Dolore alla coscia, ai fianchi. Dolore all'inguine o ai glutei

Il dolore ai fianchi e ai glutei di solito causa:

  1. Osteoartrosi dell'articolazione dell'anca: la coxartrosi
  2. Necrosi asettica della testa del femore - infarto dell'articolazione dell'anca, necrosi avascolare
  3. Infiammazione del tendine femorale - trocanterite
  4. Sindrome del muscolo della pera con danni alla colonna lombare
  5. Artrite - infiammazione delle articolazioni

1. Artrosi dell'articolazione dell'anca (coxartrosi).

Osteoartrosi dell'articolazione dell'anca (coxartrosi): questa diagnosi viene fatta molto spesso. Molto più spesso del necessario. Quando un paziente visita un medico per il dolore all'anca, in almeno la metà dei casi gli verrà diagnosticata una coxartrosi - artrosi dell'articolazione dell'anca. Fortunatamente, infatti, la coxartrosi è meno comune. I medici competenti sanno che tra coloro che hanno presentato domanda per il dolore alle cosce, i pazienti con coxartrosi rappresentano circa il 25-30%.

La coxartrosi di solito si manifesta dopo 40 anni, un po 'più spesso nelle donne che negli uomini. La malattia può interessare entrambe le articolazioni dell'anca e entrambe. Di regola, la coxartrosi si sviluppa lentamente, per 1-3 anni. Anche se ci sono delle eccezioni - a volte, dopo un infortunio, un sovraccarico o un forte dolore senza nervi, il dolore cresce abbastanza rapidamente, nel giro di giorni o settimane.

Un sintomo distintivo della coxartrosi è il dolore all'inguine, che si irradia dalla parte anteriore e laterale della coscia. A volte questi dolori si diffondono sul gluteo o danno al ginocchio. Il dolore si verifica principalmente quando si cammina e quando si tenta di alzarsi da una sedia o da un letto. A riposo, si abbassano quasi sempre.

Un altro sintomo distintivo della coxartrosi è la restrizione della mobilità della gamba interessata. È difficile per un malato prendere la gamba di lato, è difficile tirare la gamba al petto; difficile da indossare calze o scarpe. È improbabile che una persona malata possa sedersi su una sedia "a cavallo", con le gambe divaricate, o lo farà con molta difficoltà. La gamba quasi cessa di ruotare (dalla coscia) a destra-sinistra o ruota a causa dei movimenti della vita.
Maggiori informazioni sull'osteoartrosi delle articolazioni dell'anca >>>

2. Necrosi asettica della testa del femore

La necrosi asettica della testa del femore (infarto dell'articolazione dell'anca, necrosi avascolare) è pari a circa il 5-10% del numero di persone che si sono lamentate del dolore alle cosce.

I sintomi della necrosi asettica quasi completamente coincidono con i sintomi della coxartrosi, è molto difficile distinguere una malattia da un'altra. Ma a differenza della coxartrosi, la necrosi asettica si sviluppa più spesso rapidamente, nel giro di pochi giorni. Abbastanza spesso, il dolore cresce al massimo e diventa insopportabile durante i primi due o tre giorni. Inoltre, in molti casi di dolore, il dolore non si ferma alla fine anche a riposo, un dolore alla gamba può logorare una persona quasi tutta la notte. Il resto viene solo all'alba, alle 4-5 ore.

Un'altra differenza rispetto alla coxartrosi: la necrosi asettica colpisce spesso uomini relativamente giovani, di età compresa tra 20 e 45 anni. Gli uomini di età superiore ai 45 anni soffrono di necrosi asettica molto meno frequentemente. Ancora meno spesso le donne si ammalano (7-8 volte meno spesso degli uomini).
Maggiori informazioni sulla necrosi asettica >>>

3. Infiammazione dei tendini femorali - trocanterite

Infiammazione dei tendini femorali (trocanterite): questa malattia si verifica molto spesso - circa il 25-30% del numero di persone che hanno fatto domanda per il dolore ai fianchi.

La trocanterite può essere unilaterale, quando una gamba si ammala o bilaterale, quando i tendini femorali si infiammano su entrambe le gambe contemporaneamente. Le donne si ammalano molto più spesso degli uomini e il picco di incidenza cade sul periodo di riorganizzazione climaterica del corpo, quando il tendine e il tessuto muscolare si indeboliscono. Sebbene ci siano casi in cui le giovani donne si ammalano di trocanterite.
La malattia di solito si sviluppa abbastanza rapidamente, entro 3-15 giorni. La trocanterite si manifesta con attacchi di dolore sulla superficie esterna della coscia (regione delle brache).

Il dolore si verifica più spesso quando si cammina o si trova sul lato doloroso. Il dolore fin dall'inizio può essere piuttosto intenso, ma a differenza della coxartrosi con trocanterite, non vi è alcun accorciamento della gamba e non vi è alcuna limitazione del movimento nell'articolazione dell'anca. La gamba può essere facilmente messa da parte e ruota liberamente in tutte le direzioni. A differenza di una persona che soffre di coxartrosi, una persona che soffre di trochanteritis può liberamente mettere le gambe in piedi, senza alcuna difficoltà a legare le sue stringhe, può facilmente sedersi "a cavalcioni" su una sedia, con le gambe divaricate.
Maggiori informazioni sulla trocanterite - infiammazione dei tendini femorali >>>

4. Sindrome del muscolo della pera

Sindrome del muscolo della pera con danni alla colonna lombare. Succede molto spesso - circa il 30-40% del numero che ha fatto domanda per il dolore all'anca.

