Artrodesi della caviglia

L'artrodesi è un'operazione chirurgica per immobilizzare l'articolazione, un analogo artificiale di anchilosi o fusione ossea. L'artrodesi viene eseguita su quasi tutte le articolazioni di supporto al fine di ripristinare la mobilità di una persona. In questo modo vengono riparate le ossa pendenti e difettose.

Molto spesso, viene eseguita l'artrodesi dell'articolazione della caviglia, poiché questa articolazione è costantemente coinvolta nel movimento ed è danneggiata. L'operazione è eseguita in modo che la persona non diventi disabilitata.

Essenza dell'operazione

Consiste nel rimuovere parti dell'articolazione che impediscono il movimento e ripristinare l'asse corretto dell'arto.

A seconda delle condizioni specifiche della malattia, l'artrodesi viene eseguita in uno dei modi:

L'operazione è complicata, per completare sono necessarie dalle 2 alle 5 ore. Dopo l'incisione del tessuto, tutte le parti non vitali vengono rimosse nella ferita chirurgica, attentamente esaminate e rimosse. A volte l'immagine reale della malattia non corrisponde pienamente a quella ottenuta con vari metodi di indagine. Tutte le parti dell'osso, della cartilagine e di altri tessuti danneggiati dalla malattia vengono rimosse. Quindi, a seconda del tipo di difetto tissutale ottenuto, il chirurgo seleziona il metodo di connessione utilizzando varie costruzioni e innesti.

Progettazione di incollaggi ossei

Molto spesso, le superfici articolari delle ossa sono tagliate, le ossa tibiali e astragali sono fissate con una struttura metallica.

Il compito dell'operazione è di ripristinare l'asse dell'arto o la linea condizionale lungo la quale si trova il carico meccanico del corpo mentre si cammina. Per le gambe, l'asse superiore dello Ilio, la parte superiore della rotula e lo spazio tra il primo e il secondo dito del piede dovrebbero essere collegati a una linea immaginaria. Se queste linee guida non sono collegate in una riga, la persona non sarà in grado di camminare.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale o anestesia spinale. Più l'articolazione è estesa, più profonda dovrebbe essere l'anestesia. L'anestesia spinale è un metodo delicato in cui il farmaco viene iniettato nelle vie nervose conduttive. La persona è cosciente, ma la parte inferiore del corpo non sente nulla, perché la conduzione degli impulsi del dolore viene interrotta dal farmaco.

testimonianza

Tutte le condizioni in cui viene alterato il corretto orientamento spaziale delle parti della caviglia:

  • adesione impropria delle ossa dopo la frattura della caviglia;
  • tubercolosi ossea (a dire il vero va detto che l'articolazione della caviglia è raramente colpita da essa);
  • processi infiammatori cronici e degenerativi o distruttivi;
  • contrattura o rigidità;
  • effetti della paralisi cerebrale;
  • "Giunture appese" a causa di paralisi o danni cronici ai legamenti.

Distruzione degenerativa dell'articolazione

La cosa principale che impedisce a una persona di camminare in tutte queste condizioni è il dolore e l'incapacità di appoggiarsi alla gamba dolorante. Stampelle, bastoni, a volte è necessaria una sedia a rotelle. Nessuno dei quali vita a tutti gli efetti mentre non stiamo parlando. È difficile per una persona persino servire se stesso, ha bisogno di aiuto.

L'artrodesi dell'operazione è impossibile in presenza di controindicazioni. Si tratta principalmente di limiti di età - fino a 12 e dopo 60 anni. Nell'infanzia, la formazione dello scheletro non è completata, le strutture fisse impediranno la crescita. Dopo 60 anni, il periodo di recupero è lungo e difficile, e questa operazione viene eseguita solo in base a singole indicazioni.

Non hanno un'operazione per i processi purulenti attuali, le fistole e le fistole situate sull'arto. Queste controindicazioni sono provvisorie, dopo che il trattamento da loro è possibile operare. Non utilizzare pazienti allettati e disabili del 1o gruppo.

Periodo postoperatorio

Il periodo dopo l'intervento chirurgico è lungo, richiede un gruppo di disabilità per 1 anno. Dopo il ripristino della funzione dell'arto, il gruppo di disabilità viene rimosso.

Una volta completata l'operazione, viene applicata una stecca di gesso. Durante il mese non puoi calpestare la gamba operata. È permesso e consigliato muovere le dita dei piedi, piegare la gamba al ginocchio in posizione supina.

È necessario contattare il dottore costantemente, solo lui dà i termini per la rimozione di stecche e raccomandazioni per i movimenti di espansione. Se è necessario essere in ospedale o si può essere a casa è anche deciso dal medico curante. Di solito, è necessario un trattamento ospedaliero nei casi in cui l'operazione è stata eseguita con complicazioni o la condizione somatica generale del paziente è in dubbio.

Le complicanze sono rare, ma sono possibili, come dopo ogni intervento chirurgico. È necessario fare l'attenzione a tali manifestazioni:

  • febbre e brividi - indica l'inizio dell'infiammazione;
  • sanguinamento;
  • dolore acuto che non si attenua giorno o notte;
  • disagio agli arti sotto forma di torpore e formicolio;
  • diminuzione dell'appetito, vomito e nausea;
  • pelle grigia o bianca sulla gamba operata.

L'artrodesi della caviglia è un'operazione complessa che colpisce molti tessuti (ossa, cartilagine, legamenti, muscoli, nervi e ipoderma). Prima dell'operazione, tutti questi tessuti erano in uno stato doloroso e doloroso, crescono insieme e si riprendono peggio di quelli inizialmente sani.

Qualunque segno patologico richiede attenzione e trattamento separato.

reinserimento

Questo è un periodo di ripristino completo o parziale della funzione di supporto, camminata e normale andatura. È necessario avvicinarsi all'espansione dei movimenti con molta attenzione, ogni volta per consultare il proprio medico e seguire le sue raccomandazioni. La riabilitazione dopo l'artrodesi può richiedere fino a otto mesi.

Nel corso normale dei processi di recupero, è consentito camminare sulle stampelle nel secondo mese. A volte il medico prescrive di indossare un apparecchio ortopedico su una base di metallo, che scarica la gamba.

Camminare con le stampelle durante il recupero

Nel terzo mese, è consentito il carico minimo sulla gamba, un trasferimento parziale del supporto del corpo ad esso. Ma tutto questo è possibile solo dopo studi di controllo e con il permesso del medico.

Per accelerare il recupero da quasi i primi giorni, si raccomandano esercizi terapeutici. I movimenti sono eseguiti per mantenere il tono muscolare: tensione e rilassamento, movimento, flessione nell'articolazione dell'anca e del ginocchio. Un complesso specifico è raccomandato da un istruttore di terapia fisica in base alla gravità dell'operazione e allo stato generale di salute.

È importante normalizzare il peso corporeo, riduce il carico sull'articolazione. Preferire gli alimenti a base di proteine ​​vegetali, non superare il contenuto calorico giornaliero.

È necessario usare la fisioterapia - massaggio, bagni di paraffina, laser, procedure elettriche, UHF, trattamento magnetico - tutto ciò che fa rivivere il metabolismo nei tessuti operati.

Il solito risultato della chirurgia di artrodesi è un ritorno alla vita normale, quando ci sono restrizioni solo per quanto riguarda lo sforzo fisico pesante e gli sport traumatici.

Artrodesi della caviglia

L'articolazione della caviglia umana è una delle più complesse e più vulnerabili. Una quantità enorme di stress cade sulla caviglia ogni giorno, non sorprende che soffra di lesioni e usura prematura delle ossa, dei tessuti muscolari e legamentosi più spesso di altri elementi del sistema muscolo-scheletrico umano.

Se le articolazioni di caviglie e piedi sono gravemente danneggiate, non è sempre consigliabile ripristinare le funzioni motorie, il trattamento conservativo porterà solo a una serie di complicazioni. Ad esempio, nell'osteoartrosi grave e deformante, quando il paziente soffre di dolore insopportabile, solo la chirurgia può aiutare.

Se l'artroscopia è inefficace e la sostituzione endoprotesica è impossibile per ragioni mediche o per altri motivi, viene eseguita l'artrodesi della caviglia. L'artrodesi è un'operazione in cui gli elementi di un'articolazione sono artificialmente giuntati e completamente immobilizzati. Funzionalmente, l'articolazione sarà completamente spenta, ma il paziente sarà in grado di usare l'arto come supporto e liberarsi da dolori lancinanti.

Alla nota: l'artrodesi si riferisce alle operazioni standard in ortopedia chirurgica. Viene eseguito quando l'impianto di un impianto a tutti gli effetti è impossibile per qualsiasi motivo, ma nel frattempo i farmaci non aiutano il paziente a liberarsi del dolore e l'arto non funziona ancora. Durante l'operazione, il medico rimuove semplicemente le parti articolari che non possono essere riparate e inietta invece un impianto.

Essenza dell'operazione

L'artrodesi o l'anchilosi artefatta è un tipo di intervento chirurgico in cui la connessione di due ossa che formano l'articolazione, con l'obiettivo della sua completa immobilizzazione. L'artrodesi è considerata una misura estrema del trattamento chirurgico se altri metodi sono controindicati o non hanno prodotto il risultato atteso, e il paziente continua a soffrire di forti dolori.

Dopo l'artrodesi della caviglia, il piede diventa completamente immobile. In primo luogo, il medico rimuove le aree danneggiate della cartilagine, delle ossa e dei legamenti, quindi collega gli elementi articolari con aste e raggi speciali. Dopodiché, riempie i vuoti con un composto speciale, cioè esegue direttamente la fusione di tutte le parti dell'articolazione interessata.

