Cinque tipi di emboli, sintomi, diagnosi e trattamento della patologia

L'autore dell'articolo: Alexandra Burguta, ostetrica-ginecologa, laurea in medicina generale con una laurea in medicina generale.

Da questo articolo imparerai una condizione grave e pericolosa come un embolo, quali tipi di esso esistono, perché si presentano e cosa fare in questo caso.

Un embolo è chiamato blocco di un vaso sanguigno da parte di un corpo estraneo. Un corpo estraneo - un embolo - intasa il lume di una nave, come una bottiglia di sughero, privando l'una o l'altra parte dei tessuti corporei di ossigeno e sostanze nutritive. Se una tale "spina" non viene rimossa in tempo, i tessuti privi di nutrizione possono morire - diventare necrotici.

Esistono 5 tipi di emboli:

  1. Corpi solidi Nel ruolo di corpi estranei, o emboli, qui ci sono particelle solide: frammenti di tessuto osseo, frammenti di altri tessuti del corpo, strumenti medici (aghi, frammenti di protesi, spille, ecc.).
  2. Separatamente, un cosiddetto tromboembolismo è isolato dalla specie precedente, o una nave è bloccata da un grumo distaccato o da un fascio di sangue - un trombo. Questa specie è la variante più comune di questa malattia.
  3. Gas - blocco del lume di una bolla di gas dei vasi sanguigni.
  4. Blocco con liquidi: liquido amniotico, farmaci con iniezione iniettabile improprio. Come un tipo di embolia grassa secreta.
  5. Batterico - chiusura del lume di una nave con un grumo di microrganismi (batteri, protozoi e persino vermi).

Il tromboembolismo più comune, dopo che il secondo e il terzo posto sono occupati dall'embolia gassosa e liquida.

I chirurghi vascolari affrontano spesso questi problemi, ma a seconda dell'origine dell'embolia, i chirurghi generali, i cardiologi, i traumatologi e persino gli ostetrici e i ginecologi prendono parte al trattamento e alle cure di emergenza.

A volte è possibile sciogliere o rimuovere chirurgicamente un corpo estraneo dal vaso, ripristinando completamente o parzialmente la circolazione sanguigna di un organo o tessuto. In un certo numero di casi complessi, i tessuti hanno il tempo di morire - si verifica la cosiddetta necrosi o infarto dell'organo (fegato, cuore, cervello, polmoni, milza, ecc.). L'esito più triste per un massiccio infarto in organi vitali sarà la morte del paziente.

Di seguito parleremo di più su ogni tipo di embolo.

tromboembolia

Questo è il tipo più particolare di embolo per i solidi. Il corpo estraneo che ha chiuso il lume della nave, in questo caso, è un coagulo di sangue - un coagulo di sangue che è venuto fuori dal suo luogo di formazione (sulla parete del cuore, vaso) ed è caduto nel flusso sanguigno.

La formazione di un coagulo di sangue sarà il collegamento principale nello sviluppo del tromboembolismo. I coaguli di sangue si formano in tre modi principali:

  1. Trombi parietali. Tali coaguli di sangue si formano sulle pareti interne di vasi grandi e medi a causa di alcuni danni al rivestimento interno della nave - l'endotelio. Le cause più comuni di tale trombo parietale sono le vene varicose, l'aterosclerosi, la tromboflebite venosa, le malattie autoimmuni vascolari - vasculite, aneurisma vascolare. Inizialmente, tali coaguli di sangue sono attaccati alle pareti dei vasi sanguigni, ma possono gradualmente staccarsi e andare a "nuoto libero".
  2. Coaguli di sangue sullo sfondo della violazione del cuore. Durante il normale lavoro ritmico del cuore, il sangue si muove in vasi con le stesse spinte. Con anomalie del cuore - fibrillazione atriale, grave tachicardia, infarto miocardico, i battiti del cuore diventano irregolari e il sangue viene "frustato" in vasi grandi e camere cardiache, come il burro in una zangola di burro. E si formano coaguli circolanti, che con il flusso sanguigno possono andare a qualsiasi organo del corpo umano.
  3. Coaguli di sangue sullo sfondo delle violazioni del sistema di coagulazione del sangue. Normalmente, lo stato liquido del sangue è mantenuto da due sistemi di controllo: coagulazione e anticoagulazione. Se per qualche ragione il primo subentra nel secondo, i coaguli di sangue sorgono spontaneamente in una corrente di sangue. Questa situazione si verifica sullo sfondo di alta temperatura, grave disidratazione, malattie ereditarie e acquisite del sangue (sindrome antifosfolipidica, trombofilia ereditaria), contraccettivi ormonali e altre condizioni.

Il più frequente - circa il 60-80% dei casi - è l'embolia polmonare, o PE.

Blocco del gas

Cos'è l'embolia gassosa? Emboli per questo tipo di malattia sono le bolle di gas.

Come possono le bolle entrare nel flusso sanguigno:

  • In caso di lesioni o interventi chirurgici sugli organi del torace (polmoni, bronchi), vene giugulari.
  • Con manipolazioni endovenose infruttuose - iniezioni e cateterizzazione di grandi vene.
  • In caso di violazione della tecnica di interruzione della gravidanza mediante aspirazione aspirata dell'ovulo o isteroscopia - esame dell'utero con uno strumento speciale con una macchina fotografica.
  • Alcuni scienziati distinguono separatamente la cosiddetta embolia gassosa. Questa situazione non deriva dall'introduzione artificiale di bolle di gas, ma quando c'è dissonanza nella dissoluzione dei propri gas - ossigeno e anidride carbonica - nel sangue. Il tipo più comune di embolia gassosa è la malattia da decompressione o malattia del subacqueo. Più basso è il livello del mare, più alta è la pressione atmosferica. Maggiore è la pressione, più gas si dissolvono nel sangue. Quando la pressione esterna diminuisce, si verifica il processo inverso e il gas inizia a formare bolle. Più è acuta la transizione da alta a bassa pressione, più queste bolle si formeranno.

Molto spesso, emboli di aria e gas colpiscono i polmoni, il cervello e il midollo spinale, i vasi cardiaci.

Blocco fluido

Questa è la terza variante della patologia più comune. Nel ruolo di droplet-emboli in questo caso, i seguenti liquidi:

  1. Liquido amniotico L'embolia del liquido amniotico durante il parto è una delle situazioni più difficili e imprevedibili dell'ostetricia. La frequenza di questa complicanza è bassa, va da 1: 8000 a 1: 40.000, ma il tasso di mortalità delle giovani madri è il più alto - fino all'80%. Il liquido amniotico può entrare nei vasi dell'utero durante i lavori pesanti con la stimolazione del travaglio, usando un forcipe ostetrico o un aspiratore a vuoto, con polidramnios e feti grandi, contrazione anormale o eccessiva dell'utero. Clicca sulla foto per ingrandirla
  2. Gocce di grasso - un tipo di embolia grassa, che si verifica con lesioni di grandi ossa tubulari, schiacciamento massiccio di grasso sottocutaneo, ustioni, avvelenamento e somministrazione impropria di farmaci a base di grasso.

Molto spesso gli emboli liquidi influenzano il cuore, i polmoni e i grassi, i polmoni, la retina e il cervello.

Patologia batterica

L'embolia batterica può essere attribuita all'embolismo da corpi solidi, tuttavia, questo tipo è tradizionalmente distinto come una patologia separata. Quali sono le caratteristiche dell'embolia batterica, che cos'è?

I "tappi" nelle navi in ​​questo caso sono coaguli di microbi - batteri, funghi o protozoi. Certamente, uno o più microrganismi non possono chiudere il lume della nave. In questo caso, si tratta dell'accumulo di milioni di tali microbi sulla superficie di un substrato. Un vivido esempio di tale embolia batterica può essere un frammento di tessuto distrutto dai batteri, staccato nel lume del vaso insieme a microflora patogena - una sezione di ascesso del fegato o della milza, un frammento di osso distrutto da osteomielite, fibra necrotica o muscolo morto.

Embolia dovuta ad ascesso epatico

Gli screening batterici con flusso di sangue possono entrare in qualsiasi parte del corpo. Il più pericoloso sarà l'emboli nei polmoni, nel cuore e nel cervello.