La malattia è più spesso unilaterale (destra o sinistra). Il dolore cresce rapidamente, più spesso in 1-3 giorni, dopo un movimento senza successo, sollevamento pesi o una forte esperienza emotiva, stress. In alcuni casi, l'attacco è preceduto da mal di schiena acuto o cronico. La più grande intensità di dolore nella sindrome del muscolo a forma di pera è osservata nell'area dei glutei; allo stesso tempo il sacro e un lombo possono ferire; in alcuni casi, il dolore può cadere lungo la parte posteriore del piede, fino al tallone. In contrasto con la coxartrosi, il dolore si manifesta molto raramente nell'inguine e, in ogni caso, nella sindrome del muscolo a forma di pera, il dolore nel gluteo sarà molto più forte del dolore all'inguine.

Il dolore al gluteo può essere gravemente espresso sia durante il giorno che durante la notte. A volte è difficile per un paziente trovare una posizione comoda nella prima metà della notte, ea volte una persona malata si sveglia dal dolore alle 3-4 del mattino. Tuttavia, metà dei pazienti ha dolore solo durante i movimenti e quando cammina. Allo stesso tempo, non vi è alcuna limitazione del movimento dell'articolazione dell'anca durante la rotazione della gamba: il piede ruota completamente. Ma spesso c'è un forte dolore alla zona lombare o nella regione glutea quando si cerca di sollevare una gamba raddrizzata o piegarsi in avanti mentre si sta in piedi con le gambe dritte.
La causa della sindrome del muscolo della pera è il danno alla colonna lombare >>>

5. polimialgia reumatica

La polimialgia reumatica è piuttosto rara - circa l'1% del numero ha attratto il dolore ai fianchi. Le donne over 50 hanno maggiori probabilità di ammalarsi. Nel 70-80% dei casi, la malattia inizia dopo uno stress grave o grave (influenza).

La malattia si sviluppa abbastanza rapidamente, entro 3-20 giorni. Di regola, i primi sintomi della malattia sono pronunciati simmetrici (cioè identici a destra e sinistra) rigidità e dolore alle cosce (il dolore non cade sotto le ginocchia) e dolori di contrasto nelle articolazioni della spalla. Il dolore è accompagnato dall'incredibile debolezza dei malati. Tali pazienti vengono portati dal medico letteralmente "sotto le braccia", ma non a causa del dolore, ma proprio a causa della debolezza. È un'incredibile debolezza un punto chiave nella diagnosi. Spesso, debolezza e dolore nella polimialgia reumatica sono accompagnati da una diminuzione dell'appetito, perdita di peso e un aumento della temperatura corporea.
Maggiori informazioni sulla polimialgia reumatica >>>

6. Artrite - infiammazione delle articolazioni

L'artrite è circa il 2-4% di coloro che lamentano dolore ai fianchi. Alcuni tipi di artrite portano all'infiammazione delle articolazioni dell'anca e, rispettivamente, accompagnate da dolore all'inguine o ai fianchi. E anche se questo accade abbastanza raramente, dobbiamo ricordarlo.

Nei casi più tipici, le articolazioni dell'anca sono affette da artrite quasi non meno importante, molto più tardi rispetto ad altre articolazioni. Quindi la diagnosi differenziale tra l'artrite e, ad esempio, la coxartrosi non è difficile - perché nel momento in cui le articolazioni dell'anca si infiammano, il paziente di solito sa già di avere l'artrite e molto spesso sa quale.

Tuttavia, con alcuni tipi di spondilite anchilosante e con alcune rare varianti di artrite reattiva, l'infiammazione delle articolazioni dell'anca può essere anteriore ad altre manifestazioni della malattia o può essere l'unico sintomo della malattia. E poi è molto difficile fare una diagnosi corretta - tale infiammazione delle articolazioni dell'anca è molto facilmente scambiata per l'artrosi. In questi casi, anche un medico competente può commettere un errore.

Ma ancora ci sono alcuni segni "speciali" che permettono di distinguere l'infiammazione artritica delle articolazioni dell'anca da altre malattie delle cosce e, in primo luogo, dalla coxartrosi. Il principale segnale di pericolo, che può indicare la natura artritica dell'infiammazione delle articolazioni, è la rigidità mattutina e il dolore su tutto il corpo e le articolazioni, che si verifica immediatamente dopo il risveglio e quindi passa nell'arco di un'ora o durante la prima metà della giornata. Tale rigidità è caratteristica delle malattie infiammatorie delle articolazioni, principalmente per la spondilite anchilosante e l'artrite reumatoide.

In secondo luogo, contrariamente alla coxartrosi, il dolore da artrite di solito raggiunge la massima intensità durante la notte, intorno alle 3-4 del mattino. L'intensità di tali dolori è molto alta e il dolore non diminuisce da un cambiamento nella posizione del corpo, come nel caso, per esempio, della trocanterite. Quando si muove e si cammina, il dolore, a differenza dell'artrosi, al contrario, molto spesso diminuisce piuttosto che aumenti. Alla sera, dopo che la persona malata si è "dispersa", il dolore potrebbe scomparire del tutto, al fine di divampare con una nuova forza di notte, al mattino.

Un indizio, inoltre, può servire come l'età del paziente. Questi tipi di artrite sono più comuni per i giovani, di età compresa tra 15 e 40 anni. E la trocanterite, la polimialgia reumatica e la coxartrosi, con rare eccezioni, iniziano all'età di oltre 40 anni.
Maggiori informazioni sui sintomi dell'artrite >>>

Articolo Dr. Evdokimenko per il libro "Pain in the legs", pubblicato nel 2004. Modificato nel 2012

Quando il dolore nella zona dei glutei, lasciando il posto alla gamba


Disagio o dolore nella parte bassa della schiena è uno dei segni di disturbi del sistema muscolo-scheletrico. Per identificare le cause della patologia e prescrivere il trattamento corretto, è necessario determinare la natura e le caratteristiche delle sensazioni spiacevoli. Che cosa fa il dolore nel gluteo a destra, dando alla gamba e come liberarsene?