Dopo l'intervento, il paziente riceve inevitabilmente un grado di invalidità. Quale dipende dal grado di danno e dal tipo di intervento eseguito, nonché dall'età del paziente, dallo stato sociale e dal tipo di impiego.

Varietà e caratteristiche di ciascuna specie

Ci sono diversi modi per condurre l'artrodesi della caviglia. Le principali differenze sono nel tipo di impianto che verrà impiantato tra le due ossa. È possibile utilizzare l'osso del paziente da un'altra parte del corpo, le ossa del donatore o le barre sintetiche.

Inoltre, l'artrodesi può essere intra-articolare ed extra-articolare. Nel primo caso, il medico rimuove semplicemente gli elementi danneggiati dell'articolazione e applica una benda di cerotto di fissaggio per completare l'adesione delle ossa. Nel secondo caso, un impianto dall'osso del paziente, materiale del donatore o materiale sintetico viene impiantato tra le ossa. Il giunto è fissato con bulloni o piastre in metallo, dopo di che viene applicato anche uno stivale in gesso fino a quando i tessuti non sono completamente aderenti.

Nella maggior parte dei casi, viene eseguita un'artrodesi del tipo combinato: prima vengono rimossi gli elementi distrutti dell'articolazione, quindi l'impianto viene impiantato, l'articolazione viene fissata con aghi e un pneumatico in gesso. Un'operazione viene eseguita in anestesia generale.

Impianto di autotrapianto

Questo metodo operativo è considerato ottimale, dal momento che l'autotrapianto dell'osso naturale di una persona contiene osteoblasti. Queste sostanze stimolano la crescita del tessuto osseo nell'articolazione della caviglia - osteoinduzione. L'osso del paziente viene usato come un autotrapianto. Questo è un grande vantaggio e un enorme svantaggio allo stesso tempo. È necessario estrarre l'area ossea in modo che l'arto sano non ne risenta.

Uso di Allotrapianto

Questo tipo di innesto osseo è disponibile in quantità illimitate, ma non ha proprietà osteoinduttive così elevate. Il tessuto osseo è pre-sottoposto a congelamento profondo, demineralizzazione, quindi irradiazione e essiccazione a freddo. Ciò è necessario per rendere il materiale donatore sterile, ma tutte le cellule viventi del tessuto osseo vengono uccise.

Come risultato di un complesso processo di trattamento, il rischio di rigetto di un tale impianto è ridotto al minimo, mentre il tessuto osseo naturale può crescere su di esso. Ad oggi, esistono già tali tipi di trattamento delle ossa, in cui le proteine ​​osteoinduttive sono immagazzinate in tessuti che possono stimolare la crescita ossea indipendente.

Impianti sintetici

L'artrodesi della caviglia può anche essere eseguita utilizzando materiali sintetici. Questi materiali sono granuli di idrossiapatite e fosfato di calcio che, dopo un trattamento speciale, formano una speciale struttura porosa che imita la parte spugnosa dell'osso. Tali impianti lavorano all'interno dell'articolazione come una matrice osteoconduttiva, sono incapaci di osteoinduzione.

Insieme agli impianti ossei elencati, vengono utilizzati elementi metallici naturali o sintetici. Bastoncelli, raggi, piastre o bulloni sono necessari in modo che gli elementi del giunto distrutto siano saldamente fissati e non spostati durante la formazione di un nuovo tessuto osseo.

E 'anche possibile utilizzare la fissazione esterna dell'articolazione. L'apparato Ilizarov usato per questo è un apparato di distrazione della compressione, che è una struttura di raggi e bulloni metallici regolabili che fissano saldamente la gamba nella posizione desiderata. Ad oggi, vengono utilizzati design migliorati e modificati, che offrono al paziente un minimo disagio.

Nella moderna chirurgia ortopedica, una combinazione di diversi metodi viene spesso utilizzata per eseguire l'artrodesi per ottenere un risultato rapido e ottimale.

testimonianza

L'artrodesi è un'alternativa all'endoprotesi ed è spesso l'unica via d'uscita per un paziente se i metodi conservativi di trattamento non eliminano i sintomi della malattia articolare, ma portano alla progressione della malattia e alla sua transizione verso uno stadio più complicato. L'indicazione principale per l'artrodesi dell'articolazione della caviglia è una sindrome del dolore forte che non può essere arrestata con l'aiuto di farmaci antinfiammatori non steroidei, analgesici, iniezioni intramuscolari e intra-articolari e fisioterapia.

Patologie articolari che possono essere accompagnate da dolore acuto e quindi richiedono artrodesi:

  • artrosi primaria;
  • artrosi post-traumatica;
  • neyroartropatiya;
  • intervento chirurgico sostitutivo della caviglia non andato a buon fine;
  • artrite reumatoide, le cui conseguenze hanno portato a gravi deformità articolari;
  • osteoartrite;
  • sviluppo di una falsa articolazione.

A volte è necessario ripetere l'artrodesi, se tale operazione è disponibile nella storia e l'impianto richiede una revisione. Come ogni procedura chirurgica, l'artrodesi ha anche controindicazioni. L'operazione non viene eseguita in questi casi:

  • osteomielite - infiammazione del tessuto osseo;
  • grave insufficienza vascolare;
  • infezione purulenta acuta di qualsiasi organo interno;
  • infezioni dei muscoli o dei tessuti connettivi dell'articolazione della caviglia;
  • necrosi avascolare dell'astragalo;
  • grave arteriopatia occlusiva periferica.

È importante! L'artrodesi non viene eseguita nell'infanzia, nell'adolescenza e nell'età senile. Nei bambini e negli adolescenti, il sistema muscolo-scheletrico non è ancora completamente formato, quindi qualsiasi intervento e protesi sono estremamente indesiderabili. Tali manipolazioni possono seriamente interrompere l'ulteriore sviluppo dello scheletro e portare a violazioni irreparabili. A vecchiaia, l'operazione non viene eseguita, perché i tessuti sono già mal restaurati e il paziente non può sottoporsi ad un'anestesia sufficientemente lunga.

Preparazione e fasi dell'operazione

L'operazione non è complessa, ma richiede una certa qualifica di un chirurgo, l'uso di attrezzature speciali e la preparazione del paziente. Dopo l'intervento chirurgico, seguirà la riabilitazione a lungo termine. Durante questo periodo, aderire a tutte le raccomandazioni del medico è importante quanto quando si prepara per la chirurgia. Spesso le violazioni del regime postoperatorio portano a complicazioni e inefficacia dell'intervento.

La preparazione per l'artrodesi consiste nelle seguenti attività:

  • Urina e coagulazione del sangue.
  • Analisi delle malattie sessualmente trasmissibili.
  • Radiografia immediatamente prima dell'intervento.
  • Una settimana prima della data prevista, dovresti rifiutare cibi grassi, speziati e pesanti.
  • Per una settimana, interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la viscosità del sangue.

Poiché l'operazione viene eseguita in anestesia generale, è necessario smettere di mangiare 8 ore prima che venga effettuata, 1-2 ore prima dell'operazione, si sconsiglia di bere anche acqua. Non è raccomandato bere alcolici e fumare 2-3 giorni prima dell'intervento. Idealmente, il paziente sarà posto in un setting ospedaliero alla vigilia del giorno dell'operazione. Il giorno dell'intervento, il medico si assicurerà innanzitutto che il paziente sia in condizioni stabili, quindi eseguirà l'anestesia e preparerà gli strumenti e l'attrezzatura necessari. Successivamente, l'operazione viene eseguita in tali fasi:

  1. Per l'operazione, il medico esegue diversi tagli sulla superficie anteriore dell'articolazione o sopra di essa. Possono essere diversi piccoli tagli e uno grande, sono necessari per introdurre una fotocamera, strumenti e tutte le manipolazioni necessarie nella cavità articolare.
  2. Dopo aver inserito gli strumenti nella cavità articolare, il medico, utilizzando l'immagine di una telecamera visualizzata su un monitor, valuta le condizioni del giunto e rimuove i resti della cartilagine.
  3. Dopo questa fine, le ossa e la cavità articolare vengono tagliate e preparate per essere unite.
  4. Successivamente, le ossa della caviglia e del piede sono collegate e fissate nella posizione desiderata con l'aiuto di elementi metallici - raggi, viti, bulloni. Per posizionare l'asta di fissaggio, il medico usa le incisioni esistenti o crea un foro aggiuntivo. In casi eccezionali, i raggi e i pneumatici sono sovrapposti sulla parte esterna del giunto. Il piedino viene fissato nella posizione desiderata, dopo di che è possibile passare alla fase successiva dell'operazione.
  5. Un impianto osseo viene inserito nella cavità articolare, dopodiché, utilizzando la diagnostica a raggi X, vengono verificati nuovamente il posizionamento dell'impianto e la posizione dell'articolazione.
  6. Infine, il medico rimuove gli strumenti e la fotocamera, i punti o le graffette nei fori.

A seconda delle indicazioni, dell'entità delle lesioni e delle condizioni del paziente, il medico può eseguire artrodesi singola, doppia o tripla in un'unica operazione. A volte l'artrodesi tripla è necessaria per prevenire l'instabilità articolare, anche se solo un elemento richiede la sostituzione. Il medico si concentrerà sui risultati a lungo termine dell'operazione e cercherà di risolvere possibili problemi in futuro contemporaneamente.

Periodo di recupero

Subito dopo l'intervento, il paziente può lamentarsi di tali disturbi:

Possono anche essere notati incoerenza, lacrime, eccitazione, ansia o apatia. Tutti questi sintomi sono una conseguenza dell'anestesia prolungata e vanno via da soli dopo 12-24 ore.

