Bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi

Nonostante il fatto che le persone soffrivano di osteoporosi in ogni momento, questa malattia fu descritta per la prima volta solo nel 1925. Tuttavia, non è stato possibile scoprire il meccanismo della sua comparsa per altri 40 anni, fino al 1965, quando Robert Heaney analizzò i possibili modi di sviluppare l'osteoporosi. Il fondatore della teoria moderna che spiega la natura della diluizione della densità ossea è William Albright, che lo propose nel 1984.

Per il trattamento dell'osteoporosi, i bifosfonati sono i farmaci di scelta, sono prescritti come trattamento principale per la malattia. Appartengono ai mezzi che sono in grado di rallentare e persino di fermare la perdita ossea, che è stata ripetutamente dimostrata da studi clinici internazionali. Inoltre, l'uso di bifosfonati per patologie accompagnate da fragilità ossea può ridurre significativamente il rischio di fratture.

Cosa sono i bifosfonati

Le strutture ossee del corpo umano sono continuamente aggiornate, mentre due tipi di cellule supportano l'autoregolazione. Osteoblasti (tradotti dal greco - germogliare, sparare) - nuove cellule ossee che si trovano sui siti distrutti e ripristinanti. I giovani osteoblasti ossei in sviluppo sono ricoperti da uno strato continuo.

Gli osteoclasti rimuovono le cellule ossee sciogliendo il componente minerale e distruggendo il collagene. Normalmente, il numero di osteoclasti è regolato dalla loro autodistruzione, ma a varie interruzioni del corpo, l'omeostasi viene disturbata e rallentata - di conseguenza, gli osteoclasti iniziano a dominare gli osteoblasti.

L'azione dei bifosfati ha lo scopo di stabilizzare l'omeostasi (autoregolazione) e ripristinare il normale rapporto tra recupero e distruzione. Quando ingeriti, questi farmaci agiscono come un analogo strutturale dei regolatori naturali del metabolismo del calcio e contribuiscono alla ritenzione di calcio nelle cellule. Inoltre, le reazioni chimiche dei bifosfonati e del calcio prevengono la deposizione di sali di calcio nelle articolazioni e nei tessuti molli.

Dopo aver assunto il farmaco, le molecole del principio attivo si legano agli ioni di calcio e penetrano nel tessuto osseo, dove si accumulano. Di conseguenza, l'attività degli osteoclasti viene soppressa e l'omeostasi viene normalizzata, grazie alla quale si preservano la densità minerale ossea e la capacità di guarire se stessa.

Tipi e classificazione

I farmaci sono fabbricati sulla base di due fosfonati di PO3 e possono essere integrati con atomi di azoto. Agiscono in modo diverso, ma con lo stesso risultato: la distruzione delle cellule osteoclastiche. I bisfosfonati non azotati sono farmaci di prima generazione e successivamente hanno iniziato a produrre agenti contenenti azoto. Le medicine moderne sono fatte sulla base di acidi ibandronici e zoledronici, ma non hanno ancora ricevuto la distribuzione di massa.

L'elenco dei fondi non azotati della prima generazione comprende i seguenti farmaci:

  • Tiludronat (Skelid);
  • Sodio etidronato (Phospotech, Xidiphon, Pleostat, Didronel);
  • Clodronat (Klobir, Lodronat, Syndronat, Bonefos).

Attualmente, i bifosfonati contenenti azoto sono più comunemente usati per l'osteoporosi:

  • Acido zoledronico - Zoledronato-Teva, Aklast, Zometa, Veroclast, Blazter, Zoledrex, Resorba, Resoclastin, Zoleriks, Rezoscan, Zolendronic Rus4;
  • Acido ibandronico - Ibandronato, Bondronato, Bonviva;
  • Acido alendronico: Fosamax, Ostepar, Forosa, Ostalon, Alenthal, Strongos, Alendrocern.

La chiave per una terapia efficace dell'osteoporosi con bifosfonati è un inizio tempestivo, perché è sempre più facile prevenire la malattia che curarla. Questo è il motivo per cui viene dato un ruolo importante agli esami preventivi e alla nomina di BF ai pazienti del gruppo a maggior rischio di sviluppare osteoporosi e fratture.

A chi sono assegnati

Il trattamento dell'osteoporosi con i rimedi BF è sempre individuale e dipende dai risultati dell'esame del paziente. Fino a poco tempo fa, gli indicatori di densitometria venivano usati per prescrivere farmaci. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sviluppato una classificazione dell'osteoporosi per le donne in postmenopausa, secondo la quale l'indicazione per l'uso di bisfosfonati è una diminuzione dell'indice T a -2.5 e inferiore.

Successivamente, la National Osteoporosis Foundation ha ampliato la testimonianza aggiungendo loro quanto segue:

  • frattura del collo o delle vertebre del femore, identificata da un metodo clinico o morfologico;
  • fratture che erano tipiche dell'osteoporosi, verificatesi in precedenza su uno sfondo di ridotta massa ossea, a -1
  • riduzione dell'indice T a -2.5 e inferiore, a condizione che non ci sia OD secondaria;
  • osteopenia in pazienti che sono ad alto rischio - pazienti a letto e persone che ricevono un trattamento ormonale.

Gli agenti contenenti azoto sono chiamati aminobifosfonati e sono i più efficaci per l'osteoporosi.

Acido zoledronico

I farmaci a base di acido zoledronico hanno molti nomi commerciali e hanno un effetto selettivo sul tessuto osseo, inibendo l'attività degli osteoclasti. Il vantaggio di questa sostanza è l'assenza di un effetto negativo sulla formazione, mineralizzazione e forza delle ossa.

Quando si utilizza zoledronato, il calcio viene rilasciato dal tessuto osseo e il ripristino delle aree danneggiate. Il farmaco viene prescritto sotto forma di infusioni endovenose per una lenta somministrazione. Lo schema terapeutico dipende dal grado di osteoporosi, ma per ottenere il massimo effetto, l'intervallo tra la prima e la seconda infusione non deve essere inferiore a 7 giorni.

Acido ibandronico

L'acido ibandronico è un inibitore del riassorbimento osseo ed è utilizzato principalmente nel trattamento dell'osteoporosi postmenopausale. Può essere usato sotto forma di compresse o per via endovenosa. Prendi le pillole per mezz'ora prima dei pasti e altri farmaci.

Dopo aver preso il farmaco si raccomanda di stare in piedi per un'ora. I pazienti con lesioni dell'esofago, che portano a un ritardo nel suo svuotamento, i farmaci con acido ibandronico sono somministrati per via endovenosa e solo in condizioni ospedaliere.

Acido alendronico

L'acido alendronico riduce l'attività degli osteoclasti e aumenta la densità minerale ossea, favorendo la formazione di nuove cellule. Il principale ingrediente attivo dei farmaci è l'alendronato sodico triidrato. La droga più famosa di questo gruppo è Alendronato, che è disponibile in forma di compresse.

Le compresse di Alendronat vengono assunte 1 volta al giorno 2 ore prima della colazione. È consentito assumere il farmaco dopo i pasti, ma non prima di 2 ore. Quando ingerito, circa l'80% dell'alendronato si lega alle proteine ​​del sangue ed è uniformemente distribuito nei tessuti molli, e quindi nelle ossa, dove si verifica l'accumulo. La concentrazione di sodio alendronato nel sangue diminuisce rapidamente e la sostanza entra nel tessuto osseo.

Il dosaggio raccomandato è di 10 mg al giorno o 70 mg a settimana. L'uso di Alendronato è efficace nell'osteoporosi nelle donne (postmenopausale) e negli uomini, nonché nella riduzione della densità ossea a seguito del trattamento con corticosteroidi.

Istruzioni per l'uso

È importante sapere che i bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi sono prescritti solo da un medico, l'auto-trattamento in questo caso è inaccettabile e può causare danni irreparabili per la salute. Le sostanze terapeutiche che fanno parte del BF possono causare effetti collaterali, quindi dovrebbero essere prese correttamente.