Sintomi caratteristici

I sintomi principali di un embolo dipenderanno dall'esatto e dal diametro della nave che il "tappo" ha colpito. Elenchiamo la localizzazione più frequente e pericolosa di emboli:

  • Embolia polmonare Il blocco dei piccoli rami delle arterie polmonari può essere quasi asintomatico - con un leggero aumento della temperatura corporea, tosse e mancanza di respiro. Con la sconfitta di grandi rami, si manifesta un quadro di insufficienza respiratoria acuta e infarto polmonare - un pronunciato calo della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca, pelle blu, mancanza di respiro, paura e mancanza di aria, dolore toracico, tosse, emottisi.
  • Occlusione vascolare cerebrale. I cosiddetti sintomi neurologici - perdita o annebbiamento della coscienza, delirio, convulsioni, debolezza unilaterale o paralisi dei muscoli, indebolimento della normalità e comparsa di riflessi patologici verranno alla ribalta. Inoltre, la condizione peggiora, il paziente può cadere in coma con depressione respiratoria e lavoro cardiaco.
  • Patologia nei vasi coronarici del cuore. Il sintomo principale sarà lo shock cardiogeno - dolore toracico severo, perdita di coscienza, ritmi cardiaci anormali, calo della pressione sanguigna.
  • L'occlusione dei vasi mesenterici, i vasi intestinali, è accompagnata da dolore addominale, nausea, vomito, comparsa di feci sciolte mescolate con sangue, aumento della temperatura corporea, ulteriore ritardo delle feci e del gas, gonfiore e aumento del dolore.

diagnostica

Hai bisogno di sapere che l'embolia vascolare, hai bisogno di sospettare in qualsiasi situazione acuta, specialmente in presenza dei suddetti fattori di rischio (fratture ossee, fibrillazione atriale, parto difficile o manipolazione uterina infruttuosa, violazioni del sistema di coagulazione del sangue, ecc.).

La diagnosi di embolia è estremamente difficile, a volte è particolarmente difficile determinare il tipo di emboli. I seguenti tipi di diagnostica vengono in aiuto dei medici:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • coagulazione del sangue o coagulogramma;
  • elettrocardiogramma;
  • radiografia dei polmoni e dell'addome;
  • esame ecografico degli organi addominali, del cuore e dei vasi sanguigni;
  • imaging a risonanza magnetica e calcolato;
  • L'angiografia è il gold standard per la diagnosi di emboli, in particolare il tromboembolismo vascolare polmonare. Questo metodo di ricerca prevede l'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi di interesse, riempiendoli di contrasto e successiva radiografia. Nella foto saranno chiaramente visibili vasi e corpi estranei che chiudono il loro lume.

Metodi di trattamento

Come nel caso del quadro clinico, il trattamento dipenderà dal tipo di emboli e dalla causa dell'embolia. Elenchiamo i principali metodi di terapia:

  1. Lytic, o solvente, terapia. Un numero di emboli, specialmente quelli freschi, può essere provato a dissolversi introducendo nel sangue alcune sostanze chimiche. Per esempio, l'eparina e i suoi derivati, i preparati enzimatici (streptochinasi, urochinasi e altri) sono usati per rimuovere i coaguli di sangue. Per sciogliere le gocce di grasso utilizzare soluzioni di etanolo, glucosio, lipostabil.

  • La baroterapia, o terapia della pressione, è efficace nella malattia da decompressione per la graduale equalizzazione della pressione atmosferica e la solubilità dei gas ematici. Per questo, il paziente viene posto in una camera sigillata speciale con regolazione della pressione. aeropiezotherapy
  • Metodi chirurgici - embolectomia. La rimozione di corpi estranei può essere effettuata tramite accesso aperto, ma ora più spesso si utilizza la chirurgia intravascolare - angiosurgia sotto controllo a raggi X. Per gli emboli batterici, è necessario pulire chirurgicamente i focolai di infezione e utilizzare una massiccia terapia antibiotica.

  • Terapia sintomatica finalizzata a ridurre o alleviare i sintomi: shock cardiogeno, pressione bassa, insufficienza respiratoria e cardiaca, disturbi neurologici e così via. Ciò include la terapia infusionale, l'introduzione di stimolatori della circolazione del sangue, i farmaci per mantenere la pressione sanguigna corretta e la respirazione artificiale.
  • Prognosi per patologia

    Il pericolo e la prognosi di questa malattia dipendono direttamente dal calibro della nave occlusa e dalla sua localizzazione. Più grande è il vaso, più il tessuto muore e cessa di svolgere la sua funzione. Gli emboli sono più pericolosi per la vita e la salute in vasi di qualsiasi calibro nel cervello, nei polmoni e in qualsiasi arteria di grandi dimensioni.

    Anche per la prognosi è molto importante fattore del tasso di inizio della terapia e della velocità di ripristino della circolazione sanguigna. Quanto prima inizia la terapia, maggiori sono le possibilità di una prognosi favorevole. Il periodo di riabilitazione e il ripristino della circolazione sanguigna nell'organo interessato possono richiedere diversi mesi dopo l'eliminazione del periodo acuto.

    Le prognosi peggiori e l'elevata mortalità sono osservate se si è verificata un'embolia di liquido amniotico (fino all'80%) e un tromboembolismo massiccio di grandi rami di arteria polmonare (circa il 60%). La prognosi relativamente favorevole è nota per la malattia di cassone e l'embolia grassa, così come per i vari blocchi di piccole navi.

    A proposito di embolia vascolare e segni della malattia

    A causa dell'improvvisa sovrapposizione del lume nell'aorta e nelle grandi arterie del sangue mediante l'accumulo di minuscoli frammenti di un coagulo di sangue libero, particelle di grasso o bolle d'aria, c'è un disturbo nel flusso sanguigno di organi e tessuti. Quindi, si verifica un'embolia.

    Informazioni sulle cause della trombosi

    Per quanto riguarda le cause del blocco delle arterie o delle vene, possono essere molto diverse. Con la sconfitta dei muscoli cardiaci, ad esempio, si formano spesso coaguli di sangue o coaguli di sangue lungo le pareti del ventricolo sinistro.

    Sono attaccati alle pareti, ma sotto l'influenza della loro massa o velocità del flusso sanguigno, si staccano e si spostano dal cuore ai vasi periferici, dividendosi in particelle ancora più piccole lungo la strada.

    La trombosi può verificarsi nelle arterie, vasi degli arti, vasi renali, cerebrali o polmonari. Le cause dell'embolia possono essere di natura diversa, ad esempio la trombosi, cioè la formazione di coaguli di sangue nelle arterie o nelle vene, è considerata una delle cause più comuni.

    I coaguli di sangue si formano spesso nei muscoli del cuore interessati, nelle vene delle gambe o nelle aree pelviche. Quando si interrompono, tali coaguli di sangue si muovono con il sangue nelle vene, rimangono bloccati, si accumulano nei vasi, li bloccano, interrompendo così la circolazione sanguigna degli organi, causando la morte in casi particolarmente difficili.

    Tipi di emboli

    Il tipo di tali blocchi dipende principalmente dalla sostanza che li ha causati. I tipi più comuni di trombosi sono l'aria, il grasso, i batteri e altri:

    • embolia batterica si riferisce a complicazioni nei processi infiammatori suppurativi in ​​cui si verifica la sepsi, seguita da infezione del sangue;
    • l'aspetto aerodisperso è una conseguenza delle bolle d'aria che entrano nei vasi sanguigni (con lesioni, danni alla vena giugulare, un'iniezione scorretta);
    • goccioline di grasso delle più piccole goccioline di grasso che possono comparire in caso di fratture del bacino, delle costole o delle ossa tubolari, nei casi di diabete, osteomielite o inosservanza dell'iniezione di soluzioni grasse o oleose sono considerate grasse.
    • l'aspetto arterioso è associato al blocco dei vasi sanguigni negli organi interni del corpo con coaguli di sangue, che si formano sulle valvole cardiache aortiche, mitrali.

    A proposito di sintomi di blocco

    L'embolia arteriosa è pericolosa perché le particelle di coaguli di sangue possono entrare nei vasi sanguigni del cervello, nell'arteria iliaca e nelle arterie del cuore e manifestarsi con i seguenti sintomi:

    • disturbi circolatori del cervello;
    • infarto miocardico;
    • ostruzione intestinale acuta;
    • interruzioni nella fornitura di vasi sanguigni degli arti inferiori.

    Le cause della trombosi possono anche essere:

    • malattie cardiache (angina pectoris, aritmia, infarto);
    • sviluppo di endocardite;
    • aneurisma ventricolare;
    • problemi di coagulazione del sangue;
    • malattia da tromboflebite;
    • vene varicose;
    • operazioni associate agli arti, organi pelvici, cavità addominale.

    Conseguenze del blocco dei vasi sanguigni

    La trombosi delle arterie in modo significativo, fino a completa ostruzione, costringe i vasi sanguigni, a causa della quale viene interrotta la fornitura di organi con sangue, la velocità del flusso sanguigno diminuisce. La vitalità degli organi colpiti dipende dalla possibilità di formare percorsi aggiuntivi anziché bloccati.