Per quanto riguarda il giunto diretto, il periodo di recupero consiste nelle seguenti fasi principali:

  1. Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, un gesso in gesso viene applicato alla caviglia. Se necessario, viene eseguita la decompressione della caviglia per prevenire il gonfiore dei tessuti sotto la benda. La decompressione è necessaria se l'edema non passa dopo 36-48 ore dall'intervento e si uniscono i dolori.
  2. Per tre giorni dopo l'intervento, il paziente mostra completo riposo fisico e riposo a letto. La gamba operata dovrebbe essere sopra il livello del cuore.
  3. Il quarto giorno, al paziente è permesso di alzarsi e spostarsi gradualmente nella stanza. Quando si sta seduti la gamba dovrebbe essere su una sedia, un letto o un divano.
  4. Due settimane dopo l'intervento, il paziente deve venire in ospedale per la consultazione e la rimozione delle suture esterne.
  5. Per due mesi dopo l'intervento, qualsiasi carico di peso sull'arto è controindicato, cioè il paziente non deve riposare sulla gamba con tutto il corpo.
  6. Due mesi dopo, gli esercizi di fisioterapia iniziano con un carico di peso, con un aumento graduale del peso. Il peso a pieno carico nel normale processo di recupero si ottiene 11 settimane dopo l'intervento.
  7. Per tre mesi, il paziente dovrebbe camminare solo con le stampelle.
  8. Il calco in gesso cambia più volte durante l'intero periodo di recupero. La prima volta dopo due settimane, la seconda volta - dopo due mesi, mentre il controllo radiografico è pre-eseguito. Per tutto questo tempo è necessario assicurarsi che il gesso non stia battendo e non si bagni. Durante le procedure di igiene, si dovrebbe usare una garza speciale per proteggere la medicazione dall'ingresso di acqua e bagnarsi.
  9. Dopo 3,5 mesi, il medico rimuove l'intonaco e rimuove gli elementi metallici dall'articolazione utilizzando l'anestesia locale.
  10. Una persona è disabilitata dopo l'operazione per 4 mesi. Se l'artrodesi è stata eseguita sull'astragalo, quindi per 16 settimane dopo l'intervento è anche impossibile mettersi al volante dell'auto - questo può portare a gonfiore della parte inferiore della gamba.

Il ruolo più importante è assegnato alla terapia fisica dopo l'artrodesi. Gli esercizi dovrebbero iniziare il giorno dell'intervento. Consiste in tensione e rilassamento dei muscoli della gamba e del piede. Stringere la gamba dovrebbe essere per 20 secondi, quindi rilassare allo stesso tempo. Ripeti l'esercizio cinque volte ogni due ore se il paziente è sveglio.

E dovrebbe anche essere auto-massaggio. Questa procedura è molto semplice. Dovrebbe essere stretto con i palmi del piede, comprese le dita dei piedi, premere sull'arto per 20 secondi, quindi rilasciare. Il massaggio viene effettuato ogni due ore. Di conseguenza, il paziente esegue l'esercizio per un'ora, esegue un massaggio dopo un'ora, poi ripassa gli esercizi, ecc. La frequenza delle procedure diminuisce quando il medico consente la piena attività fisica.

Durante il periodo di recupero dopo l'artrodesi, non si può fare a meno della fisioterapia. Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, sono necessari per ripristinare l'attività motoria e rafforzare muscoli e legamenti. E in futuro, la fisioterapia aiuta a sbarazzarsi della zoppia e ripristinare l'andatura normale. Se il paziente ha eseguito coscienziosamente tutte le raccomandazioni del medico e l'operazione stessa è stata eseguita correttamente, non dovrebbero insorgere complicazioni.

Recensioni

Recensioni dei pazienti sottoposti ad artrodesi:

Margarita, 31, Mosca:
"Ho deciso l'operazione per un anno, ho letto tutto, chiesto, consultato. Poi decise, perché vivere con l'artrosi del piede è un tormento infernale. L'operazione stessa è andata bene, dopo aver messo l'apparato di Ilizarov su tre anelli. Sono andato con lui per quattro mesi, è stato più facile nelle prime settimane. E poi è stato difficile non stare in piedi con tutto il corpo. Ora cammino con le stampelle, lentamente padroneggiando. Ci sono difficoltà nel mettere le scarpe, dato che il piede è completamente immobilizzato. Dobbiamo usare una spatola e piccoli trucchi. Ma tutto si è rivelato non così spaventoso come pensavo. Puoi vivere.

Irina, 51 anni, Ekaterinburg:
"Ho vissuto con l'artrite reumatoide da quasi trent'anni. L'artrodesi su una gamba mi è stata fatta quindici anni fa. Poi tutto è andato facilmente e semplicemente, ricordo, dopo tre mesi stavo già camminando per l'appartamento senza stampelle. Ho aspettato per 15 anni - e se qualcosa cambia, e sarà possibile non fare l'artrodesi, ma fare le protesi? Ma il tempo passa, nulla cambia e le articolazioni sul piede sono sollevate in modo che sia impossibile camminare, per non parlare del dolore. Ciò ha reso l'artrodesi e il secondo. Per il momento, sono ancora in cordino, ma vedo già che i risultati non sono gli stessi. Il tallone sul pavimento non è sufficiente, è impossibile stare su tutto il piede, altrimenti il ​​ginocchio è attorcigliato e, in generale, è in qualche modo scomodo. Forse l'età non è la stessa e il tessuto non viene ripristinato? O forse l'operazione è stata fatta in modo diverso. In ogni caso, posso dire una cosa delle mie osservazioni: se è necessaria un'operazione, fallo. Nel corso del tempo, le articolazioni sono talmente deformate che diventa impossibile riparare qualcosa. Inoltre, tutte le altre ossa sono tirate, lo stesso piede. E aspettare che le nostre protesi sulla caviglia siano fatte - è possibile, in generale, essere accessibili ai disabili ".

Riepilogo: L'artrodesi è un'operazione chirurgica durante la quale viene eseguita l'immobilizzazione artificiale di un'articolazione. Tali misure sono necessarie se altri metodi di trattamento erano inefficaci o la sostituzione endoprotesica non ha avuto successo. L'artrodesi può essere eseguita in vari modi, in alcuni casi il medico esegue un'artrodesi doppia e persino tripla. Il periodo di recupero, a seconda della complessità dell'intervento, richiede da 4 a 6 mesi. Il paziente durante questo periodo deve seguire scrupolosamente le istruzioni del medico, non disturbare il riposo a letto, non sovraccaricare l'articolazione e non evitare sedute di fisioterapia e terapia fisica. Questo è l'unico modo per liberarsi dal dolore in caso di gravi patologie articolari, per mantenere l'arto almeno come supporto, per tornare al lavoro e per prevenire ulteriori complicazioni.

Come si fa l'artrodesi dell'articolazione della caviglia

La caviglia è più spesso soggetta a carichi pesanti, quindi è caratterizzata da numerosi infortuni. L'articolazione delle ossa è organizzata in modo tale che non sia difficile dislocarsi durante la flessione del piede. A causa del deterioramento delle ossa della parte inferiore della gamba, si possono sviluppare processi degenerativi che distruggono ossa, cartilagini e legamenti coinvolti nel movimento del camminare.

Il miglioramento della condizione dell'apparato articolare-legamentoso non ha sempre un effetto positivo sul ripristino della funzione motoria, pertanto, si avverte la necessità di immobilizzare completamente l'area malata attraverso un intervento chirurgico. Per ulteriori informazioni sul motivo per cui è necessaria l'artrodesi dell'articolazione della caviglia, vedere di seguito.

Qual è l'artrodesi dell'articolazione

Questa è un'operazione chirurgica dell'arto malato per fissare l'articolazione in una posizione e rimuovere i tessuti danneggiati.

L'artrodesi della caviglia immobilizza l'articolazione e ripristina la funzione di supporto della gamba.

Questa misura consente di eliminare il dolore derivante dall'infiammazione o dalla malattia delle articolazioni. La funzione motoria è compensata dalle ossa non rinforzate della gamba operata.

La scienza è anche nota per l'artrosi dell'articolazione dell'anca e dell'anca. Chi prima sente parlare di questo tipo di chirurgia, spesso chiede al medico: "Che cos'è?".

L'artrodesi dell'articolazione del ginocchio consente di creare artificialmente anchilosi, cioè di limitare deliberatamente il movimento nell'articolazione, impedendo la progressione di una complicata forma di artrosi.

L'operazione è indicata se il trattamento conservativo della patologia non ha influenzato il miglioramento del benessere del paziente, la malattia causa grave disagio e si aggrava solo in futuro.

L'intervento chirurgico nelle articolazioni pelviche si verifica quando le protesi o la correzione articolare sono controindicate, o il loro risultato non consente di eliminare la sindrome del dolore. L'artrodesi delle ossa dell'anca limita la mobilità dell'arto, eliminando gli effetti del decorso aggressivo del processo degenerativo.

Dopo l'operazione, per diversi mesi, la persona operata viene sottoposta a un corso di riabilitazione, compresa la ginnastica, la fisioterapia e l'assunzione di medicine come prescritto da un medico.

Tale misura può essere giustificata nei casi in cui il paziente e il medico devono affrontare il problema dell'eliminazione del dolore doloroso. Allo stesso tempo, il medico è obbligato ad avvertire circa le conseguenze - la parziale perdita di efficienza dell'arto operato.

Le ossa giuntatrici ti permettono di rimuovere il tessuto deformato dell'arto ed eliminare il dolore.

Il più delle volte, l'artrodesi viene utilizzata per le lesioni delle articolazioni dell'anca, della caviglia, del polso e del ginocchio.

In medicina, si distinguono artrodesi intra-articolari ed extra-articolari.