Se il gluteo fa male e si arrende

Il dolore nella parte bassa della schiena e la regione glutea a destra o sinistra, che dà a uno, meno spesso in entrambe le gambe lungo il nervo sciatico, è chiamato lumboischialgia.

La natura del dolore e sintomi associati

Di solito, il dolore si diffonde dal sacro lungo il muscolo gluteo, la parte posteriore della coscia, spostandosi nella parte inferiore della gamba verso il lato e davanti all'arto inferiore, senza raggiungere la punta delle dita. Ha un carattere bruciante, pulsante o dolorante.

Le sensazioni spiacevoli sono aggravate da movimenti improvvisi, sollevamento pesi o semplicemente cambiando la posizione del corpo. Quando si cammina, una persona cerca di risparmiare una gamba dolorante, a causa della quale c'è un'andatura zoppicante basata su un arto sano.

In alcuni casi, mentre si è in piedi, una persona è costretta ad assumere una posizione particolare, sporgendosi in avanti o piegata.

motivi

La causa principale del dolore nel gluteo di natura simile sul lato destro o sinistro è l'irritazione delle radici del nervo sciatico, che si verifica sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • deformazione dei dischi intervertebrali (ernia, protrusione), escrescenze ossee sulle vertebre a causa dello sviluppo di osteocondrosi;
  • lesioni spinali meccaniche nella colonna lombare;
  • malattie delle ossa e delle articolazioni (osteoporosi, osteoartrosi, sindrome delle faccette);
  • patologia muscolare;
  • malattie reumatiche;
  • malattie infettive e infiammatorie che interessano le fibre nervose, i vasi sanguigni e i tessuti;
  • diabete;
  • virus dell'herpes, herpes zoster;
  • neoplasie spinali;
  • ipotermia;
  • l'obesità;
  • la gravidanza.

A seconda dei fattori sopra elencati, l'ischialgia lombare può essere muscolo-scheletrica, neuropatica, angiopatica o mista. Ogni tipo di ischialgia ha il proprio meccanismo di occorrenza.

  1. La forma nevrotica provoca la presa e l'infiammazione delle radici del nervo spinale.
  2. La forma angiopatica si verifica quando i grandi vasi sanguigni della colonna lombare e gli arti inferiori sono interessati.
  3. Nella forma muscolo-scheletrica, il dolore nel gluteo con irradiazione alla gamba si sviluppa a causa dell'effetto sulle fibre muscolari.

Diagnosi del dolore nel gluteo

La diagnosi di dolore nel gluteo, che si estende fino alla gamba, inizia con la raccolta dell'anamnesi e l'esame esterno del paziente, durante il quale un neurologo esamina la colonna vertebrale, il nervo sciatico e il tessuto gluteo.

Se si sospettano lesioni o neoplasie della colonna vertebrale, malattie reumatiche o patologie vascolari, il paziente richiede la consultazione di specialisti ristretti - un reumatologo, un oncologo, un chirurgo, un flebologo.

L'esame a raggi X della colonna vertebrale interessata viene eseguito per rilevare difetti nei dischi intervertebrali, lesioni spinali, processi infettivi o infiammatori.

Nei casi in cui i raggi X non consentono una diagnosi accurata, il paziente è programmato per una risonanza magnetica o TC - studi che consentono un'immagine accurata dello stato dei dischi vertebrali e delle radici nervose.

L'ecografia viene eseguita per identificare le anomalie addominali e pelviche e un test del sangue generale e biochimico viene utilizzato per diagnosticare i processi infiammatori nel corpo.

Se si sospettano tumori maligni e metastasi nella colonna vertebrale, viene eseguito un esame scintigrafico.

Trattamento per il dolore nel gluteo con irradiazione della gamba

Pronto soccorso

I sintomi di lumboischialgia, vale a dire il dolore nel gluteo a destra o sinistra, cede il passo alla gamba, spesso si verifica all'improvviso nel momento più inappropriato. Alle prime manifestazioni della malattia una persona ha bisogno di assicurare il riposo completo ed eliminare lo sforzo fisico. È meglio sdraiarsi su una superficie dura, sollevando leggermente gli arti inferiori - questo ti permetterà di ottenere il massimo rilassamento dei muscoli dei glutei e delle gambe e ridurre il dolore.

Puoi indossare una benda per la schiena, arrotolare strettamente il punto dolente con una sciarpa calda.

I farmaci antispasmodici Spazmalgon, Baralgin, Spazgan possono essere utilizzati come farmaci per il lumboischialgia.

I farmaci antinfiammatori non steroidei sotto forma di compresse o unguenti (Diclofenac, Dilax, Voltaren, Meloxicam, ecc.) O rilassanti muscolari che alleviano lo spasmo muscolare sono comunemente usati con gli antispastici.

Per ridurre l'edema, si consiglia di assumere qualsiasi antistaminico o diuretico.

Trattamento popolare

Per non peggiorare la condizione, con forti dolori al gluteo e altre manifestazioni di lumboischialgia non è raccomandato:

  • fare un bagno caldo o andare in sauna;
  • auto massaggio o ginnastica;
  • assumere antidolorifici in combinazione con alcol;
  • somministrare droghe per via intramuscolare senza prescrizione medica (l'ago può entrare nel muscolo interessato o nella radice del nervo).

Efficace abbastanza per i dolori nel gluteo, rinunciare e rimedi popolari - comprime e unguenti a base di alcool, serpente e veleno d'api, infusioni di piante medicinali. Applicare queste ricette dovrebbe essere con molta cautela (alcune di esse causano gravi reazioni allergiche) dopo aver consultato uno specialista.