    Con un insieme di circostanze favorevoli, possono formarsi percorsi aggiuntivi in ​​poche ore, il che può contribuire al rapido ripristino della perdita di sangue.

    Nelle cardiopatie con grave insufficienza cardiaca, non è possibile ottenere risultati così rapidi nel ripristinare il flusso sanguigno.

    Su trombosi agli arti inferiori

    Il principale sintomo di grave embolia degli arti inferiori è un forte dolore dovuto al forte allungamento delle pareti delle arterie nel sito di un trombo. Dolore notturno particolarmente forte. Alla palpazione, c'è una notevole mancanza di polso al margine inferiore dell'area occlusa, gli arti diventano bianchi, sentono freddo al tatto. Dopo alcune ore, possono verificarsi sintomi di cancrena (morte tessutale).

    Su embolia di arterie nei polmoni

    Segni di questo tipo di blocco possono verificarsi 2-3 giorni dopo l'intervento chirurgico o lesioni e ci sono tipi come:

    • embolia polmonare, che può improvvisamente causare soffocamento, cianosi del viso;
    • grave tosse con possibile edema polmonare;
    • embolia cerebrale, con improvvisa perdita di coscienza, manifestazione di delirio, sovraeccitazione, comparsa di convulsioni;
    • blocco con segni di insufficienza cardiaca conclamata, pressione del sangue gravemente grave e grave tachicardia.

    Nell'infarto miocardico acuto, sono possibili arterie polmonari di fibrillazione atriale. Spesso un embolo o un trombo cade nel lobo inferiore del polmone destro nella sua arteria stretta. Se la nave principale dei polmoni è colpita, la morte è inevitabile.

    Segni di embolia con malattia delle arterie polmonari:

    • tosse con emottisi;
    • dolore acuto improvviso nel lato;
    • mancanza di respiro.

    Se l'embolo si trova in piccoli vasi, può verificarsi infarto polmonare, possono svilupparsi pleurite o polmonite.

    Su embolia addominale

    Questi tipi di trombosi si trovano solitamente in pazienti con cardiopatia reumatica. I coaguli di sangue possono essere localizzati nel sito di ramificazione aortica e spesso portano a manifestazioni secondarie di trombosi. I principali sintomi della malattia sono:

    • forte dolore alle gambe;
    • le membra diventano pallide e fredde;
    • sulle arterie dei piedi, la pulsazione può scomparire;
    • dolore nel perineo, nel sacro e nell'addome inferiore.

    A proposito di embolia renale

    La trombosi dell'arteria renale contribuisce all'insorgenza di infarto renale. In questo caso, i pazienti sentono un forte dolore nella parte bassa della schiena, che può essere in assenza di talee durante la minzione. Quindi il sangue viene rilevato nelle urine, la pressione sanguigna aumenta. A volte inizia a vomitare, gonfiore, stitichezza e ritenzione urinaria.

    Questi tipi di embolia possono essere aggiunti ai tipi sopra elencati, ad esempio:

    • embolia gassosa, che si verifica con un'improvvisa diminuzione improvvisa della pressione atmosferica, che di solito porta a malattia da decompressione;
    • tessuto (cellule), che distrugge i tessuti a seguito di lesioni o pazienti oncologici;
    • microbico, causato da alcuni batteri, vari microbi nella separazione purulenta di un coagulo di sangue;
    • embolia con lesioni di corpi estranei, ad esempio, schegge, particelle di sabbia;
    • tromboembolismo, in cui il lume delle arterie può essere bloccato da coaguli di sangue (bianchi, rossi o misti) che si muovono attraverso il sistema circolatorio;
    • embolia con un liquido che si verifica più spesso quando i vasi sono bloccati dal liquido amniotico durante il travaglio complicato;

    A proposito di diagnosi e prevenzione

    Sfortunatamente, la diagnosi di trombosi è piuttosto difficile a causa di improvvisi cambiamenti patologici, così come il rapido sviluppo di condizioni irreversibili.

    È importante chiedere rapidamente al paziente le sue precedenti malattie, esaminare le sue membra e controllare il polso.

    Per scopi profilattici, prevenzione della trombosi incipiente:

    • analizzare il sangue per la coagulazione;
    • fare un elettrocardiogramma;
    • Raggi X dello sterno;
    • fai l'ecografia delle grandi vene del sangue, tutti gli organi del peritoneo.

    Sui fattori di rischio

    I fattori di rischio per la pervietà aortica compromessa spesso includono:

    • un intervento chirurgico;
    • insufficienza cardiaca;
    • tumori maligni;
    • fratture dell'anca;
    • trauma toracico;
    • fratture alla gamba aperta.
    • forte dolore nell'area della formazione di trombi;
    • pelle cianotica pallida;
    • debolezza muscolare;
    • intorpidimento di tutto il corpo;
    • completa paralisi.

    Ai fattori di rischio per l'embolia polmonare di cui sopra, è possibile aggiungere inoltre:

    • infortuni sportivi;
    • la disidratazione;
    • raffreddori frequenti;
    • alcolismo e tossicodipendenza.
    • forte dolore allo sterno durante la respirazione, che diventa difficile;
    • impulso rapido;
    • espettorante tosse con sangue;
    • gonfiore dei polmoni;
    • frequenti svenimenti;
    • gambe gonfie pallide.

    Se parliamo del grado di pericolo per il corpo umano emanato da un embolo, dipende interamente dallo specifico vaso sanguigno ostruito. Se queste sono piccole piccole arterie in cui si verifica un'embolia, allora il corpo può far fronte in modo indipendente a tale disturbo e ripristinare la funzione della circolazione sanguigna.

    Ma se stiamo parlando di grandi arterie, in particolare embolia arteriosa o polmonare, vasi cerebrali o vasi coronarici del cuore, il risultato può essere imprevedibile, anche con una rianimazione urgente.

    Embolia di grassi, aria, polmonare e gas

    Cos'è l'embolia?

    Un'embolia è una patologia, esclusivamente, del letto vascolare arterioso, che si basa sulla sovrapposizione del suo lume ad un certo livello con la cessazione parziale o completa del flusso sanguigno causata da fattori non correlati alla patologia della nave colpita. Emboli sono quelle sostanze dell'ambiente interno del corpo o dell'ambiente che si sovrappongono al lume vascolare. Ciò significa che:

    Un'embolia è causata dall'ingresso o dalla migrazione degli emboli nelle arterie del circolo grande o piccolo della circolazione sanguigna da altre parti del letto vascolare;

    Emboli può essere di natura diversa: coaguli di sangue, coaguli di sangue, placche aterosclerotiche distaccate, cellule adipose e soluzioni oleose, aria;

    Le fonti di emboli possono essere vasi arteriosi e venosi di qualsiasi luogo, così come il cuore;

    Il diametro dell'embolo determina il calibro dell'arteria, che bloccherà;

    È impossibile prevedere esattamente in quale bacino del letto vascolare arterioso cada l'embolo.

    La patogenesi dell'embolismo può avvenire in tre modi:

    La fonte di emboli è le navi arteriose. In questo caso, il pool interessato in cui si è verificato un guasto. Allo stesso tempo, un trombo o una placca aterosclerotica, che esce dal suo posto in una nave di grande diametro, diventa un embolo e migra in vasi più piccoli nella pozza della sua ramificazione;

    Le fonti di emboli sono vasi venosi. Nel loro ruolo possono essere coaguli di sangue, aria, cellule adipose. La loro migrazione è un po 'più complicata, dal momento che prima cadono dalle vene nel cuore, da dove vengono gettati in qualsiasi direzione (cervello, arti, intestini, reni, ecc.);

    La fonte di Emboli è il cuore. Questi sono solitamente piccoli coaguli di sangue che si formano sullo sfondo delle aritmie. Dopo che si sono allontanati dal solito luogo di localizzazione, migrano verso qualsiasi vascello arterioso.

    Un'embolia è sempre una condizione acuta che richiede un'azione urgente. L'ingresso di emboli nei vasi arteriosi porta alla cessazione del flusso sanguigno. Questo è irto di ischemia, che può trasformarsi in cancrena o un attacco cardiaco del corpo (entro 6-12 ore). Questa caratteristica lo distingue dalla trombosi arteriosa, che è un processo cronico che compensa la perdita di flusso sanguigno dovuta a vasi collaterali (aggiuntivi).

    Tipi di emboli

    La classificazione dell'embolo si basa sul tipo di emboli e sulla sua localizzazione finale dopo la cessazione della migrazione. I principali tipi di embolia sono mostrati nella tabella.

