Dolore al polpaccio

Riepilogo: il dolore ai polpacci delle gambe è un sintomo molto comune che può essere causato, come una normale sovratensione dei muscoli, e motivi molto seri. Se il dolore non scompare entro 24 ore, è meglio consultare un medico.

Il caviale consiste di due muscoli: il gastrocnemio e il soleo. I muscoli del polpaccio e del soleo si intersecano al tendine di Achille, che si unisce direttamente al tallone. Questi muscoli sono usati in qualsiasi movimento delle gambe e dei piedi.

sintomi

La gravità e la natura del dolore e dei polpacci delle gambe varia con persone diverse, ma, di regola, si sente come un dolore doloroso, opaco o acuto sulla parte posteriore del piede, a volte combinato con rigidità. I sintomi che possono indicare una malattia più grave includono:

  • gonfiore;
  • pelle insolitamente fredda o pallida in quest'area;
  • formicolio o intorpidimento del polpaccio e della gamba;
  • debolezza alla gamba;
  • ritenzione di liquidi;
  • arrossamento, eccessivo calore della pelle o tenerezza nel polpaccio.

Se hai almeno uno dei suddetti sintomi, devi consultare un medico.

motivi
8 cause di dolore nei polpacci

Il dolore al polpaccio può essere dovuto a una serie di cause, tra cui affaticamento muscolare, spasmi e problemi ai piedi. Sebbene, nella maggior parte dei casi, il dolore ai polpacci delle gambe possa essere curato a casa, alcune situazioni, al contrario, potrebbero richiedere un intervento medico immediato.

1. Spasmi muscolari

Gli spasmi muscolari sono contrazioni muscolari acute e dolorose. Lo spasmo può passare rapidamente o durare diversi minuti. Gli spasmi sono un evento comune, di solito sono causati da un esercizio troppo duro o dall'inclusione di nuovi esercizi in un programma di allenamento. Gli spasmi possono anche essere causati da disidratazione, lesioni muscolari o mancanza di minerali nel corpo. Le cause più gravi di spasmi muscolari includono:

  • insufficienza renale;
  • ipotiroidismo;
  • l'alcolismo;
  • diabete;
  • grave malattia vascolare periferica.

In alcuni casi gravi, la limitazione del flusso di sangue a parti del corpo e altre gravi condizioni e malattie può anche causare spasmi muscolari.

2. Allungando i muscoli

Lo stiramento dei muscoli è solitamente il risultato dell'affaticamento muscolare, così come uno sforzo eccessivo o improprio sui muscoli. Ad esempio, l'inizio di un nuovo programma di esercizi o l'inclusione di esercizi in cui i muscoli delle gambe sono seriamente coinvolti, come la corsa, il nuoto, il ciclismo o il powerlifting, può portare allo stiramento dei muscoli del polpaccio. Di norma, una persona si rende immediatamente conto di essersi slogata un muscolo a causa di dolore acuto e mobilità limitata. Lo stretching leggero e moderato può essere curato con successo a casa con l'aiuto di terapia del freddo e del calore e farmaci anti-infiammatori. Un forte allungamento e uno strappo dei muscoli richiedono un aiuto qualificato.

3. Infiammazione del tendine di Achille

L'infiammazione del tendine di Achille può essere il risultato di uno sforzo eccessivo sul tendine, sul suo allungamento o eccessiva sollecitazione. I sintomi comuni comprendono infiammazione del tendine, dolore alla parte posteriore della gamba, gonfiore e limitazione della mobilità durante la flessione del piede. Di solito, con l'infiammazione del tendine di Achille, aiutano semplici metodi come il freddo e la terapia del calore, l'applicazione di un bendaggio elastico, il riposo a letto e l'assunzione di antidolorifici da banco e farmaci anti-infiammatori. Tuttavia, se il trattamento domiciliare non porta risultati o il dolore diventa più forte, è importante consultare rapidamente un medico.

4. Sciatica

La sciatica è un complesso di sintomi causati da problemi al nervo sciatico: il nervo che controlla i muscoli delle gambe e dei piedi. Sciatica può causare dolore, intorpidimento e formicolio nella parte bassa della schiena, che può diffondersi alla coscia, glutei e scendere la parte posteriore della gamba, interessando anche il polpaccio, la caviglia e il piede. A volte con gravi lesioni del nervo sciatico si può osservare la debolezza dei muscoli delle gambe e dei piedi. Nei casi gravi di sciatica, viene eseguita la chirurgia.

La sciatica può essere causata da una serie di condizioni e malattie associate alla colonna vertebrale che possono colpire i nervi spinali. Inoltre, la sciatica può essere causata da un trauma, ad esempio, a causa di una caduta, così come un tumore alla colonna vertebrale. I problemi spinali più comuni che possono causare la sciatica sono:

Ernia intervertebrale

Le nostre vertebre sono separate l'una dall'altra da una piccola cartilagine. Queste cartilagini sono riempite con una sostanza gelatinosa, che fornisce mobilità spinale e assorbimento degli urti. L'ernia intervertebrale si verifica quando il guscio duro esterno del disco è rotto. Una parte della sostanza interna del disco viene così spremuta e può spremere la radice del nervo sciatico, causando dolore e intorpidimento nell'arto inferiore. Molto spesso, il dolore ai polpacci delle gambe è combinato con il dolore nella parte bassa della schiena, gluteo, coscia e piede, ma nella nostra pratica abbiamo visto casi di dolore isolato nel polpaccio, una risonanza magnetica ha confermato la presenza di una grande ernia intervertebrale. Anche nel caso di dolore al polpaccio associato alla presenza di un'ernia intervertebrale, si applica la seguente regola: "Più basso è il dolore alla gamba, maggiore è la dimensione dell'ernia intervertebrale", quindi, solitamente il dolore nel polpaccio della gamba su un lato o nelle gambe su entrambi i lati causa una grande ernia del disco che impone la necessità di una diagnosi precoce. Effettuare una risonanza magnetica della colonna vertebrale lombare se il dolore alla parte inferiore della gamba si preoccupa su un lato e viene combinato o prima che si manifestassero sintomi come dolore o intorpidimento nella zona lombare, gluteo, coscia e piede alle dita dei piedi. Tutti questi sintomi parlano di un nervo sciatico pizzicato.

Stenosi spinale

La stenosi spinale è un anormale restringimento del canale spinale (un tubo verticale cavo al centro della colonna vertebrale, dove si trovano il midollo spinale e le radici dei nervi spinali che si estendono da esso). A causa del restringimento del canale spinale, si verifica una compressione del midollo spinale e delle radici del nervo sciatico.

spondilolistesi

La spondilolistesi è una delle condizioni associate alla degenerazione del disco intervertebrale. Quando una delle vertebre viene spostata in avanti rispetto all'adiacente inferiore, il primo può stringere la radice del nervo sciatico.

Sindrome dei muscoli della pera

La sindrome del muscolo della pera è una rara malattia neuromuscolare in cui il muscolo della pera si contrae o contrae involontariamente, causando la sciatica. Il muscolo a forma di pera è il muscolo che collega la parte inferiore della colonna vertebrale e le ossa della coscia. Quando un muscolo si contrae e si stringe, può mettere sotto pressione il nervo sciatico, portando alla sciatica. La sindrome della pera può essere aggravata se una persona rimane seduta per lungo tempo, dopo una caduta o un incidente d'auto. Tuttavia, questa sindrome esiste solo in teoria ed è molto probabilmente associata ad una diagnosi insufficiente del paziente. Per tutta la nostra pratica (oltre 20 anni di lavoro), il dolore nel muscolo a forma di pera è sempre stato associato all'ernia intervertebrale della colonna lombare e completamente scomparso durante il trattamento dell'ernia del disco.

Sindrome di equiseto

In rari casi, l'ernia intervertebrale può spremere i nervi in ​​modo da far perdere il controllo della vescica e / o dell'intestino. Questa condizione è chiamata sindrome della coda di cavallo. La sindrome di coda di cavallo può anche causare intorpidimento e formicolio nella zona inguinale, ridotta sensibilità nelle zone erogene e persino paralisi se non controllata.