La loro differenza sta nel fatto che nel primo caso vi è una rimozione degli elementi ossei, dopo l'operazione viene applicata una benda di gesso, immobilizzando l'arto per il tempo di recupero.

La correzione extraarticolare avviene impiantando elementi biologici nel tessuto articolare prelevati da altre articolazioni del paziente, dopo di che le ossa sono tenute insieme.

L'operazione combinata consente di combinare entrambi i metodi: prima viene eseguita la rimozione della cartilagine e dell'osso del chatsy, quindi l'osoblashenie viene inoltre fissato con un perno metallico.

L'artrodesi di compressione viene eseguita utilizzando dispositivi di compressione che creano un'ammortizzazione naturale durante il movimento e aiutano a ridurre i tempi di recupero dopo l'artrodesi.

La panartorosi (alias completa) del piede include la correzione di quattro tipi di articolazioni nell'articolazione della caviglia. Questi tipi di plastica possono eliminare completamente gli effetti negativi di artrite, artrosi, gotta, lussazioni, fratture e altri disturbi.

L'apparato di Ilizarov è un altro tipo di artroplastica, in cui il chirurgo crea una frattura artificiale, impiantando un dispositivo nel tessuto osseo che estrae e immobilizza l'area lesa.

Indicazioni e controindicazioni

L'artrodesi è prescritta ad un paziente solo con le seguenti indicazioni:

  • dolore severo incessante;
  • giunto libero;
  • deformazione articolare;
  • processi purulenti e tubercolari;
  • lesioni traumatiche, causando dolore e deformità ossea;
  • membro in modo errato.

Prima di inviare il paziente al tavolo del chirurgo, il medico effettua un esame completo del corpo del reparto al fine di identificare possibili controindicazioni, tra cui l'infanzia e la vecchiaia, le malattie infettive infiammatorie, le cadute di pressione e l'instabilità della condizione.

Descrizione della procedura

Capiremo come è fatta l'artrodesi.

La preparazione del paziente richiede un esame completo delle condizioni del paziente. Questa misura richiede lo studio degli esami del sangue, l'urina per la coagulazione, il fattore rhesus, il gruppo sanguigno.

I test STD sono necessari per prevenire gli effetti negativi dell'operazione. Prima di un intervento chirurgico alle articolazioni, il paziente viene sottoposto a radiografia.

Attenzione! Una settimana prima della data di artrodesi, è necessario abbandonare l'uso di FANS, farmaci per la coagulazione del sangue, cibi pesanti e grassi. Immediatamente prima dell'operazione è vietato mangiare e bere.

La tecnica di realizzazione include fasi come:

  • anestesia;
  • sterilizzazione di strumenti e trattamento di piedi con antisettici;
  • incisione dei tessuti molli;
  • rimozione di aree non vitali di tessuto osseo e cartilagineo;
  • la formazione della fusione dell'astragalo e della tibia;
  • fissaggio dei perni metallici del giunto immobilizzato.

La durata dell'artrodesi è limitata a 2-6 ore a seconda del metodo di intervento scelto, la necessità di prendere elementi strutturali del tessuto cartilagineo del paziente, il grado di abbandono della patologia primaria.

Dopo un po 'di tempo, i tessuti operati crescono insieme, le funzioni dell'articolazione immobilizzata sono parzialmente eseguite da altre cartilagini.

reinserimento

Il periodo di recupero richiede l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), analgesici per eliminare il dolore.

Al fine di evitare la suppurazione nei luoghi di impianto di strutture metalliche, il medico prescrive agenti antibatterici per la somministrazione orale.

Il primo giorno dopo l'intervento, il paziente non deve alzarsi dal letto per evitare gli effetti dell'anestesia.

Il gesso dovrà essere indossato per i primi 3-4 mesi, questo contribuirà ad evitare il rischio di accrescimento improprio delle ossa. Di conseguenza, durante i primi mesi una persona, mentre cammina, si affida a una gamba e alle stampelle in buona salute.

L'ulteriore recupero comprende la fisioterapia (elettroforesi, magnetoterapia, UHF, laserterapia), massaggi ed esercizi terapeutici sotto la supervisione di uno specialista.

complicazioni

Qualsiasi intervento chirurgico può portare a conseguenze negative. È responsabilità non solo del medico curante e degli specialisti che eseguono l'operazione, ma anche del paziente stesso, che è obbligato a seguire le regole di preparazione e riabilitazione.

Tra le complicazioni dopo l'artrodesi si possono distinguere come:

  • sviluppo di osteomielite (infezione dell'osso e dei tessuti molli della gamba);
  • trombosi di arterie e vene;
  • sanguinamento ed ematomi;
  • danno ai nervi, che viola ulteriormente la sensibilità dei tessuti;
  • cambiamento dell'andatura;
  • gonfiore, forte dolore;
  • suppurazione;
  • nausea, vomito;
  • intorpidimento e formicolio dell'arto.

Se si verifica un disagio che non è correlato al processo di guarigione naturale del tessuto, è necessario segnalare immediatamente i sintomi al medico.

Recensioni

Se una grave sindrome del dolore si verifica a causa della progressione prolungata dei processi degenerativi nella caviglia, l'attenzione del paziente viene attratta da una procedura come l'artrodesi dell'articolazione della caviglia.

Recensioni dei pazienti sulla procedura che puoi vedere di seguito.

Anfisa: "Ho anche fatto l'artrodesi dell'anca e del ginocchio. è stato molto doloroso dopo l'operazione, il promidol ha dato sollievo per 15 minuti, e questo era tutto.

In questo momento stai cercando di dormire, perché non c'è forza, in generale, ti addormenti solo, e un forte dolore, come uno tsunami, rotola di nuovo intorno. Le bende sono coperte di sangue. Sotto i piedi di una pozza di sangue, in generale, il sangue scorreva costantemente in questi due giorni.

Non ho mangiato nulla, ero costantemente nausea, sia dal dolore, dallo stress o dalla droga, o tutti insieme. Dopo che l'anestesia è stata rimossa, è diventato possibile camminare con l'aiuto di stampelle e supporto su una gamba sana. Dopo un po ', le ferite hanno smesso di sanguinare, hanno fatto uno stivale e mi hanno detto come camminare con esso.

Gamba piena di guarigione raggiunta dopo 4 mesi dall'intervento. Dopo sei mesi ci siamo abituati alla mobilità limitata. Tutte le mie sofferenze non sono state vane - il dolore alle articolazioni, che ho sofferto per molti anni, mi ha lasciato ".

Maria: "Dopo l'artrodesi, è passato un anno. Quindi, tutto fa male. Dove il giunto non è chiuso, l'ultimo foro, per così dire, a causa del quale l'articolazione si muove leggermente - costantemente gonfia e dolorante. Fa anche male sul lato del piede, mi sembra che sia già deformato, alcune ossa stanno lentamente sporgendo. Camminare è molto scomodo, quindi ho ordinato plantari ortopedici. "

conclusione

L'artrodesi è un intervento chirurgico complesso, il cui scopo è quello di immobilizzare parzialmente l'articolazione ed eliminare i tessuti non vitali. Dopo la procedura, il paziente perde parzialmente mobilità nella gamba. La riabilitazione richiede il pieno impegno del paziente durante l'esecuzione di esercizi di riabilitazione e seguendo le raccomandazioni degli specialisti.

A giudicare dalle recensioni, questa è una procedura molto dolorosa che richiede una riabilitazione a lungo termine, in metà dei casi che comportano conseguenze negative. Fidati della salute dei loro piedi dovrebbe essere solo un medico altamente qualificato.

Artrodesi della caviglia

Non tutti i cambiamenti patologici che si verificano nella caviglia possono essere eliminati attraverso l'uso di droghe. A volte è necessario bloccare completamente uno o più segmenti contemporaneamente. Un'operazione chirurgica chiamata artrodesi può aiutare. Permette di riprodurre la connessione fissa delle ossa coinvolte nella formazione dell'articolazione della caviglia, bloccandone così la funzione.

Lo scopo di questo intervento è rimuovere elementi non vitali e correggere l'asse dell'arto inferiore. L'artrodesi della caviglia è considerata un'operazione standard, che viene designata quando è impossibile eseguire l'endoprotesi. Grazie a questo intervento, l'affidamento sull'arto viene ripristinato e la persona si libera da dolori insopportabili.

Essenza dell'operazione

La caviglia è più suscettibile a un aumento dello stress, a causa della quale è più probabile che si verifichino lesioni multiple. E se c'è un progressivo deterioramento delle ossa, possono svilupparsi processi degenerativi che portano alla distruzione del tessuto osseo e cartilagineo, nonché dei legamenti coinvolti nella deambulazione. In tale situazione, potrebbe essere necessario immobilizzare completamente l'articolazione della caviglia.

L'artrodesi è un'operazione chirurgica in cui l'arto malato viene fissato in una posizione e il tessuto danneggiato viene semplicemente rimosso. A causa di ciò, l'articolazione si immobilizza e viene ripristinata la funzione di supporto dell'arto inferiore. L'artrodesi della caviglia ferita aiuta a liberarsi dal forte dolore che si manifesta sullo sfondo del processo infiammatorio.

L'operazione è indicata nei casi in cui il trattamento conservativo prescritto non dà alcun risultato, non migliora le condizioni del paziente e la malattia stessa è solo aggravata, causando un significativo disagio. Dopo tale intervento, una persona deve seguire un corso di riabilitazione. Comprenderà ginnastica, fisioterapia e assunzione di alcuni farmaci.

L'artrodesi è prescritta per le seguenti indicazioni:

  • se una persona soffre di dolore incessante;
  • se l'articolazione è in uno stato penzolante;
  • con artrosi degenerativa con complicazioni;
  • quando iniziano a verificarsi processi tubercolari e purulenti;
  • con arti accecati impropri;
  • deformazione dell'articolazione;
  • se è necessario l'impianto di tutto o parte del giunto.

