei vasi sanguigni con coaguli distaccati è significativamente aumentato. Il warfarin aiuta a prevenire queste gravi complicanze. Questo farmaco è spesso usato dopo infarto miocardico al fine di prevenire la ricorrente catastrofe coronarica.

Dopo le valvole cardiache protesiche, l'assunzione di warfarin è necessaria per almeno diversi anni dopo l'intervento. È l'unico anticoagulante usato per prevenire la formazione di coaguli di sangue sulle valvole cardiache artificiali. L'assunzione costante di questo medicinale è necessaria per alcuni casi di trombofilia, in particolare della sindrome antifosfolipidica.

Il warfarin è prescritto per cardiomiopatie dilatate e ipertrofiche. Queste malattie sono accompagnate dall'espansione delle cavità del cuore e / o ipertrofia delle sue pareti, che crea i prerequisiti per la formazione di trombi intracardiaci.

Durante il trattamento con warfarin, è necessario valutare la sua efficacia e sicurezza monitorando l'INR - il rapporto normalizzato internazionale. Questo indicatore è stimato ogni 4 - 8 settimane di ammissione. Sullo sfondo del trattamento, l'INR dovrebbe essere 2.0 - 3.0. Mantenere un valore normale di questo indicatore è molto importante per la prevenzione del sanguinamento, da un lato, e l'aumento della coagulazione del sangue, dall'altro.

Alcuni cibi ed erbe aumentano gli effetti del warfarin e aumentano il rischio di sanguinamento. Questi sono mirtilli rossi, pompelmo, aglio, radice di zenzero, ananas, curcuma e altri. Indebolire l'effetto anticoagulante della sostanza medicinale contenuta nelle foglie di cavolo, cavoletti di Bruxelles, cavolo cinese, barbabietola, prezzemolo, spinaci, lattuga. I pazienti che assumono warfarin, non possono rifiutare questi prodotti, ma li assumono regolarmente in piccole quantità per evitare improvvise fluttuazioni del farmaco nel sangue.

Gli effetti collaterali includono sanguinamento, anemia, trombosi locale, ematoma. L'attività del sistema nervoso può essere interrotta con lo sviluppo di affaticamento, mal di testa, disturbi del gusto. A volte ci sono nausea e vomito, dolore addominale, diarrea, disfunzione epatica. In alcuni casi, la pelle è interessata, appare una tintura viola delle dita dei piedi, parestesie, vasculite e freddolosità delle estremità. Forse lo sviluppo di una reazione allergica sotto forma di prurito, orticaria, angioedema.

Il warfarin è controindicato in gravidanza. Non dovrebbe essere prescritto per qualsiasi condizione associata alla minaccia di sanguinamento (trauma, chirurgia, ulcerazione di organi interni e pelle). Non viene utilizzato per aneurismi, pericardite, endocardite infettiva, ipertensione grave. Una controindicazione è l'impossibilità di un adeguato controllo di laboratorio a causa dell'inaccessibilità del laboratorio o delle caratteristiche di personalità del paziente (alcolismo, disorganizzazione, psicosi senile, ecc.).

eparina

Uno dei principali fattori che impediscono la coagulazione del sangue è l'antitrombina III. L'eparina non frazionata si lega ad essa nel sangue e aumenta l'attività delle sue molecole diverse volte. Di conseguenza, le reazioni mirate alla formazione di coaguli di sangue nelle navi sono soppresse.

L'eparina è stata usata per più di 30 anni. In precedenza, è stato iniettato per via sottocutanea. Ora si ritiene che l'eparina non frazionata debba essere somministrata per via endovenosa, il che facilita il monitoraggio della sicurezza e dell'efficacia della terapia. Per la somministrazione sottocutanea si raccomandano eparine a basso peso molecolare, di cui parleremo in seguito.

L'eparina è spesso utilizzata per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche nell'infarto miocardico acuto, compresa la trombolisi.

I controlli di laboratorio comprendono la determinazione del tempo di coagulazione parziale della tromboplastina attivata. Sullo sfondo del trattamento con eparina dopo 24-72 ore, dovrebbe essere 1,5-2 volte superiore a quello iniziale. È anche necessario controllare il numero di piastrine nel sangue in modo da non perdere lo sviluppo di trombocitopenia. Tipicamente, la terapia con eparina dura da 3 a 5 giorni con una riduzione graduale della dose e ulteriore cancellazione.

L'eparina può causare la sindrome emorragica (sanguinamento) e la trombocitopenia (una diminuzione del numero di piastrine nel sangue). Con l'uso prolungato di esso in grandi dosi, è probabile lo sviluppo di alopecia (alopecia), osteoporosi e ipoaldosteronismo. In alcuni casi, si verificano reazioni allergiche, nonché un aumento del livello di alanina aminotransferasi nel sangue.

L'eparina è controindicata nella sindrome emorragica e trombocitopenia, ulcera gastrica e 12 ulcera duodenale, sanguinamento dal tratto urinario, pericardite e aneurisma acuto del cuore.

Eparina a basso peso molecolare

Daltaparina, enoxaparina, nadroparina, parnaparina, sulodexide, bemiparina sono ottenuti da eparina non frazionata. Differiscono da quest'ultimo in molecole più piccole. Questo aumenta la sicurezza dei farmaci. L'azione diventa più prolungata e prevedibile, quindi l'uso di eparine a basso peso molecolare non richiede il monitoraggio di laboratorio. Può essere eseguito usando dosi fisse - siringhe.

Il vantaggio delle eparine a basso peso molecolare è la loro efficacia quando somministrate per via sottocutanea. Inoltre, hanno un rischio significativamente inferiore di effetti collaterali. Pertanto, attualmente, i derivati ​​di eparina sostituiscono l'eparina dalla pratica clinica.