È importante ricordare che i farmaci e gli altri farmaci usati a casa possono alleviare i sintomi spiacevoli, ma non eliminare completamente il lumboischialgia, quindi il paziente deve consultare un medico il prima possibile.

Ignorare il dolore nel gluteo con irradiazione nella gamba non può, perché col tempo la condizione peggiorerà e la malattia diventerà cronica.

Quando hai bisogno di un'ambulanza

Ci sono un certo numero di casi in cui è necessaria l'assistenza medica per lumboischialgia. È necessario chiamare un'ambulanza se il dolore nei glutei e nelle gambe è accompagnato dalle seguenti manifestazioni:

  • aumento della temperatura;
  • irradiazione non solo nella gamba, ma anche nell'addome, nella parte superiore della schiena, nel torace e in altre parti del corpo;
  • immobilizzazione totale o parziale;
  • gonfiore o arrossamento della colonna vertebrale;
  • grave intorpidimento della zona interessata;
  • dolore durante la minzione o la defecazione;
  • incontinenza di urina o feci.

Il trattamento di lumboischialgia è finalizzato ad eliminare la causa sottostante. Molto spesso si tratta di patologie delle vertebre e dei dischi intervertebrali, che vengono corrette mediante massaggio, fisioterapia, terapia fisica e, se indicato, mediante intervento chirurgico.

Le malattie infettive e infiammatorie dei muscoli e dei vasi sanguigni richiedono una terapia antibatterica o antinfiammatoria, patologia ossea - assunzione di farmaci che rafforzano il tessuto osseo e attivano i processi metabolici.

Le procedure devono essere eseguite sotto la supervisione di uno specialista e in assenza di controindicazioni al paziente. Per migliorare il metabolismo e il sistema immunitario, si raccomanda un ciclo di terapia vitaminica.

prevenzione

Per evitare il dolore cronico nella zona lombare, la regione glutea a destra o sinistra, che si estende alle gambe, è necessario seguire le seguenti regole:

  • durante i lunghi lavori al computer o in piedi sui loro piedi per fare delle pause, impastare le gambe e la parte bassa della schiena (questo vale anche per i conducenti che sono costretti a stare al volante per un lungo periodo);
  • sedersi su una sedia con la schiena alta, sotto la parte bassa della schiena si può mettere un rullo;
  • non piegarti, segui la postura;
  • se possibile, evitare gravi sforzi fisici e ipotermia;
  • segui il tuo peso;
  • non indossare scarpe con tacco superiore a 4-7 cm;
  • rinunciare a cattive abitudini, condurre uno stile di vita sano;
  • dormire su un letto moderatamente duro (l'opzione migliore sarebbe un materasso ortopedico);
  • regolarmente sottoporsi a controlli preventivi presso il medico.

Nel 95% dei casi, il lombocialgia ha una prognosi favorevole. Con un trattamento tempestivo e il rispetto delle misure preventive del dolore nel gluteo, rinunciando alla gamba e altre spiacevoli manifestazioni della malattia possono essere eliminate senza lasciare traccia.

Dà all'inguine e all'articolazione dell'anca dolorante: cosa fare

Ciao, cari lettori! Vorrei iniziare l'articolo con la seguente domanda: hai mai avuto un dolore all'articolazione dell'anca, che dà l'inguine?

Penso che nella maggior parte dei casi la risposta sarà positiva, perché secondo le statistiche, ogni seconda persona, specialmente dopo 40 anni, avverte sensazioni dolorose alle gambe quando cammina, lo sforzo fisico, anche a riposo.

E molti non prestano attenzione a questo, credendo che tutto passerà presto da solo. Nel frattempo, il dolore alla TBS (articolazione dell'anca) segnala spesso seri problemi di salute, ai quali non può essere permesso di fare il suo corso. Ma, per prima cosa.

Perché si verificano dolori?

Spesso nella pratica dei medici accade che i pazienti si rivolgono a loro con lamentele di dolore alle gambe e alla parte bassa della schiena, che sono dati all'inguine.

Tali sintomi sono caratteristici di molte malattie: solo uno specialista qualificato dopo una diagnosi approfondita può scoprire la causa principale del dolore.

Le cause sono malattie come l'artrosi dell'articolazione dell'anca, l'artrosi dell'articolazione dell'anca, l'infiammazione delle articolazioni dell'anca, la necrosi avascolare.
L'uomo moderno ha molto spesso dolore all'anca, che dà alla gamba, all'inguine.

Tali sintomi possono essere un segno di una serie di conseguenze, che a volte comportano le conseguenze più disastrose, compresa la disabilità.

Dopo tutto, è l'articolazione dell'anca che porta i carichi principali che il corpo sta vivendo, quindi il rischio di danni è molto alto.

Nel corpo umano, la TBS (articolazione dell'anca) è l'articolazione più potente che occupa tutto il carico corporeo. Il suo compito non è solo quello di fornire movimento, ma anche di mantenere l'equilibrio. Pertanto, i problemi con l'articolazione dell'anca portano ad una diminuzione della qualità della vita.

L'articolazione consiste in una cavità nelle ossa del bacino (si chiama l'acetabolo) e nella testa del femore, che si muove in questa cavità.

La testa è ricoperta di tessuto cartilagineo, con cui scorre liberamente. Anche la maggior parte del collo del femore entra nella forma articolare.

La causa più comune di dolore è la lesione articolare, meno comune, ma più diverse cause non traumatiche associate a varie malattie che portano alla distruzione dell'articolazione, della cartilagine, dei tessuti periarticolari, alla diminuzione del fluido intraarticolare.
Il dolore nell'articolazione dell'anca sinistra o destra, cedendo alla gamba, si sviluppa a causa di molti fattori.