IMPORTANTE! Tale operazione può essere prescritta nel caso in cui una persona abbia ricevuto una lesione traumatica, che ha provocato una forte deformità e indolenzimento delle ossa coinvolte. Tuttavia, prima di mettere il paziente sul tavolo al chirurgo, viene eseguito un esame completo dell'intero organismo. Questo viene fatto al fine di identificare le controindicazioni all'uso di questo tipo di intervento.

L'artrodesi non è prescritta per il trattamento di bambini e anziani.

L'artrodesi della caviglia infortunata non viene eseguita se parliamo di pazienti di età infantile o avanzata. Nei bambini e negli adolescenti, il sistema muscolo-scheletrico è ancora nella fase di sviluppo e di crescita, quindi qualsiasi intervento può portare a conseguenze negative. Nella vecchiaia, un'operazione del genere può causare complicazioni.

Quando una persona soffre di picchi di pressione costanti. Se ci sono malattie infiammatorie o infettive nel corpo, e anche se la condizione generale è descritta come instabile. Non è necessario ricorrere a tale intervento, quando ci sono fistole non tubercolari.

Qual è l'artrodesi dell'articolazione (ginocchio, caviglia), revisioni dell'operazione

Se una persona sviluppa processi patologici che interrompono il funzionamento delle gambe, molto probabilmente, il medico prescriverà un'artrodesi dell'articolazione della caviglia o di altre parti dell'arto.

L'artrodesi (artrodesi) è una procedura chirurgica che consente di ottenere l'immobilità assoluta dell'articolazione necessaria. Questo metodo di trattamento è appropriato quando è necessario fissare articolazioni sciolte e ripristinare la capacità di appoggiarsi con sicurezza alla gamba.

In caso di non utilizzo del trattamento conservativo, il paziente nel tempo non sarà in grado di muoversi normalmente, ma la complicazione più significativa è la disabilità. Questo trattamento terapeutico ha le sue specifiche.

Fai attenzione! L'artrodesi è prescritta solo in alcuni casi, quindi non ad ogni paziente con patologia articolare viene data questa procedura.

L'artrodesi è una somiglianza artificiale con l'anchilosi. L'ossificazione rende le articolazioni immobili a causa della saldatura di tessuti fibrosi o cartilaginei e per la fusione della superficie ossea.

Inoltre, le patologie si verificano in coloro che hanno subito lesioni complesse, infiammazioni, processi degenerativi. Ancora ossificazione si verifica a causa della prolungata immobilizzazione delle articolazioni, le ossa giuntamente errate.

Fai attenzione! L'anchilosi contribuisce alla violazione della statica, molto spesso questo fenomeno è accompagnato da forti dolori.

Ma ancora, alcune situazioni richiedono un intervento chirurgico, grazie al quale la rigidità delle articolazioni è fornita da mezzi artificiali.

Quali articolazioni funzionano in primo luogo?

La procedura consiste nel ripristinare o migliorare il supporto delle articolazioni scheletriche mediante la sua fissazione fissa. Molto spesso, tale tecnica chirurgica viene assegnata in caso di cambiamenti patologici in:

  • metatarsofalangea;
  • anca;
  • caviglia;
  • articolazione del ginocchio.

Una persona che ha bisogno dell'artrodesi soffre di dolore costante, la sua coordinazione motoria è compromessa, non può muoversi normalmente.

Dopo l'intervento chirurgico, le ossa adiacenti, situate vicino all'articolazione, crescono insieme, causando anchilosi. Il giunto è fissato in modo tale da ottenere una comoda posizione funzionale. Tuttavia, la mobilità nell'articolazione diminuisce.

Varietà di artrodesi

Tale operazione viene eseguita con vari metodi. La scelta di un particolare tipo di procedura si basa sull'anatomia del composto, sulle sue caratteristiche biomeccaniche e funzionali.

  • Intrarticolare. Durante l'operazione, la cartilagine viene rimossa, mentre lo strato germinale non è interessato.
  • Extra-articolare. Le ossa sono fissate per innesto osseo e la cartilagine articolare non è influenzata.
  • Misto. Durante questo tipo di intervento chirurgico, i tessuti cartilaginei vengono rimossi e le ossa saranno unite mediante graffe o innesti metallici affidabili.

Fai attenzione! In alcuni casi, viene utilizzata l'artrodesi di compressione dell'articolazione della caviglia e di altre articolazioni, in cui le articolazioni vengono compresse.

Chi mostra l'artrodesi?

L'artrodesi del piede e altre articolazioni vengono eseguite se perdono la loro capacità di supporto, derivanti dai seguenti fattori:

  • contrattura;
  • spostamento patologico;
  • artrosi cronica;
  • paralisi infantile;
  • effetti dell'artrite tubercolare;
  • ossa non corrispondenti.

Inoltre, l'intervento chirurgico viene utilizzato per altre malattie accompagnate da forti dolori e disfunzione delle estremità.

L'artrodesi del ginocchio è indicata in caso di artrosi deformante, in cui il paziente avverte un forte dolore. Inoltre, la chirurgia è necessaria se la malattia è accompagnata da patologie e allentamenti articolari.

Inoltre, è necessaria la chirurgia per la tubercolosi articolare, la paralisi dei muscoli dell'anca e le complicanze dopo la polio.

Il decorso di una malattia come l'artrosi del ginocchio può assumere tre forme. La fase iniziale e acuta viene trattata con successo con l'aiuto della terapia conservativa e della medicina tradizionale, il massaggio dell'articolazione del ginocchio in caso di artrosi e l'ultima forma della malattia viene trattata solo con il metodo chirurgico.

Nella fase avanzata, non ci sono quasi fibre di cartilagine, quindi è praticamente impossibile aumentarle. In questa fase, la malattia del paziente è tormentata da un dolore acuto che lo accompagna in qualsiasi momento della giornata.

Nella gonartrosi, l'articolazione del ginocchio è piegata solo a metà strada e la terapia farmacologica è inefficace. In questo caso, l'unica salvezza risiede nell'operazione. L'artrodesi è considerata il principale metodo chirurgico nel trattamento della gonartrosi.

Come è fatta l'artrodesi?

Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo sostituisce l'articolazione atrofizzata con una artificiale. Anche se ci sono medici che non approvano questa tecnica, perché il paziente rimane senza un'articolazione del ginocchio, che era parte del suo corpo. Ecco perché l'artrodesi dell'articolazione della caviglia e di altre articolazioni è nominata solo in casi eccezionali.

Dopo un'operazione articolare, l'intonaco viene applicato per diversi mesi o addirittura un anno, a seconda delle condizioni del paziente e dell'efficacia della procedura chirurgica.

All'inizio dell'operazione, l'arto è fissato in una certa posizione (ad angolo). Durante l'intervento chirurgico, le articolazioni e il tessuto cartilagineo interessati vengono rimossi. Di conseguenza, la rotula, il femore e l'osso della tibia crescono insieme, causando l'immobilità.

Sfortunatamente, con l'aiuto dell'artrodesi è impossibile risolvere completamente il problema, ma è abbastanza possibile dimenticare la malattia per un paio d'anni. Tuttavia, questa tecnica è radicale, quindi i pazienti vengono spesso prescritti artroplastica dell'articolazione del ginocchio.

Chi è controindicato per l'artrodesi?

La procedura chirurgica è vietata se:

  • età paziente inferiore a 12 anni;
  • lo stato generale di salute è insoddisfacente;
  • il paziente ha più di 60 anni;
  • ci sono danni purulenti all'articolazione;
  • ci sono fistole.

Al fine di esacerbare l'artrosi non ha acquisito una forma complicata e non ha avuto bisogno di fare un intervento chirurgico, è meglio curare la fase iniziale della malattia. Anche per la prevenzione dell'artrosi dovrebbe essere sistematicamente esaminato da un ortopedico e un chirurgo.

Artrodesi della caviglia. Condurre l'artrodesi della caviglia nel nostro centro

Qual è l'artrodesi dell'articolazione

Questa è un'operazione chirurgica dell'arto malato per fissare l'articolazione in una posizione e rimuovere i tessuti danneggiati.

L'artrodesi della caviglia immobilizza l'articolazione e ripristina la funzione di supporto della gamba.

Capiremo come è fatta l'artrodesi.

La preparazione del paziente richiede un esame completo delle condizioni del paziente. Questa misura richiede lo studio degli esami del sangue, l'urina per la coagulazione, il fattore rhesus, il gruppo sanguigno.

I test STD sono necessari per prevenire gli effetti negativi dell'operazione. Prima di un intervento chirurgico alle articolazioni, il paziente viene sottoposto a radiografia.

Attenzione! Una settimana prima della data di artrodesi, è necessario abbandonare l'uso di FANS, farmaci per la coagulazione del sangue, cibi pesanti e grassi. Immediatamente prima dell'operazione è vietato mangiare e bere.

L'operazione viene eseguita al fine di immobilizzare completamente il giunto, fissarlo in una posizione costante e immobile. L'articolazione operata è un'anchilosi artificiale, cioè "ossificazione articolare". Questo viene fatto per restituire la capacità di supporto articolare, cioè per consentire al paziente di fare affidamento su di esso durante lo spostamento.

Esistono diversi metodi di artrodesi:

  • intrarticolare;
  • non-articolare;
  • combinata;
  • L'estensione;
  • Compressione.

L'artrodesi intraarticolare consiste nella rimozione della cartilagine e nell'ulteriore fusione delle superfici ossee.