I preparativi sono presi al mattino a stomaco vuoto, non schiarendo, non masticando e lavando giù con acqua abbastanza semplice. Caffè, succhi di frutta e bevande al latte riducono l'efficacia dei farmaci di quasi la metà. Per almeno un'ora dopo aver preso le pillole, è necessario mantenere una posizione verticale per evitare effetti traumatici sulle mucose dell'esofago e dello stomaco.

In parallelo con i bisfosfonati, sono raccomandati calcio e / o vitamina D, ma è necessario ricordare l'intervallo di 2-3 ore tra l'assunzione di diversi farmaci. La somministrazione endovenosa di BF viene effettuata lentamente, con il metodo a goccia per diverse ore. Una somministrazione troppo rapida può causare insufficienza renale acuta, particolarmente pericolosa sullo sfondo dell'ipercalcemia.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Controindicazioni per l'uso di bifosfonati sono:

  • gravidanza e allattamento;
  • età fino a 18 anni;
  • esacerbazione di malattie del tratto gastrointestinale;
  • insufficienza renale;
  • intolleranza individuale.

Anche se si osservano il regime posologico e il regime terapeutico, possono verificarsi effetti collaterali dei farmaci. Il più spesso è notato:

  • gastrite e sanguinamento gastrico, mal di stomaco e sintomi dispeptici (flatulenza, stitichezza);
  • ricorrenti articolari, muscolari e mal di testa;
  • ipocalcemia;
  • reazioni allergiche;
  • rene anormale e funzionalità epatica con uso prolungato.

Le conseguenze più gravi sono la fibrillazione (desincronizzazione del ritmo cardiaco), l'osteonecrosi della mascella e la frattura dell'anca sovversiva. Il rischio di tali complicazioni è significativamente ridotto con uno schema terapeutico ben progettato basato su un esame approfondito.

Compatibilità farmacologica

Le caratteristiche relative all'interazione farmacologica sono le seguenti:

  • in combinazione con farmaci antinfiammatori non steroidei BF aumenta gli effetti irritanti sulle membrane mucose del tratto gastrointestinale;
  • la combinazione di BF e diuretici dell'ansa aumenta significativamente il rischio di ipocalcemia e ipomagnesiemia: si verifica una brusca diminuzione del livello di calcio e magnesio nel corpo;
  • gli agenti antibatterici del gruppo degli aminoglicosidi aumentano l'effetto tossico dei bisfosfonati sui reni.

Bifosfonati semplici

I bifosfonati semplici sono farmaci che non contengono azoto: Etidronato, Tiludronato e Clodronato. I mezzi appartengono alla prima generazione di BF e subiscono uno scambio intracellulare con la partecipazione di adenosina trifosfato (ATP). Questo acido è la principale fonte di energia cellulare. I bisfosfonati senza azoto inibiscono la produzione di enzimi cellulari ATP-dipendenti, che porta alla morte di osteoclasti.

Il tiludronato è disponibile in compresse da 400 mg, che per l'osteoporosi viene assunto ogni giorno per tre mesi ogni sei mesi. La reception viene effettuata 2 ore prima dei pasti o 2 ore dopo.

Clodronate rallenta significativamente il riassorbimento delle ossa, ha un effetto analgesico e riduce il rischio di fratture. È prescritto per l'osteoporosi, metastasi maligne delle ossa (indicazione principale). Disponibile in capsule per somministrazione orale e fiale per iniezione endovenosa. La compressa da 800 mg può essere divisa in due parti per facilitare la deglutizione, ma deve essere presa immediatamente. Il contenuto delle fiale è premiscelato con 500 ml di soluzione fisiologica o glucosio al 5%.

Le indicazioni per l'etidronato sono una violazione del metabolismo del calcio, dell'osteoporosi e della degenerazione ossea. Il farmaco è disponibile in compresse e fiale. Questo è uno dei pochi prodotti che possono essere utilizzati durante l'infanzia.

L'Etidronato viene generalmente prescritto in combinazione con preparazioni di calcio, vitamina D e magnesio. Le indicazioni per l'uso sono l'osteoporosi e una diminuzione della massa ossea in presenza di artrite reumatoide. Con l'osteoporosi, il corso terapeutico varia da due a tre mesi e dopo un mese e mezzo viene ripetuto. Il dosaggio è calcolato in base al peso del paziente - 5-7 mg / kg.

In caso di diminuzione della densità ossea minerale nell'artrite reumatoide, l'etidronato viene prescritto alla dose di 5-10 mg / kg e viene bevuto per almeno un anno. Durante il trattamento con il farmaco, si raccomanda di consumare una quantità sufficiente di prodotti contenenti calcio.

Il trattamento dell'osteoporosi richiede un approccio integrato e comprende diversi gruppi di farmaci. Tuttavia, i bifosfonati oggi sono i farmaci che vengono nominati per primi. La loro ricezione può non solo rallentare il riassorbimento osseo, ma anche arrestare il processo patologico.

Bifosfonati: farmaci e farmaci per le ossa e le articolazioni in osteoporosi

Un gruppo di sostanze chiamate bifosfonati apparve nella metà del XIX secolo. All'inizio, le droghe venivano utilizzate attivamente nell'industria petrolifera e chimica. Questo perché i bifosfonati possono inibire il processo di corrosione.

Oggi le droghe di questo gruppo sono ampiamente utilizzate in medicina per l'osteoporosi e altre malattie ossee. Poiché i bifosfonati sono molto efficaci in questo senso, fanno parte di un corso terapeutico obbligatorio.

L'efficacia dei bifosfonati nelle malattie del sistema muscolo-scheletrico, specialmente quelli che aumentano la probabilità di fratture, è dovuta al fatto che questi farmaci sono in grado di prevenire la perdita ossea.

Oltre all'osteoporosi, i bifosfonati sono usati per:

  • mieloma;
  • iperparatiroidismo;
  • osteogenesi e altre malattie.

È importante! L'ipercalcemia e le metastasi ossee maligne non possono resistere agli effetti dei bisfosfonati che attaccano e trattano con successo queste malattie.

Azione farmacologica

I preparati sono analoghi ai pirofosfati - sostanze naturali che sono resistenti agli enzimi del corpo umano. Ecco perché i bifosfonati sono molto efficaci nell'osteoporosi.

Dato questo fatto, è sicuro dire che i farmaci impediscono la naturale distruzione della struttura ossea e dei processi che accompagnano questo fenomeno. Questo meccanismo riduce la flessione dei siti ossei e riduce il livello di idrossiprolina con fosfatasi alcalina nel sangue.

Inoltre, i bifosfonati sono prescritti come anestetici e agenti antitumorali. A causa dei suoi diversi effetti, questo gruppo di farmaci è molto efficace nell'osteoporosi.

E questo è lontano da un elenco esaustivo degli effetti che questi farmaci sono in grado di esercitare.

Quali sono i diversi tipi di bifosfonati?

Tutti i medicinali appartenenti al gruppo dei bifosfonati possono essere suddivisi in due categorie.

  1. Preparati contenenti azoto.
  2. Sostanze medicinali prive di azoto.

I farmaci a base di azoto includono zoledronato, la cui efficacia terapeutica è spiegata dalla capacità di sopprimere l'attività degli osteoclasti nel trattamento dell'osteoporosi.

Nonostante il fatto che questo farmaco abbia un effetto piuttosto forte, non contribuisce ai processi riparativi nella struttura ossea. Un altro farmaco contenente azoto è Bondronat, che, oltre all'azoto, contiene anche acido ibandroico. È questa sostanza che determina la natura terapeutica del farmaco per l'osteoporosi.

Questo medicinale è particolarmente efficace per le donne in menopausa. Per gli uomini, viene prescritto solo dopo alcuni studi clinici. Il Bondronato è spesso usato per trattare malattie che causano un'alta concentrazione di calcio nel sangue.

Per avviare i processi rigenerativi nel tessuto osseo, il più delle volte i medici prescrivono l'acido alendronico, che appartiene ai farmaci contenenti azoto. Un importante rappresentante di preparati contenenti azoto è l'acido clodronico. Questo farmaco può essere acquistato in una farmacia chiamata Bonefos o Clodron.