    Embolus type of embolus origin

    Tipo di embolo da embolus

    Tromboembolia (trombi di arterie, vene e cuore agiscono come emboli)

    Embolia polmonare;

    Tromboembolismo delle arterie carotidi e dei loro rami;

    Tromboembolismo delle arterie succlavia e dei suoi rami (arti superiori);

    Tromboembolia dei rami viscerali dell'aorta (arterie mesenterica e renale);

    Tromboembolismo delle arterie iliache, femorali e loro rami (arti inferiori);

    Lesione multipla combinata del letto arterioso in diverse piscine.

    Emboli di aria e gas (gli emboli si formano quando l'aria entra nelle vene o da bolle di gas nel sangue)

    Embolia grassa (gli emboli sono cellule o sostanze grasse)

    Dal tavolo diventa ovvio che, indipendentemente dalla natura dell'embolo, una qualsiasi delle navi di tipo arterioso può essere la sua localizzazione finale.

    Embolia grassa

    L'embolia grassa si verifica a seguito della penetrazione di goccioline di grasso da cellule di grasso fuso o distrutto del corpo nel letto venoso. Questo è possibile con lesioni massicce (lesioni delle ossa e dei tessuti molli delle estremità, pancreatonecrosi). Un'altra fonte di embolia grassa può essere costituita da soluzioni di grasso per via endovenosa non destinate a questa via di somministrazione. Una volta nel sangue, le gocce di grasso non sono in grado di dissolversi nel sangue. Distanziarli attraverso il letto arterioso porta ad accumulo di particelle di grasso in certi punti. Se diventano più grandi del diametro del vaso, ciò porta alla comparsa di segni di alterazione del flusso sanguigno. Di norma, l'embolia grassa non è relativamente difficile, poiché colpisce le piccole navi.

    Emissioni di aria e gas

    È una sovrapposizione del lume del vaso arterioso con bolle d'aria o di gas. Questo è possibile con lesioni di grandi vene, specialmente nel collo. Se una tale ferita non viene chiusa in tempo e la vena viene schiacciata, può verificarsi un'aspirazione di aria nel suo lume, che fluirà nel cuore con il flusso sanguigno e si diffonderà attraverso le piscine arteriose. Per quanto riguarda la possibilità di embolia gassosa dall'ingresso di aria in una siringa o sistema durante l'esecuzione di manipolazioni endovenose, questo è praticamente impossibile. Per l'insorgenza di manifestazioni cliniche di un embolo d'aria, la sua quantità dovrebbe essere di circa 20 ml.

    Embolia gassosa si verifica senza compromettere l'integrità delle navi. Cambiamenti bruschi nella pressione atmosferica sono la causa della sua origine. Questo è possibile con i subacquei e chiamato malattia da decompressione. Se un subacqueo si alza rapidamente da grandi profondità, la miscela di gas che ha inalato non ha il tempo di digerire così rapidamente come ha fatto a profondità elevate. Di conseguenza - bolle d'aria non dissolte che si sovrappongono ai piccoli vasi arteriosi in tutto il corpo.

    Embolia polmonare

    Uno dei più frequenti e formidabili emboli è un'embolia polmonare. Nella maggior parte dei casi, è rappresentato dal tromboembolismo. Indipendentemente dalla natura specifica dell'embolo, le manifestazioni della malattia con lesioni di vasi di un certo diametro saranno identiche. Su questa base, l'embolia polmonare è classificata come segue:

    Embolia del tronco centrale dell'arteria polmonare;

    Embolia dei grandi rami dell'arteria polmonare;

    Embolia di piccoli rami dell'arteria polmonare.

    La condizione più formidabile è il primo tipo di malattia. Ciò è dovuto alla possibilità di un arresto cardiaco riflesso al momento dell'embolia a causa del riflesso coronarico polmonare. Questo è possibile, esclusivamente, con il tromboembolismo, quando i trombi del cuore grande diventano emboli e si fissano alla bocca dell'arteria polmonare. Gli emboli di aria e grasso causano danni solo a piccoli rami dell'arteria polmonare e non provocano gravi manifestazioni. Le eccezioni sono i casi di massiccia scarica di piccoli coaguli di sangue con una nuova espulsione costante dal cuore. La sconfitta dei grandi rami dell'arteria polmonare è spesso fatale a causa dello sviluppo di insufficienza cardiopolmonare acuta o infarto polmonare.

    Embolia di arterie e vasi

    Le lesioni tromboemboliche delle arterie del cervello, dell'intestino e dei reni sono considerate le più pericolose dei suoi tipi. In tutti i casi, la sconfitta delle grandi vasi arteriosi in breve tempo si verifica necrosi dell'organo corrispondente (infarto renale, cancrena intestinale, ictus cerebrale). Ciò porterà ad una profonda invalidità o morte. L'embolia arteriosa periferica delle estremità è molto più facile. Di solito, sono facili da diagnosticare, poiché tali condizioni si presentano molto acutamente e sono accompagnate da un vivido quadro clinico. Il tempo, la chirurgia, previene gravi conseguenze. Altrimenti, c'è una cancrena dell'arto.

    Cause di embolia

    Ogni tipo di embolo ha le sue cause.

    Fibrillazione atriale e altre aritmie cardiache;

    Aneurisma del ventricolo sinistro;

    Malattie del sistema venoso del bacino e delle estremità (tromboflebiti, vene varicose, sindrome post-tromboflebitica);

    Grandi operazioni sugli organi pelvici, sull'addome e sugli arti;

    Con embolia gassosa:

    Lesioni traumatiche di grandi vene;

    Violazioni grossolane di tecniche di manipolazione endovenosa;

    Interventi chirurgici in ginecologia con violazione della loro tecnologia, aborto e parto difficile.

    Per embolia grassa:

    Gravi lesioni agli arti;

    Somministrazione endovenosa di farmaci contenenti grassi vietati;

    Sintomi di embolia

    I sintomi dell'embolia sono ben descritti nella tabella seguente:

    embolia

    Embolia - circolazione nel sangue (o linfa) di particelle non trovate in condizioni normali e blocco di vasi da parte di loro.

    Occlusione vascolare può verificarsi come un trombo formato, così come un corpo estraneo e una sostanza estranea al corpo. In tali situazioni, c'è una violazione della normale circolazione, i tessuti e gli organi smettono di ricevere ossigeno e le sostanze necessarie in un volume sufficiente.

    Forme della malattia

    La classificazione dell'embolo si basa sul tipo di emboli e sulla sua localizzazione finale dopo la cessazione della migrazione.

    Emboli, trasportato dal sistema venoso, entra nel cuore e da lì nei polmoni. Emboli, trasportato da arterie, può intasare i vasi di diverse parti del corpo.

    Secondo l'origine dell'embolo, si distinguono i seguenti tipi di embolia:

    • tromboembolia - emboli sono grumi di sangue di arterie, vene e cuore;
    • aria e gas: blocco delle navi quando l'aria entra nelle vene o da bolle di gas nel sangue;
    • adiposo - nel ruolo degli emboli sono cellule adipose;
    • embolia tissutale o cellulare - gli emboli sono frammenti di tessuto o complessi cellulari;
    • embolia gassosa - liquido amniotico bloccato;
    • embolia batterica - blocco dei vasi sanguigni da accumuli di microbi;
    • embolia da corpi estranei.

    I più comuni sono emboli tromboembolici, grassi, aria e gas.

    La gravità dei sintomi del tromboembolismo varia da un'assenza quasi completa a una cardiopatia polmonare acuta a rapido sviluppo.

    Tromboembolismo - il tipo più comune di embolia, si verifica quando viene strappato un coagulo di sangue, entra nel sangue circolante e intasa un vaso sanguigno. Se gli emboli diventano coaguli di sangue delle vene che si formano sulle valvole del cuore sinistro, nell'aneurisma del cuore, nell'orecchio dell'atrio sinistro, nell'aorta e in altre arterie, il flusso sanguigno nel vaso si ferma e la sindrome tromboembolica si sviluppa con infarto ischemico. Se i trombi delle camere della metà destra del cuore o delle vene della circolazione polmonare sono la fonte del tromboembolismo, cadono nella ramificazione del sistema arterioso polmonare. Nello stesso momento ci sono spasmi dell'albero bronchiale, le arterie coronarie del cuore, i rami dell'arteria polmonare. Come risultato del blocco dei suoi piccoli rami, si sviluppa un infarto polmonare emorragico, la sconfitta di grandi rami può essere fatale.