Le eparine a basso peso molecolare sono utilizzate per prevenire le complicanze tromboemboliche durante le operazioni chirurgiche e la trombosi venosa profonda. Sono utilizzati nei pazienti che si trovano a riposo a letto e hanno un alto rischio di tali complicanze. Inoltre, questi farmaci sono ampiamente prescritti per l'angina instabile e l'infarto del miocardio.

Le controindicazioni e gli effetti avversi di questo gruppo sono gli stessi dell'Eparina. Tuttavia, la gravità e la frequenza degli effetti collaterali sono molto minori.

Inibitori diretti della trombina

Gli inibitori diretti della trombina, come suggerisce il nome, inattivano direttamente la trombina. Allo stesso tempo, inibiscono l'attività piastrinica. L'uso di questi farmaci non richiede il monitoraggio di laboratorio.

La bivalirudina viene somministrata per via endovenosa nell'infarto miocardico acuto per prevenire complicanze tromboemboliche. In Russia, questo farmaco non è stato ancora applicato.

Dabigatran (Pradaksa) è un agente in compresse per ridurre il rischio di trombosi. A differenza del warfarin, non interagisce con il cibo. Gli studi continuano su questo farmaco nel caso di fibrillazione atriale costante. Il farmaco è approvato per l'uso in Russia.

Inibitori selettivi del fattore Xa

Fondaparinux si lega all'antitrombina III. Un tale complesso inattiva intensamente il fattore X, riducendo l'intensità della formazione di trombi. È nominato per via sottocutanea nella sindrome coronarica acuta e nella trombosi venosa, inclusa l'embolia polmonare. Il farmaco non causa trombocitopenia e non porta all'osteoporosi. Non è richiesto il controllo di laboratorio della sua sicurezza.

Fondaparinux e bivalirudina sono particolarmente indicati nei pazienti con aumentato rischio di sanguinamento. Riducendo la frequenza dei coaguli di sangue in questo gruppo di pazienti, questi farmaci migliorano significativamente la prognosi della malattia.

Fondaparinux è raccomandato per l'uso nell'infarto miocardico acuto. Non può essere utilizzato solo con angioplastica, in quanto aumenta il rischio di coaguli di sangue nei cateteri.

Prove cliniche di inibitori del fattore Xa sotto forma di compresse.

Gli effetti indesiderati più frequenti comprendono anemia, sanguinamento, dolore addominale, mal di testa, prurito, aumento dell'attività delle transaminasi.

Controindicazioni - sanguinamento attivo, grave insufficienza renale, intolleranza ai componenti del farmaco e endocardite infettiva.

Anticoagulanti: cos'è e un elenco di farmaci. L'uso di anticoagulanti di azione diretta e indiretta

Questi sono farmaci antitrombotici e sostanze che impediscono la formazione di blocchi nel sangue. Forniscono al sangue uno stato fluido ottimale, fluidità, a condizione dell'integrità dei vasi. Queste sostanze sono suddivise in diversi gruppi in base al fattore di formazione: all'interno del corpo o farmaci sintetici. Questi ultimi sono usati dai medici nel ruolo delle droghe.

Anticoagulanti naturali

Anticoagulanti - che cos'è? Queste sostanze sono divise in patologico e fisiologico. Questi ultimi sono presenti nel plasma nella norma, il primo rilevato, soggetto alla presenza della malattia negli esseri umani. Gli anticoagulanti naturali o naturali sono suddivisi in primari, che il corpo produce in modo indipendente, entrano nel flusso sanguigno e secondari, formati durante la scissione dei fattori della coagulazione a causa del processo di formazione e dissoluzione della fibrina.

Anticoagulanti naturali primari

Sopra è descritto ciò che è anticoagulante e ora è necessario capire i loro tipi e gruppi. Di regola, gli anticoagulanti primari naturali sono suddivisi in:

  • antitrombina;
  • antitromboplastiny;
  • inibitori autoassemblanti di fibrina.

Se una persona ha una diminuzione del livello di questi anticoagulanti, esiste una probabilità di trombosi. Questo gruppo include:

  1. Eparina. È sintetizzato nei mastociti e appartiene alla classe dei polisaccaridi. In grande volume è nel fegato, nei polmoni. Con la crescita di questa sostanza si riduce la coagulazione del sangue in tutte le fasi, che si verifica a causa della soppressione di un numero di funzioni piastriniche.
  2. Proteina C. Prodotto dalle cellule del parenchima epatico, è nel sangue in uno stato inattivo. L'attività è guidata dalla trombina.
  3. Antitrombina III. Si riferisce alle alfa2-glicoproteine, sintetizzate nel fegato. È in grado di ridurre l'attività di alcuni fattori di coagulazione attivati ​​e della trombina, ma non influisce su quelli non attivati.
  4. Proteina S. Sintetizzata dal parenchima epatico e dalle cellule endoteliali, dipende dalla vitamina K.
  5. Contatto, inibitore lipidico.
  6. Antitromboplastiny.

Anticoagulanti fisiologici secondari

Queste sostanze si formano durante il processo di coagulazione del sangue. Appaiono anche durante la dissoluzione dei coaguli di fibrina e la scissione di fattori di coagulazione, che perdono le loro proprietà di coagulazione e diventano anticoagulanti. Cosa si applica agli anticoagulanti di questo tipo:

  • Febrinopuptidy;
  • Antitrombina I, IX;
  • Antitromboplastiny;
  • Metafattori XIa, Va;
  • Prodotti PDF.