Oltre all'effetto analgesico e alla riduzione della probabilità di fratture, il farmaco è molto popolare nella medicina sperimentale.

Riguardo ai bifosfonati contenenti non azoto. Questo gruppo può includere le seguenti sostanze medicinali:

  1. L'etidronato di sodio è efficace non solo per l'osteoporosi, ma anche per i livelli elevati di calcio e per la malattia di Paget;
  2. ibandronato e sodio tiludronato: i farmaci sono molto efficaci in tutti i tipi di malattie ossee, compresa l'osteoporosi;
  3. Il clodronato appartiene anche alla categoria dei bisfosfonati privi di azoto ed è prescritto per lo sviluppo dell'osteolisi e la distruzione del calcio.

Effetti collaterali che si verificano dopo l'assunzione di bifosfonati

Da tutto quanto sopra, possiamo concludere che i bisfosfonati sono farmaci molto efficaci, prescritti non solo per il trattamento dell'osteoporosi, ma anche per sbarazzarsi del cancro del tessuto osseo e dell'ipercalcemia.

Nonostante gli evidenti benefici dei farmaci, hanno ancora alcune controindicazioni ed effetti collaterali che possono svilupparsi in caso di sovradosaggio.

Inoltre, ci sono un certo numero di complicazioni che possono causare bifosfonati. Ad esempio, il trattamento con bifosfonati può causare una grave malattia renale.

La somministrazione endovenosa di farmaci in questo gruppo può causare ipocalcemia. La terapia con aminobisfosfonati può causare osteonecrosi della mascella. Spesso i pazienti che assumono farmaci e superano la loro dose ammissibile possono sperimentare:

  • problemi con il tratto digestivo e le feci;
  • malessere generale e persino nausea;
  • dolori muscolari con febbre.

E questo non è affatto tutti gli effetti collaterali che possono essere causati dall'uso di preparati bifosfonati. In alcuni casi, si verificano problemi di visione e compare un'eruzione cutanea.

Tenendo conto del fatto che un trattamento inadeguato con bifosfonati può provocare conseguenze negative abbastanza forti, è necessario assumere questi farmaci solo dietro prescrizione medica e sotto la supervisione di un medico.

I medicinali aiutano ad aumentare la densità ossea e arrestano la loro distruzione.

In quali casi i bifosfonati sono controindicati

L'accettazione dei bifosfonati implica il rispetto di tutte le istruzioni del medico e delle indicazioni per l'uso. Dato che questo gruppo di farmaci ha un impatto considerevole ed è un potente farmaco, non dovrebbe essere assunto senza il parere di un medico.

Il corso di trattamento dell'osteoporosi con bifosfonati comporta un maggiore apporto di vitamine D e calcio. Vale anche la pena notare che queste sostanze medicinali sono scarsamente assorbite nel tratto gastrointestinale. Pertanto, i farmaci bifosfonati sono raccomandati per assumere a stomaco vuoto, 30 minuti prima dei pasti. Questa tecnica aiuta ad accelerare il processo di aspirazione.

I biofosfonati devono essere assunti in combinazione con altri farmaci ausiliari, in particolare con il calcio. Ma i farmaci a base di calcio dovrebbero essere utilizzati non meno di 2 ore dopo l'assunzione di bifosfonati.

Fai attenzione! Le sostanze medicinali del gruppo dei bifosfonati possono innescare lo sviluppo di processi infiammatori nel sistema digestivo e iniziare l'erosione dell'esofago. Per proteggersi da tali conseguenze negative, il paziente non deve andare in posizione orizzontale per 1 ora dopo l'assunzione del medicinale.

Nell'osteoporosi esistono controindicazioni separate per l'assunzione di bifosfonati. Si tratta di somministrazione endovenosa di farmaci. Ciò è dovuto al fatto che la prima somministrazione endovenosa di farmaci può innescare lo sviluppo di dolori muscolari, febbre e altri sintomi simili ai raffreddori.

Ma di solito questi sintomi si osservano solo dopo la prima iniezione di bifosfonati. Iniezioni successive generalmente passano senza effetti simili. Pertanto, gli effetti collaterali non suggeriscono un trattamento aggiuntivo.

Bifosfonati per l'artrite

Bifosfonati per il trattamento dell'osteoporosi

Per molti anni cercando di curare le articolazioni?

Responsabile dell'Istituto di terapia congiunta: "Sarai stupito di quanto sia facile curare le articolazioni portandolo ogni giorno.

In passato, i bifosfonati sono stati usati per prevenire i processi di corrosione del metallo nell'industria tessile e petrolifera. Sono ora in combinazione con altri gruppi di farmaci sono la base della terapia medica per l'osteoporosi.

Queste sostanze chimiche impediscono una marcata diminuzione del numero di elementi ossei. Pertanto, vengono prescritti con una diminuzione della densità ossea minerale (osteoporosi) e in altre patologie con una maggiore probabilità di una frattura patologica. Questo, ad esempio, il morbo di Paget, il mieloma, l'iperparatiroidismo, il rallentamento dei processi di formazione ossea (osteogenesi imperfetta), le metastasi ossee delle formazioni tumorali.

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

  • Cos'è?
  • Pro e contro
  • Gruppi bifosfonati
  • Nomi e descrizione dei farmaci
  • Come prendere?

Cos'è?

Normalmente, il tessuto che forma l'osso viene costantemente aggiornato: gli osteoblasti formano nuove travi minerali e gli osteoclasti distruggono le formazioni ossee danneggiate e vecchie. Con l'osteoporosi, questo equilibrio è disturbato. In particolare, l'attività assorbente degli osteoclasti è migliorata.

Con la struttura chimica, questi farmaci sono vicini alla base del tessuto osseo - idrossiapatite. Pertanto, sono metabolicamente neutri e non sono percepiti dal corpo come agenti stranieri. La mancanza di rapida inattivazione di questi fondi ci ha permesso di creare moduli di lunga durata che possono essere utilizzati una volta al mese o anche una volta all'anno.

I bifosfonati sono attivamente coinvolti nei processi di rimodellamento, specialmente in condizioni di decadimento accelerato o formazione di tessuto osseo. Dal sangue, si accumulano rapidamente sulle strutture minerali delle ossa, specialmente nelle aree di maggiore attività degli osteoclasti. Queste cellule creano un ambiente acido intorno a loro, che contribuisce alla creazione di un'alta concentrazione locale di bifosfonati. Quindi queste sostanze penetrano nelle cellule che distruggono l'osso e inibiscono (inibiscono) la loro attività.

Questo effetto inibitorio è una conseguenza dell'effetto tossico diretto, che causa contrazione, compattazione e frammentazione degli osteoclasti, che porta all'apoptosi - distruzione cellulare. Inoltre, la loro inibizione può essere associata all'effetto schiacciante dei bifosfonati sul trasporto intracellulare di nutrienti. Ciò può, ad esempio, causare disorganizzazione e interruzione della struttura della parete cellulare o modificare la motilità cellulare.

Pertanto, il principale meccanismo dell'effetto farmacologico di questo gruppo di farmaci è l'inibizione dell'attività degli osteoclasti. Queste cellule distruggono il tessuto osseo. Questi farmaci hanno anche effetti antitumorali e analgesici. Pertanto, i medici spesso li prescrivono per le fratture dovute all'osteoporosi.

Per l'effetto più pronunciato, è necessaria una combinazione di bifosfonati con farmaci contenenti vitamina D e calcio. Sono particolarmente indicati nel trattamento dell'osteoporosi negli uomini, così come nelle persone con osteoporosi indotta da steroidi, cioè una diminuzione della massa ossea dovuta alla somministrazione di glucocorticoidi.