Questa potrebbe essere la patologia di vari organi e sistemi. A volte il dolore si verifica a causa di infiammazione nelle articolazioni pubica, sacro-iliaca, muscoli glutei, organi pelvici.

La causa può essere disturbi neurologici (neurite del nervo sciatico, radicolite lombare e altri). Inoltre, la patologia dell'articolazione e dei legamenti, i muscoli portano a tali sintomi.

Dolore causato da processi degenerativi, infiammazioni, traumi. C'è dolore dovuto alla deformazione anatomica dell'articolazione ed è associato alla posizione errata della testa del femore nell'acetabolo.

Ciò può essere causato dalla dislocazione, sublussazione dell'anca, che può avere origine traumatica o congenita.

Tipi di dolore

Il dolore nell'articolazione dell'anca destra o sinistra è diverso per intensità, la natura della manifestazione. Possono essere luminosi, iniziare improvvisamente e possono crescere a lungo.
Il dolore è diviso in diverse varietà:

Acuta.

Molto spesso è di breve durata e una persona può facilmente determinare dove si trova. Il dolore acuto indica che si è verificato un danno organico o si sviluppa la patologia.

Innanzitutto, il punto del dolore appare in una certa area, e poi inizia, per così dire, a disperdersi ulteriormente.

Aching.

Questo tipo di dolore è spesso associato a dolore acuto, ma è caratterizzato da un'area di diffusione più ampia.

Il dolore può aumentare e scomparire, quindi tutto si ripete di nuovo. È piuttosto difficile identificare l'area dolorosa e quindi anche il trattamento è difficile.

Cronica.

Questi sono dolori che durano più di sei mesi. Sono abbastanza difficili da identificare e trattare. Spesso è necessario ricorrere all'intervento chirurgico per eliminare il dolore cronico.
Se hai regolarmente dolore all'articolazione dell'anca, di qualsiasi intensità quando esegui semplici movimenti, è meglio non esitare e consultare un medico.

Non è consigliabile auto-medicare, può portare a uno stadio avanzato della malattia, il tempo andrà perso, dovrete ricorrere a un trattamento più grave e prolungato.

Patologie principali manifestate da dolori in TBS

Diamo un'occhiata in dettaglio alle principali malattie che possono causare sintomi simili:

    Osteoartrite (coxartrosi) dell'articolazione dell'anca
    L'artrosi deformante dell'articolazione dell'anca viene diagnosticata in ogni terza persona che è venuta dal medico per il dolore nella regione lombare, irradiandosi all'inguine. Tuttavia, specialisti qualificati affermano che la vera coxartrosi si trova solo in circa il 30% dei casi.
    La malattia si sviluppa principalmente dopo 40 anni, è più comune nelle donne. Colpisce sia una comune che entrambe contemporaneamente. Molto spesso, lo stadio iniziale della malattia non viene diagnosticato, perché i sintomi appaiono piccoli e talvolta completamente assenti. A poco a poco, la malattia si sviluppa e si sposta da un grado all'altro. Questo periodo è di circa un anno, due o tre. A volte provoca il rapido sviluppo della malattia di lesione nell'area dell'anca, stress severo, movimento infruttuoso. Tutto ciò accelera il processo patologico. Quindi il disturbo si svilupperà in modo grave in pochi mesi.
    In presenza di coxartrosi, il dolore si farà sentire sulla parte anteriore e laterale della coscia, mentre si dà all'area inguinale.

Spesso ci sono gravi dolori nel gluteo e un dolore acuto viene trasmesso al ginocchio. Tutte le sensazioni dolorose sono osservate durante il movimento o sotto carico sull'articolazione, se la patologia è in una fase precoce.

Nelle fasi successive, dolori e dolori perseguitano una persona anche a riposo e nel sonno.
Nella coxartrosi, è difficile per una persona allargare le gambe, tirarle su al petto, sedersi su una sedia a cavallo, la gamba praticamente non ruota a destra ea sinistra attorno alla coscia.
Le caratteristiche distintive dell'artrosi dell'anca limitano la mobilità dell'arto malato. Diventa difficile per una persona spostarsi, piegarsi e piegarsi su una gamba al ginocchio, portare l'arto inferiore a lato. La lombalgia non consente di piegarsi da solo per allacciare le scarpe. Necrosi asettica della superficie del femore.
Questo è il prossimo motivo per cui il dolore può verificarsi nella zona inguinale. La sintomatologia di questa malattia è in molti modi simile alle manifestazioni di un infarto femore. Viene rilevato solo nel 10% del numero di patologie che si manifestano con sintomi dolorosi nella regione lombare e che si irradiano all'inguine.
I sintomi della necrosi asettica e della coxartrosi sono molto simili, quindi i medici fanno spesso la diagnosi sbagliata.

Suggerimento: Siate attenti alla vostra salute e se avete sintomi simili, consultate alcuni specialisti per essere completamente fiduciosi nella diagnosi.

Una caratteristica distintiva della necrosi è la presenza di dolore bruciante nelle articolazioni già il primo giorno dopo l'inizio della malattia, e il picco del suo sviluppo arriverà in pochi giorni. Inoltre, queste due malattie possono essere distinte dai dolori notturni. All'inizio della malattia, la necrosi asettica non consente al paziente di dormire, il dolore disturba la persona durante la notte, indebolendosi e lasciandolo rilassarsi poco prima dell'alba. In caso di artrosi dell'articolazione dell'anca, questo non è osservato. Anche la necrosi non colpisce quasi mai le donne. Soffri di questa malattia soprattutto i giovani della fascia di età fino a 45 anni. Dopo questa età, l'incidenza della diagnosi di necrosi della testa del femore è nettamente ridotta. Trocantere.
In un altro, la malattia è chiamata infiammazione dei tendini femorali. Questa è una delle patologie più comuni che provoca dolore all'anca e all'inguine.