Anticoagulanti patologici

Con lo sviluppo di alcune malattie nel plasma, i potenti immunocompressori della coagulazione del sangue, che sono anticorpi specifici, ad esempio il lupus anticoagulante, a volte si accumulano. Indicano un particolare fattore. Questi anticorpi possono essere prodotti per combattere qualsiasi manifestazione di coagulazione del sangue, ma secondo le statistiche, di regola, sono inibitori del fattore VII, IX. A volte con paraproteinemia e una serie di processi autoimmuni nel plasma, si possono accumulare proteine ​​patologiche che hanno effetti inibitori o antitrombinici.

preparazioni anticoagulanti

Questi sono farmaci che influenzano la funzione della coagulazione del sangue, vengono utilizzati per ridurre la probabilità di un coagulo di sangue nel corpo. A causa del blocco delle navi o degli organi, può sviluppare:

  • ictus ischemico;
  • cancrena delle estremità;
  • tromboflebite;
  • infiammazione vascolare;
  • ischemia del cuore;
  • aterosclerosi.

Secondo il meccanismo d'azione, sono selezionati gli anticoagulanti diretti e indiretti che aiutano a controllare il processo di coagulazione del sangue. Spesso vengono utilizzati per il trattamento delle vene varicose, il trattamento delle malattie autoimmuni. Gli anticoagulanti hanno determinate proprietà farmacologiche e regole di somministrazione, quindi solo un medico che abbia familiarità con la storia della malattia del paziente può prescriverle.

Anticoagulanti ad azione diretta

La terapia con questi farmaci ha lo scopo di inibire la formazione della trombina. Gli anticoagulanti diretti rallentano il lavoro della ialuronidasi, mentre aumenta la permeabilità dei vasi cerebrali e dei reni. Sotto l'azione di droghe, il colesterolo e le beta-lipoproteine ​​sono ridotte. Si nota la crescita della lipoproteina lipasi e l'interazione dei linfociti T e B viene soppressa.

Praticamente tutti gli anticoagulanti diretti sono testati per determinare la loro efficacia al fine di prevenire l'emorragia interna. Il più popolare della lista di questi medicinali è l'eparina. La sua efficacia è stata dimostrata, ma è impossibile eliminare completamente la formazione di coaguli di sangue. Questo vale per le ostruzioni che si sono formate sulla placca aterosclerotica, il farmaco non li influenza. Il farmaco ha un effetto rapido, ma dura fino a 5 ore dopo la fine della ricezione. Oltre a questo può essere assegnato per l'uso:

Anticoagulanti indiretti

La scoperta di questo farmaco è dovuta a eventi che non sono direttamente correlati alla medicina. In America all'inizio del XX secolo un gran numero di mucche ha iniziato a sanguinare copiosamente. Fu possibile scoprire che la causa era il trifoglio con la muffa, che era presente a poppa. I primi anticoagulanti indiretti sono stati ottenuti da questa materia prima. Il farmaco ha poi ricevuto il nome - Dikumarol. Dalla metà del secolo scorso, questo medicinale è stato usato per il trattamento degli infarti.

L'azione di questo gruppo di anticoagulanti si basa sull'inibizione della vitamina K. Interferiscono con l'attivazione di proteine ​​dipendenti da questi fattori vitaminici. La classificazione dei farmaci comprende due gruppi principali:

  1. Medicinali a base di derivati ​​cumarinici.
  2. Farmaci, derivati ​​indandiona.

Questi ultimi negli studi clinici si sono dimostrati scarsi, perché il risultato è instabile, c'è il rischio di una reazione allergica. Pertanto, le droghe tipo cumarina sono diventate l'opzione migliore. Il farmaco cumarina più famoso è il Warfarin. Ci sono le seguenti indicazioni per il suo uso:

  • fibrillazione atriale;
  • prevenzione del tromboembolismo;
  • valvola cardiaca protesica meccanica;
  • trombosi venosa acuta.

È importante capire che l'effetto degli anticoagulanti può seriamente compromettere la salute umana. Il loro ricevimento può portare a complicanze emorragiche. Utilizzare il farmaco deve essere solo sotto la stretta supervisione del medico curante, che sarà in grado di calcolare il dosaggio esatto degli anticoagulanti. Se c'è il rischio di sanguinamento, allora invece di questi farmaci dovrebbero essere usati agenti antipiastrinici più sicuri per l'uomo.

Anticoagulanti orali di nuova generazione

I farmaci per fluidificare il sangue e anti-trombosi sono diventati uno strumento indispensabile per prevenire ischemia, aritmie, infarti, trombosi, ecc. Molti rimedi efficaci hanno una serie di spiacevoli effetti collaterali, quindi gli sviluppatori continuano a migliorare questo gruppo di farmaci. Nuovi anticoagulanti orali dovrebbero essere un rimedio universale che sarà approvato per i bambini durante la gravidanza. I farmaci moderni hanno i seguenti vantaggi:

  • sono autorizzati a persone per le quali il warfarin è controindicato;
  • ridotto rischio di sanguinamento;
  • assottigliare il sangue 2 ore dopo l'ingestione, ma l'azione termina rapidamente;
  • influenza del cibo consumato, altri mezzi sono ridotti;
  • l'inibizione è reversibile.

Gli specialisti lavorano costantemente per migliorare i farmaci per il fluidificante del sangue di nuova generazione, ma hanno ancora un certo numero di proprietà negative, tra cui:

  • la ricezione di vecchie opzioni potrebbe essere persa, mentre quelle nuove richiedono un uso strettamente regolare;
  • c'è il rischio di sanguinamento nel tratto digestivo;
  • è necessaria molta analisi per prescrivere un agente;
  • Alcuni pazienti che non hanno avuto problemi con i vecchi farmaci sperimentano l'intolleranza ai nuovi anticoagulanti.