    In un'embolia grassa, il letto venoso viene bloccato con gocce di grasso da cellule grasse distrutte o fuse del corpo. Ciò diventa possibile con lesioni e lesioni estese. A volte l'embolia grassa si verifica quando soluzioni o preparazioni adipose per via endovenosa sono preparate sott'olio, non per l'iniezione endovenosa. Una volta nel flusso sanguigno, le gocce di grasso non si dissolvono nel sangue, ma si accumulano in certi punti. Se la dimensione di un tale ammasso supera il diametro della nave (6-8 micron), il flusso sanguigno viene disturbato. L'embolia grassa colpisce i piccoli capillari dei polmoni e del cervello. Può avere un subacuto, acuto (si sviluppa nelle prime ore dopo l'infortunio) e una forma di lampo (l'inizio della morte improvvisa in pochi minuti).

    Le possibili conseguenze dell'embolia grassa comprendono la polmonite, l'insufficienza polmonare acuta.

    Un'embolia gassosa si verifica quando il lume dei vasi arteriosi della circolazione polmonare viene bloccato da bolle d'aria o da un altro gas che si accumula nella cavità del cuore destro e lo allunga. In caso di danni alle vene di grandi dimensioni, l'aria può entrare, quindi le bolle d'aria con il sangue scorrono nel cuore e si diffondono attraverso tutti i bacini arteriosi. Anche una piccola quantità di aria, penetrando nelle vene periferiche, può essere fatale.

    Nell'origine dell'embolia gassosa, il ruolo principale è giocato da bruschi cambiamenti della pressione atmosferica (una malattia del cassone che si sviluppa durante l'immersione e un rapido aumento dall'acqua), a causa della quale le bolle di gas non dissolte bloccano i piccoli vasi arteriosi senza disturbarne l'integrità.

    Cause e fattori di rischio

    Ogni tipo di embolo ha le sue cause.

    Cause del tromboembolismo vascolare:

    • infarto miocardico;
    • disturbi del ritmo cardiaco, fibrillazione atriale;
    • aneurisma ventricolare sinistro;
    • chirurgia sugli organi pelvici, cavità addominale e arti, amputazioni degli arti;
    • colesterolo elevato;
    • sangue ipercoagulabile;
    • endocardite;
    • malattia polmonare;
    • reumatismi;
    • diabete;
    • malattie oncologiche;
    • malattie del sistema venoso del bacino e delle estremità (vene varicose, tromboflebiti, sindrome post-tromboflebitica);
    • ipertensione.

    Cause di embolia grassa:

    • massicce lesioni scheletriche, fratture degli arti superiori o inferiori;
    • ampie lesioni ai tessuti molli;
    • degenerazione grassa del fegato;
    • biopsia del midollo osseo;
    • iniezioni endovenose di preparati non liposolubili contenenti elementi grassi;
    • gravi ustioni;
    • necrosi pancreatica grave;
    • terapia con corticosteroidi a lungo termine;
    • osteomielite.
    Gli effetti dell'embolia gassosa sono la malattia da decompressione, gravi disturbi della circolazione sanguigna e del cervello.

    Cause di embolia di aria e gas:

    • malattia di cassone;
    • lesioni di grandi vene;
    • gangrena del gas;
    • funzionamento anormale dei polmoni;
    • gravi violazioni della tecnologia della terapia infusionale, non conformità con le regole di cateterizzazione delle vene, puntura;
    • danno tissutale durante operazioni ginecologiche in violazione della loro tecnologia;
    • danno tissutale durante il travaglio difficile

    Il principale fattore di rischio è l'immobilità prolungata dei pazienti dopo l'intervento chirurgico negli arti inferiori, dopo gli infortuni. Il gruppo di rischio comprende tutti i pazienti costretti a letto, le persone costrette a condurre uno stile di vita sedentario, i pazienti con insufficienza cardiaca. Inoltre, i fattori di rischio includono l'assunzione di alcuni farmaci (chemioterapia, terapia ormonale sostitutiva, uso di farmaci contraccettivi ormonali).

    Sintomi di embolia

    I sintomi dell'embolia dipendono dalla posizione dell'embolo.

    Il tromboembolismo si manifesta con disturbi emodinamici:

    • dolore al petto;
    • mancanza di respiro e respiro veloce;
    • caduta della pressione sanguigna
    • tachicardia;
    • aritmia;
    • sudorazione;
    • tachipnea;
    • tossendo sangue.

    La gravità dei sintomi del tromboembolismo varia da un'assenza quasi completa a una cardiopatia polmonare acuta a rapido sviluppo.

    Le principali manifestazioni di embolia grassa:

    • disfunzioni del sistema nervoso centrale (disturbi della coscienza e della psiche, attacchi di forte mal di testa, irrequietezza motoria, bulbi oculari fluttuanti, delirio, delirio, sintomi meningei, insufficienza piramidale, paresi, paralisi, coma);
    • segni di sindrome da distress respiratorio acuto, insufficienza respiratoria acuta, ipertermia, dolore toracico, mancanza di respiro, apnea, tosse con espettorato sanguinante, tachicardia, tachiaritmia;
    • eruzioni petecchiali sulle guance, sulla pelle del collo, sul petto, sulla schiena, sotto l'ascella;
    • oliguria;
    • emorragie sulla mucosa della bocca, le membrane degli occhi e la congiuntiva.

    Le principali manifestazioni di emboli per aria e gas:

    • ipotensione;
    • gonfiore delle vene del collo;
    • tachicardia;
    • aumento della pressione venosa centrale;
    • dolori al petto;
    • mancanza di respiro;
    • broncospasmo di origine sconosciuta;
    • stimolazione motoria;
    • disturbo della coscienza, paura della morte.

    diagnostica

    Per la diagnosi di emboli è prescritto un esame completo: è importante non solo stabilire una diagnosi accurata, ma anche determinare la natura e la causa dell'embolia.

    La diagnosi di tromboembolia si basa principalmente sull'uso della tomografia computerizzata (TC), il metodo consente di determinare la presenza di un coagulo di sangue nei vasi polmonari. Vengono anche utilizzati altri metodi diagnostici (scintigrafia per perfusione ventilatoria, ecografia a compressione venosa, angiografia vascolare polmonare), che sono di secondaria importanza.

    In caso di embolia grassa, i test di laboratorio rivelano:

    • ossigeno ridotto nel sangue;
    • diminuzione dei livelli di emoglobina;
    • una diminuzione del numero di piastrine, una diminuzione del livello di fibrinogeno;
    • la presenza di grasso neutro in urina, sangue, espettorato, liquore;
    • la presenza di angiopatia grassa della retina;
    • la presenza di grasso nella biopsia cutanea nel campo delle petecchie.

    Gli esami strumentali (RM, TC) consentono di stabilire l'origine dell'embolismo, la radiografia dei polmoni consente di escludere o confermare il pneumotorace, la presenza di sindrome da distress respiratorio acuto. Vengono anche utilizzati il ​​monitoraggio della pulsossimetria e il monitoraggio della pressione intracranica.

    La diagnosi di embolia gassosa viene eseguita usando i seguenti metodi:

    • capnogram è un metodo non invasivo per misurare e registrare i livelli di anidride carbonica durante il ciclo respiratorio;
    • studio dei gas ematici rivelano violazioni di respirazione esterna - ipossiemia e ipercapnia;
    • l'ecocardiografia transesofagea consente di misurare il volume di aria intrappolata nella circolazione sistemica, rivela un difetto del setto atriale;
    • ecografia del doppler precordiale e transesofageo - non fornisce informazioni sulla quantità di aria in entrata, ma è un metodo diagnostico altamente sensibile e consente di monitorare contemporaneamente sezioni del cuore destro e sinistro;
    • ecografia doppler transcranica - utilizzata per valutare la velocità del flusso sanguigno nei vasi, ma è anche in grado di diagnosticare gli emboli dell'aria nei vasi cerebrali.
    Le conseguenze e le complicazioni dell'embolia liquida amniotica possono essere disturbi acuti della circolazione cerebrale, insufficienza renale acuta, morte della madre e feto.

    trattamento

    La scelta dei metodi per il trattamento dell'embolismo si basa sul tipo di emboli circolanti nel sangue e sui fattori che hanno provocato lo sviluppo della patologia.

    Le principali direzioni di trattamento del tromboembolismo:

    • supporto emodinamico e respiratorio (assunzione di glicosidi cardiaci, ormoni glucocorticoidi, diuretici, cerebroprotettori, instillazione di ossigeno);
    • terapia anticoagulante - fluidificante del sangue, migliorando le sue proprietà reologiche;
    • tromboembolectomia: rimozione chirurgica di emboli dalle arterie polmonari mediante sonda Fogarty;
    • fibrinolisi di emergenza - dissoluzione del tromboembolus;
    • ossigenoterapia per pazienti con ipossiemia;
    • trattamento antibiotico delle complicazioni infettive, ulcere e sanguinamento.