Pro e contro

  • alta efficienza e durata del rafforzamento del tessuto osseo;
  • disponibilità di varie forme per la somministrazione orale e l'iniezione;
  • possibilità di uso raro;
  • mancanza di azione ormonale;
  • buona combinazione con preparati a base di vitamina D;
  • la possibilità di utilizzo in persone di sesso ed età diversi;
  • piccola quantità di controindicazioni.
  • la presenza di effetti collaterali;
  • la necessità di rispettare chiare istruzioni per l'ammissione;
  • l'impossibilità dell'uso simultaneo di prodotti contenenti calcio (ad es. latte);
  • la necessità di stare in piedi per un'ora dopo l'ingestione;
  • la necessità di studiare la funzione renale in alcuni casi, specialmente con l'infusione endovenosa, prima di ogni iniezione.

Possibili effetti collaterali:

  • oppressione della formazione del sangue con lo sviluppo di anemia, sanguinamento, ridotta resistenza alle infezioni;
  • mal di testa, ridotta sensibilità, disturbi del sonno;
  • occhi secchi, arrossamento, infiammazione, lacrimazione;
  • nausea e vomito, dolore addominale, mancanza di appetito, deglutizione deglutita;
  • tosse;
  • sudorazione, prurito della pelle, eruzione cutanea, arrossamento (eritema);
  • dolore negli organi del sistema muscolo-scheletrico (muscoli, ossa, articolazioni);
  • interruzione del sistema urinario, effetti patologici sui reni;
  • una diminuzione del contenuto di fosforo, calcio e sali di magnesio nel sangue, specialmente durante l'infusione endovenosa del farmaco;
  • segni simili a ARD: febbre, brividi, debolezza;
  • in rari casi - necrosi della mandibola, con la sua probabilità (oncopatologia, irradiazione) è impossibile rifiutare l'assunzione di bifosfonati, ma è necessario seguire attentamente l'igiene della cavità orale, scegliere correttamente le protesi dentarie;
  • frattura del collo del femore sullo sfondo di una neoplasia maligna;
  • una maggiore probabilità di fibrillazione atriale, che aumenta con la concomitante malattia cardiaca, anche se gli scienziati non hanno ancora trovato un collegamento affidabile tra la somministrazione di bisfosfonati e lo sviluppo di aritmia.

I bifosfonati sono controindicati in gravidanza, durante l'allattamento e in caso di intolleranza a questi farmaci. Il loro uso è limitato alla patologia dell'esofago o all'incapacità di sedersi per mezz'ora dopo l'assunzione del farmaco per via orale, in caso di deterioramento della funzione renale, ipocalcemia e aumento del rischio di aspirazione di contenuti gastrici.

Gruppi bifosfonati

Tutti i farmaci in questo gruppo sono privi di azoto o contengono azoto.

I preparati senza un gruppo azotato costituiscono la prima generazione di bisfosfonati. I farmaci di seconda e terza generazione contengono azoto.

I seguenti sono usati per i farmaci contenenti azoto:

  • zoledronato (acido zoledronico);
  • acido ibandronico;
  • alendronato;
  • pamidronato;
  • risedronato.

I farmaci di prima generazione, ad esempio l'etidronato e il clodronato, subiscono uno scambio intracellulare con la partecipazione dell'ATP. Questa sostanza è la principale fonte di energia per la cellula. I preparati senza azoto inibiscono la sintesi degli enzimi cellulari ATP-dipendenti, che porta alla morte di un osteoclasti.

Gli agenti contenenti azoto sono più attivi perché non vengono distrutti dagli osteoclasti. Essi inibiscono il metabolismo del mevalonat, un enzima cellulare degli osteoclasti, che accelera il processo di distruzione. Non agiscono sui processi dipendenti dall'ATP nella cellula.

Il pamidronato e l'alendronato appartengono alla seconda generazione, lo zoledronato appartiene alla terza generazione.

Nella tabella viene presentata l'attività farmacologica comparativa di diverse generazioni di farmaci in questo gruppo:

Nomi e descrizione dei farmaci

I bifosfonati sono stati usati per il trattamento dell'osteoporosi per circa 20 anni. Durante questo periodo, sono state sintetizzate diverse sostanze, prodotte con nomi commerciali diversi.

> Sostanza attiva> Nome commercialeProduttore> Etidronato> XidiphonRussia> Tiludronat> SkelidFrancia

Alendronat Kern Pharma

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Acido ibandronico Sandoz

Lo zoledronato inibisce attivamente l'attività delle cellule osteoclastiche, pertanto è molto efficace nei pazienti con osteoporosi. Questo farmaco moderno, nonostante la soppressione del riassorbimento osseo, non ha alcun effetto sulla loro mineralizzazione e formazione. Non cambia la resistenza meccanica del tessuto osseo. Questo è lo strumento più potente del gruppo di farmaci considerati in termini di gravità dell'effetto. Viene somministrato solo per infusione endovenosa mensile o addirittura annuale. A causa della sua azione attiva, lo zoledronato è prescritto principalmente in caso di metastasi, mieloma e formazioni tumorali.

Nell'osteoporosi, la somministrazione di questo farmaco una volta all'anno era efficace quanto l'uso più frequente di altri bifosfonati. Quindi, il 70% in meno rispetto alle persone che non l'hanno ricevuto, ha avuto fratture all'anca. Durante i 6 anni di osservazione, la densità ossea era in costante aumento, che i medici hanno determinato utilizzando la densitometria.

L'alendronato ripristina efficacemente i processi metabolici nel tessuto osseo. Non ha attività ormonale e allo stesso tempo inibisce selettivamente il riassorbimento osseo associato all'attività degli osteoclasti. Questo medicinale ripristina l'intensità della formazione di nuove strutture ossee e normalizza l'equilibrio tra questi processi multidirezionali. Inoltre, stimola la formazione della corretta struttura ossea a livello microscopico. È spesso usato nel trattamento dell'osteoporosi postmenopausale, indotta da steroidi e senile, aiuta ad evitare una frattura patologica. Inoltre, è indicato per i tumori maligni, accompagnato da un aumento di calcio nel sangue. È prodotto sotto forma di compresse, assunto per via orale. Sviluppate combinazioni pronte di acido alendronico con sali di calcio e vitamina D.

L'acido ibandronico è indicato per la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi. È usato nei pazienti in postmenopausa, anche quando prescrive la terapia ormonale sostitutiva. Inoltre, il farmaco è indicato a elevate concentrazioni di calcio nel sangue. I farmaci a base di ibandronato esistono sotto forma di compresse e soluzioni (liofilizzato). Sono usati mensilmente. Le compresse sono mostrate nei casi di maggiore fragilità delle ossa che si sviluppa nel periodo postmenopausale e la soluzione viene utilizzata per le metastasi, il cancro di Paget e altre gravi malattie.

Il pamidronato si è dimostrato particolarmente efficace nel trattamento delle fratture ossee causate da metastasi di altri tumori, mieloma, ipercalcemia. I suoi generici hanno un basso costo, pur mantenendo l'efficienza. Viene somministrato solo per via endovenosa.

Risedronato è prescritto a pazienti in postmenopausa oa persone che assumono ormoni corticosteroidi per un lungo periodo di tempo. Si presenta sotto forma di pillole che vengono somministrate settimanalmente o mensilmente a seconda dello scopo (trattamento o prevenzione dell'osteoporosi).

Il tiludronato è prodotto in compresse, indicato per il trattamento dell'osteoporosi. Il farmaco viene assunto quotidianamente, la durata del corso è di 3 mesi. Durante l'anno, conduci due di questi corsi.

Il clodronato inibisce significativamente il riassorbimento osseo, ha un effetto analgesico, riduce il rischio di fratture. È usato per infusione endovenosa, ci sono capsule per somministrazione orale, è prescritto giornalmente. L'indicazione principale sono le metastasi ossee.

L'etidronato di sodio è indicato se vengono rilevati disturbi del metabolismo del calcio. Viene prodotto sotto forma di soluzione orale. Può essere prescritto anche per bambini sotto i 3 anni. Cidiphone è prescritto per l'urolitiasi, l'ipervitaminosi D e l'aumento della funzione delle ghiandole paratiroidi. Il farmaco viene anche usato per la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi. Inoltre, accelera l'escrezione di sali di metalli pesanti - piombo, stagno e altri.