Prezzo per anticoagulanti

L'agente anticoagulante ha un forte effetto che, senza supervisione medica, può portare a un abbondante sanguinamento interno. Pertanto, per acquistare nel negozio online questo strumento è impossibile. L'eccezione è fatta da rappresentazioni elettroniche di farmacie. Farmaci che riducono il sangue e prevengono i coaguli di sangue hanno costi diversi. Il catalogo dei farmaci offre un'ampia varietà di derivati. Di seguito è riportato un elenco di farmaci popolari che possono essere ordinati a basso costo:

  • Warfarin, 100 compresse - prezzo da 100 rubli;
  • Curantil - prezzo da 345 p.;
  • Detralex - prezzo da 640 p.;
  • Antitrombina, capsule da 75 mg - prezzo da 225 p.

Anticoagulanti: una rassegna di droghe, uso, indicazioni, alternative

Anticoagulanti: un gruppo di farmaci che sopprimono l'attività del sistema di coagulazione del sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue a causa della ridotta formazione di fibrina. Influenzano la biosintesi di alcune sostanze nel corpo che alterano la viscosità del sangue e inibiscono il processo di coagulazione.

Gli anticoagulanti sono usati a scopi terapeutici e profilattici. Sono prodotti in varie forme di dosaggio: sotto forma di compresse, soluzioni per iniezione o unguenti. Solo uno specialista può scegliere la medicina giusta e il suo dosaggio. Una terapia inadeguata può danneggiare il corpo e causare gravi conseguenze.

L'alta mortalità per malattie cardiovascolari è causata dalla formazione di trombosi: la trombosi vascolare è stata rilevata in quasi ogni secondo dalla morte per patologia cardiaca durante l'autopsia. Embolia polmonare e trombosi venosa sono le cause più comuni di morte e disabilità. A questo proposito, i cardiologi consigliano di iniziare a utilizzare anticoagulanti subito dopo la diagnosi delle malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Il loro uso precoce aiuta a prevenire la formazione di un coagulo di sangue, il suo aumento e l'intasamento dei vasi sanguigni.

Sin dai tempi antichi, la medicina tradizionale usava l'irudina - il più famoso anticoagulante naturale. Questa sostanza fa parte della saliva della sanguisuga e ha un effetto anticoagulante diretto che dura per due ore. Attualmente ai pazienti vengono prescritte droghe sintetiche, piuttosto che naturali. Sono noti più di cento nomi di farmaci anticoagulanti, che consentono di scegliere quello più adatto, tenendo conto delle caratteristiche individuali dell'organismo e della possibilità del loro uso combinato con altri medicinali.

La maggior parte degli anticoagulanti ha un impatto non sul coagulo stesso, ma sull'attività del sistema di coagulazione del sangue. Come risultato di una serie di trasformazioni, i fattori di coagulazione del plasma e la produzione di trombina, un enzima necessario per la formazione di filamenti di fibrina che costituiscono il coagulo trombotico, sono soppressi. Il processo di formazione di trombi rallenta.

Meccanismo di azione

Gli anticoagulanti sul meccanismo d'azione si dividono in droghe di azione diretta e indiretta:

  • Gli anticoagulanti "diretti" hanno un effetto diretto sulla trombina e riducono la sua attività. Questi farmaci sono inibitori della trombina, disattivatori della protrombina e inibiscono il processo di trombosi. Per evitare il sanguinamento interno, è necessario monitorare i parametri di coagulazione del sangue. Gli anticoagulanti dell'azione diretta penetrano rapidamente nel corpo, sono ben assorbiti nel tratto gastrointestinale, raggiungono il fegato ematogena, esercitano il loro effetto curativo e vengono espulsi con le urine.
  • Gli anticoagulanti "indiretti" influenzano la biosintesi degli enzimi laterali del sistema di coagulazione del sangue. Distruggono completamente la trombina e non solo inibiscono la sua attività. Oltre all'effetto anticoagulante, i farmaci di questo gruppo migliorano l'apporto di sangue al miocardio, rilassano i muscoli lisci, rimuovono gli urati dal corpo e hanno un effetto ipocolesterolemizzante. Assegnare anticoagulanti "indiretti", non solo per il trattamento della trombosi, ma anche per la loro prevenzione. Applicali esclusivamente all'interno. Le compresse sono utilizzate a lungo su base ambulatoriale. L'interruzione improvvisa del farmaco può portare ad un aumento dei livelli di protrombina e trombosi.

Separatamente, emettono farmaci che inibiscono la coagulazione del sangue, come anticoagulanti, ma altri meccanismi. Questi includono "acido acetilsalicilico", "Aspirina".

Anticoagulanti ad azione diretta

eparina

Il rappresentante più popolare di questo gruppo è l'eparina e i suoi derivati. L'eparina inibisce l'attaccamento piastrinico e accelera il flusso sanguigno nel cuore e nei reni. Allo stesso tempo, interagisce con i macrofagi e le proteine ​​plasmatiche, che non esclude la possibilità di formazione di trombi. Il farmaco riduce la pressione sanguigna, ha un effetto ipolipemizzante, migliora la permeabilità vascolare, inibisce la proliferazione delle cellule muscolari lisce, promuove lo sviluppo dell'osteoporosi, inibisce l'immunità e aumenta la diuresi. L'eparina fu prima isolata dal fegato, che ne determinò il nome.

L'eparina viene somministrata per via endovenosa in casi di emergenza e per via sottocutanea a scopo profilattico. Per uso topico vengono usati unguenti e gel che contengono eparina nella loro composizione e hanno un effetto antitrombotico e antinfiammatorio. I preparati di eparina vengono applicati in uno strato sottile sulla pelle e massaggiati con movimenti delicati. Solitamente i gel Lioton e Hepatrombin sono usati per il trattamento della tromboflebite e della trombosi e dell'unguina eparina.

L'effetto negativo dell'eparina sul processo di trombosi e l'aumento della permeabilità vascolare sono le cause di un alto rischio di sanguinamento durante la terapia con eparina.