Quando si esegue l'artrodesi extra-articolare, le superfici della cartilagine non vengono rimosse, le ossa vengono unite e fissate mediante uno speciale innesto osseo.

Tecnica combinata: rimozione del tessuto cartilagineo e l'uso di un innesto osseo o di morsetti metallici medici allo stesso tempo.

Artrodesi di compressione: le ossa sono unite mediante compressione (compressione) delle superfici articolari mediante attrezzature speciali, ad esempio l'apparecchio Grishin, Ilizarov, Kalnberz, Volkov-Oganesyan.

L'apparato Ilizarov è un dispositivo medico progettato per la fissazione a lungo termine, la distrazione (stretching) e la compressione (compressione) dei frammenti ossei. Il dispositivo è stato inventato dal chirurgo Ilizarov nel 1952 e da allora è stato utilizzato con successo in chirurgia e traumatologia.

La base dell'estesi artrodesi è una frattura artificiale. Dopo la frattura, gli elementi ossei vengono fissati in una posizione fisiologicamente vantaggiosa e vengono estratti con l'aiuto dell'apparato di Ilizarov.

In quali casi viene mostrato questo o quel tipo di operazione

L'intervento intra-articolare viene effettuato con l'artrite, l'artrite in remissione, extra-articolare - con danni alle articolazioni e infezione da tubercolosi del tessuto osseo, quando l'apertura dell'articolazione può provocare una esacerbazione del processo e il passaggio della malattia nella fase attiva.

Il tipo combinato di artrodesi è indicato per difetti estesi delle articolazioni, quando l'area di contatto delle estremità articolari è troppo piccola. Il metodo di compressione è indicato se c'è un'infezione nel giunto al momento del trattamento o nella storia.

Nel tipo osteoplastico di artrodesi, quando vengono utilizzati donatori o autotrapianti, ci sono degli svantaggi nella forma di un alto rischio di infezione o di non innesto del tessuto osseo trapiantato.

Il metodo di compressione ha un certo numero di certi vantaggi rispetto ad altri:

  • la chirurgia viene eseguita in un volume più piccolo;
  • nessuna necessità di immobilizzazione del gesso;
  • le ossa sono impiombate più velocemente a causa della loro compressione.

Tipi di intervento

Le ossa giuntatrici ti permettono di rimuovere il tessuto deformato dell'arto ed eliminare il dolore.

Il più delle volte, l'artrodesi viene utilizzata per le lesioni delle articolazioni dell'anca, della caviglia, del polso e del ginocchio.

In medicina, si distinguono artrodesi intra-articolari ed extra-articolari.

La loro differenza sta nel fatto che nel primo caso vi è una rimozione degli elementi ossei, dopo l'operazione viene applicata una benda di gesso, immobilizzando l'arto per il tempo di recupero.

La correzione extraarticolare avviene impiantando elementi biologici nel tessuto articolare prelevati da altre articolazioni del paziente, dopo di che le ossa sono tenute insieme.

L'operazione combinata consente di combinare entrambi i metodi: prima viene eseguita la rimozione della cartilagine e dell'osso del chatsy, quindi l'osoblashenie viene inoltre fissato con un perno metallico.

L'artrodesi di compressione viene eseguita utilizzando dispositivi di compressione che creano un'ammortizzazione naturale durante il movimento e aiutano a ridurre i tempi di recupero dopo l'artrodesi.

La panartorosi (alias completa) del piede include la correzione di quattro tipi di articolazioni nell'articolazione della caviglia. Questi tipi di plastica possono eliminare completamente gli effetti negativi di artrite, artrosi, gotta, lussazioni, fratture e altri disturbi.

L'apparato di Ilizarov è un altro tipo di artroplastica, in cui il chirurgo crea una frattura artificiale, impiantando un dispositivo nel tessuto osseo che estrae e immobilizza l'area lesa.

Corso di operazione

La riabilitazione dopo l'artrodesi della caviglia comporta l'inclusione di fisioterapia, massaggio e altri elementi nella fase di recupero postoperatorio. La terapia fisica è il metodo più importante, perché è grazie ai suoi pazienti che impediscono lo sviluppo della contrattura articolare.

Da altre procedure fisioterapeutiche, il medico prescrive:

  1. Elettroforesi: la zona dell'articolazione della caviglia è influenzata da impulsi elettrici costanti. Con il loro aiuto, è possibile somministrare farmaci, alleviare l'infiammazione, fermare il dolore, eliminare il gonfiore, normalizzare i processi metabolici, aumentare l'afflusso di sangue all'area chirurgica.
  2. UHF - una procedura in cui un campo elettromagnetico ad altissima frequenza viene applicato a cellule e tessuti. L'UHF contribuisce all'attivazione di processi rigenerativi, alla guarigione di fratture e ferite, allevia il gonfiore, elimina il dolore, stimola la circolazione sanguigna locale.
  3. La magnetoterapia è una manipolazione in cui viene utilizzato un campo magnetico. Vi è l'eliminazione del dolore e dell'edema, si previene la possibilità di infezione dell'area di intervento, si aumenta l'elasticità dei vasi e si migliora la circolazione del sangue nella zona interessata.
  4. Terapia laser: è possibile utilizzare il metodo di esposizione superficiale e intraosseo, che fanno parte del trattamento e del recupero dopo le malattie delle articolazioni.

L'artrodesi della caviglia, dopo la quale la riabilitazione può durare fino a 8 mesi, richiede il costante lavoro del paziente su se stesso. Solo in questo caso, è possibile evitare lo sviluppo di complicazioni e ripristinare la funzione dell'area operata.

Consiste nel rimuovere parti dell'articolazione che impediscono il movimento e ripristinare l'asse corretto dell'arto.

L'operazione è complicata, per completare sono necessarie dalle 2 alle 5 ore. Dopo l'incisione del tessuto, tutte le parti non vitali vengono rimosse nella ferita chirurgica, attentamente esaminate e rimosse.

A volte l'immagine reale della malattia non corrisponde pienamente a quella ottenuta con vari metodi di indagine. Tutte le parti dell'osso, della cartilagine e di altri tessuti danneggiati dalla malattia vengono rimosse.

Quindi, a seconda del tipo di difetto tissutale ottenuto, il chirurgo seleziona il metodo di connessione utilizzando varie costruzioni e innesti.

Molto spesso, le superfici articolari delle ossa sono tagliate, le ossa tibiali e astragali sono fissate con una struttura metallica.

Il compito dell'operazione è di ripristinare l'asse dell'arto o la linea condizionale lungo la quale si trova il carico meccanico del corpo mentre si cammina. Per le gambe, l'asse superiore dello Ilio, la parte superiore della rotula e lo spazio tra il primo e il secondo dito del piede dovrebbero essere collegati a una linea immaginaria. Se queste linee guida non sono collegate in una riga, la persona non sarà in grado di camminare.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale o anestesia spinale. Più l'articolazione è estesa, più profonda dovrebbe essere l'anestesia. L'anestesia spinale è un metodo delicato in cui il farmaco viene iniettato nelle vie nervose conduttive. La persona è cosciente, ma la parte inferiore del corpo non sente nulla, perché la conduzione degli impulsi del dolore viene interrotta dal farmaco.

Il periodo dopo l'intervento chirurgico è lungo, richiede un gruppo di disabilità per 1 anno. Dopo il ripristino della funzione dell'arto, il gruppo di disabilità viene rimosso.

Una volta completata l'operazione, viene applicata una stecca di gesso. Durante il mese non puoi calpestare la gamba operata. È permesso e consigliato muovere le dita dei piedi, piegare la gamba al ginocchio in posizione supina.

È necessario contattare il dottore costantemente, solo lui dà i termini per la rimozione di stecche e raccomandazioni per i movimenti di espansione. Se è necessario essere in ospedale o si può essere a casa è anche deciso dal medico curante. Di solito, è necessario un trattamento ospedaliero nei casi in cui l'operazione è stata eseguita con complicazioni o la condizione somatica generale del paziente è in dubbio.

Le complicanze sono rare, ma sono possibili, come dopo ogni intervento chirurgico. È necessario fare l'attenzione a tali manifestazioni:

  • febbre e brividi - indica l'inizio dell'infiammazione;
  • sanguinamento;
  • dolore acuto che non si attenua giorno o notte;
  • disagio agli arti sotto forma di torpore e formicolio;
  • diminuzione dell'appetito, vomito e nausea;
  • pelle grigia o bianca sulla gamba operata.

L'artrodesi della caviglia è un'operazione complessa che colpisce molti tessuti (ossa, cartilagine, legamenti, muscoli, nervi e ipoderma). Prima dell'operazione, tutti questi tessuti erano in uno stato doloroso e doloroso, crescono insieme e si riprendono peggio di quelli inizialmente sani.

Qualunque segno patologico richiede attenzione e trattamento separato.

L'artrodesi è un intervento chirurgico serio con alcune conseguenze negative, quindi il medico pesa attentamente tutti i pro e contro prima di raccomandarlo al paziente.Una operazione viene eseguita se non è possibile eseguire la sostituzione endoprotesica dell'articolazione dolorante, che è una tecnica medica più avanzata.

Le indicazioni per l'artrodesi sono le seguenti condizioni:

  • artrite con dolore severo;
  • artrosi cronica o artrosi;
  • fratture accresciute in modo errato;
  • difetti congeniti dello sviluppo delle articolazioni;
  • danni alle articolazioni a causa di malattie infettive, come la poliomielite;
  • dislocazioni patologiche;
  • artrite tubercolare (in remissione).

L'operazione può essere eseguita su giunti grandi e piccoli:

  • anca;
  • caviglia;
  • al ginocchio;
  • subtalar;
  • metatarsofalangea;
  • spalla;
  • cinturino da polso.