Pertanto, nell'osteoporosi, nella profilassi e nella terapia, i bisfosfonati più comunemente usati nel gruppo sono:

  • acido etidronico;
  • risedronic a-quello;
  • ibandronovy a-quello;
  • alendronico to-a;
  • tiludronate;
  • meno comunemente, acido zoledronico.

La terapia dell'osteoporosi con bifosfonati deve essere eseguita sotto la supervisione regolare di un medico. L'automedicazione è pericolosa perché le conseguenze di un sovradosaggio o di un regime di dosaggio errato possono essere dannosi per la salute del paziente.

Come prendere?

Sono usati diversi regimi di dosaggio. I bifosfonati possono essere assunti ogni giorno per la profilassi o il trattamento. Alcuni farmaci con un alto contenuto del principio attivo sono prescritti 1 volta a settimana o mensilmente.

I bisfosfonati per l'ingestione devono essere lavati con acqua in un volume non inferiore a 200 ml, dopodiché non sdraiarsi orizzontalmente per almeno mezz'ora per prevenire l'irritazione dell'esofago. Le pillole o le capsule di masticazione non possono. Dopo, puoi prendere altri farmaci. L'uso simultaneo di bisfosfonati e altri medicinali non è raccomandato.

Queste regole sono obbligatorie se il paziente ha già una precedente malattia dell'esofago o dello stomaco. Non ci sono prove che l'ingestione di bifosfonati aumenti oralmente la frequenza dei cancri digestivi.

In caso di intolleranza ai bisfosfonati orali, viene utilizzata l'infusione endovenosa di acido zoledronico. È sufficiente trattenerlo una volta all'anno, quando la sindrome simil-influenzale appare dopo la somministrazione, può essere assunto paracetamolo o nurofene. Con le successive infusioni di farmaci, questo effetto collaterale scompare quasi.

Cibo, caffeina, succo d'arancia, latte e agenti antiacidi compromettono l'assorbimento dei bifosfonati dal tratto gastrointestinale, che può ridurre la loro efficacia. Devono essere usati con cautela quando si assumono altri farmaci che causano irritazione della mucosa esofagea o gastrica, come l'aspirina.

La durata del trattamento è determinata dalla densità ossea iniziale. Con una densitometria soddisfacente e l'assenza di fratture dopo 5 anni di trattamento, i pazienti possono smettere di usare questi medicinali e riprendere la terapia se le condizioni cliniche peggiorano.

Bifosfonati - un gruppo di farmaci con vari gradi di attività, riducendo il tasso di riassorbimento del tessuto osseo. Sono prescritti per la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi, in particolare, in postmenopausa, indotta da steroidi, causata dall'immobilità prolungata. Le soluzioni di bifosfonati per uso endovenoso prevengono la distruzione ossea durante metastasi, mieloma, ipercalcemia. Sebbene questi farmaci siano generalmente ben tollerati, possono causare effetti collaterali, inclusa l'insufficienza renale. Pertanto, non possono essere assunti senza la prescrizione del medico.

Bifosfonati dall'osteoporosi

L'osteoporosi è una patologia del tessuto osseo abbastanza comune. È caratterizzato da una diminuzione della densità ossea, dall'accelerazione dei processi della loro distruzione e da un aumentato rischio di fratture. Molto spesso questa malattia si sviluppa nelle donne durante la menopausa, può anche verificarsi a causa dell'uso di farmaci ormonali.

Per il trattamento dell'osteoporosi sono stati utilizzati diversi farmaci. I più efficaci sono quelli che rallentano la distruzione del tessuto osseo e aumentano la sua forza. Specialmente usati bifosfonati per l'osteoporosi. Questo gruppo di farmaci contenenti fosforo che hanno un effetto positivo sui processi metabolici nel tessuto osseo.

Caratteristiche d'azione

I bifosfonati sono sostanze chimiche organiche che hanno iniziato ad essere utilizzate dagli esseri umani nel 19 ° secolo. Ma all'inizio furono usati solo nell'industria petrolifera e per la produzione di fertilizzanti. Fu solo a metà del 20 ° secolo che scoprirono il loro effetto benefico sui processi metabolici nel tessuto osseo e iniziarono ad essere usati per trattare le patologie dell'apparato muscolo-scheletrico. I bifosfonati hanno il loro nome per via della loro speciale struttura: contengono due molecole di fosfonato - un composto contenente fosforo.

L'azione di questi farmaci si basa sulla loro capacità di legarsi con il calcio e di penetrare nelle cellule del tessuto osseo, rimanendo lì per lungo tempo. Inoltre, i bifosfonati normalizzano il metabolismo.

Le ossa sono costantemente sottoposte a processi di distruzione e alla creazione di nuovi tessuti. Questo è controllato da cellule speciali: osteoblasti e osteoclasti. In una persona sana, sono in equilibrio. Ma in alcune patologie, ad esempio, nell'osteoporosi, gli osteoclasti lavorano più attivamente e distruggono il tessuto osseo. Gli osteoblasti non hanno il tempo di ripristinarlo, quindi la fragilità e la fragilità delle ossa si sviluppano, diventano più sottili, gradualmente collassano.

Ma l'uso di bifosfonati consente di normalizzare questo processo. Queste sostanze rallentano l'attività degli osteoclasti, fermano la loro crescita, bloccando la distruzione delle ossa. A causa di ciò, il tessuto osseo ha il tempo di riprendersi e non diventa così fragile. Inoltre, questi farmaci hanno effetti analgesici e antitumorali.

Quando applicato

Le caratteristiche dell'azione dei bifosfonati permettono di trattare con il loro aiuto le malattie che sono accompagnate da una maggiore fragilità ossea. Spesso vengono prescritti alle donne in menopausa per la prevenzione delle fratture. Bifosfonati particolarmente necessari per quei pazienti che sono controindicati in estrogeni. Non sostituiscono gli ormoni, ma aiutano a rallentare la perdita ossea di calcio.

Questi farmaci sono efficaci per qualsiasi patologia che sia accompagnata da assottigliamento e distruzione di ossa. Questo può essere il morbo di Paget, l'iperparatiroidismo, l'osteogenesi imperfetta, il mieloma multiplo e lo sviluppo di metastasi nei tumori ossei maligni.

Ma i bifosfonati più comunemente usati per l'osteoporosi. Sono i farmaci prescritti per questa malattia più spesso. Gli studi clinici hanno dimostrato la loro efficacia. Sullo sfondo di tale trattamento, il rischio di fratture nell'osteoporosi si dimezza.

Vantaggi e svantaggi

Gli studi clinici sull'uso dei bifosfonati nell'osteoporosi hanno dimostrato la loro elevata efficienza. Con l'uso regolare dello schema raccomandato dal medico, tali farmaci riducono significativamente il rischio di fratture, riducono il dolore, aumentano la densità ossea.

Ma i bifosfonati hanno i loro svantaggi, che non permettono loro di essere usati da alcuni pazienti:

  • prezzo piuttosto alto - da 300 rubli per 4 compresse a 2 mila per una soluzione, soprattutto perché devono essere presi per molto tempo;
  • i farmaci sotto forma di compresse hanno una bassa biodisponibilità;
  • le caratteristiche della loro somministrazione sono scomode: al fine di ridurre il rischio di effetti collaterali, è necessario prendere una grande quantità di acqua con le compresse, e quindi non si dovrebbe andare per 30-40 minuti;
  • questi agenti spesso causano irritazione della mucosa gastrointestinale;
  • devono essere utilizzati per un lungo periodo, di solito diversi anni, ma il risultato desiderato in questo periodo non può essere sempre raggiunto.

Inoltre, l'uso di bisfosfonati è giustificato solo con una rapida perdita di massa ossea. Dopotutto, spesso queste sostanze rallentano completamente il metabolismo delle ossa. Cioè, non si fermano solo i processi di distruzione cellulare, ma anche il loro restauro.