La sindrome dell'equiseto di solito si sviluppa gradualmente. È importante consultare immediatamente un medico per i seguenti sintomi:

  • perdita del controllo della minzione e / o della defecazione, che può portare all'incontinenza o, al contrario, alla ritenzione urinaria e alla stitichezza;
  • dolore in una o entrambe le gambe;
  • intorpidimento in una o entrambe le gambe;
  • debolezza in una o entrambe le gambe, che rende difficile alzarsi da una posizione seduta;
  • frequenti inciampi quando una persona cerca di alzarsi;
  • perdita di sensibilità marcatamente progressiva o grave e marcata nella parte inferiore del corpo, che comprende l'area tra le gambe, i glutei, le cosce interne, i talloni e l'intero piede.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi della causa della sciatica inizia con una visita medica. In futuro, il medico invia il paziente per l'esame. Le opzioni più comuni per tale indagine sono i metodi radiografici come la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata.

I raggi X non possono mostrare danni al nervo sciatico. La risonanza magnetica utilizza potenti magneti e onde radio per creare immagini dettagliate delle strutture vertebrali ed è il metodo principale per diagnosticare la sciatica. La TAC viene utilizzata in situazioni in cui la risonanza magnetica è difficile o impossibile. Molto probabilmente, in questo caso, il paziente riceverà un mielogramma CT, che implica l'introduzione di un colorante speciale nella colonna vertebrale per ottenere immagini più chiare del midollo spinale e dei nervi.

Il trattamento della sciatica è direttamente correlato alle cause di questa condizione. Se la sciatica è causata da un tumore nel lume del canale spinale, è necessaria una consultazione immediata con un neurochirurgo e un oncologo se necessario. Se la sciatica è causata da complicanze dell'osteocondrosi dell'ernia del disco, spondilosi, spondiloartrosi, spondilolistesi o stenosi spinale secondaria, è necessario un trattamento conservativo complesso, che include i metodi di trazione spinale (si consiglia lo stretching senza strappi, come il tipo più efficace e sicuro di stretching spinale. raccomandiamo l'irudoterapia), vari metodi di massaggio, fisioterapia, kinesioterapia e così via.

L'intervento chirurgico può essere necessario in caso di dolore grave o in situazioni in cui vi è una perdita di controllo sulla minzione e / o sulla defecazione. Inoltre, la chirurgia è necessaria se il paziente ha sviluppato debolezza in alcuni gruppi di muscoli delle gambe. Le due opzioni più popolari per la chirurgia sono la discectomia, in cui una parte del disco intervertebrale viene rimossa, esercitando una pressione sul nervo e la microdiscectomia, durante la quale parte del disco intervertebrale viene rimossa attraverso una piccola incisione, mentre il chirurgo usa un microscopio. Il trattamento chirurgico non porta al recupero, consente solo di evitare complicazioni di un'ernia del disco e può causare complicazioni ancora più terribili.

5. Contusione

Un livido è il risultato di una ferita, come cadere o colpire. Come risultato della lesione, i capillari sotto la pelle scoppiano, causando una decolorazione della pelle (livido). Le contusioni, di regola, passano da sole. Tuttavia, devi vedere un dottore se hai lividi in questo modo, senza ferite, o se i lividi riappaiono nello stesso luogo, di nuovo, senza influenze esterne.

6. Neuropatia dei nervi periferici nel diabete

La neuropatia diabetica dei nervi periferici è un danno ai nervi che colpisce le gambe, i piedi, le mani e le mani. Questa condizione è una complicanza comune del diabete ed è causata da alti livelli di zucchero nel sangue, fattori genetici e infiammazione dei nervi. Altri sintomi di neuropatia includono:

  • dolore acuto;
  • spasmi muscolari;
  • debolezza muscolare;
  • perdita di coordinazione;
  • intorpidimento;
  • ridotta suscettibilità al dolore e cambiamenti di temperatura.

7. Trombosi venosa profonda

La trombosi venosa profonda è una conseguenza della formazione di un coagulo di sangue nelle vene profonde del braccio o della gamba, comprese le uova. Esistono numerosi fattori e condizioni che possono causare trombosi venosa profonda, tra cui sedimenti prolungati, effetti collaterali dovuti all'assunzione di determinati farmaci e fumo. I sintomi della trombosi venosa profonda includono:

  • vene visivamente evidenti nella zona interessata;
  • gonfiore;
  • dolore alle gambe;
  • cambiamento nel colore della pelle;
  • maggiore calore della pelle di vitello.

Se sviluppa sintomi di trombosi venosa profonda, deve consultare immediatamente un medico.

8. Sindrome compartimentale

La sindrome compartimentale è una condizione grave che si verifica quando la pressione all'interno dello spazio miofasciale aumenta. Lo spazio miofasciale è un gruppo di tessuto muscolare, vasi sanguigni e nervi nelle braccia e nelle gambe, circondato da una membrana della fascia molto densa. La fascia non si allunga, quindi l'infiammazione e il gonfiore nello spazio miofasciale possono portare ad un aumento significativo della pressione, che porta a danni a muscoli, vasi sanguigni e nervi situati nello spazio miofasciale.

L'aumento della pressione può anche portare al blocco del flusso sanguigno nello spazio miofasciale. Ciò porta alla morte dell'ossigeno di tessuti e cellule successivamente alla loro morte. Se la sindrome compartimentale non viene trattata, può verificarsi un'amputazione.

Articolo aggiunto a Yandex Webmaster 2018-03-30, 12:31.

Vedi anche

Siamo nei social network

Quando copiamo materiali dal nostro sito e li inseriamo su altri siti, richiediamo che ogni materiale sia accompagnato da un collegamento ipertestuale attivo al nostro sito:

Perché il muscolo del polpaccio fa male e cosa fare?

Lo stato di dolore nei polpacci può indicare un normale sovraccarico, come segnale che è tempo di rilassarsi. Ma a volte l'insorgere del dolore è un sintomo della malattia. Questa parte del corpo ha il peso principale quando si cammina, si praticano sport, si svolgono attività fisiche. Da quello che il caviale può ferire, lo faremo in un articolo.

Cosa causa dolore ai muscoli del polpaccio: malattie e lesioni

In una persona sana, il dolore nei polpacci può comparire in due casi:

  • Un uomo camminava o correva a lungo, raccolse qualcosa di pesante. In una parola da sovraccarichi. Le donne adorabili soffrono di una tale malattia quando indossano i tacchi alti da molto tempo. Il dolore può durare da sei ore a un giorno o più. Dipende dal grado di sovraccarico. A volte basta un po 'di riposo e il dolore si attenua.
  • Stretching muscoli. Questa è la "malattia" degli atleti che si allenano quotidianamente e aumentano il carico. Un tale stato è una cosa comune. Tuttavia, è necessario posticipare l'allenamento per un po 'per ripristinare i muscoli dei polpacci.

Quindi, considera il dolore nei polpacci associati a cambiamenti patologici nel corpo.

Vene varicose Grave malattia associata a stasi del sangue nelle vene. Puoi riconoscere la malattia nella fase iniziale, quando le caviglie delle gambe iniziano a gonfiarsi. Le vene si gonfiano. Il paziente avverte un dolore sordo e pesantezza alle gambe. La pressione sanguigna aumenta

L'insufficienza venosa, a sua volta, può causare tromboflebiti e flebotrombosi:

  • La tromboflebite si presenta come un processo infiammatorio delle vene della gamba ed è accompagnata da un grave edema degli arti inferiori. La pelle dei piedi diventa rossa con una sfumatura di blu.
  • La flebotrombosi è caratterizzata dalla formazione di coaguli di sangue nelle vene, che provoca arrossamento della pelle delle gambe sullo sfondo di alte temperature. Nelle aree delle vene colpite, le gambe diventano calde.

In entrambi i casi, il paziente avverte un forte dolore ai muscoli del polpaccio sotto forma di "colpi di martello".

La curvatura della colonna vertebrale, i dischi erniati, l'osteocondrosi e altre malattie della colonna vertebrale influenzano la formazione del dolore nei polpacci. La colonna vertebrale - come la base dello scheletro prende un carico pesante. Quando le violazioni delle funzioni della colonna vertebrale, il carico si sposta alle estremità inferiori, che provoca processi infiammatori nei muscoli del polpaccio, accompagnato da dolore.