Eparina a basso peso molecolare

Le eparine a basso peso molecolare hanno un'alta biodisponibilità e attività antitrombotica, un'azione prolungata, basso rischio di complicanze emorroidali. Le proprietà biologiche di questi farmaci sono più stabili. A causa del rapido assorbimento e di un lungo periodo di eliminazione, la concentrazione di farmaci nel sangue rimane stabile. I farmaci in questo gruppo inibiscono i fattori di coagulazione del sangue, inibiscono la sintesi della trombina, hanno un debole effetto sulla permeabilità vascolare, migliorano le proprietà reologiche del sangue e dell'afflusso di sangue agli organi e ai tessuti, stabilizzando le loro funzioni.

Gli eparini a basso peso molecolare raramente causano effetti collaterali, spostando in tal modo l'eparina dalla pratica terapeutica. Vengono iniettati per via sottocutanea nella superficie laterale della parete addominale.

  1. "Fragmin" è una soluzione limpida o giallastra che ha un leggero effetto sull'adesione piastrinica e sull'emostasi primaria. È vietato entrare per via intramuscolare. "Fragmin" in alte dosi prescritte ai pazienti immediatamente dopo l'intervento chirurgico, in particolare quelli che hanno un alto rischio di sanguinamento e lo sviluppo di disfunzione piastrinica.
  2. "Klyarin" è un anticoagulante "diretto" che influenza la maggior parte delle fasi della coagulazione del sangue. Il farmaco neutralizza gli enzimi del sistema di coagulazione ed è usato per trattare e prevenire il tromboembolismo.
  3. "Clexane" è un farmaco con azione farmacologica antitrombotica e antinfiammatoria. Prima della sua nomina, è necessaria l'abolizione di tutti i farmaci che influiscono sull'emostasi.
  4. "Fraksiparin" - una soluzione con effetti antitrombotici e anticoagulanti. Ematomi sottocutanei o noduli densi spesso scompaiono nel sito di iniezione, che scompaiono dopo pochi giorni. Inizialmente, il trattamento con grandi dosi può sviluppare sanguinamento e trombocitopenia, che scompare durante l'ulteriore terapia.
  5. "Wessel Due F" è un prodotto naturale ottenuto dalla mucosa intestinale degli animali. Il farmaco inibisce l'attività dei fattori di coagulazione del sangue, stimola la biosintesi delle prostaglandine, riduce il livello di fibrinogeno nel sangue. Wessel Due F sterilizza il trombo già formato ed è usato per prevenire la formazione di trombi nelle arterie e nelle vene.

Quando si utilizzano farmaci dal gruppo di eparine a basso peso molecolare, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni e le istruzioni per il loro uso.

Inibitori della trombina

Il principale rappresentante di questo gruppo è "Hirudin". Il cuore del farmaco è una proteina che è stata trovata per la prima volta nella saliva delle sanguisughe mediche. Questi sono anticoagulanti che agiscono direttamente nel sangue e sono inibitori diretti della trombina.

"Hirugen" e "Girulog" sono analoghi sintetici di "Girudin", riducendo il tasso di mortalità tra le persone con malattie cardiache. Questi sono nuovi farmaci in questo gruppo, con una serie di vantaggi rispetto ai derivati ​​di eparina. A causa della loro azione prolungata, l'industria farmaceutica sta attualmente sviluppando forme orali di inibitori della trombina. L'applicazione pratica di Girugen e Girulog è limitata dal loro costo elevato.

"Lepirudin" è un farmaco ricombinante che lega irreversibilmente la trombina e viene usato per prevenire la trombosi e il tromboembolismo. È un inibitore diretto della trombina, bloccando la sua attività trombogenica e agendo sulla trombina in un coagulo. Riduce la mortalità da infarto miocardico acuto e la necessità di un intervento chirurgico al cuore in pazienti con angina da sforzo.

Anticoagulanti indiretti

Anticoagulanti indiretti:

  • "Fenilin" - un anticoagulante che viene rapidamente e completamente assorbito, penetra facilmente nella barriera istologa e si accumula nei tessuti del corpo. Questo medicinale, secondo i pazienti, è considerato uno dei più efficaci. Migliora le condizioni del sangue e normalizza i parametri di coagulazione del sangue. Dopo il trattamento, le condizioni generali dei pazienti migliorano rapidamente: scompaiono i crampi e l'intorpidimento delle gambe. Attualmente, la fenilina non viene utilizzata a causa dell'alto rischio di effetti indesiderati.
  • "Neodikumarin" - un mezzo per inibire il processo di trombosi. L'effetto terapeutico di Neodicoumarina non appare immediatamente, ma dopo l'accumulo del farmaco nel corpo. Inibisce l'attività del sistema di coagulazione del sangue, ha un effetto ipolipemizzante e aumenta la permeabilità vascolare. Si raccomanda ai pazienti di osservare rigorosamente i tempi di ammissione e la dose del farmaco.
  • Il farmaco più comune in questo gruppo è il Warfarin. È un agente anticoagulante che blocca la sintesi dei fattori di coagulazione del sangue nel fegato, che riduce la loro concentrazione nel plasma e rallenta il processo di coaguli di sangue. "Warfarin" è caratterizzato da un effetto precoce e rapida cessazione degli effetti indesiderati a dosi più basse o ritiro del farmaco.