Tipi di droghe

Tutti i bifosfonati usati per trattare l'osteoporosi possono essere divisi in due gruppi. Il primo è composto senza azoto che è apparso in precedenza. Questo gruppo di bifosfonati semplici include droghe come "Tiludronat", "Tidronat", "Clodronat" e altri. Sono efficaci, ma ora più spesso usano farmaci di seconda generazione - contenenti azoto o aminobifosfonati. Questi sono Alendronat, Zelendronat, Ibandronat, Pamidronat e altri. Inoltre, sono comparsi prodotti moderni complessi che contengono, oltre ai bifosfonati, calcio o vitamina D. Questi sono preparati a base di acido alendronico - Fosavans e calcio Ostalon.

"L'acido zoledronico"

Questo farmaco a base di acido zoledronico è una soluzione per infusione. Con questa composizione, vengono prodotti diversi farmaci: "Zometa", "Aklast", "Deztron", "Metakoz", "Zolendran" e altri. Tutti questi farmaci hanno una caratteristica: devono essere usati solo una volta all'anno.

Un'infusione endovenosa contenente 5 ml di farmaco dura da 15 minuti a mezz'ora. Entrando nel tessuto osseo, l'acido zozendronico agisce sugli osteoclasti, rallentando notevolmente il processo di distruzione cellulare. Ma questa sostanza non influisce sulle proprietà meccaniche delle ossa o sulla loro mineralizzazione.

Questi farmaci sono molto gravi, quindi causano spesso effetti collaterali. Questi sono principalmente mal di testa, febbre, dolori muscolari, malessere generale. Per ridurre questi sintomi, i medici raccomandano di prendere l'ibuprofene. Inoltre, per evitare la perdita di calcio, pochi giorni prima dell'infusione, dovresti iniziare a prendere i farmaci a base di calcio e vitamina D.

Acido pamidronico

Sulla base di questo bifosfonato sono disponibili i seguenti farmaci: Pamidronato, Pamiphos, Pamired, Pamidia 90. Sono una polvere per la preparazione della soluzione. Questi farmaci sono anche usati per l'iniezione endovenosa. Ma sono fatti una volta al mese. Per entrare nella soluzione deve essere gocciolare, lentamente, in modo da non sviluppare reazioni negative locali.

Tutti i prodotti a base di acido pamidronico sono ben tollerati dai pazienti. Gli effetti collaterali sono rari. Questo è principalmente la febbre e sintomi simil-influenzali. Pertanto, questi farmaci sono controindicati solo durante la gravidanza, l'allattamento e l'intolleranza individuale.

"Alendronato"

Uno degli aminobifosfonati più efficaci è l'acido alendronico. Questa sostanza è contenuta nei preparati "Alendronat", "Alendra", "Londromax", "Ostemax", "Fosamax", "Ostalon" e altri. Sono prodotti principalmente sotto forma di compresse da 70 mg. Sono presi una volta alla settimana. È necessario bere compresse al mattino, un'ora prima della colazione o assumere altri farmaci, sempre lo stesso giorno della settimana.

L'acido alendronico ha un forte effetto irritante sul tratto digestivo, quindi le compresse non devono essere masticate, devono essere lavate con abbondante acqua - non meno di un bicchiere. Inoltre, non è consigliabile 30-40 minuti dopo l'assunzione del farmaco per andare a letto. A causa di queste caratteristiche, gli agenti a base di acido alendronico non sono prescritti ai pazienti del letto, così come alle persone con insufficienza renale o con disturbi digestivi.

Oltre all'effetto negativo sul tratto gastrointestinale, sono possibili i seguenti effetti indesiderati quando si assumono questi farmaci:

  • mal di testa, vertigini;
  • debolezza, malessere;
  • dolori alle articolazioni e ai muscoli;
  • ridurre la quantità di calcio nel sangue;
  • reazioni allergiche.

"Bondronat"

Questo farmaco è spesso prescritto per la prevenzione dell'osteoporosi nelle donne in menopausa. È anche efficace per il trattamento di questa malattia, poiché ferma la distruzione del tessuto osseo. Inoltre, "Bondronat" è in grado di normalizzare il livello di calcio nel sangue, quindi è dimostrato che lo riceve con ipercalcemia.

"Etidronate"

Analoghi di questo farmaco, contenente acido etidronico, sono "Didronel", "Pleostat", "Ksipifon". Molto spesso questi farmaci sono prescritti per la malattia di Paget, l'ipercalcemia sullo sfondo del cancro o per l'osteoporosi. Si raccomanda di usarli insieme a preparati di calcio e vitamina D.

Disponibile sulla base di compresse di acido etidronovoy o soluzione. Inoltre, ci sono variazioni della soluzione per la somministrazione orale e per la somministrazione endovenosa.

"Clodronato"

È prescritto per l'osteoporosi e per la prevenzione delle metastasi ossee in alcune forme di cancro. Gli analoghi di "Clodronat" sono le droghe "Clobir", "Bonefos", "Clodron" e "Syndronate". Questi farmaci hanno un effetto analgesico, rallentano l'attività degli osteoclasti, bloccando la distruzione del tessuto osseo. Sullo sfondo del loro ricevimento, la probabilità di fratture è significativamente ridotta.

"Ibandronato"

I fondi a base di acido ibandronico sono utilizzati in varie patologie che comportano la distruzione del tessuto osseo. Oltre a Ibonronat, questo è Bonviva e Bondronat. Questi farmaci sono prodotti sotto forma di compresse e soluzione per infusione. Le compresse sono prese ogni giorno, e la somministrazione endovenosa è mostrata una volta al mese. Spesso questi farmaci sono prescritti alle donne durante la menopausa durante la terapia ormonale.

"Risedronato"

L'acido risedronico è ben tollerato dai pazienti. Pertanto, è abbastanza spesso prescritto per l'osteoporosi, in particolare per le donne in menopausa. "Risedronat" prenda 1 compressa alla settimana, preferibilmente sempre nello stesso giorno. L'analogo di questo farmaco con la stessa composizione e le caratteristiche dell'ammissione è il farmaco "Actonel".

Controindicazioni ed effetti collaterali

Oltre alle caratteristiche di ciascun farmaco, hanno proprietà comuni. Tutti i bisfosfonati hanno un effetto dannoso sulla membrana mucosa del tubo digerente.

Quando vengono presi, possono verificarsi tali effetti collaterali:

  • nausea, vomito;
  • dolore addominale;
  • flatulenza, gonfiore, bruciore di stomaco;
  • il verificarsi di erosioni sulla membrana mucosa dell'apparato digerente o infiammazione;
  • lo sviluppo di gastrite o ulcera gastrica;
  • sanguinamento gastrico;
  • restringimento dell'esofago;
  • disturbi intestinali.

Inoltre, le reazioni allergiche possono svilupparsi in tutte le preparazioni del gruppo bifosfonato, il più delle volte si tratta di un'eruzione cutanea. È anche possibile la comparsa di mal di testa, vertigini, disagio nei muscoli e nelle articolazioni. Talvolta le ulcere si sviluppano sulla mucosa orale o addirittura sull'osteonecrosi dell'osso mascellare. Gli effetti collaterali di questi farmaci includono anche funzionalità renale compromessa e talvolta attività cardiaca.

Tutti i preparati del gruppo bifosfonato sono controindicati durante la gravidanza, durante l'allattamento e in caso di intolleranza individuale. Inoltre, a causa del fatto che queste sostanze vengono espulse dal corpo attraverso i reni, non possono essere prese quando le funzioni del sistema urinario vengono disturbate.

I bifosfonati sono farmaci gravi che non dovrebbero mai essere presi da soli. Queste sostanze interferiscono con i processi metabolici nel corpo e con l'uso incontrollato possono causare gravi complicazioni.