Malattie neurologiche Le violazioni in quest'area possono creare uno squilibrio dell'intero corpo, in particolare delle gambe. Il danno alle fibre nervose provoca un forte dolore ai muscoli del polpaccio, intorpidimento e calore agli arti inferiori. La sindrome del dolore passa improvvisamente come inizia.

Disturbi circolatori, che causano crampi al polpaccio. Tali indicatori sono tipici per le persone che trascorrono molto tempo al lavoro in posizione seduta. Le estremità inferiori sono intorpidite, inizia la fame di ossigeno - le sostanze tossiche si accumulano nei polpacci. Tutto ciò porta a forti dolori quando si cammina e di notte a crampi. I crampi notturni sono comuni. In questo momento della giornata, gli arti si rilassano - i muscoli del polpaccio iniziano a contrarsi.

Le convulsioni possono verificarsi per altri motivi:

  • disfunzione della tiroide;
  • la disidratazione;
  • bassa immunità;
  • cambiamento climatico;
  • mancanza di vitamine;
  • durante la tarda gravidanza;
  • scarpe scomode.

Crampi nei muscoli delle gambe (video)

In un breve video, il dottor M. Sperling. racconta le cause di una condizione convulsa nelle gambe. Come sbarazzarsi della malattia da soli. Come trattare i disturbi nei muscoli del polpaccio.

Aterosclerosi arteriosa. Le pareti dei vasi sanguigni sono compattate e ristrette allo stesso tempo. Il sangue attraversa le vene con difficoltà. Il dolore ai polpacci è pulsante. Le gambe del paziente si bloccano in qualsiasi momento dell'anno.

La sconfitta dei muscoli del polpaccio, indicando la presenza di gravi malattie:

  • La miosite è un'infiammazione causata da precedenti malattie infettive, condizioni post-traumatiche, sovraccarico muscolare dovuto a carichi eccessivi. Se senti il ​​vitello, puoi notare la formazione di noduli. Il paziente avverte la sindrome da dolore più forte nell'area del polpaccio. La malattia complicata può essere sospettata nel campo delle lesioni. La miosite purulenta, oltre a un forte dolore, è accompagnata da brividi e febbre alta. La pelle delle gambe è ispessita e arrossata.
  • La fibromialgia è una malattia in cui il dolore nei muscoli del polpaccio viene trasmesso a diverse parti del corpo: la parte posteriore della testa, la parte bassa della schiena, il petto, il collo e le spalle. La malattia è accompagnata da insonnia. Più spesso, la bella metà dell'umanità soffre di shock nervosi e di eccessivo sforzo fisico. La fibromialgia è considerata la prima fase dello sviluppo dei reumatismi.
  • L'osteomielite è una malattia pericolosa in cui c'è decadimento delle ossa, del midollo osseo e dei tessuti molli. La distruzione delle ossa causa un forte dolore alle gambe, a causa del quale il paziente smette di camminare. Si verifica più spesso nei bambini. In molti paesi, la vaccinazione viene praticata fin dai primi mesi di vita. Sopravvivere con una tale malattia è quasi impossibile.
  • La miopatia è una malattia ereditaria cronica in cui i muscoli del corpo, in particolare il gastrocnemio, sono affetti e atrofizzati. Il dolore si verifica con attacchi ed è progressivo.

La presenza di parassiti nei muscoli del polpaccio - trichinosi. Il verme dei nematodi depone le larve nei muscoli di una persona, e in particolare nel polpaccio. Trasmesso attraverso il cibo Dopo un periodo di incubazione da 1 a 3 giorni, la persona inizia a sentire dolori muscolari nei piedi, poi nella parte inferiore delle gambe, nei polpacci e nelle cosce, seguita dalla diffusione attraverso i muscoli del corpo.

Le sensazioni dolorose di una natura intensa sono aggravate dal camminare e dal sentire i punti dolenti. Il sintomo principale, che indica la presenza di un verme, diventa il volto del paziente - diventa ombra di "rana". Sulla pelle appare orticaria.

Dolore nei muscoli del polpaccio nei bambini

Il dolore nei muscoli del polpaccio del bambino è principalmente associato alle caratteristiche della sua crescita. A partire dai primi giorni di vita e prima della pubertà, c'è una crescita intensa. Il metabolismo si verifica a ritmi serrati.

Lo sviluppo del sistema vascolare durante l'infanzia ha le sue caratteristiche e una connessione diretta con i muscoli degli arti inferiori. Qualsiasi squilibrio nel corpo del bambino dà segnali di dolore alle gambe.

Se parliamo di un bambino sano, a causa della sua irrequietezza inerente, ci possono essere lesioni alle gambe che i genitori non notano immediatamente. I luoghi più traumatici sono il piede e lo stinco.

In età scolare, i bambini cercano di dimostrarsi l'un l'altro quale di loro è più forte. Nelle attività sportive, i bambini si sovraccaricano di esercizio. I muscoli dei polpacci sono sovraccarichi, causando dolore.

Ci sono un certo numero di malattie che influenzano l'insorgere di dolori muscolari nell'infanzia:

  • Sempre più spesso ci sono casi di diabete nei bambini. Il sistema endocrino inizia a vacillare, i reni funzionano in modo scorretto, il metabolismo è disturbato. Quando cammina, un bambino malato può cadere dalla debolezza, ferendo i piedi e la gamba. Nel diabete, i muscoli del polpaccio diventano deboli e doloranti da lungo tempo.
  • Un leggero stress nei bambini può causare zoppia a causa del dolore nei polpacci. I bambini emozionali soffrono di più. La pratica mostra che non appena il bambino si calma, la zoppia scompare.
  • Il dolore intramuscolare nei polpacci può essere provocato da malattie congenite e acquisite, quali: flatfoot, scoliosi, postura scorretta. C'è una violazione del centro di gravità. Di conseguenza, un grande carico cade su una gamba, causando dolore ai muscoli.
  • La mancanza di vitamine e microelementi, in particolare fosforo e calcio, porta a dolori spiacevoli per il muscolo gastrocnemio. Più spesso i bambini sportivi soffrono. I muscoli e le articolazioni a causa della mancanza di sostanze o della loro errata assimilazione, diventano deboli. Durante l'esercizio e il camminare, aumenta il dolore nei polpacci.
  • Sparatorie acuminate nel muscolo del polpaccio di un bambino possono indicare prolasso renale o vene varicose. In questo caso è necessaria un'attenzione medica urgente.
  • Malattie infettive - influenza, infezioni virali respiratorie acute, tonsillite, tonsillite, sinusite e altre sono accompagnate da dolore ai muscoli del polpaccio. I dolori stanno sparando.
  • Il mal di schiena nel gastrocnemio al mattino può essere un sintomo dell'inizio della leucemia.
  • Le malattie cardiovascolari congenite e acquisite compromettono la circolazione del sangue in un bambino. Le pareti dei vasi sanguigni si restringono, c'è ristagno di sangue, che dà dolore ai muscoli delle gambe. Una complicazione può essere le vene varicose.
  • La distonia neurocircolatoria di tipo ipotonico durante l'infanzia causa dolore ai polpacci durante la notte. Il bambino non dorme bene, soffre di carenza di ossigeno e insufficienza cardiaca.
  • Lo stretching dei muscoli e dei legamenti è comune per gli adolescenti. A causa della loro mobilità, i bambini spesso ricevono ferite e lividi minori. Inoltre, il dolore non si verifica immediatamente. Il dolore ai polpacci è spontaneo, quando le gambe sono rilassate.

Cosa fare con il dolore nei muscoli del polpaccio (primo soccorso)

Il dolore nel muscolo gastrocnemio può essere preso di sorpresa. Il più spesso - crampi. Puoi rimuovere il sidro del dolore appoggiando i piedi su un pavimento freddo e strofinando intensamente il caviale.

Il secondo modo efficace è il formicolio del polpaccio con un ago. Questo effetto aiuta a ripristinare la circolazione sanguigna e il dolore scompare. Il metodo di "agopuntura" è praticato dalle donne incinte. Le future mamme hanno deliberatamente messo una spilla sotto il cuscino per la notte per fornire loro il primo soccorso.

Anche le lesioni, le distorsioni gravi e le contusioni sono spontanee. Se senti un dolore acuto, non cercare di "librarsi" a casa da solo. Siediti in una posizione comoda e chiama un'ambulanza che ti porta al pronto soccorso.