Video: Nuovi anticoagulanti e warfarin

Uso di anticoagulanti

La ricezione di anticoagulanti è indicata per malattie del cuore e dei vasi sanguigni:

L'assunzione incontrollata di anticoagulanti può portare allo sviluppo di complicanze emorragiche. Dovrebbe essere usato un aumentato rischio di sanguinamento al posto degli anticoagulanti agenti antiaggreganti più sicuri.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Gli anticoagulanti sono controindicati per le persone che soffrono delle seguenti malattie:

  • Ulcera peptica e 12 ulcera duodenale,
  • Emorroidi sanguinanti,
  • Epatite cronica e fibrosi epatica,
  • Insufficienza epatica e renale
  • urolitiasi,
  • Porpora trombocitopenica,
  • Carenza di vitamina C e K,
  • Endocardite e pericardite,
  • Tubercolosi polmonare cavernosa,
  • Pancreatite emorragica,
  • Neoplasie maligne,
  • Infarto miocardico con ipertensione,
  • Aneurisma intracerebrale,
  • leucemia,
  • l'alcolismo,
  • Malattia di Crohn,
  • Retinopatia emorragica

Gli anticoagulanti sono vietati durante la gravidanza, l'allattamento, le mestruazioni, nel primo periodo post-partum, così come negli anziani e negli anziani.

Gli effetti collaterali degli anticoagulanti comprendono: sintomi di dispepsia e intossicazione, allergie, necrosi, eruzione cutanea, prurito della pelle, disfunzione renale, osteoporosi, alopecia.

Complicanze della terapia anticoagulante - reazioni emorragiche sotto forma di sanguinamento da organi interni: bocca, rinofaringe, stomaco, intestino, così come emorragia nei muscoli e nelle articolazioni, comparsa di sangue nelle urine. Per prevenire lo sviluppo di pericolosi effetti sulla salute, si dovrebbero monitorare i principali parametri del sangue e monitorare le condizioni generali del paziente.

Agenti antipiastrinici

Gli agenti antipiastrinici sono agenti farmacologici che riducono la coagulazione del sangue sopprimendo l'incollatura delle piastrine. Il loro scopo principale è quello di migliorare l'efficacia degli anticoagulanti e, insieme a loro, ostacolare il processo di coaguli di sangue. Gli agenti antipiastrinici hanno anche un'azione artritica, vasodilatatrice e antispasmodica. Un rappresentante di spicco di questo gruppo è l'acido acetilsalicilico o l'aspirina.

Elenco degli agenti antipiastrinici più popolari:

  • L'aspirina è attualmente l'agente antiaggregante più efficace, prodotto in compresse e destinato alla somministrazione orale. Inibisce l'aggregazione piastrinica, provoca vasodilatazione e previene la formazione di coaguli di sangue.
  • "Tiklopidin" - agente antipiastrinico che inibisce l'adesione delle piastrine, migliora la microcircolazione e allunga il tempo di sanguinamento. Il farmaco è prescritto per la prevenzione della trombosi e per il trattamento della malattia coronarica, infarto e malattia cerebrovascolare.
  • "Tirofiban" - un farmaco che impedisce l'aggregazione piastrinica, portando alla trombosi. Il farmaco viene solitamente utilizzato in congiunzione con "Eparina".
  • "Dipiridamolo" espande i vasi coronarici, accelera il flusso sanguigno coronarico, migliora l'apporto di miocardio con l'ossigeno, le proprietà reologiche del sangue e della circolazione cerebrale, abbassa la pressione sanguigna.

Anticoagulazione (inibizione della coagulazione del sangue)

Insieme alla trombectomia o alla fibrinolisi, è diventato diffuso un metodo di trattamento con anticoagulanti. Questi sono farmaci che rallentano il processo di coagulazione del sangue. Sono i più preferiti perché inibiscono l'ulteriore formazione di coaguli di sangue, nonché l'ulteriore crescita di coaguli di sangue già formati. Il sangue diventa più sottile di circa il 20-25% della sua normale coagulazione. Tuttavia, il sangue non dovrebbe perdere completamente la capacità di coagularsi, perché altrimenti c'è il pericolo di emorragia potenzialmente letale.

Pertanto, è necessario nei primi giorni di trattamento controllare la coagulazione del sangue ogni giorno, dopo un po 'di tempo - settimanalmente, e poi ogni due settimane. Il farmaco più famoso per l'anticoagulazione - è comunemente chiamato "agente che fluidifica il sangue" - è mar-kumara. Il numero della sua ammissione ogni volta dovrebbe essere determinato di nuovo, in conformità con l'analisi. Gli anticoagulanti devono essere prelevati fino a quando le vene sono completamente guarite e il paziente ha una predisposizione per la formazione di coaguli di sangue.

Durante il trattamento con farmaci che rallentano la coagulazione del sangue, è necessario prestare molta attenzione. In caso di danni ai tessuti, in particolare iniezioni, estrazione di denti o altri effetti simili, può verificarsi sanguinamento. Quindi è necessario il trattamento ospedaliero immediato.

Il rischio di anticoagulanti è anche il rischio di emorragia interna, e quindi non possono essere utilizzati per il trattamento di alcuni pazienti. Le persone con la pressione alta, o, per esempio, in età molto avanzata, c'è il rischio di emorragia nel cervello, ictus apoplessia.

È stato osservato che l'acido acetilsalicilico, meglio noto come aspirina, inibisce la coagulazione del sangue. Sono stati creati vari farmaci, tra cui l'acido acetilsalicilico. È stata data qualche tempo fa ai pazienti nella speranza che sarebbe stata in grado di rallentare la formazione di coaguli di sangue. Sfortunatamente, questa speranza non è stata pienamente realizzata. Questi farmaci svolgono un ruolo decisamente positivo nel trattamento di pazienti sottoposti a trapianto vascolare. Quando si formano coaguli di sangue nelle vene, al contrario, il fattore centrale è il flusso sanguigno, e quindi l'acido acetilsalicilico non può influenzarlo. Quindi, per le vene, ha un ruolo minore, ma il suo effetto analgesico e antinfiammatorio è comunque importante nel trattamento delle malattie infiammatorie delle vene.