Aggiungi un commento

My Spina.ru © 2012-2018. La copia dei materiali è possibile solo con riferimento a questo sito.
ATTENZIONE! Tutte le informazioni su questo sito sono solo di riferimento o popolari. La diagnosi e la prescrizione di farmaci richiedono la conoscenza di una storia medica e l'esame da parte di un medico. Pertanto, consigliamo vivamente di consultare un medico per il trattamento e la diagnosi, e non di auto-medicare. Accordo per gli utenti per gli inserzionisti

Esercizio terapeutico nella gonartrosi dell'articolazione del ginocchio

Ci sono molti rimedi per far fronte alla gonartrosi, e una delle fasi è la ginnastica terapeutica, che consente all'articolazione di tornare alla normale mobilità. Con l'aiuto di esercizi di fisioterapia, non solo i muscoli sono rafforzati, ma anche la mobilità negli aumenti articolari.

Cambia lo stereotipo

Indubbiamente, il carico sull'articolazione del ginocchio con gonartrosi è limitato e non vengono utilizzati i movimenti che caricano la cartilagine.

Indossando la gravità con gonartrosi, l'implementazione del carico di energia è assolutamente controindicata.

Evitare situazioni in cui la postura è fissa, ad esempio, è controindicato per accovacciarsi o sedersi su una sedia bassa. Se fai gli esercizi seduti, allora la preferenza è data al seggiolone.

Gli esercizi dovrebbero essere costantemente alternati a periodi di riposo. Camminare per lunghe distanze con la gonartrosi è categoricamente controindicato. Se una persona ha camminato per 20 minuti, allora devi sederti e riposare per 10-15 minuti.

Lo scarico del ginocchio viene eseguito durante gli esercizi di terapia fisica mentre si è sdraiati o seduti. Esercizi di esercizi speciali offrono esercizi terapeutici.

L'uso della terapia fisica

Gli esercizi aiutano a rafforzare molti muscoli, quindi allenare i quadricipiti della coscia, situati sulla superficie anteriore di una persona, contribuisce a una maggiore libertà di movimento dell'articolazione del ginocchio ed elimina il dolore. L'effetto positivo, che dà un corso di esercizio, dura sei mesi. Per l'effetto è stato il più persistente, è necessario eseguire tutto regolarmente.

La terapia di esercizio può essere eseguita in diverse posizioni, ma la posizione sdraiata o seduta è ottimale, quindi il carico sull'articolazione interessata sarà significativamente ridotto. L'intensità con cui la persona è impegnata e la frequenza della ginnastica dipendono dalla gravità del dolore al ginocchio. La gamma di movimenti dovrebbe essere aumentata gradualmente e le attività troppo vigorose sono semplicemente controindicate.

Da dove cominciare?

È meglio fare terapia fisica sotto il controllo di un istruttore esperto o di un medico. Ci sono molte regole che meritano di essere rispettate e quindi tutto funzionerà e il massimo effetto sarà raggiunto.

È necessario iniziare tutto lentamente. Ciò renderà i muscoli più forti e flessibili, ci vorrà del tempo. Se inizi con diligenza, causerà solo lesioni. È necessario iniziare con semplici esercizi, ti aiuteranno a rinforzare i muscoli, quindi potrai aumentare il carico in sicurezza.

Non c'è bisogno di ignorare il dolore nell'articolazione, la ginnastica non dovrebbe causarlo affatto. Alcuni disturbi si verificano, specialmente durante la tensione e l'allungamento muscolare. Se il dolore si unisce durante il movimento, gli esercizi devono essere fermati o terminati, i muscoli riposeranno per uno o due giorni.

Se hai domande, devi rivolgerle a uno specialista, in particolare sulla frequenza e la durata della ginnastica.

Esercizi per gonartrosi

Nella fase iniziale, la frequenza della ripetizione degli esercizi non è più di cinque volte. La durata della ginnastica è di circa 10-15 minuti al giorno.

È meglio partire dalla posizione di partenza, richiederà un tavolo in grado di sostenere il peso del corpo umano. È necessario sedersi sul ripiano del tavolo e raddrizzare completamente la schiena, dopo aver eseguito movimenti con i piedi avanti e indietro, l'ampiezza delle vibrazioni è moderata.

Senza cambiare la posizione di partenza sul tavolo, è necessario alzare la gamba finché non si raddrizza sull'articolazione del ginocchio. È importante tenere tutto in questa posizione per circa tre secondi. Il piede rispetto alla parte inferiore della gamba ha un angolo di 90 gradi, dopo di che il piede cambia. Durante l'esercizio, è necessario assicurarsi che i muscoli della parte inferiore della gamba e delle cosce si serrino.

In posizione eretta, i glutei poggiano sul piano del tavolo. Le ginocchia si trovano in una posizione leggermente piegata e sono allevate ai lati, come calze. È necessario inclinarsi in avanti e tornare alla posizione di partenza, mentre la schiena rimane dritta.

Da una posizione distesa sul pavimento sul retro, le gambe vengono tirate fuori, dopo che il ginocchio è piegato, e il piede, nel frattempo, si trova sopra la superficie del pavimento. È in questa posizione che la gamba dovrebbe rimanere per cinque secondi (puoi semplicemente contare fino a cinque). E poi arriva il turno della prossima tappa.

Per eseguire l'esercizio "piccola bici", le gambe sono piegate alle ginocchia e i piedi sono paralleli sulla superficie del pavimento. La gamba destra viene portata allo stomaco con il ginocchio, e poi raddrizzata e lentamente abbassata sul pavimento, dopo di che lo stesso viene fatto con l'altra gamba. Eseguendo l'esercizio, è necessario monitorare costantemente il piede, è ad angolo retto rispetto alla parte inferiore della gamba. Le gambe stesse si alternano costantemente.

Quando si fa una "bici grande" è necessario sdraiarsi sulla schiena e imitare la guida su questo veicolo. "Ride" deve prima lentamente, gradualmente accelerando il ritmo e alternando tra velocità lenta e alta. Una costante attenzione è rivolta alla tensione dei muscoli femorali.

La gamba è piegata all'articolazione del ginocchio e la coscia è avvolta attorno al braccio e attratta dallo stomaco. Il ginocchio viene gradualmente raddrizzato, il piede si trova ad angolo retto. È necessario disfarsi fino a sentire la tensione muscolare. tenere in questa posizione è necessario per otto secondi, o semplicemente contare. Dopo che la gamba si abbassa sul pavimento e si allunga, raddrizzando l'articolazione del ginocchio. Durante l'esercizio, le gambe si alternano costantemente.

È necessario eseguire gli esercizi in modo che l'arto attivo non si piega.

Dopo che la persona si gira da un lato, e un piccolo pad viene posizionato sotto la testa. La posizione di partenza per il primo esercizio è esattamente questa posizione, solo sul lato sinistro. Durante la corsa, il braccio sinistro è posto sotto il cuscino, la gamba è piegata a metà e il braccio destro riposa davanti al corpo. Nel ginocchio è necessario piegare la gamba destra e portarla all'addome, e quindi riprendere quanto si rivelerà. I movimenti sono fatti a bassa velocità.

Senza cambiare la posizione iniziale, la gamba destra all'altezza dell'articolazione del ginocchio si piega e quindi si appoggia al pavimento. La gamba sinistra viene estratta e, dopo essere stata staccata dal pavimento, l'altezza deve essere di circa 30 cm.

Lo stesso si ripete, solo dall'altra parte.

Quando tutto è fatto, puoi sdraiarti sullo stomaco e in questa posizione piegare la gamba al ginocchio e tenerla per 10 secondi. Le gambe cambiano a turno, il bacino non deve uscire dal pavimento.

Esercizi ed esibizioni in piedi, per questo è necessario stare di fronte al sedile della sedia. Calze e articolazioni del ginocchio sono allevati in giro. Costruisci il busto, tieni la schiena dritta e poi, piegando le ginocchia, devi sederti su una sedia. In posizione seduta il corpo si piega in avanti, dopo di che è necessario alzarsi in piedi.

Completando questo complesso, è necessario camminare lungo il perimetro della stanza, mentre il peso si sposta dai talloni ai piedi e le ginocchia dovrebbero essere sollevate il più in alto possibile.

Ginnastica di Dr. Belyalov A.E.