Se hai un grave infortunio alla gamba a casa e senti un forte dolore, puoi bere un antidolorifico, sdraiarti, mettere il piede sulla collina e aspettare che arrivino i medici.

In caso di dolore ai polpacci di un bambino, è necessario portarlo dal medico, che si può dire sulle tue osservazioni ultimamente: come il bambino dorme, mangia, si lamenta, a che ora appaiono sensazioni dolorose. Lo specialista esaminerà il piccolo paziente e prescriverà un esame, in base ai risultati dei quali farà una diagnosi.

Diagnosi e trattamento

In caso di lesioni, distorsioni e contusioni, contattare immediatamente un traumatologo, che eseguirà un'ispezione visiva e indirizzarlo a un'immagine degli arti inferiori per determinare la gravità della lesione.

Se la causa del dolore nei muscoli del polpaccio è sconosciuta, dovrai consultare diversi medici: uno specialista in malattie infettive, un neurologo, un cardiologo, un reumatologo, un flebologo, un angiosurgeon.

È previsto un esame, di norma, dovrai superare i test generali e sottoporsi a alcune procedure:

  • Esame a raggi X delle gambe e della colonna vertebrale in diverse proiezioni.
  • Esame ecografico, che registrerà i cambiamenti nei muscoli e nelle articolazioni.
  • Elettroneuromiografia. Tale esame è prescritto da un neurologo per stabilire una diagnosi accurata se il dolore è associato a disturbi del sistema nervoso.

A causa della varietà di malattie associate al dolore al polpaccio, la diagnosi può essere complicata. Potrebbe essere richiesto di andare in ospedale per sottoporsi a un esame completo, per effettuare ulteriori test.

Il trattamento del dolore muscolare nei polpacci dipenderà dalla causa della condizione e dalla gravità della malattia, a seguito del quale si è sviluppato il dolore muscolare. Sono prescritti farmaci: antibiotici, vasodilatatori, antistress, antidolorifici, antipiretici, riscaldanti e altri farmaci.

Se il dolore è associato a problemi alla colonna vertebrale e alle articolazioni, vengono prescritti terapia fisica, fisioterapia, massaggio, agopuntura, terapia manuale.

Ma ci sono raccomandazioni generali per evitare il dolore muscolare o non aggravarle:

  • Guarda la tua postura.
  • Vai a una corretta alimentazione.
  • Fare sport
  • Non sovraccaricarti durante l'allenamento.
  • Distribuire il peso che si indossa su entrambi i lati in modo uniforme.
  • Le donne dovrebbero stare con i tacchi alti il ​​più raramente possibile.
  • Sbarazzati di chili in più.
  • Cerca di mantenere un equilibrio tra lavoro e riposo.

Dolore al polpaccio

Informazioni generali

Il muscolo del polpaccio (vitello) è un muscolo bicipite sulla superficie posteriore della parte inferiore della gamba umana. Situato sopra il muscolo soleo, con il quale è attaccato al tallone attraverso un tendine di Achille spessa.

Le attività funzionali includono principalmente il movimento del piede nel piano sagittale e la stabilizzazione del corpo durante il movimento (camminare e correre). Con il sovradimensionamento del muscolo gastrocnemio, può causare convulsioni. Inoltre, gli spasmi possono indicare disturbi del loro apporto di sangue arterioso e venoso. Lesioni del muscolo gastrocnemio possono verificarsi con un carico che supera la sua capacità, a volte colpendolo.

Cause del dolore al polpaccio

Ci sono diversi motivi che causano dolore ai polpacci. Prima di tutto, è un danno alla zona del polpaccio, ad esempio, dopo un carico eccessivo. Provocano dolore ai muscoli del polpaccio. Il dolore improvviso nei muscoli si verifica durante il periodo di attività fisica, in particolare durante la deambulazione.

Molto spesso, la comparsa di dolore nei polpacci delle gambe è associata a malattie vascolari. Ciò accade a causa della violazione del deflusso di sangue venoso e dell'aumento di pressione dovuto a questo nei vasi. La stasi venosa risultante è la causa dell'irritazione delle terminazioni nervose e dello sviluppo del dolore. Molto spesso, questi dolori sono di natura "noiosa", sentono pesantezza nelle gambe. Così, le vene varicose si sviluppano gradualmente.

Dolori sordi, doloranti e lancinanti nei polpacci delle gambe, crampi e pesantezza alle gambe sono spesso il risultato di lavori in piedi o seduti, quando a causa del ristagno nelle vene delle gambe non c'è una normale circolazione di sangue venoso e arterioso nel corpo umano, si verifica la fame di ossigeno, si accumulano in piede tossine nocive.

Con un'altra malattia vascolare - tromboflebite, c'è dolore nei muscoli del polpaccio di natura pulsante, che spesso si trasforma in una sensazione di bruciore sotto la pelle. Con la tromboflebite, il dolore è permanente, soprattutto per il dolore nei polpacci.

Un'altra causa di dolore nei polpacci delle gambe è l'aterosclerosi delle arterie. In questa malattia, le pareti dei vasi sanguigni si addensano e il paziente sente un dolore costrittivo nei muscoli del polpaccio. Molto spesso, l'aterosclerosi provoca dolore ai muscoli della gamba. Dolori peggiori quando si cammina. Un sintomo caratteristico dell'aterosclerosi è la sensazione di piedi freddi, indipendentemente dalla stagione.

Il prossimo gruppo di malattie che causano dolore nei muscoli del polpaccio sono le malattie della colonna vertebrale. Le anomalie esistenti nel lavoro della colonna vertebrale, per esempio, nei dischi intervertebrali, portano alla comparsa di cosiddetti dolori radianti che si diffondono alle gambe. La colonna vertebrale non può ferire. Questo tipo di dolore può essere attribuito alla sciatica (infiammazione del nervo sciatico). In questa malattia, il dolore dalla colonna vertebrale lungo il nervo sciatico viene trasmesso alle gambe.

Le malattie dei nervi periferici possono anche causare dolore ai polpacci. Quando il dolore nevralgia è di natura parossistica e si verificano lungo le fibre nervose. Negli intervalli tra gli attacchi, il dolore è praticamente assente e l'attacco doloroso stesso può durare da alcuni secondi a diversi minuti.

miosite

Il dolore più grave si verifica con l'infiammazione dei muscoli del polpaccio. La miosite è una malattia abbastanza grave che deve essere trattata sotto la costante supervisione di un medico.

La miosite è un'infiammazione dei muscoli scheletrici. Può presentarsi come una complicazione di varie malattie, come l'influenza. L'uso eccessivo di muscoli è una causa frequente di miosite, a causa di uno sforzo fisico insolito o di lesioni ai muscoli delle gambe.

Quando la miosite appare dolorante dolore nei muscoli del polpaccio, aggravata dai movimenti. Spesso, nei muscoli si avvertono noduli o ciocche dense. In lesioni aperte, a causa di infezione, può sviluppare miosite purulenta, che si manifesta:

febbre;

aumento graduale del dolore;

compattazione e tensione muscolare;

arrossamento dei muscoli della pelle.

Una forma particolare è la miosite parassitaria, che si verifica quando il muscolo è danneggiato dai parassiti (trichinella, cisticerco, toxoplasma) ed è caratterizzato dai seguenti sintomi spiacevoli:

dolore ai muscoli delle membra, al torace, alla lingua, ai muscoli masticatori.

osteomielite

Il dolore ai polpacci delle gambe può essere causato da una malattia ossea così infettiva come l'osteomielite. I dolori in questa malattia sono acuti e prolungati. In questo caso, la causa del dolore sono le stesse ossa.

I crampi nei muscoli del polpaccio sono contrazioni involontarie dei singoli muscoli o gruppi muscolari. Possono essere causati da uno sforzo fisico prolungato, da un lavoro eccessivo e molto spesso si verificano nel muscolo gastrocnemio. Per fermarli, si consiglia di rilassare i muscoli. Per fare questo, è sufficiente sdraiarsi o sedersi, cambiando così la posizione dell'arto e massaggiare con forza le mani con il muscolo contratto. Quindi metti un asciugamano immerso nell'acqua fredda o stenditi con i piedi nudi sul terreno freddo.