Secondo le statistiche, il 30% delle persone con sintomi simili soffre di trocanterite.

La malattia colpisce soprattutto le donne dopo la menopausa. È in questo momento che hanno indebolito muscoli e tendini.
La malattia può essere unilaterale e bilaterale, si sviluppa in tre giorni, un massimo di due settimane. Un dolore acuto e penetrante, localizzato nella parte esterna della coscia, indica il suo aspetto. Il dolore muscolare acuto si verifica a causa di processi infiammatori nei tendini. Un graffio nelle gambe e nell'inguine appare durante il movimento e quando una persona dorme da un lato del lato colpito del corpo. La differenza tra trocanterite e coxartrosi è che non è accompagnata dall'accorciamento dell'arto e dall'indolenzimento durante il tentativo di portare la gamba a lato. Non c'è anche alcun vincolo di movimento.

  • La sindrome del muscolo a forma di pera della colonna lombare.
    Viene diagnosticato nel 30-40% delle persone che sono andate dal medico per il dolore nella parte bassa della schiena e nell'inguine. Può essere unilaterale e bilaterale, i sintomi del dolore aumentano entro 1-3 giorni, possono essere avvertiti in momenti diversi della giornata con uguale intensità, ma sono più spesso e più disturbati durante la notte, rendendo difficile addormentarsi. Potrebbero intensificarsi al mattino.
    Nella sindrome del muscolo a forma di pera, il dolore all'inguine è molto meno frequente che nella coxartrosi, è più spesso osservato nella parte inferiore della regione lombare, espressa nella regione sacrale, e scende lungo la parte posteriore del piede fino al tallone. I dolori sono disturbati giorno e notte, più spesso solo quando si cammina. Ma in alcuni casi, le persone si svegliano in 3-4 notti di dolore. Non c'è alcuna limitazione della mobilità, ma quando si prova a sollevare una gamba dritta c'è un forte dolore lombare, che si estende nei glutei. C'è una tale sindrome a causa di lesioni spinali nella colonna lombare.
    Un tentativo di fare un movimento infruttuoso, sollevare il peso porta all'accelerazione dello sviluppo della patologia. Prima dell'attacco c'è un forte dolore nella regione lombare. Spesso i sintomi del dolore si irradiano ai muscoli del gluteo, l'area inguinale. In alcuni casi, il dolore lega l'intero gap dall'inguine al ginocchio. Ma il segno distintivo è il dolore gluteo, che nella sua forza è molte volte più degli altri.
  • Polimialgia reumatica
    Forse la più rara delle patologie che provoca dolore all'inguine e all'anca.

    Questa è una malattia sistemica che viene diagnosticata solo nell'1% dei casi quando una persona va in ospedale con mal di schiena e inguine. È più comune nelle donne over 50 che hanno sofferto di gravi stress o addirittura di shock nervoso.

    La malattia si sviluppa abbastanza rapidamente (entro 3-20 giorni) e si manifesta dapprima con dolori costanti nella zona della spalla, nella parte posteriore, scendendo gradualmente lungo i glutei e le cosce. Una persona si sente costantemente debole.

  • Artrite.
    Frequenti "alleati" degli anziani. Con l'artrite, il dolore appare nell'articolazione dell'anca, dà alla gamba, inguine, spesso si estende alla parte anteriore della coscia e del ginocchio. Aumento del dolore si verifica mentre si cammina o cercando di riposare su un arto dolente. Una persona non può alzarsi rapidamente da una posizione seduta. I dolori gravi mi infastidiscono al mattino e, dopo una piccola ginnastica, diminuiscono. E dopo un forte sforzo fisico, il dolore diventa più forte più volte. Inoltre, una persona è preoccupata per la rigidità degli arti. Quando si alza, c'è un forte dolore alle articolazioni.
  • Borsite.
    Questa è un'infiammazione della borsa (una sacca verticale situata sopra la spalla del femore). In primo luogo, una persona inizia a provare sensazioni dolorose nell'area dei glutei, che danno all'inguine. Quando si è in posizione prona sul lato leso, il disagio aumenta notevolmente.
  • tendinite
    Con la tendinite, i legamenti dell'articolazione dell'anca sono interessati, a causa della quale la mobilità della persona è significativamente limitata. Difficilmente riesce a mettere da parte l'arto inferiore, un forte dolore in un tale tentativo trattiene tutti i muscoli. Le difficoltà sorgono durante la deambulazione e quando si cerca di appoggiarsi sull'arto colpito.
  • Artrite infettiva
    Si sviluppa in uomini e donne in percentuali uguali a causa di vari tipi di infezione (streptococco, stafilococco). La malattia è caratterizzata da un decorso rapido. Per un breve periodo, l'articolazione si gonfia, la temperatura aumenta, la febbre si manifesta. Non è solo doloroso per una persona muoversi, è addirittura impossibile toccare l'arto interessato. In presenza di dolore debole e insignificante, che non appare immediatamente, è necessario differenziare la patologia con l'artrite tubercolare, in cui il dolore si diffonde alla parte centrale della coscia o al ginocchio. Nel corso del tempo, il movimento nell'articolazione interessata è limitato e si gonfia.
  • Tumori.
    Un segnale serio è un dolore doloroso costante. Lei può parlare di tumori benigni e maligni. La sintomatologia può essere localizzazione molto diversa, intensità del dolore. È necessario consultare un medico per una diagnosi tempestiva e corretta.
  • Entesopatia.
    Il dolore si verifica all'inguine, dà all'articolazione dell'anca. Aumenta quando si cammina e si sta in piedi per molto tempo.
  • Maggiori informazioni sulle cause del dolore

    Il dolore nell'articolazione dell'anca può indicare molti disturbi. Se è combinato con la febbre, l'infiammazione di altre articolazioni può essere l'artrite reumatoide.
    Se il dolore è incerto, viene dato alla schiena, al ginocchio, alla parte posteriore della coscia, alle natiche, questa può essere la necrosi avascolare della testa del femore, che, mentre si sviluppa, conduce alla sua morte.