    Trattamento dell'embolia grassa:

    • rianimazione, ventilazione polmonare artificiale;
    • instillazione della miscela di ossigeno;
    • Terapia litica - l'uso di embolia grassi emulsionanti nel sangue;
    • assunzione di ormoni glucocorticoidi, anticoagulanti, glicosidi cardiaci.

    Trattamento di embolia gassosa:

    • misure di emergenza; eliminazione della fonte di embolia;
    • rapida aspirazione di aria attraverso il catetere venoso centrale;
    • in caso di deterioramento - rianimazione, ventilazione artificiale dei polmoni;
    • instillazione di ossigeno;
    • Terapia per infusione di espansioni al plasma;
    • prendendo vazopressorov per il trattamento dell'ipotensione arteriosa;
    • ossigenazione iperbarica (trattamento nella camera di pressione);
    • stabilizzazione dei parametri emodinamici.

    Possibili complicazioni e conseguenze dell'embolia

    Le conseguenze dell'embolia dipendono dalla posizione degli emboli. La principale complicanza del tromboembolismo è l'infarto polmonare, l'embolia vascolare a grandi cerchi paradossale, l'aumento della pressione cronica nei vasi polmonari. Le possibili conseguenze dell'embolia grassa comprendono la polmonite, l'insufficienza polmonare acuta.

    Emboli, trasportato dal sistema venoso, entra nel cuore e da lì nei polmoni. Emboli, trasportato da arterie, può intasare i vasi di diverse parti del corpo.

    Gli effetti dell'embolia gassosa sono la malattia da decompressione, gravi disturbi della circolazione sanguigna e del cervello. Le conseguenze e le complicazioni dell'embolia liquida amniotica possono essere complicanze purulente-infiammatorie nel periodo postpartum, disturbi acuti della circolazione cerebrale, insufficienza renale acuta, morte della madre e feto.

    prospettiva

    La prognosi dipende completamente dalla rilevazione tempestiva e dal trattamento adeguato dell'embolo. È sfavorevole in presenza di grossi coaguli, con blocco di grossi vasi sanguigni. Se la condizione è stata immediatamente diagnosticata e eseguita una terapia adeguata, la probabilità di un completo recupero è alta.

    prevenzione

    Prevenzione del tromboembolismo: trattamento tempestivo delle aritmie cardiache, assunzione di anticoagulanti se necessario, terapia della patologia venosa degli arti inferiori, monitoraggio degli indicatori di coagulazione del sangue.

    La prevenzione dell'embolia grassa comprende la prevenzione delle lesioni, l'immobilizzazione tempestiva e corretta dell'arto in caso di lesioni, la stabilizzazione chirurgica precoce delle fratture pelviche e tubulari, la stabilizzazione dei frammenti ossei, l'aderenza alla tecnologia della terapia infusionale.

    Prevenzione dell'embolia gassosa: rispetto delle regole per il sollevamento dal profondo, trattamento corretto e tempestivo delle aree con vasi venosi danneggiati.

    Embolia delle navi, arterie: tipi, sintomi, trattamento, prevenzione

    Embolia gassosa, tromboembolia... La parola embolia significa qualcosa di terribile per la maggior parte della gente, dicono a riguardo quando un giovane in piena fioritura ha improvvisamente lasciato questo mondo, cioè un'embolia è spesso chiamata causa di morte.

    Cosa rappresenta in realtà questo concetto? L'embolia è davvero spaventosa o può sempre essere prevenuta? Cercheremo di toccare ulteriormente queste e altre domande.

    Cos'è l'embolia?

    Il fatto che il fluido che si muove nel sistema di vasi chiusi, chiamato sangue, crea condizioni ottimali per il normale funzionamento del corpo, abbiamo imparato di più dal corso di anatomia della scuola. Dal punto di vista della biologia, il sangue è considerato una soluzione colloidale che trasporta varie strutture proteiche in grado di aggiungere o dare prodotti necessari per il corpo.

    Avendo una certa composizione, il sangue svolge importanti funzioni, tuttavia, muovendosi attraverso i vasi e raggiungendo gli angoli più distanti del corpo umano, non si coagula normalmente nel flusso sanguigno. In circostanze sfavorevoli, le particelle (emboli) che non sono intrinseche alla sua composizione possono entrare nel flusso sanguigno o i trombi iniziano a comparire nei vasi quando si sviluppano i processi patologici. I coaguli di sangue e gli emboli di altra origine, non disciolti in uno stato liquido e non inclusi nel sangue, tuttavia, possono raggiungere dimensioni significative, pertanto, muovendosi insieme al sangue, possono rimanere bloccati e bloccare il vaso (occlusione). A questo punto, il movimento si ferma e intorno alla scena dell'incidente si trova il centro dell'ischemia.

    Navi delle gambe - la fonte più "attiva" dell'embolia più comune: il tromboembolismo

    Il processo patologico, che ha permesso l'intrusione nel sangue o la formazione di particelle insolite per esso, ha portato a una conseguenza che chiamiamo embolia (o tromboembolia, se un coagulo è riconosciuto come la causa della catastrofe). Gli emboli nel sangue possono essere grandi e piccoli, muoversi al plurale o singolare. Certamente, le dimensioni delle particelle più grandi sono più pericolose, in quanto sono in grado di bloccare un'imbarcazione importante, arrestando il movimento del sangue in cui spesso implica l'interruzione della vita.

    In uno strano monastero con il suo statuto...

    Di solito, il "tappo per un vaso" trasporta il sangue stesso, cioè l'embolo vola nella stessa direzione (ortogrado). Tuttavia, in alcuni casi, gli emboli non obbediscono alle regole dettate dalla natura e adottate dal corpo umano:

    • Le particelle, che hanno una densità maggiore del plasma, sono in grado di muoversi contrariamente alle leggi della dinamica emodinamica - usando la loro stessa gravità, cambiano direzione e vanno verso il flusso di sangue. Ad esempio, dalla vena cava possono cadere nelle vene epatiche, renali e possibilmente femorali (embolia retrograda).
    • Usando difetti nella struttura anatomica del cuore (anomalie del setto atriale o interventricolare, altri difetti che consentono il salto dal sistema venoso al sistema arterioso), gli emboli possono passare da una vena a un'arteria senza la partecipazione dei polmoni, cioè senza passare attraverso la piccola (polmonare) circolazione (embolia paradossa). Un esempio di variante paradossale può anche servire da microembolismo delle navi attraverso anastomosi artero-venose.

    Allo stesso tempo, il grado di pericolo per l'organismo, che ha origine da un embolo, dipende interamente e completamente da quale nave è stata bloccata. Se un incidente si verifica su una piccola nave, allora è molto probabile che passi inosservato - i collaterali aiuteranno rapidamente ad eliminare il malfunzionamento, assumendosi le funzioni di ripristino della circolazione sanguigna.

    I peggiori effetti in termini di prognosi possono essere attesi dall'embolia polmonare (e dai suoi rami), dalle navi coronarie e dai vasi cerebrali. L'imprevedibilità del risultato rimane anche con la rianimazione immediata.

    Quale può essere un ostacolo?