La fibromialgia può essere di diversa localizzazione, ma la regione dell'occipite, della parte bassa della schiena (lombalgia), del collo, della spalla, del torace e della coscia vicino all'articolazione del ginocchio sono più spesso colpite. Tale dolore si verifica principalmente nelle donne. Può essere causato o esacerbato da sovraccarico fisico o mentale, disturbi del sonno, traumi, umidità o raffreddore, e talvolta da malattie sistemiche, di solito reumatiche.


miopatia

Nelle persone senza anomalie neurologiche, le cause della sindrome muscolare sono le miopatie infiammatorie o metaboliche. Secondo la classificazione internazionale esistente, ci sono tre gruppi di miopatie: infiammatorie idiopatiche, causate da droghe e tossine e causate da infezioni.

Tra le miopatie infiammatorie idiopatiche, circa il 95% sono dermatomiosite, polimiosite, miosite sullo sfondo di malattie sistemiche del tessuto connettivo, miosite paraneoplastica e miosite con inclusioni intracellulari. La consultazione di un reumatologo elimina la miosite sullo sfondo delle malattie sistemiche Miopatie medicinali: le più rilevanti oggi sono le miopatie associate all'assunzione di statine e fibrati.

Dolore al polpaccio

Il dolore nei polpacci delle gambe è un fenomeno comune. Spesso si verifica a causa di prolungato sforzo fisico sugli arti inferiori e non segnala patologie. Tuttavia, la risposta alla domanda "Perché il caviale fa male?" Non è sempre semplice, poiché le cause possono essere dovute a malattie molto gravi. Questo vale per quei casi in cui un forte dolore e crampi vengono ripetuti regolarmente o un fastidioso dolore alla gamba nel polpaccio non passa per molto tempo.

Se incontri un problema simile, ti consigliamo di contattare la Clinica del dolore CELT! Questa unità, che è specializzata nella diagnosi e nel trattamento delle sindromi dolorose di varie località. L'alto livello professionale dei nostri specialisti, la loro vasta esperienza, insieme alle moderne attrezzature mediche e ai metodi di trattamento, consentono loro di riportare i nostri pazienti a una vita piena, eliminando il dolore da esso.

Cause del dolore nei polpacci

Le cause del dolore nei polpacci delle gambe possono essere il superlavoro dei muscoli, ma spesso tale manifestazione clinica può segnalare le patologie dei vasi arteriosi, delle vene, dei tessuti, dei muscoli circostanti e della colonna vertebrale. Se il tuo polpaccio della gamba sinistra o destra è costantemente ferito, o hai crampi regolari alle gambe, dovresti cercare un aiuto medico, perché le conseguenze possono essere imprevedibili.

Malattie venose

Un sintomo doloroso nelle malattie venose è un segnale prezioso, poiché è grazie a lui che si possono identificare gravi patologie che richiedono cure mediche immediate:

  • Le vene varicose - caratterizzate da dolore persistente nei muscoli del polpaccio, che si sentono nella seconda metà della giornata e sono accompagnate da gonfiore delle caviglie. Questa malattia può anche essere determinata visivamente, poiché le dilatazioni visibili delle vene compaiono sugli arti inferiori. La ragione per cui il polpaccio della gamba destra o sinistra fa male è, in questo caso, lo sviluppo di edema della gamba, a causa della quale si verifica la compressione delle terminazioni nervose;
  • Trombosi venosa acuta - richiede un trattamento immediato, poiché i coaguli di sangue che si formano nelle vene profonde possono entrare nei vasi sanguigni della circolazione polmonare e bloccare le arterie, portando a embolia polmonare, che è spesso fatale. Il dolore al polpaccio affetto copre la superficie interna della tibia e si estende fino alla coscia e giù fino al piede. Sono accompagnati da gonfiore della gamba, sensazione di pesantezza alle gambe e aumento del dolore quando si cerca di piegare il piede.

Malattia delle arterie

Le malattie delle arterie causano insufficiente apporto di ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti, che porta alla loro distruzione. I dolori in questo caso sono causati da ischemia (mancanza di afflusso di sangue) e sono diversi per diverse malattie:

  • L'ostruzione vascolare arteriosa acuta è caratterizzata da dolore acuto con sensazione di bruciore, che è accompagnata da gonfiore della gamba interessata e dal suo raffreddamento;
  • L'insufficienza arteriosa cronica è caratterizzata da due tipi di dolore: convulsioni durante ischemia acuta e dolore persistente a causa dell'insufficienza cronica del flusso sanguigno. Entrambi i tipi di dolore possono essere accompagnati da crampi, atrofia muscolare, ulcerazioni e cancrena.

Malattie muscolari

Il danno muscolare di diverse eziologie può anche causare dolore ai vitelli:

  • I processi infiammatori dei muscoli gastrocnemio (miosite) - sono caratterizzati da fastidiose sensazioni dolorose che non si fermano o si manifestano e appaiono più luminose durante i movimenti;
  • Le malattie parassitarie (in particolare la trichinosi) sono caratterizzate da dolori muscolari, che sono accompagnati da gonfiore del viso, febbre, nausea, vomito, diarrea.

Danni alle fibre nervose

Uno dei sintomi della neurite e della polineurite è un forte dolore da trazione, che si manifesta con convulsioni e può diffondersi lungo il nervo interessato. Tale manifestazione può essere causata dalla compressione delle radici nervose. Spesso i suoi compagni sono:

  • disordini trofici negli organi (nervi e tessuti) innervati dell'area;
  • sensazione di intorpidimento, formicolio o pelle d'oca;
  • disordini del movimento nella regione innervata;
  • desensibilizzazione.

Altri motivi

Il dolore ai polpacci delle gambe può verificarsi a causa di danni ai tessuti adiacenti:

  • osteomielite della tibia;
  • malattie dell'articolazione del ginocchio;
  • malattie dell'articolazione della caviglia;
  • infiammazione della pelle.

Il dolore riflesso nei polpacci degli arti inferiori è uno dei sintomi dell'osteocondrosi della colonna lombare.

Registra dal medico: +7 (499) 519-32-84

Il dolore ai polpacci è un fenomeno comune che può verificarsi sia nelle persone sane che nei pazienti affetti da varie patologie.

I "vitelli" nel contesto dell'articolo sono i muscoli del polpaccio della gamba (a due teste), che partecipano al lavoro del piede e sostengono il corpo durante il movimento. Naturalmente, questi muscoli sono soggetti a carichi pesanti, specialmente quando si cammina. Quando il normale funzionamento delle fibre muscolari viene disturbato, si verifica dolore. Le cause dello sviluppo dei disturbi sono molte e non sempre sono patologiche.

motivi

I reclami per il dolore nella regione gastrointestinale si verificano in una varietà di malattie e condizioni - dalla fatica muscolare banale dopo l'esercizio e la presenza di peso in eccesso a una grave patologia nel corpo, una delle manifestazioni di cui è questo sintomo.

La causa più comune di dolore ai polpacci è la malattia vascolare:

  • tromboflebite,
  • vene varicose,
  • ostruzione acuta delle arterie.

La caratteristica distintiva dei dolori sullo sfondo dei disturbi vascolari è la loro intensità - le sensazioni dolorose sono pronunciate, aggravate quando si cammina.

L'innervazione normale alterata degli arti inferiori porta anche a dolore nella parte inferiore della gamba. Si verificano con queste malattie:

  • osteocondrosi del lombosacrale,
  • nevralgia, principalmente il nervo sciatico,
  • vari processi infiammatori (neurite).

Se la causa è di natura neurologica, il dolore è notato con un effetto "sparante" che dura per un breve periodo di tempo, alternandosi con il relativo benessere. La sindrome del dolore a causa di disturbi neurologici aumenta con l'esercizio e non passa a riposo (riposo).

Inoltre, le cause che possono causare dolore al polpaccio, possono essere attribuite a una malattia come il diabete. Con questa patologia, vi è una sensazione di intorpidimento agli arti inferiori e l'attività convulsiva può aumentare durante la notte.

La fonte del dolore nei muscoli del polpaccio può essere un processo infiammatorio che si sviluppa nelle fibre muscolari. Tali malattie comprendono varie miositi, comprese complicanze da raffreddore o causate da traumi ai muscoli delle gambe. Dolore - dolorante, aggravato dal movimento. Una caratteristica caratteristica è la presenza di foche sulla palpazione della zona gastrocnemio.