    Con una sindrome del dolore che aumenta lentamente, che aumenta gradualmente quando si cammina, una lunga permanenza in una posizione statica in piedi, un cambiamento nell'andatura, possiamo parlare di osteoartrite.
    Il disagio sorge nell'articolazione dell'anca e durante la gravidanza. In questo periodo di vita si verifica un aggiustamento ormonale, il corpo del bambino richiede molto calcio.

    Tutto ciò porta ad un ammorbidimento dei legamenti e allentamento delle ossa. Inoltre, l'aumento di peso crea ulteriore stress sulle articolazioni.

    Come viene effettuata la diagnosi e quale medico devo contattare?

    Come potete vedere, le cause del dolore nell'articolazione dell'anca, che si estende nell'inguine, sono molte e il trattamento per ogni patologia è diverso. Inizialmente, sarà necessaria un'attenta diagnosi per differenziare la patologia.

    La prima visita è necessaria al terapeuta che, dopo aver esaminato e chiesto informazioni sui sintomi, lo manda a un consulto con specialisti stretti (ortopedico, traumatologo, neurologo, chirurgo).

    Dopo aver consultato con loro, sarà deciso il problema di chi tratterà il paziente.

    Come metodi diagnostici usano:

    • radiografia dell'articolazione dell'anca;
    • Ecografia Doppler per lo studio della permeabilità vascolare;
    • risonanza magnetica;
    • Scansione TC;
    • elettromiografia per lo studio dei riflessi tendinei;
    • esami generali del sangue e delle urine;
    • osteoscintigrafia, con l'aiuto di quali anomalie ossee e articolari vengono rilevate sulla base di radionuclidi specifici sul tessuto osseo dell'articolazione;
    • Stati Uniti. Aiuta a rilevare la presenza di fluido nell'articolazione;
    • Densitometria, che rivela densità ossea e forza. Può essere usato per diagnosticare necrosi e fratture;
    • analisi biochimiche, batteriologiche, immunologiche;

    Molto spesso basta prendere una radiografia dell'articolazione dell'anca per identificare il problema. Se si presenta la necessità, viene nominato un esame dell'intera colonna vertebrale.

    terapia

    Il trattamento è un approccio integrato. È necessario garantire il resto dell'arto ferito, spesso dargli riposo.

    Il complesso terapeutico comprende anche:

    1. Farmaci.
      Per trattare il dolore nell'articolazione dell'anca più spesso, l'uso di farmaci anti-infiammatori è sufficiente. Di solito, i medici prescrivono indometacina, diclofenac, ibuprofene. I farmaci anti-infiammatori possono essere utilizzati sotto forma di compresse e unguenti.
      I rilassanti muscolari sono prescritti per ridurre i crampi muscolari.
      Gli steroidi sono usati solo in casi difficili con sintomi gravi. Farmaci diuretici per ridurre il gonfiore dei tessuti. Sono prescritti glucocorticosteroidi (prednisolone, metilprednisolone, desametasone) e condroprotettori (glucosamina, condroitin solfato).
      Pentoxifylline e tivortin sono prescritti per migliorare la circolazione negli arti.
      Per i processi purulenti, la terapia antibiotica è prescritta usando macrolidi (eritromicina), cefalosporine (Cefoperazone, Cefazolin), fluorochinoloni (Moxifloxacina).
    2. Massaggi.
      È condotto solo da corsi specialistici per più di 10 sessioni ogni sei mesi.
    3. Fisioterapia.
      Elettroforesi prescritta con novocaina, UHF, magnetoterapia, laserterapia. L'elettroforesi aiuta ad aumentare la penetrazione dei farmaci nell'area colpita. La terapia laser ha effetto antinfiammatorio, analgesico, risolvente.
    4. Ginnastica terapeutica
      La terapia di esercizio viene effettuata dopo la rimozione di esacerbazione dei sintomi e l'eliminazione del dolore severo. Semplici esercizi per l'abduzione, l'adduzione, la flessione e l'estensione dell'arto vengono inizialmente effettuati sotto la supervisione di un medico e di un istruttore di terapia fisica. È meglio se l'educazione fisica sarà effettuata in acqua calda nella piscina.
    5. Intervento chirurgico
      Quando si rileva il sangue o il liquido nell'articolazione, il drenaggio e il lavaggio vengono eseguiti utilizzando speciali soluzioni antibatteriche.
      Nelle situazioni più difficili viene eseguita l'artroplastica dell'articolazione dell'anca, durante la quale l'articolazione distrutta viene sostituita con una controparte artificiale. Dopo la chirurgia e la riabilitazione, la mobilità e la funzionalità dell'arto vengono ripristinate e la persona ritorna alla sua solita vita.

    La chirurgia di oggi è una procedura chirurgica accurata, altamente tecnologica ed efficace. Dopo aver sostituito l'articolazione, il paziente ritorna alla sua solita vita, eliminando lo stato di malattia e la mobilità limitata.
    Quindi, cari lettori, se riassumete tutto quanto scritto sopra, allora possiamo dire che ci sono un numero enorme di cause di dolore nel TBS, che danno a diverse parti del corpo.

    Identificare quale di loro ha causato disagio nel tuo caso, da solo, sicuramente non funzionerà. Pertanto, se hai dolore appaiono regolarmente, non esitare, consultare uno specialista!