L'eparina estratta dal fegato, al contrario, è un agente profilattico. Colpisce il sangue per un tempo non molto lungo, e quindi il rischio di sanguinamento non è grande come quando si usano anticoagulanti e fibrinolitici. D'altra parte, è piuttosto oneroso somministrare al paziente un'iniezione di eparina ogni dodici ore. Per la prevenzione dei coaguli di sangue è usato nel periodo postoperatorio. Derivati ​​moderni di eparina, composti chimici con una "catena molecolare corta", usati una volta al giorno. Ma si raccomanda anche di usare solo a fini di prevenzione. Quando si verifica una trombosi, l'eparina viene spesso utilizzata anche per inibire l'ulteriore crescita di un coagulo di sangue e impedisce la formazione di nuovi coaguli di sangue.

In alternativa, i pazienti con trombosi venosa possono essere trattati secondo il metodo di Fisher, se, naturalmente, è sufficientemente padroneggiato da un medico di adeguata idoneità. In questo caso, il paziente non è tenuto a rispettare il riposo a letto e bloccare il sistema di coagulazione del sangue, poiché il rischio di embolia non si verifica.

Grazie all'uso del metodo sviluppato da Heinrich Fischer, il paziente può alzarsi dal primo giorno, non appena viene fasciato secondo tutte le regole.

Se la benda viene eseguita correttamente, le vene si restringono su tutta la lunghezza, da un terzo a un quinto della loro sezione trasversale precedente, motivo per cui i coaguli di sangue vengono premuti con forza contro le pareti del vaso e del bastone, e quindi si fondono rapidamente con essi. Il normale flusso sanguigno precipita con la massima velocità nel flusso sanguigno, non ancora perduto pervietà, prevenendo così la formazione di nuovi coaguli di sangue. Dopo tale fissazione dei coaguli di sangue, il paziente può alzarsi e fare una passeggiata, che, secondo la sua forza, può durare 20-30 minuti al giorno. I pazienti sdraiati invece di camminare dovrebbero eseguire esercizi per allenare i muscoli.

Il giorno dopo, il gonfiore si placa così tanto che una benda dovrebbe essere applicata in un modo nuovo per ottenere nuovamente una corrispondente distribuzione di pressione. Questo si ripete con intervalli di tempo sempre più lunghi; le ultime medicazioni dopo 4-6 settimane vengono cambiate una volta alla settimana.

Se la malattia viene curata in quattro-sei settimane, il paziente deve indossare una fascia elastica adesiva, che viene successivamente sostituita da apposite calze speciali. Devono essere indossati fino alla completa scomparsa dell'edema.

Se un paziente viene trattato con questo metodo (secondo Fisher) il più presto possibile, la malattia non durerà troppo a lungo e la sindrome post-trombotica sotto forma di complicanza non si svilupperà o si svilupperà in misura minima, poiché la formazione di coaguli di sangue sarà interrotta all'inizio e la possibilità della loro ulteriore crescita sarà soppressa. e educazione nuova.

Questo metodo è stato utilizzato per 80 anni per trattare migliaia di casi di trombosi, secondo gli esperti, è il più affidabile e anche il più efficace in termini di durata dell'esposizione. L'autore di queste linee raccomanda di combinarlo nel trattamento della fase acuta della malattia con iniezioni di eparina.

La tempistica delle cicatrici e la dimensione delle cicatrici sulle pareti interne delle vene e sulle valvole delle vene durante il trattamento di Fisher sono minime nelle prime fasi e, spesso, durante l'esame flebologico, le cicatrici non vengono rilevate.

Cos'è l'anticoagulante. Elenco, nomi di farmaci, effetti collaterali, classificazione

I problemi con l'attività cardiaca e il sistema vascolare si verificano spesso negli esseri umani. Per la prevenzione, il trattamento di queste patologie produce farmaci - anticoagulanti. Ciò che è, come e quanto usarli è rivelato ulteriormente.

Cos'è l'anticoagulante, il principio di funzionamento

Gli anticoagulanti sono chiamati farmaci che svolgono la funzione di liquefazione del plasma. Aiutano a prevenire la formazione di nodi trombotici, minimizzano il verificarsi di infarto, ictus e la formazione di blocchi venosi e arteriosi.

Va notato che i coaguli di sangue precedentemente formati non vengono riassorbiti con l'aiuto di tali farmaci.

I farmaci sono ben tollerati, supportano la salute delle persone che hanno valvole cardiache artificiali o battito cardiaco irregolare. Se il paziente ha subito un attacco di cuore o ha altre malattie cardiache (cardiomiopatia), gli vengono anche prescritti anticoagulanti.

L'azione di tali fondi è volta a ridurre la capacità del sangue di coagulare (coagulabilità), ed è sotto la loro influenza che la probabilità di coaguli che possono bloccare il passaggio delle articolazioni vascolari è ridotta. Come risultato del trattamento, il rischio di un infarto o ictus è ridotto al minimo.

Gli anticoagulanti (quello che è, la peculiarità del loro uso sono descritti di seguito) sono divisi in gruppi:

  • fisiologico - costantemente prodotto dal corpo ed entra nel flusso sanguigno;
  • patologico - quando si trovano nel plasma, sono in grado di mostrare la presenza di qualsiasi patologia.

Il primo gruppo è diviso in:

  • primario (la loro sintesi avviene costantemente);
  • secondario (prodotto dopo aver diviso i fattori di flusso sanguigno sciogliendo la fibrina in esso).

Preparazioni naturali primarie

Questo gruppo di prodotti farmaceutici è diviso in:

  • inibitori che si formano come risultato dell'auto-riproduzione della fibrina;
  • antitrombina - il principale fattore della proteina plasmatica;
  • le antitromboplastine sono un fattore nel sistema di anticoagulazione del plasma.

Se il paziente ha una predisposizione a ridurre queste sostanze, allora c'è la possibilità che possa formare una trombosi.