Con la sconfitta del tessuto osseo degli arti inferiori (tibia e fibula), il sintomo principale è la sindrome del dolore:

  • osteomielite,
  • osteoporosi,
  • lesioni ossee maligne.

Il dolore è di lunga durata, di intensità intensa.

La sindrome convulsiva di genesi generale a causa di un sovraccarico e di allungamento delle fibre muscolari porta al dolore nei polpacci.

diabete mellito

La malattia è causata da insufficienza o completa mancanza di insulina, che porta all'interruzione del metabolismo dei carboidrati.

Ci sono 2 tipi principali di malattia:

  1. Il primo tipo, insulino-dipendente (IDDM). L'aumento dei livelli di zucchero è associato ad una insufficiente produzione di insulina da parte delle cellule pancreatiche.
  • La malattia si sviluppa rapidamente (da diverse settimane).
  • I sintomi di iperglicemia sono espressi: sete grave (polidipsia, i pazienti possono bere fino a 10 litri di liquidi al giorno per soddisfarlo), superando la formazione di urina (poliuria), prurito della pelle.
  • Perdita di peso acuta (fino a 15 kg in 1-2 mesi).
  • Debolezza generale, sonnolenza.
  • Nella prima fase del diabete, è caratteristico un aumento dell'appetito, che viene sostituito dalla sua completa assenza (anoressia) quando si sviluppa la perturbazione del metabolismo dei carboidrati. La chetoacidosi progressiva si manifesta con l'odore di acetone o di frutta dalla bocca, nausea con vomito. I pazienti lamentano dolore all'addome. Grave disidratazione può causare il coma.
  • Nei bambini, il diabete mellito di tipo I può manifestarsi come coscienza compromessa.
  1. Il tipo II è il diabete mellito insulino-dipendente (NIDDM), che è molto più comune (fino all'85% dei casi diagnosticati). L'aumento dei livelli di glucosio è causato dalla resistenza all'insulina ("resistenza" patologica dei tessuti corporei agli effetti dell'insulina).

Questo tipo di malattia è pericoloso con il suo quadro clinico mite nelle fasi iniziali. La diagnosi viene stabilita per caso, durante un controllo di routine (durante il test del sangue per lo zucchero) o quando si visita specialisti a causa delle complicazioni sviluppate della malattia. sintomi:

  • Prurito della pelle e della vulva (vagina).
  • Danno visivo.
  • Malattie cardiovascolari

Il sintomo del diabete tardivo è una sindrome delle lesioni ulcerative delle gambe (piede diabetico) e alterata circolazione del sangue negli arti inferiori (lesione obliterante dei vasi sanguigni). Con la comparsa di lunghe ferite e cicatrici non cicatrizzanti sulla pelle del piede (sul piede, sui polpacci), il dolore è leggermente espresso (la perdita di sensibilità è causata dalla neuropatia diabetica).

Danni ai tronchi nervosi che innervano gli arti inferiori

Le lesioni delle fibre nervose periferiche sono solitamente il risultato di un trauma.

Il dolore ai polpacci può essere disturbato dalla compressione, dall'irritazione o dalla contrazione del nervo tibiale, che fornisce i muscoli del polpaccio, la suola e le dita delle cellule nervose. La sensibilità dei tessuti molli nella regione della gamba (schiena), della suola e delle dita (la loro superficie posteriore) aumenta. Il piede è costretto a prendere una posizione elevata - il paziente, quando cammina, non riposa su tutta la superficie, ma solo sul tallone.

Si sviluppa una sindrome da dolore causale, i primi segni dei quali sono una violazione della sensibilità della pelle nella parte inferiore della gamba (formicolio, intorpidimento - parestesia), nel tempo, si verificano intensi dolori di bruciore. I pazienti confrontano il dolore con un'ustione dopo l'acqua bollente. Inizialmente, il dolore è chiaramente localizzato (nel piede), quindi si diffonde verso l'alto nella regione della gamba e sopra.

L'intensità del dolore può essere aumentata dal forte rumore, dal flash leggero, dal tocco o dall'esposizione all'aria calda. Il dolore si attenua quando l'area dolorante si raffredda (ad esempio, con impacchi freddi e umidi) durante la notte.

I disordini trofici vasomotori che si presentano sono la reazione dei vasi (il loro spasmo) alla sindrome acuta del dolore.

Malattie spinali

Tumori. Neoplasie localizzate nella regione della colonna vertebrale di natura maligna o benigna.

La sindrome del dolore al polpaccio irradiante è associata alla crescita del tumore. Inizialmente, il dolore (di maggiore o minore intensità) è localizzato nella parte posteriore. Quindi, aumentando di dimensioni, la formazione inizia a esercitare pressione sulle radici nervose (all'uscita del canale spinale). La sindrome radicolare in via di sviluppo causa forti dolori agli arti inferiori. La sua caratteristica è l'assenza di localizzazione pronunciata, il dolore si diffonde lungo l'intera lunghezza del nervo sciatico, passando dai piedi alla coscia.

Sintomi caratteristici del dolore:

  • Aumenta durante movimenti improvvisi (inclusi tosse, starnuti).
  • L'intensità aumenta di notte.
  • "Dipendente" dai movimenti della colonna vertebrale: si intensifica e si attenua a seconda della loro natura.

Altri segni caratteristici dello sviluppo educativo sono:

  • Violazione della sensibilità, debolezza muscolare (più spesso - negli arti inferiori).
  • Malfunzionamenti del sistema urinario e del tratto gastrointestinale.
  • Paralisi.
  • La deformità della parte posteriore è solitamente associata allo sviluppo di un'istruzione benigna che può raggiungere dimensioni impressionanti.

Tubercolosi spinale. Processo infiammatorio (natura infettiva) della colonna vertebrale.

L'infiammazione nelle fasi iniziali si manifesta con dolori minori nell'area della vertebra interessata di natura periodica (dopo lo sforzo fisico, alla fine della giornata lavorativa). Ma con la progressione dei cambiamenti degenerativi in ​​una o più vertebre, la sindrome del dolore è esacerbata, i periodi di remissione sono gradualmente ridotti.

Un processo infiammatorio prolungato (localizzato nella colonna lombosacrale) può innescare lo sviluppo della sindrome radicolare. Le sue manifestazioni sono identiche alla compressione dei nervi dalle crescenti formazioni della colonna vertebrale: dolore severo lungo il nervo danneggiato, che reagisce a carichi e movimenti.

Lesioni spinali. Le lesioni traumatiche della colonna vertebrale differiscono in natura (aperto e chiuso) e nella topografia, il grado e la gravità delle violazioni.

Ma in tutti i casi, la reazione all'azione del fattore traumatico sarà la sindrome del dolore di una particolare intensità, la localizzazione chiara o incerta.

Sensazioni spiacevoli nei polpacci degli arti inferiori nella maggior parte dei casi sono associate a gravi lesioni traumatiche della colonna lombare:

  • Disturbi neurologici associati all'irritazione delle radici nervose si manifestano con forti dolori di bruciore.
  • La perdita di sensibilità (fino a completa paralisi) è caratteristica delle lesioni del midollo spinale.

Osteocondrosi. La malattia colpisce i segmenti spinali (cartilagine e dischi intervertebrali) e procede in forma cronica.

Quando i cambiamenti patologici dei tessuti spinali nella regione lombosacrale, il dolore si diffonde verso il basso lungo il nervo sciatico. La sua intensità dipende dal grado di danno del tessuto cartilagineo e nelle forme gravi della malattia, la sindrome del dolore limita significativamente l'attività fisica del paziente.

I dolori sono aggravati sia dal carico sulla colonna vertebrale (ad esempio il sollevamento pesi) che durante l'attività fisica.

Malattie muscolari

Miosite. Malattia infiammatoria delle fibre muscolari. Può verificarsi in forma acuta e cronica.

Con la sconfitta dei muscoli della gamba, il quadro clinico si manifesta con i seguenti sintomi:

  • La pelle nella proiezione del muscolo danneggiato è iperemica (specialmente nella forma purulenta della malattia).
  • Possono verificarsi gonfiore o gonfiore.
  • Aumento della temperatura
  • Debolezza muscolare (fino all'atrofia) nella zona interessata.
  • La palpazione è determinata da formazioni solide - sotto forma di noduli e piccole foche.