La scelta del metodo dipende dal comune dove verrà eseguita l'operazione e dall'entità del suo danno.

Una settimana prima dell'intervento, il paziente deve interrompere l'assunzione di anticoagulanti (ad esempio, Warfarin) e non assumere Aspirina e altri farmaci antinfiammatori non steroidei. Un giorno prima dell'operazione, il paziente può assumere solo cibo leggero e nel giorno dell'esercizio è impossibile mangiare.

La durata della procedura va da 2 a 5 ore in totale. L'operazione viene eseguita in anestesia generale o spinale, quando solo la parte inferiore del corpo viene anestetizzata.

Articolazione dell'anca

Qualsiasi tipo di artrodesi può essere utilizzato per questo comune. Durante la manipolazione, tutti i tessuti danneggiati che circondano l'articolazione vengono rimossi, la cartilagine viene tagliata dalla testa del femore e dall'acetabolo.

Se la testa del femore è interessata da un processo infiammatorio e non è funzionale, può anche essere rimossa. Ossa di cartilagine pelate strettamente fissate.

Per una frizione più rigida è possibile utilizzare elementi di fissaggio in metallo. Al fine di evitare spostamenti ossei, dopo l'intervento chirurgico, al paziente viene applicata una grossa benda di gesso: dal torace al piede della gamba operata e fino alla metà della gamba sana.

Il gesso viene applicato per 3 mesi. Quindi viene rimosso e viene controllata la radiografia.

Se la giuntura ossea si verifica in modo sicuro, un nuovo gesso viene applicato al paziente, afferrando il corpo dal torace e la gamba malata, senza una gamba sana, per altri 3-4 mesi. L'operatore può camminare solo sei mesi dopo l'intervento e deve utilizzare uno speciale dispositivo ortopedico fino alla formazione finale di anchilosi forte.

In questo momento, al paziente vengono mostrati speciali esercizi terapeutici.

Nel periodo postoperatorio, gli analgesici possono essere prescritti al paziente, se necessario, antibiotici per la prevenzione delle complicanze purulente.

La benda di gesso viene solitamente rimossa dopo 3-6 mesi, a seconda dell'articolazione su cui è stata eseguita l'artrodesi. In alcuni casi, il gesso deve essere indossato fino a un anno (cambia ogni 3 mesi con una radiografia di controllo). Se l'operazione è stata eseguita sugli arti inferiori, i primi 3 mesi possono essere calpestati solo con l'ausilio di stampelle, quindi è possibile riposare gradualmente sulla gamba.

Durante il periodo di recupero, al paziente vengono prescritti massaggi, terapia fisica e fisioterapia:

Tutti i metodi di fisioterapia hanno lo scopo di alleviare l'infiammazione, eliminare il dolore e il gonfiore, ripristinare la circolazione sanguigna e attivare i processi rigenerativi nell'area operata.La riabilitazione completa dopo l'intervento può richiedere da 4 a 8-12 mesi. Inoltre, è richiesto un monitoraggio medico regolare delle condizioni dei giunti operati.

L'artrodesi della caviglia viene eseguita per ripristinare il supporto degli arti. Questa operazione è caratterizzata dall'adesione tra le ossa che costituiscono l'articolazione.

Porta alla perdita di mobilità dell'articolazione, ma le funzioni della gamba non vanno perse. La mobilità articolare è compensata da altre parti del piede.

Un effetto positivo dell'operazione è che una persona può tranquillamente contare sulla gamba.

L'essenza dell'artrodesi è che le parti danneggiate dell'articolazione vengono rimosse, parzialmente sostituite da impianti. Quindi le ossa sono collegate permanentemente con perni o altre strutture.

Questo aiuta ad eliminare la deformità degli arti e restituisce le funzioni perse ad esso. Nel tempo, le superfici ossee si uniscono e si sviluppa l'anchilosi.

Allo stesso tempo, il movimento nell'articolazione diventa impossibile, ma il dolore scompare, quindi il paziente può muoversi normalmente.

Se, tuttavia, viene presa la decisione di eseguire l'artrodesi dell'articolazione della caviglia, il paziente deve prepararsi per l'operazione. Oltre a un sondaggio generale, è necessario preparare un appartamento, facilitando l'accesso agli oggetti più necessari e al bagno.

E poiché il paziente camminerà per la prima volta sulle stampelle dopo l'operazione, è importante rimuovere tutti i fili e i tappeti dal pavimento per eliminare il rischio di caduta. Inoltre, una settimana prima dell'artrodesi è necessario interrompere l'assunzione di anticoagulanti e FANS.

Il giorno prima dell'operazione, si dovrebbe seguire la dieta raccomandata dal medico, e il giorno dell'operazione è meglio non mangiare affatto. L'artrodesi viene eseguita in anestesia generale o spinale. La sua durata è breve, di solito da 2 a 6 ore. Pertanto, il dissanguamento della zona della caviglia viene eseguito utilizzando un laccio emostatico applicato all'arteria femorale.

L'accesso all'articolazione della caviglia è fornito con un taglio fino a 15 cm di lunghezza. Se necessario, taglia i muscoli e i legamenti.

Dopo le necessarie manipolazioni, la rimozione delle parti danneggiate e deformate dell'osso o della cartilagine, il giunto viene fissato. Canne, spine, viti, piastre di acciaio medicale possono essere utilizzate per fornire una connessione ossea fissa.

A volte vengono utilizzati anche innesti ossei che migliorano la guarigione dei tessuti.

Di solito l'operazione si svolge in questo modo: prima vengono rimosse tutte le aree danneggiate. È anche consigliabile rimuovere il tessuto cartilagineo per esporre l'osso.

Solo in questo modo crescerà bene. Quindi le ossa vengono confrontate.

In questo caso, il piede dovrebbe essere piegato ad angolo retto rispetto alla tibia e leggermente rivolto verso l'interno. In questa posizione, il paziente sarà quindi più facile da spostare.

Dopo il corretto posizionamento di tutti i frammenti ossei vengono fissati. La ferita chirurgica viene suturata a strati, lasciando il drenaggio.

L'artrodesi è un intervento in cui l'articolazione viene immobilizzata e fissata artificialmente nella posizione desiderata. La necessità di un intervento chirurgico è inevitabile nei seguenti casi:

  1. Elettroforesi: la zona dell'articolazione della caviglia è influenzata da impulsi elettrici costanti. Con il loro aiuto, è possibile somministrare farmaci, alleviare l'infiammazione, fermare il dolore, eliminare il gonfiore, normalizzare i processi metabolici, aumentare l'afflusso di sangue all'area chirurgica.
  2. UHF - una procedura in cui un campo elettromagnetico ad altissima frequenza viene applicato a cellule e tessuti. L'UHF contribuisce all'attivazione di processi rigenerativi, alla guarigione di fratture e ferite, allevia il gonfiore, elimina il dolore, stimola la circolazione sanguigna locale.
  3. La magnetoterapia è una manipolazione in cui viene utilizzato un campo magnetico. Vi è l'eliminazione del dolore e dell'edema, si previene la possibilità di infezione dell'area di intervento, si aumenta l'elasticità dei vasi e si migliora la circolazione del sangue nella zona interessata.
  4. Terapia laser: è possibile utilizzare il metodo di esposizione superficiale e intraosseo, che fanno parte del trattamento e del recupero dopo le malattie delle articolazioni.

Anestesia applicata

L'anestesia locale con un tale intervento chirurgico non viene utilizzata a causa del fatto che la manipolazione avviene su strutture ossee e cartilaginee profonde. Applicare i seguenti tipi di anestesia:

  • anestesia endotracheale - il paziente viene immerso in un sonno anestetico per inalazione di farmaci speciali dati in forma gassosa;
  • anestesia spinale - il paziente è in uno stato cosciente, vede e sente tutto, ma gli arti inferiori sono completamente immobilizzati e privati ​​della sensibilità;
  • l'anestesia combinata - l'anestesia spinale combinata con l'immersione nello stato di mezzo sonno, viene utilizzata per i pazienti troppo sensibili e sensibili.
  • anestesia endotracheale - il paziente viene immerso in un sonno anestetico per inalazione di farmaci speciali dati in forma gassosa;
  • anestesia spinale - il paziente è in uno stato cosciente, vede e sente tutto, ma gli arti inferiori sono completamente immobilizzati e privati ​​della sensibilità;
  • l'anestesia combinata - l'anestesia spinale combinata con l'immersione nello stato di mezzo sonno, viene utilizzata per i pazienti troppo sensibili e sensibili.

testimonianza

L'artrodesi della caviglia (le conseguenze di natura negativa e le complicazioni osservate dopo l'intervento chirurgico sono molto rare) è vietata nei seguenti casi:

  • fino all'adolescenza, mentre il sistema muscoloscheletrico è in crescita;
  • la presenza di fistola non tubercolare causata dagli effetti patologici dei micobatteri atipici;
  • la presenza di infezione nell'area di intervento;
  • condizione grave del paziente, mancanza di stabilità nella dinamica.

Dopo 60 anni, l'operazione di artrodesi dell'articolazione della caviglia può anche causare serie complicazioni.

Tutte le condizioni in cui viene alterato il corretto orientamento spaziale delle parti della caviglia:

  • adesione impropria delle ossa dopo la frattura della caviglia;
  • tubercolosi ossea (a dire il vero va detto che l'articolazione della caviglia è raramente colpita da essa);
  • processi infiammatori cronici e degenerativi o distruttivi;
  • contrattura o rigidità;
  • effetti della paralisi cerebrale;
  • "Giunture appese" a causa di paralisi o danni cronici ai legamenti.