    La ragione per fermare il flusso di sangue può essere qualsiasi oggetto estraneo al sistema circolatorio, ad esempio:

    emboli nel sangue

    Un solido è una raccolta di microrganismi o frammenti di tessuto formati durante il processo patologico, un parassita che perde nel flusso sanguigno, un oggetto estraneo che viene accidentalmente catturato dall'esterno durante le iniezioni, altre manipolazioni o la colpa del paziente stesso;

  • Liquido, spesso amniotico (liquido amniotico) o gocce di grasso;
  • Gas (aria più spesso);
  • Coaguli di sangue o loro frammenti (tromboembolismo);
  • Alcuni farmaci, ad esempio, soluzioni a olio che sono destinati esclusivamente alla iniezione sottocutanea (stessa canfora) o intramuscolare, ma non per via endovenosa.
  • A seconda del motivo per cui una particella è comparsa nel sangue, di quale sostanza è rappresentata, si distinguono i tipi di emboli:

    • Tromboembolia. La sua causa sono i coaguli di sangue: bianchi, rossi, misti. Strappandosi in tutto o in parte, si imbarcano in un viaggio che di solito finisce rapidamente, perché un grosso coagulo di sangue non sarà in grado di "camminare" per lungo tempo attraverso i vasi del sistema circolatorio, da qualche parte semplicemente non passerà attraverso;
    • Embolia grassa Gli emboli dal grasso, penetrando nel sangue e passando liberamente attraverso i vasi più grandi, creano un'ostruzione nei capillari di molti organi (polmoni, reni, cervello);
    • Un fluido embolico. Il più delle volte, è ricordato in relazione all'occlusione di vasi con liquido amniotico, sebbene l'embolia grassa sopra menzionata sia spesso riferita a questa forma;
    • Embolia gassosa, la ragione è chiara a tutti: l'ingresso di aria nel sangue;
    • Embolia gassosa - con malattia di Cassero, sebbene alcuni autori lo combinino con l'aria;
    • Embolia da parte di un corpo estraneo. I frammenti di munizioni, molti dei quali sono piuttosto grandi, sono spesso considerati emboli. A questo proposito, non volano per il sangue, come particelle fini - il loro percorso nel sangue è solitamente breve. Inoltre, avendo un peso impressionante, gli emboli non solo possono alzarsi, ma anche liberamente superare il movimento del sangue e scendere (embolia retrograda). Questo tipo di embolia include il blocco della nave con cristalli di calcare e colesterolo;
    • Embolia tessutale o cellulare. La sua causa principale è considerata un processo patologico, accompagnato dalla distruzione dei tessuti, dalla separazione dei loro pezzi e dalla penetrazione nel flusso sanguigno. Anche questo tipo di embolo accompagna la metastasi dei tumori (emboli tumorali);
    • Embolia microbica - i vasi capillari chiudono l'accumulo di microrganismi (infezioni fungine e batteriche, riproduzione di protozoi, fusione purulenta di un coagulo di sangue).

    Interrompere il flusso sanguigno con un coagulo di sangue

    Prima di procedere con una breve descrizione del tromboembolismo, vorrei soffermarmi su concetti come la trombosi e l'embolia, perché molte persone li considerano identici, quindi sono uniti in uno: il tromboembolismo. Questo non è del tutto vero, sebbene la trombosi porti anche ad alterazioni della circolazione sanguigna, ma la trombosi non proviene da qualche parte da un trombo, si forma in un'area specifica se vengono create condizioni favorevoli alla sua formazione: danno alla parete vascolare, rallentamento del movimento ematico e compromissione dell'emostasi.

    L'embolia vascolare implica la chiusura di un lume di un vaso sanguigno con una particella, che può essere un coagulo di sangue, staccata dal luogo della sua formazione, e una placca, e grasso, e aria, e molto altro ancora, quindi, si parla di tromboembolia quando un coagulo di sangue (o parte di esso) divenne un ostacolo sulla via del flusso sanguigno. Il tromboembolismo, a seconda del luogo di formazione di un coagulo, può avere diverse opzioni di flusso:

      Thrombi, "nato" nelle vene di un grande cerchio o nelle camere del cuore destro, viene inviato all'arteria polmonare e ai suoi rami, creando una situazione catastrofica chiamata "embolia polmonare o embolia polmonare", che spesso causa morte improvvisa se un grande ramo soffre. Tuttavia, l'inizio della morte nell'embolismo polmonare non è dovuto tanto alla presenza di un'ostruzione meccanica lungo il percorso del flusso sanguigno, ma alla comparsa di un riflesso polmonare, quando i vasi sanguigni arteriosi del cuore e dei polmoni si contraggono. Si dice che in caso di embolia polmonare, è stato "fortunato" se la lesione ha toccato un vaso più piccolo, ma anche lì, il paziente molto probabilmente dovrà eseguire la terapia trombolitica fino alla fine della sua vita. Dopotutto, un'embolia polmonare non è avvenuta da zero, probabilmente le malattie cardiovascolari sono da tempo nella lista delle patologie croniche del paziente, che ha causato l'attuale incidente.

    meccanismo dell'embolia polmonare più comune

  • La causa dell'embolia dei vasi della grande circolazione (corporea) è più spesso coaguli di sangue formati nella metà sinistra del cuore (valvole della valvola, ventricolo, atrio) o formati nell'aneurisma del cuore, dell'aorta o di altri vasi arteriosi. L'ulteriore corso della patologia seguirà il percorso della sindrome tromboembolica (trombosi sistemica) con le conseguenze che ne derivano, il cui esito dipende dal luogo di insorgenza dell'ischemia. Ad esempio, un'embolia cerebrale, o meglio l'intasamento di alcuni dei suoi vasi con un coagulo di sangue, porterà a una condizione che chiamiamo ictus ischemico, tuttavia, se l'embolo è piccolo e si ferma in un vaso di piccolo calibro, allora puoi contare su un attacco ischemico transitorio (TIA), comunque, non per molto tempo, dopo il suo debutto, hai bisogno di pensare seriamente alla tua salute.
  • I Thrombi che migrano nel flusso sanguigno possono chiudere il lume dei vasi cardiaci, reni, intestini, arti e altri organi. Va notato che la dimensione di un trombo non sempre determina la gravità delle conseguenze, la sua posizione è più importante qui.

    Ad esempio, l'arresto di un coagulo nel rene e nella milza non comporta alcun pericolo particolare per la vita, il blocco dell'arteria femorale può portare a cancrena (come va), ma il "piccolo trombotico" bloccato nell'arteria mid-cerebrale è molto probabile che causi sviluppo di infarto cerebrale e mettere in pericolo la vita del paziente. Per quanto riguarda i polmoni, la situazione qui potrebbe essere la più imprevedibile e spesso molto triste.

    Video: meccanismo embolico polmonare

    Cause del tromboembolismo

    Cause di eccessiva trombosi e sviluppo trombotico dovrebbero essere ricercate, prima di tutto, nella patologia che si verifica con danni alle pareti vascolari, con un rallentamento del flusso sanguigno attraverso il flusso sanguigno, con una violazione della coagulazione del sangue (ipercoagulazione). Questi possono essere malattie cardiovascolari, disturbi endocrini (diabete mellito) e una reazione difensiva (per fratture, contusioni e altre lesioni), e l'influenza di sostanze tossiche e trasfusioni di sangue (coaguli formati nel sangue o vene trombizzate del paziente). Tutta questa patologia gioca il suo ruolo nella trombosi, che diventerà la causa di un tromboembolismo quando il trombo si stacca, si trasforma in un embolo migratore e, alla fine, chiude il vaso sanguigno.

    Le cause di occlusione vascolare con un trombo sono, di norma, una grave patologia cardiaca e vascolare, la cui conseguenza è il tromboembolismo:

    • Infarto miocardico e sue complicanze (gravi aritmie, aneurisma ventricolare sinistro acuto);
    • Malformazione mitralica combinata di origine reumatica (trombosi intraatriale);
    • Difetti cardiaci congeniti;
    • Fibrillazione atriale;
    • Endocardite settica;
    • Aneurisma dell'aorta addominale;
    • Aterosclerosi dell'aorta (formazione di ulcere ateromatose).

    I sintomi sono determinati da molti fattori.

    La gravità dei sintomi del tromboembolismo dipende da quale nave ha preso il colpo. Diamo alcuni esempi.

    Tromboembolismo dei vasi arteriosi dell'arto

    Se un coagulo di sangue è bloccato nell'arteria principale di qualche arto, allora uno spasmo in questo pool che si verifica dopo un embolo creerà le condizioni per la formazione di un coagulo continuo che blocca i collaterali e impedisce loro di impegnarsi nel lavoro. Di conseguenza, i tessuti muoiono di fame, i processi metabolici sono disturbati (acidosi metabolica), le reazioni biochimiche che si verificano nei tessuti avvengono con il rilascio di sottoprodotti che entrano nel flusso sanguigno e portano a disturbi in tutto il corpo.

    Un forte dolore all'arto causato da spasmo farà sì che una persona presta attenzione ad altri segni della malattia:

    1. Intorpidimento, freddezza, grave debolezza;
    2. Il cambiamento nel colore della pelle dell'arto interessato (diventa quasi bianco);
    3. L'arto è notevolmente freddo, specialmente le dita;
    4. Le vene affondano, non c'è polso sotto la lesione, sebbene sia accelerato sopra il sito dell'incidente;
    5. La sensibilità diminuisce (prima tattile e poi profondo);
    6. L'estremità si gonfia, la sua funzione è fortemente limitata (può verificarsi una paralisi flaccida).