Molto spesso, il processo infiammatorio si sviluppa nei muscoli gastrocnemio (tra le lesioni infiammatorie delle fibre muscolari degli arti inferiori). La sindrome del dolore che sta progredendo nel tempo (di un carattere noioso) aumenta con il camminare, premendo, il che porta a una restrizione dei movimenti. Sul retro della gamba, la pelle diventa ipersensibile.

In base all'eziologia della miosite, un quadro clinico di intossicazione generale (con infezioni parassitarie) può associarsi ai sintomi della malattia: vomito, brividi, febbre, feci alterate, ecc.

Trichinosi. Invasione acuta di elminti filamentosi (Trichinella spiralis).

A seconda della gravità della malattia, i sintomi clinici possono essere più o meno pronunciati:

  • Febbre.
  • Gonfiore (nell'area del viso).
  • Rash.
  • Dolori muscolari.
  • Negli studi di laboratorio sul sangue - un aumento significativo del numero di eosinofili.
  • I dolori muscolari (compresi i muscoli del polpaccio) compaiono anche quando la malattia viene cancellata, sebbene la loro intensità e durata (circa una settimana) siano insignificanti.

I sintomi sono più pronunciati nella trichinosi lieve, moderata e grave:

  • Aumento significativo della temperatura (fino a 38-40 gradi).
  • Mal di testa.
  • Il dolore nei muscoli gastrocnemio, masticatorio, occipitale e lombare è caratterizzato dall'intensità.
  • Gonfiore, gonfiore del viso.

Nelle forme moderate e gravi, i sintomi delle lesioni dell'apparato respiratorio e cardiovascolare si uniscono: bronchite, polmonite, tachicardia, fino allo sviluppo dell'insufficienza cardiaca. Vi sono violazioni del sistema nervoso centrale (mal di testa, insonnia, ecc.), Malfunzionamenti dell'apparato digerente.

Lesioni. Le lesioni traumatiche delle fibre muscolari degli arti inferiori includono:

  • Stretching. Il dolore si verifica nei muscoli dopo un po 'di tempo (entro 24 ore) dopo uno sforzo fisico eccessivo. Vengono visualizzati il ​​gonfiore e la tensione dei tessuti molli nell'area danneggiata. Dolore aggravato dalla pressione, movimenti. Dura da alcuni giorni a 2-3 settimane.
  • Viaggi. La violazione dell'integrità del muscolo è accompagnata da dolore acuto. La sua intensità aumenta, l'emorragia sottocutanea (ematoma) si forma. La reazione delle fibre muscolari a una sindrome del dolore forte è la sua contrazione involontaria convulsiva (spasmo). La palpazione ha segnato un forte dolore al posto della rottura, con una rottura completa, è possibile trovare l'area che separa il muscolo tagliato dal tendine. Caratterizzato da gonfiore nell'area del danno, una significativa limitazione dei movimenti.

Le lesioni traumatiche meno comuni includono la sindrome da schianto (prolungata, fino a 8 ore, schiacciamento delle fibre muscolari con detriti, noduli, ecc.) E gli ematomi spontanei causati dall'assunzione di anticoagulanti.

Neurite e polineurite

Processi infiammatori delle fibre nervose periferiche (singole - con neurite, multiple - con polineurite), in cui la conduzione degli impulsi nervosi è disturbata. Insieme alla sindrome del dolore, appare la perdita di sensibilità, compresa la paralisi e la paresi.

  • Con il danno ai nervi degli arti inferiori, il torpore inizia con il piede e si estende verso l'alto (verso l'area inferiore della gamba).
  • Secondo lo stesso principio (dal basso verso l'alto), anche l'ipersensibilità si diffonde (quando viene toccata, cambiando il regime di temperatura).
  • Debolezza delle fibre muscolari
  • Dolore lungo il nervo interessato.
  • Sintomi comuni: debolezza, apatia, febbre.
  • Limitazione parziale (con paresi) o completa (con paralisi) delle funzioni motorie dovuta allo sviluppo dell'atrofia muscolare e alla diminuzione dei riflessi tendinei.

Malattia venosa

Trombosi (tromboflebite). Una malattia caratterizzata da alterata circolazione del sangue (fino alla completa cessazione) dovuta alla formazione di un coagulo di sangue nel lume di un vaso sanguigno.

Il quadro clinico nello sviluppo della trombosi è pienamente manifestato, ma i sintomi sono lievi:

  • Dolore ai muscoli delle gambe, la cui intensità aumenta dopo l'esercizio (ad es. Camminare) o una lunga permanenza in posizione eretta.
  • Una caratteristica distintiva è l'insorgenza di sensazioni dolorose durante i movimenti di flessione del piede (all'interno).
  • La pressione iniettata dal bracciale del tonometro causa disagio fino a 100 mm Hg. Art. (con una manipolazione simile su una gamba sana, gli indicatori a 160-170 mmHg non provocano disagio).
  • Nel corso del tempo compaiono gonfiore, gonfiore (specialmente nella parte inferiore della gamba) e sensazione di pesantezza causata da essi.
  • Sotto la formazione di un trombo, i tegumenti impallidiscono, a volte ottengono una sfumatura bluastra e le zone interessate si sentono più fredde al tatto.
  • Alcuni giorni dopo la trombosi, le vene superficiali sono ben visibili sotto la pelle.

La tromboflebite delle vene profonde di questa localizzazione si verifica nella maggior parte dei casi in modo quasi asintomatico.

Vene varicose La condizione è causata dall'insufficienza dell'apparato della valvola.

La sindrome del dolore è localizzata nelle aree affette - con grave gonfiore. Per il disagio può anche essere attribuito alla sensazione di scoppio, calore, formicolio. Caratteristico è la manifestazione del dolore - aumenta di sera, dopo l'esercizio.

Bagni caldi, caldo, cambiamenti ormonali possono provocare manifestazioni di vene varicose. Il dolore si attenua quando la posizione delle estremità inferiori si alza, attiva, "agita" i movimenti nell'articolazione della caviglia.

La malattia si sviluppa per un lungo periodo, manifestazioni visive (vene sporgenti, asterischi formati dai vasi colpiti) compaiono negli ultimi stadi della malattia.

I seguenti sintomi dovrebbero avvisare:

  • Sensazione di pesantezza alle gambe.
  • Dolore lieve e doloroso ai muscoli del polpaccio.
  • Affaticamento, gonfiore dei muscoli delle gambe.

Malattia arteriosa

Ostruzione acuta delle arterie degli arti inferiori. La fine della circolazione sanguigna dell'arteria principale.

  • al dolore intenso, improvviso;
  • perdita di sensibilità (intorpidimento) e abbassamento locale della temperatura della pelle;
  • formicolio, solletico sensazioni.
  • All'esame, vengono rilevati i seguenti sintomi:
  • cambiamento di colore della pelle: da pallido (nelle fasi iniziali) a marmo o rosso-viola (con lo sviluppo di cancrena);
  • la pelle è fredda al tatto;
  • l'impulso non è rilevabile sotto la chiusura (occlusione) dell'arteria interessata, sale al di sopra del sito con alterata permeabilità;
  • violazione della sensibilità;
  • limitazione significativa dell'attività motoria;
  • gonfiore delle fibre muscolari.

Insufficienza arteriosa cronica degli arti inferiori. Una condizione in cui si osservano disturbi circolatori ischemici.

  • Il dolore si verifica anche dopo una breve passeggiata.
  • Solo dopo che la sindrome del dolore si arresta e scompare, può riprendere il movimento.
  • Spesso, il dolore si verifica durante la notte.

Danneggiamento dei tessuti circostanti

Artrite. Malattia infiammatoria delle articolazioni e dei tessuti molli circostanti.

Numerosi sintomi sono piuttosto caratteristici, indipendentemente dalla localizzazione dei processi infiammatori:

  • Iperemia.
  • Limitazione della mobilità nell'articolazione ossea interessata.
  • Sindrome del dolore, soprattutto durante il movimento (la massima intensità - al mattino, declino - la sera). Il dolore aumenta gradualmente (da lieve a acuto) con la progressione dei cambiamenti patologici nei tessuti articolari causati dal processo infiammatorio.
  • Aumento della temperatura locale (pelle) in aree dolenti.