La cosa principale che impedisce a una persona di camminare in tutte queste condizioni è il dolore e l'incapacità di appoggiarsi alla gamba dolorante. Stampelle, bastoni, a volte è necessaria una sedia a rotelle. Nessuno dei quali vita a tutti gli efetti mentre non stiamo parlando. È difficile per una persona persino servire se stesso, ha bisogno di aiuto.

L'artrodesi dell'operazione è impossibile in presenza di controindicazioni. Si tratta principalmente di limiti di età - fino a 12 e dopo 60 anni. Nell'infanzia, la formazione dello scheletro non è completata, le strutture fisse impediranno la crescita. Dopo 60 anni, il periodo di recupero è lungo e difficile, e questa operazione viene eseguita solo in base a singole indicazioni.

Non hanno un'operazione per i processi purulenti attuali, le fistole e le fistole situate sull'arto. Queste controindicazioni sono provvisorie, dopo che il trattamento da loro è possibile operare. Non utilizzare pazienti allettati e disabili del 1o gruppo.

L'artrodesi è prescritta ad un paziente solo con le seguenti indicazioni:

  • dolore severo incessante;
  • giunto libero;
  • deformazione articolare;
  • processi purulenti e tubercolari;
  • lesioni traumatiche, causando dolore e deformità ossea;
  • membro in modo errato.

Prima di inviare il paziente al tavolo del chirurgo, il medico effettua un esame completo del corpo del reparto al fine di identificare possibili controindicazioni, tra cui l'infanzia e la vecchiaia, le malattie infettive infiammatorie, le cadute di pressione e l'instabilità della condizione.

L'operazione viene eseguita secondo rigorose indicazioni mediche. Poiché il carico nel piede dopo la sua ridistribuzione, è necessario esaminare bene le condizioni delle altre articolazioni.

Ad esempio, dopo un'artrodesi, le funzioni della caviglia prenderanno parzialmente il controllo dell'articolazione navicolare. Pertanto, il successo del trattamento dipenderà dalle sue condizioni.

Inoltre, il trattamento chirurgico non è sempre richiesto. Forse puoi affrontare i problemi con metodi conservativi.

Per verificare se un'operazione è necessaria e se avrà successo, a volte viene eseguito un test. Il paziente viene messo in gesso sull'articolazione della caviglia, fissandolo nella posizione in cui si troverà dopo l'artrodesi. Quindi dovrebbe camminare circa una settimana. Se la condizione è migliorata e il dolore è scomparso, l'operazione è consigliabile.

Indicazioni per l'artrodesi dell'articolazione della caviglia sono deformità degli arti gravi o stadi avanzati di patologie. L'operazione è prescritta per dolori gravi che non sono alleviati da metodi conservativi. Se tali violazioni impediscono al paziente di calpestare la gamba, l'artrodesi è indispensabile.

Fai l'operazione anche in questi casi:

  • lo sviluppo di una tale deformazione come un giunto libero, quindi il lavoro dell'arto viene disturbato e la sua funzione di supporto viene persa;
  • difetti nello sviluppo comune;
  • grave artrite delle dita dei piedi;
  • forma tubercolare di artrite;
  • stadio avanzato di artrosi deformante;
  • paresi o paralisi muscolare;
  • gli effetti della polio;
  • accrescimento improprio di ossa dopo una frattura;
  • forti contratture articolari;
  • rottura di syndesmosis - membrana tra le ossa della gamba;
  • necrosi asettica dell'astragalo.

Come ogni altra operazione, l'artrodesi dell'articolazione della caviglia non è mostrata a tutti. Ci sono alcune controindicazioni a tale trattamento. Se non vengono presi in considerazione, ci possono essere gravi complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Pertanto, prima che sia necessario condurre un esame completo del paziente, consultarsi con diversi specialisti. L'artrodesi non viene eseguita in questi casi:

  • i bambini fino alla fine della crescita scheletrica;
  • nella vecchiaia oltre i 60 anni;
  • malattie dermatologiche infettive nel piede;
  • artrite infettiva con formazione di fistole e infiammazione purulenta;
  • rene o insufficienza cardiaca;
  • gravi malattie comuni, come il diabete;
  • intolleranza ai farmaci per l'anestesia.

L'artrodesi della caviglia viene eseguita per eliminare il dolore nell'articolazione, che è stata causata da un errato accrescimento di fratture della caviglia, artrite, difetti dello sviluppo, infezione o qualsiasi altra malattia ortopedica.

I sintomi principali, alla presenza di cui è necessario cercare un aiuto medico per l'artrodesi di caviglia:

  • Dolore persistente nell'articolazione della caviglia;
  • L'incapacità di ridurre il dolore con antidolorifici;
  • Limitazione prolungata della funzione motoria nell'articolazione della caviglia.

complicazioni

Come con qualsiasi intervento chirurgico, l'artrodesi dell'articolazione della caviglia può avere una serie di complicazioni:

  • infezione dell'articolazione con l'ulteriore sviluppo dell'osteomielite;
  • sanguinamento, formazione di ematomi;
  • parestesia - una violazione della sensibilità come risultato della dissezione di piccoli plessi nervosi;
  • l'incapacità di riparare l'articolazione;
  • zoppia e altra andatura patologica;
  • la necessità di ulteriori interventi chirurgici;
  • trombosi venosa profonda dell'arto inferiore;
  • tromboembolismo delle principali arterie.

Assicurati di dire allo specialista l'aspetto dei seguenti sintomi:

  • febbre;
  • forte dolore al punto di accesso;
  • aumento del gonfiore;
  • presenza di intorpidimento o formicolio;
  • arto blu o comparsa di macchie marroni;
  • la comparsa di mancanza di respiro, nausea, vomito.

Qualsiasi intervento chirurgico può portare a conseguenze negative. È responsabilità non solo del medico curante e degli specialisti che eseguono l'operazione, ma anche del paziente stesso, che è obbligato a seguire le regole di preparazione e riabilitazione.

Tra le complicazioni dopo l'artrodesi si possono distinguere come:

  • sviluppo di osteomielite (infezione dell'osso e dei tessuti molli della gamba);
  • trombosi di arterie e vene;
  • sanguinamento ed ematomi;
  • danno ai nervi, che viola ulteriormente la sensibilità dei tessuti;
  • cambiamento dell'andatura;
  • gonfiore, forte dolore;
  • suppurazione;
  • nausea, vomito;
  • intorpidimento e formicolio dell'arto.

In alcuni casi, la chirurgia può essere complicata:

  • sanguinamento;
  • infezione e sviluppo di osteomielite;
  • danno nervoso e parestesia quando l'arto non è più sensibile;
  • trombosi di vene profonde degli arti inferiori.

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo di complicanze:

  • malattie croniche;
  • debole immunità;
  • fumo di tabacco;
  • farmaci ormonali.

A volte il paziente deve eseguire una seconda operazione.

Se è stata eseguita l'artrodesi delle articolazioni degli arti inferiori, l'andatura del paziente cambia e lui deve zoppicare.

Dopo l'intervento chirurgico sull'articolazione dell'anca nel processo di deambulazione, aumenta il carico sulla zona lombare e sulle ginocchia. L'aumento e la discesa delle scale sono seriamente ostacolati, una persona si sente a disagio in una posizione seduta. Il paziente inizia a essere disturbato dal dolore alla schiena a causa di un maggiore stress su di lei.

Con cambiamenti significativi, quando una persona perde la capacità di auto-servizio, quando un paziente perde la sua capacità di lavorare, il paziente riceve una disabilità, il cui gruppo è stabilito individualmente.

  • infezione dell'articolazione con l'ulteriore sviluppo dell'osteomielite;
  • sanguinamento, formazione di ematomi;
  • parestesia - una violazione della sensibilità come risultato della dissezione di piccoli plessi nervosi;
  • l'incapacità di riparare l'articolazione;
  • zoppia e altra andatura patologica;
  • la necessità di ulteriori interventi chirurgici;
  • trombosi venosa profonda dell'arto inferiore;
  • tromboembolismo delle principali arterie.

Recensioni dei pazienti

Secondo coloro che hanno sperimentato un'operazione per immobilizzare l'articolazione, questa è una procedura chirurgica lunga e complessa che richiede chirurghi altamente qualificati. Durante il periodo di riabilitazione, il punto importante è che i pazienti iniziano a sentirsi dispiaciuti per se stessi e non stanno lavorando in termini di attività fisica quotidiana.

Sono questi difetti che diventano il collegamento chiave nello sviluppo delle contratture articolari e dei disturbi delle funzioni motorie.

L'assenza di dolore, anche in uno stato di stress significativo, un completo recupero dell'andatura, l'assenza di disagio nell'area di intervento, un buon aspetto estetico sono indicatori di una operazione di successo.

L'artrodesi è un'operazione chirurgica per immobilizzare l'articolazione, un analogo artificiale di anchilosi o fusione ossea. L'artrodesi viene eseguita su quasi tutte le articolazioni di supporto al fine di ripristinare la mobilità di una persona. In questo modo vengono riparate le ossa pendenti e difettose.

Molto spesso, viene eseguita l'artrodesi dell'articolazione della caviglia, poiché questa articolazione è costantemente coinvolta nel movimento ed è danneggiata. L'operazione è eseguita in modo che la persona non diventi disabilitata.

L'artrodesi delle articolazioni è un'operazione radicale con conseguenze irreversibili. Ma a volte l'immobilizzazione artificiale è l'unico modo per liberarsi dal dolore costante e dalla limitazione del movimento. L'artrodesi è un modo reale ed efficace per ripristinare la capacità di supporto delle articolazioni malate.

L'assenza di dolore, anche in uno stato di stress significativo, un completo recupero dell'andatura, l'assenza di disagio nell'area di intervento, un buon aspetto estetico sono indicatori di una operazione di successo.