    Embolia cerebrale

    Cause principali di embolia cerebrale: aterosclerosi (uscita del contenuto di una placca fratturata e successiva trombosi) e altre patologie cardiovascolari, accompagnate da coaguli di sangue potenziati. L'embolo trattenuto nel vaso porterà all'ostruzione arteriosa e allo sviluppo di un fuoco ischemico con le conseguenti conseguenze. Segni di embolia cerebrale assomigliano molto al quadro clinico di un attacco ischemico transitorio o di un infarto cerebrale (ictus ischemico).

    Embolia polmonare

    È impossibile percepire l'embolia polmonare come una patologia con esito fatale obbligatorio. I segni di embolia polmonare dipendono anche dal grado di alterazione del flusso sanguigno nei polmoni e dalla profondità del disturbo emodinamico nella circolazione del corpo. Inoltre, queste stesse violazioni dipendono da altri fattori:

    • La lunghezza dell'otturazione;
    • La nave è stata completamente o parzialmente chiusa;
    • Quanti rami hanno sofferto;
    • Qual è la profondità dei disordini neuroumorali;
    • La patologia principale che ha portato a questa situazione;
    • La condizione del paziente prima dell'incidente e al momento dell'incidente.

    L'embolia polmonare clinica è determinata dalla sua forma. Ciascuna delle opzioni ha i suoi segni distintivi, piegando le sindromi:

    1. Insufficienza respiratoria acuta;
    2. cardiovascolare;
    3. "Cuore polmonare";
    4. cerebrale;
    5. Addominale.

    L'embolia polmonare può essere lieve e molto grave. Quando un trombo di dimensioni relativamente piccole entra nelle arterie, compaiono segni di infarto polmonare (dolore al petto, febbre, emottisi). La presenza di un grosso coagulo nell'arteria polmonare si troverà più turbolenta: il paziente si stringe il petto, le labbra e il viso diventano blu, il cuore batte forte, la pressione sanguigna cala drasticamente. In altri casi, nelle prime ore è molto difficile distinguere il tromboembolismo della LA da polmonite acuta o stagnante, infarto miocardico, insufficienza coronarica acuta - l'embolia polmonare "ama" nascondere sotto maschere diverse.

    La nave è ostruita dal grasso

    Le goccioline di grasso appaiono più spesso nel sangue del paziente dal suo stesso corpo. Ciò si verifica quando il tessuto è danneggiato (grasso sottocutaneo, midollo osseo). Spesso, la penetrazione dell'embolo grasso si verifica con fratture di lunghe ossa tubolari e ferite da arma da fuoco.

    L'embolia grassa include anche un'embolia oleosa (o indotta da farmaci), quando il farmaco, essendo una soluzione oleosa, entra accidentalmente nel flusso sanguigno durante un'iniezione.

    In caso di fratture, l'embolia grassa può essere trascurata - raggiungendo i polmoni, il grasso entra in reazioni chimiche e viene neutralizzato dai lipofagi. Solo in rari casi, l'embolia grassa si conclude con la polmonite. Tuttavia, se il 75% o più dei vasi capillari polmonari falliscono, sussiste il pericolo di sviluppare insufficienza polmonare acuta e arresto cardiaco.

    Più che i polmoni, quando i vasi sono ostruiti da goccioline di grasso, il cervello soffre, come con l'embolia cerebrale, la morte del paziente rimane sempre probabile. I microemboli intrappolati nei capillari cerebrali causano danni al tessuto cerebrale (i capillari scoppiano formando un gran numero di emorragie a piccolo punto).

    Embolia liquido amniotico

    L'embolia del liquido amniotico può causare la morte sia della madre (in misura maggiore) che del feto. L'utero spalancato e la differenza tra la pressione all'interno dell'organo, dove è più alta e il resto del canale venoso sono fattori che contribuiscono al rilascio del liquido amniotico (AF) nel flusso sanguigno del corpo della madre. Tali circostanze si formano con un decorso sfavorevole del processo generico e del periodo postpartum. Inoltre, la malattia del paziente (patologia della gravidanza, malattie cardiache, diabete mellito), l'uso di determinati farmaci e danni alla placenta possono complicare la situazione. È possibile il liquido amniotico nel sangue e il taglio cesareo.

    Va tenuto presente che di per sé il liquido amniotico non è una sostanza innocua per il sangue. Contiene molti prodotti che hanno tutte le capacità di un embolo, così come la tromboplastina, che inizia la trombosi.

    L'embolia del liquido amniotico è una seria complicanza del parto, spesso scegliendo un "copione" da solo. La forma acuta di DIC, che inizia con ipercoagulazione (alta coagulazione), cerca rapidamente di entrare nella fase di ipocoagulazione, che può portare a sanguinamento incontrollato e (spesso) alle sue conseguenze molto tristi (morte).

    I sintomi dell'embolia AML si sviluppano con un aumento dell'insufficienza cardiovascolare e respiratoria acuta:

    • Ansia, ansia, sudorazione, tosse con espettorato schiumoso, vomito;
    • Cianosi della pelle del viso, delle mani e dei piedi;
    • Impulso frequente, appena palpabile e rapido calo di pressione (possibile sviluppo del collasso).

    Disturbi irreversibili derivanti da shock emorragico e cardiogeno portano alla morte del corpo del paziente.

    Prevenzione delle conseguenze indesiderabili di parto complicato nella massima misura affidata al parto principale di un ostetrico-ginecologo: mezzi verificati di ostetricia, tattica di parto correttamente scelta, una costante valutazione della condizione della donna utilizzando tutti i metodi di ricerca disponibili di laboratorio e strumentali dovrebbero assicurare la felice apparizione del nuovo uomo.

    Bolle pericolose

    L'ostruzione dei vasi sanguigni si verifica a causa del blocco causato dalle bolle d'aria. Perché l'aria entra nel flusso sanguigno è una domanda completamente diversa. La pressione negativa nelle vene di grosso calibro è sufficiente per "aspirare" l'aria lì. Embolia gassosa, contrariamente al blocco dei vasi sanguigni con un coagulo di sangue, si verifica raramente e può essere causata da:

    1. Ferite dei vasi del collo;
    2. La superficie aperta dell'utero dopo il parto;
    3. Danneggiamento del polmone colpito dalla sclerosi;
    4. pneumotorace;
    5. Chirurgia a cuore aperto;
    6. Errori tecnici durante alcune procedure mediche, ad esempio durante le iniezioni, quando l'aria viene inviata alla vena insieme al farmaco.

    L'aria intrappolata nella vena e il flusso sanguigno si dirigono verso l'atrio destro, si ferma lì e interrompe l'emodinamica intracardiaca e, di conseguenza, il flusso sanguigno sistemico.

    Video: embolia gassosa - bolle d'aria nel cuore

    I sintomi di un'embolia gassosa appaiono precocemente e violentemente: il paziente si precipita, soffoca, si stringe il torace, diventa blu e durante l'esame c'è tachicardia e un rapido calo della pressione sanguigna.

    La prevenzione di embolia gassosa è la stretta osservanza di tutte le regole per gli interventi chirurgici e le altre procedure mediche.

    Come esempio di embolia gassosa, si può citare una malattia da decompressione (CST, malattia dell'operatore subacqueo). I gas disciolti ad alta pressione atmosferica e intrappolati nei tessuti, quando una persona ritorna alla posizione iniziale (condizioni normali), iniziano anche a ritornare al sangue, formando bolle che diventano emboli. Si disperdono in tutto il corpo e chiudono i vasi capillari di molti organi e, in primo luogo, il cervello.

    Una variante simile di embolia in altri casi si sviluppa con gangrena gassosa (come sua complicazione).

    Video: in onda e altri emboli durante le iniezioni

    Come evitare l'embolia?

    Per prevenire l'embolia, è impossibile dare un consiglio qualsiasi:

    1. La prevenzione del tromboembolismo include la prevenzione di tutte le malattie che ne sono la causa, e questo è un intero elenco di condizioni patologiche del cuore e del sistema vascolare;
    2. Per evitare l'embolia gassosa, gli operatori sanitari dovrebbero aderire a tutte le leggi prescritte a tale riguardo, poiché lo stesso paziente non imporrà come eseguire questa o quella operazione o procedura;
    3. La probabilità di malattia da decompressione richiede l'attenzione di coloro a cui minaccia: sia i subacquei che i sub dilettanti e i piloti sono generalmente ben consapevoli delle conseguenze degli sport estremi;
    4. L'embolia dei tessuti grassi e dei tessuti dipende anche poco dagli sforzi del paziente: può essere consigliato di seguire le istruzioni dei medici.

    Da ciò risulta che il paziente dovrebbe prestare maggiore attenzione alla prevenzione del tromboembolismo, cioè proteggere il cuore e i vasi sanguigni e dirigere tutti gli sforzi verso uno stile di vita sano, e il resto è una questione di medicina.