I sintomi concomitanti dipendono dall'eziologia della malattia: ad esempio, i sintomi di un processo infiammatorio acuto (febbre, debolezza, mancanza di appetito, ecc.) Compaiono nell'artrite infettiva e nell'artrite reumatoide è grave la deformazione grave dell'articolazione colpita.

Osteomielite. Malattia infiammatoria del tessuto osseo (tutti i suoi componenti, incluso il midollo osseo) di natura infettiva con formazione di focolai di suppurazione e necrosi.

Poiché le ossa tubulari lunghe sono le più "vulnerabili", il punto focale della malattia è spesso localizzato negli arti superiori e inferiori.

A seconda della forma dell'osteomielite, l'intensità del quadro clinico può variare:

  • La malattia inizia con un aumento della temperatura corporea (con osteomielite settico-piemichesky - fino a 40 gradi).
  • Sindrome del dolore intenso, a causa della quale la gamba assume una posizione semi-piegata forzata.
  • Iperemia, gonfiore, aumento della temperatura locale nel sito di lesione.

I sintomi sopra riportati si manifestano quando la malattia si sviluppa (il suo decorso acuto), che abbastanza rapidamente (in media sei settimane dopo) sfocia nello stadio cronico. Le fasi di esacerbazione e di remissione si alternano, la loro durata dipende dalla forma della malattia e dalle condizioni generali del corpo.

Un sintomo distintivo di osteomielite cronica è la formazione di una fistola - un ascesso sulla pelle con secrezioni purulente persistenti e lunghe (a volte per diversi anni).

Rottura del tendine d'Achille. La violazione dell'integrità del tendine, formata dalle teste dei muscoli della parte inferiore della gamba, è causata dall'esposizione diretta a fattori traumatici o eccessivo sforzo fisico.

  • Come per qualsiasi lesione traumatica, la sindrome del dolore ha un carattere costante, doloroso e intenso.
  • All'esame è stata visualizzata una cavità sopra lo spazio, la cui entità e profondità dipendono dall'edema dei tessuti molli.
  • La palpazione è determinata da 2 ispessimenti del tendine tagliato.
  • I movimenti di flessione del piede dipendono dal grado di danno: con una rottura completa, sono assenti, con possibile danno parziale (con una piccola ampiezza).
  • I movimenti passivi sono dolorosi.
  • Claudicazione: con grave danno, la vittima non può nemmeno appoggiarsi all'arto dolente.
  • Con il test dei sintomi di Pirogov (in posizione prona, con una riduzione arbitraria dei muscoli gastrocnemio), mancano i contorni delle teste dei muscoli del polpaccio sull'arto ferito.

Malattie infiammatorie della pelle. La sindrome del dolore nei muscoli del polpaccio è più pronunciata nell'erisipela - una malattia infettiva (causata da streptococchi), una malattia infiammatoria della pelle.

La malattia inizia a manifestare sintomi di intossicazione (mal di testa, nausea, debolezza, febbre).

Durante il giorno (fino a 20 ore) compaiono cambiamenti patologici locali:

  • prurito;
  • gonfiore, sindrome del dolore;
  • l'aspetto del rossore è accompagnato da gonfiore della pelle;
  • nella formazione si formano punti rossi: più densi al tatto, lucidi, con bordi irregolari e irregolari;
  • consolidamento e indolenzimento dei linfonodi regionali (linfoadenite).

La temperatura e i sintomi di intossicazione scompaiono dopo una settimana (a volte 5 giorni), dopodiché si attenua anche la manifestazione del processo infiammatorio locale. Nel sito di gonfiore e pronunciata iperemia, la pelle inizia a staccarsi.

Senza cure mediche, nella maggior parte dei casi, la malattia progredisce: le aree colpite aumentano di dimensioni, ci sono bolle piene di contenuti giallo sporco. Un tale ciclo di erisipela può causare gravi complicanze - linfostasi.

Lesioni all'articolazione della caviglia. La caviglia collega l'osso fibulare più grande e l'osso più grande del tarso, il ramo.

Le lesioni più frequenti di questa articolazione ossea includono:

  • fratture;
  • rottura dell'apparato del legamento;
  • distorsioni.

Lo sviluppo di dolore, gonfiore, perdita (totale o parziale) della funzione motoria (come i principali sintomi delle lesioni traumatiche) è influenzato dalla gravità della lesione, dalla sua natura e localizzazione nella regione articolare.

Diagnosi e trattamento

Per stabilire la causa del dolore nei polpacci, viene utilizzata tutta la gamma di misure diagnostiche adottate nella medicina moderna.

Test di laboratorio: emocromo completo, esame del sangue biochimico, metabolismo idrico-elettrolitico, test sierologici, analisi delle urine. Se si sospetta una o l'altra causa, l'accento è posto su una diagnostica specifica. Nel diabete mellito, per esempio, questi sono indicatori di zucchero (glucosio) nel sangue, nella gotta, aumento del numero di acido urico e nelle lesioni vascolari, livelli di colesterolo.

Metodi diagnostici strumentali: angiografia, Doppler in combinazione con ultrasuoni - con danno vascolare, raggi X - con danni alle ossa e alle articolazioni, RM e TC - con la natura neurologica del dolore al polpaccio, osteoscintigrafia - con lesioni metastatiche delle ossa della gamba e altri studi secondo necessità.

Se si sospetta la presenza di pazienti oncologici, si raccomanda ai pazienti di testare i marcatori tumorali e, per la tubercolosi ossea o l'osteomielite, una biopsia della lesione.

La diagnosi del dolore nei polpacci è un processo responsabile e scrupoloso. Un singolo algoritmo di indagine non esiste. Un medico esperto, sulla base delle lamentele del paziente, la natura del dolore e le malattie associate (inclusa una storia), costituisce la quantità necessaria di ricerca che confermerà o negherà i suoi sospetti.

La tattica e la quantità di trattamento necessario del dolore nei polpacci è pianificata a seconda della causa che li ha provocati: il fattore provocante viene rimosso - il dolore scompare. In altre parole, gli specialisti trattano prima di tutto la fonte, che ha portato alla comparsa del dolore.

Il dolore nella zona dei muscoli in molti casi viene rimosso dal trattamento sintomatico: l'uso di analgesici, unguenti riscaldanti, sessioni di massaggi terapeutici, ecc.

Come mantenere i piedi sani

  1. Uno dei principali compiti preventivi è quello di prevenire la formazione di coaguli sanguigni e vene varicose: misurare l'attività fisica, eliminare le cattive abitudini, bere abbastanza liquidi, ecc.
  2. Una dieta completa ed equilibrata aiuterà a mantenere i vasi sanguigni più a lungo più a lungo: dovresti evitare cibi grassi, preferendo verdure, frutta e frutti di mare.
  3. L'eccessiva assunzione di sale trattiene il fluido nel corpo, contribuendo alla formazione di edema e ristagno.
  4. L'igiene quotidiana del piede impedisce lo sviluppo di un ambiente favorevole per batteri e microrganismi dannosi.
  5. Evitare i cosmetici con un effetto di asciugatura pronunciato.
  6. Non ignorare i primi, anche minori sintomi della malattia. Iperemia, disagio, dolore minore, gonfiore - questo è un motivo per consultare uno specialista.
  7. Esercizi ed esercizi fisici in acqua sono particolarmente utili per le gambe.
  8. Scegli gli abiti, fai attenzione a quanto è comoda.
  9. Seguire le istruzioni del medico, soprattutto se il paziente si rivolge a un istituto medico con una ricaduta di una precedente malattia.
  10. Combattere il sovrappeso. I chili in più impediscono la normale circolazione sanguigna, aumentano il carico sul sistema muscolo-scheletrico, sono la causa delle condizioni stressanti.

Che cosa tratta il dottore

Inizialmente, vale la pena contattare un medico di medicina generale, un medico generico o un traumatologo. Dopo la valutazione iniziale e la diagnosi necessaria, il trattamento del dolore nei polpacci sarà effettuato da uno specialista specializzato: un neuropatologo (neurologo), un chirurgo vascolare, un oncologo, un dermatologo, un endocrinologo o uno specialista in malattie infettive.

Un unico centro di appuntamento per un medico per telefono +7 (499) 519-32-84.