Gruppo di droghe primarie naturali:

Farmaci fisiologici secondari

I farmaci di gruppo includono nella formula i seguenti principi attivi:

  1. Antitrombina I.
  2. Antitrombina IX.
  3. Metafattori XIa e Va.
  4. Febrinopeptidy.
  5. Auto 2-anticoagulante.
  6. Antitromboplastiny.
  7. PDF (sostanze derivanti dalla dissoluzione della fibrina).

Preparazioni patologiche

Con lo sviluppo di gravi malattie nel sangue, si formano inibitori delle specie immunitarie che agiscono come anticorpi specifici. Tali corpi hanno lo scopo di prevenire la coagulazione.

Questi includono inibitori di VII, IX fattoriale. Durante il corso delle malattie autoimmuni, un tipo patologico di proteine ​​appare nel flusso sanguigno. Hanno proprietà antimicrobiche e un effetto schiacciante sui fattori della coagulazione (II, V, Xa).

Agenti antipiastrinici

I farmaci riducono la sintesi di trombossano e sono destinati alla prevenzione di ictus e infarto, che possono derivare dalla formazione di coaguli di sangue incollati.

L'aspirina è il antiagregant più comune e benefico. Spesso, ai pazienti che hanno subito un attacco sono state prescritte aspirine. Blocca la formazione di formazioni di sangue condensato nelle arterie coronarie. Dopo aver consultato un medico specialista, è possibile utilizzare questo agente in piccoli dosaggi (per la profilassi).

I pazienti che hanno subito un ictus e la sostituzione della valvola cardiaca sono prescritti ADP (inibitori del recettore dell'adenosina difosfato). Questo farmaco viene iniettato in una vena e previene la formazione di coaguli che possono intasare i vasi.

Preparati per la trombosi:

Come qualsiasi altro farmaco, gli agenti antipiastrinici hanno una serie di effetti collaterali:

  • affaticamento costante;
  • manifestazione frequente di bruciore di stomaco;
  • dolore alla testa;
  • nausea;
  • dolore all'addome;
  • un drammatico cambiamento nelle feci;
  • il flusso di sangue dal naso.

Con tali manifestazioni, il paziente deve consultare uno specialista medico per riassegnare i farmaci.

Inoltre, ci sono effetti collaterali in cui è necessario interrompere completamente l'assunzione del farmaco:

  1. Reazioni allergiche (gonfiore del viso, laringe, lingua, arti, labbra, eruzioni cutanee).
  2. Vomito specialmente con la presenza di coaguli di sangue.
  3. La sedia è scura o insanguinata.
  4. La presenza di sangue nelle urine.
  5. Difficile inalare ed espirare.
  6. Discorso non correlato.
  7. Segni di aritmia.
  8. Giallo, parlando sulla pelle e sulle proteine ​​dell'occhio.
  9. Indolenzimento delle articolazioni.
  10. Allucinazioni.

Alcuni pazienti sono prescritti farmaci antipiastrinici per tutta la vita, quindi dovrebbero sistematicamente assumere il sangue per controllare la coagulazione.

Farmaci per via orale di nuova generazione

Gli anticoagulanti (quello che è e il principio dell'impatto dei fondi sul corpo descritto nell'articolo) sono indispensabili per molte malattie. Secondo gli indicatori statistici, la maggior parte di loro ha un numero di limitazioni ed effetti collaterali. Ma i produttori eliminano tutti gli aspetti negativi, grazie a ciò liberano mezzi nuovi e migliorati della nuova generazione.

Qualsiasi anticoagulante ha lati positivi e negativi. Gli scienziati stanno conducendo ulteriori studi di laboratorio sui farmaci al fine di produrre ulteriori rimedi universali per la trombosi e le malattie correlate. Tali farmaci vengono sviluppati per pazienti più giovani (bambini) e per coloro che hanno controindicazioni al loro uso.

I vantaggi dei farmaci moderni:

  • il rischio di flusso sanguigno spontaneo è ridotto al minimo;
  • i farmaci funzionano in 1,5 ore;
  • la maggior parte delle persone che hanno indicazioni limitate per warfin possono già prendere nuovi prodotti;
  • cibo mangiato e altri farmaci non influenzano l'efficacia del PNP.

Svantaggi PNP:

  • test costanti di fondi;
  • tali fondi dovrebbero essere bevuti costantemente, senza lacune, poiché hanno un breve periodo di azione;
  • raramente, ma ci sono effetti indesiderati associati all'intolleranza ai componenti.

C'è una piccola quantità di fondi nella lista PUP, dal momento che molti di loro sono nella fase di test. Uno dei nuovi prodotti è Dabigatran, che è un farmaco a basso peso molecolare (inibitore della trombina). I professionisti medici spesso lo prescrivono per i blocchi venosi (per scopi profilattici).

Altri 2 PNP che sono facilmente tollerati dai pazienti sono Apixaban, Rivaroxaban. Il loro vantaggio è che non c'è bisogno di prendere sangue al momento della terapia curativa per il rischio di disturbi della coagulazione. Non rispondono ad altri farmaci usati, il che è il loro vantaggio. I farmaci prevengono anche gli attacchi di ictus e aritmia.

Classificazione degli anticoagulanti: azione diretta, indiretta

Gli anticoagulanti (quello che è e il principio della loro azione sono considerati nell'articolo a scopo informativo, quindi l'auto-trattamento è vietato da loro) possono essere suddivisi in 2 sottogruppi principali.

Sono:

  • azione diretta (avere la capacità di agire direttamente sulla trombina, riducendo al minimo la sua attività, diluendo quindi il flusso sanguigno);
  • effetti indiretti (influenzano la sintesi di enzimi (di origine secondaria), che regolano la coagulazione del sangue).
Anticoagulanti diretti e indiretti: elenco

I farmaci sono ben assorbiti dalle pareti dello stomaco e alla fine vengono escreti nelle urine.