Si noti che per una persona che soffre di osteoartrite, sono utili esercizi di natura isometrica. L'essenza di tali procedure è di usare le mani per cercare di piegare la gamba, che resiste. Hai bisogno di sdraiarti sulla schiena, ma puoi anche sdraiarti sullo stomaco, braccia attorno allo stinco e non permettere che la gamba si raddrizzi, tutto ricorda la lotta tra mani e piedi. Dopo 5-10 di tali ripetizioni, una persona noterà che i sintomi della gonartrosi diminuiscono gradualmente.

È utile eseguire il cosiddetto passo dell'oca, che molti hanno imparato a scuola nelle lezioni di educazione fisica. L'essenza degli esercizi è semplice, è necessario sedersi accovacciati, mentre la parte inferiore della gamba poggia sulla coscia.

Se si tratta di dolore intenso, questo esercizio non è raccomandato.

Ginnastica in piscina

L'acqua e la ginnastica in piscina possono curare molte malattie, la gonartrosi non è un'eccezione alla regola. Non è necessario nuotare, basta muovere le gambe in acqua, lo swing può essere arbitrario. Il compito di una tale palestra è di alleviare la tensione dall'articolazione del ginocchio. Nell'acqua è utile semplicemente piegare le gambe al ginocchio ed eseguire gli squat. Se si fissa il piede, è utile effettuare movimenti circolari e oscillatori nel ginocchio.

Riposa dopo la ginnastica

Dopo l'esercizio, e solo bisogno di riposare correttamente. Ciò riguarda in primo luogo il paziente con osteocondrosi dell'articolazione del ginocchio. Se riposi con le gambe piegate, questo può portare allo sviluppo della contrattura, che è molto difficile da seguire. È meglio dare la preferenza al riposo sulla schiena o sull'addome, le gambe allo stesso tempo completamente raddrizzate, è meglio separarle ai lati. Muovi le gambe appese a una sedia oa un letto per rilassarti ancora di più.

Riposato e lavoro di nuovo

Il primo esercizio del nuovo ciclo viene eseguito sul retro. Le gambe sono completamente distese, i talloni non vedono l'ora e la persona deve tirare i calzini. A causa di questo esercizio allevia la tensione nelle articolazioni delle gambe e migliora i processi metabolici.

Quindi, vai alle "forbici verticali", che "tagliano" la carta immaginaria in posizione sul retro. Le gambe si sollevano e cadono nelle articolazioni dell'anca.

Dopo aver bisogno di eseguire la flessione e l'estensione nelle ginocchia, sdraiato sulla schiena.

Senza cambiare la posizione delle gambe, piegare allo stesso tempo nelle articolazioni del ginocchio e dell'anca. Le curve sono fatte solo sulle ginocchia.

Per eseguire le "forbici orizzontali", devi prendere una posizione sul retro. Le gambe sono piegate all'articolazione dell'anca e alternativamente spostate ai lati.

La gamba si alza e si abbassa alternativamente, il ginocchio si raddrizza e l'uomo stesso è dalla sua parte.

Stare sullo stomaco è necessario piegare e piegare le gambe al ginocchio, alternativamente in ciascuna.

È necessario alzare e abbassare la gamba dritta in una posizione sull'addome, non è necessario ritardare la convergenza.

Un altro complesso

La prima cosa da cui iniziare sono gli esercizi di stretching, in particolare dei tendini sul retro del ginocchio, che contribuiscono ad aumentare l'elasticità di entrambi i muscoli e legamenti. Ad esempio, prima di riscaldarsi, questo è facilitato da una camminata veloce o da un allenamento su una cyclette, alcune gambe e braccia che si muovono.

Dopo è necessario preparare un pezzo di stoffa lungo e largo, lungo circa 2 metri, ad esempio un vecchio lenzuolo. Deve essere piegato in modo da ottenere una striscia lunga, la cui larghezza è di circa venti centimetri, e quindi sdraiarsi sul pavimento.

Le estremità dei fogli sono tenute con entrambe le mani, nel cappio che si è formato, il piede destro si adatta, la gamba si raddrizza. Tiriamo il lenzuolo sopra di noi, mentre la gamba viene spostata di lato. Dopo aver sentito la tensione, ma in nessun caso il dolore, questa posizione viene mantenuta per venti secondi. Dopo questo tempo, è necessario rilassarsi per un po 'e ripetere ancora una volta. Quindi l'esercizio viene eseguito per la gamba sinistra.

Per il secondo esercizio, avrai bisogno di una sedia, le braccia sono posizionate sul retro, quindi è più facile mantenere l'equilibrio. La gamba destra è piegata all'articolazione del ginocchio e il piede sinistro viene spinto all'indietro. È importante monitorare la linearità della gamba sinistra, mentre accovacciata, il ginocchio sinistro preme basso verso il pavimento. Durante la performance, dovrebbe esserci la sensazione di allungare il muscolo gastrocnemio a sinistra. Lo stretching deve essere mantenuto per venti secondi, è necessario ripetere cinque volte per ogni gamba.

Inoltre, la posizione originale sul pavimento, le gambe si piegano alle articolazioni del ginocchio. Il corpo nella parte superiore è sollevato e i gomiti toccano il pavimento e si appoggiano contro di esso. La gamba destra raddrizzata si alza, la punta non viene estratta. La gamba indugia nell'aria, al livello dell'articolazione del ginocchio sinistro per tre secondi, poi lentamente scende. Ripeti tutto ciò che ti serve per dieci volte per le gambe destra e sinistra.

Trovandosi sul pavimento, le gambe sono piegate alle ginocchia e tra di loro si stringe un grande cuscino, che è fortemente compresso. Il massimo è mantenere questa posizione per cinque secondi, quindi rilassarsi. Ripeti tutto, poi hai bisogno di nove volte, e per l'approccio - dieci.

In piedi, con la schiena dritta, con una mano appoggiata al muro o allo schienale di una sedia. È necessario salire in punta di piedi in modo che i talloni si trovino il più in alto possibile sopra la superficie del pavimento e mantenuti per tre secondi. Scendi lentamente e poi ripeti tutto per dieci volte di seguito.

Senza cambiare la posizione iniziale, spostano il peso dell'intero corpo sulla gamba sinistra, e quella destra viene spostata di lato nello stato raddrizzato. Se c'è la sensazione che non si possa alzare la gamba più in alto, si fermano per tre secondi, e poi la abbassano. Dieci esercizi sono eseguiti per ogni gamba.

Con il camminare, non solo puoi rafforzare i muscoli, ma anche ridurre le manifestazioni della gonartrosi. È meglio eseguire almeno tremila passi al giorno, aumentando gradualmente il carico a diecimila.

Assolutamente no

Non dare per scontato che quando la gonartrosi è necessaria per muoversi il più possibile. Non è necessario, attraverso il dolore, sviluppare un ginocchio, non porterà a nulla di buono, ma rafforzerà solo il processo infiammatorio. L'articolazione di questo inizierà a crollare ancora di più.

Se una persona ha la gonartrosi, allora è severamente vietato a lui di gattonare sulle sue ginocchia.

Se c'è una lesione massiccia dell'area articolare, non è consigliabile impastarla. Il risultato di questo massaggio è l'infiammazione del tessuto circostante. È meglio massaggiare i muscoli della gamba, della coscia, della schiena, a causa di ciò, l'articolazione interessata riceve più sangue.

Valutazione dei risultati

La terapia sportiva per gonartrosi è considerata efficace nel caso in cui il dolore di una persona diminuisce e vi sia un aumento della mobilità. È considerato efficace quando la frequenza delle riacutizzazioni e la loro gravità diminuiscono, la pressione sanguigna, il sonno, il benessere e l'umore si normalizzano.

I metodi di esercizi ginnici per la gonartrosi sono molti e tutti hanno il loro effetto positivo con un uso competente e abile. Prima di eseguire il metodo, è meglio consultare uno specialista, altrimenti c'è un alto rischio di danni all'organismo. In tutto dovrebbe esserci una misura e il risultato non tarderà ad arrivare.