    Tirando il dolore alla coscia, alla natica e all'inguine

    Trattamento nella nostra clinica:

    • Consulenza medica gratuita
    • La rapida eliminazione del dolore;
    • Il nostro obiettivo: completare il restauro e il miglioramento delle funzioni compromesse;
    • Miglioramenti visibili dopo 1-2 sessioni;

    Il dolore all'anca spiacevole può essere un sintomo di molte malattie associate a lesioni della colonna vertebrale, del letto vascolare, delle fibre nervose. In giovane età, il dolore lancinante nei glutei e nelle cosce è molto spesso un segno caratteristico della distruzione del tessuto cartilagineo dei dischi intervertebrali nella colonna vertebrale lombosacrale. Nell'osteocondrosi si osserva una diminuzione dell'altezza dell'anello fibroso. A causa di ciò, vi è una pressione sui nervi radicolari, formando il nervo sciatico. Corre lungo la parte posteriore del gluteo e della coscia fino alla fossa poplitea. Quando viene compresso, si verificano spiacevoli sensazioni di trazione e convulsioni.

    Nelle persone anziane, il dolore fastidioso all'anca e all'inguine è quasi sempre associato alla distruzione della struttura dell'articolazione dell'anca. L'osteoartrosi deformante (coxartrosi) si verifica con alterazioni degenerative legate all'età associate alla distruzione della membrana sinoviale della cartilagine della testa del femore. Con una tale malattia, la disabilità completa spesso si verifica con l'incapacità di muoversi autonomamente nello spazio.

    Se hai sintomi simili, non perdere tempo prezioso e consulta immediatamente un medico. Nella clinica cittadina è meglio scegliere un neurologo o un ortopedico. Di norma, il terapeuta comprende male i problemi dell'apparato muscolo-scheletrico e prescrive un trattamento antinfiammatorio di base. Come risultato di ciò, i pazienti raggiungono uno specialista più stretto con lo stadio avanzato della malattia, quando la medicina conservativa non aiuta.

    Se ti trovi geograficamente a Mosca o nella regione di Mosca, puoi approfittare della nostra offerta. Forniamo a ciascun paziente l'opportunità di ricevere una consulenza iniziale gratuita con un medico. Per fare questo, basta prendere un appuntamento. Durante la consultazione, lo specialista effettuerà un'ispezione e farà una diagnosi preliminare, parlerà di tutte le possibilità e prospettive della terapia senza intervento chirurgico.

    Perché c'è un dolore lancinante alla gamba dall'anca al ginocchio?

    Qualsiasi dolore fastidioso alla gamba dall'anca è un sintomo di problemi. I cambiamenti patologici possono influenzare le seguenti strutture:

    • colonna vertebrale (osteocondrosi, protrusione, ernia intervertebrale;
    • articolazioni unculttebrali intervertebrali e instabilità della posizione dei corpi vertebrali;
    • vasi sanguigni situati nella cavità pelvica e nei tessuti molli della coscia (endoarterite obliterante, aterosclerosi, vene varicose degli arti inferiori, ecc.);
    • ristagno del liquido linfatico e infiammazione secondaria dei linfonodi (la linfoadenopatia spesso accompagna i processi infiammatori);
    • pizzicamento e infiammazione della fibra nervosa sullo sfondo di osteocondrosi, lesione alla schiena, sindromi tunnel;
    • danno al sito di localizzazione del nervo sciatico nella fossa poplitea (in questo caso il dolore è nella natura della patologia ascendente);
    • diabete mellito e sue complicazioni, come l'angiopatia diabetica e la neuropatia;
    • processi tumorali nella cavità pelvica.

    È impossibile diagnosticare i fastidiosi dolori nella coscia al ginocchio da soli, poiché la maggior parte delle sensazioni sono soggettive. Solo un medico esperto nell'esecuzione di un esame completo del paziente quando si utilizza la diagnosi differenziale sarà in grado di stabilire una diagnosi preliminare. Per chiarire la causa del dolore alla coscia, all'inguine e al gluteo, è possibile utilizzare solo test di laboratorio. Ai pazienti viene assegnata una revisione a raggi X, una TAC, una risonanza magnetica, un'ecografia dei tessuti molli e molti altri tipi di esami.

    Cause di dolore all'anca

    Altre possibili cause del dolore all'anca nelle cosce sono possibili, sotto molti aspetti differiscono nell'età e nel sesso del paziente. Nelle donne, molto spesso un tale disagio in giovane età è associato alla deformazione dello scheletro assiale durante la gravidanza e alla vecchiaia con la distruzione dell'articolazione dell'anca. Negli uomini, il dolore fastidioso nella zona dell'anca in giovane età è quasi sempre associato allo sviluppo della malattia di Bechterew, e nel periodo di vita anziano sono un segno della distruzione delle articolazioni del ginocchio.

    Altre cause di dolore ai fianchi possono includere le seguenti condizioni:

    • il periodo febbrile dell'aumento della reazione ipertermica in caso di infezioni catarrale virali e batteriche;
    • migrazione larvale di alcuni parassiti intestinali;
    • anemia nella carenza di ferro e nella forma emolitica;
    • Distrofia delle fibre muscolari dopo un lungo periodo di immobilità forzata del paziente;
    • conseguenze della circolazione cerebrale acuta o transitoria con paralisi degli arti inferiori;
    • poliomielite, osteomielite, encefalite trasmessa da zecche e alcune altre pericolose infezioni che interessano le membrane aracnoidee del cervello e del midollo spinale;
    • lesioni alla schiena;
    • cambiamenti cicatriziali nell'apparato tendineo e legamentoso degli arti inferiori;
    • sindrome convulsa;
    • sindrome delle gambe senza riposo;
    • carenza nella dieta di alcuni importanti oligoelementi come il potassio, il magnesio, il calcio;
    • fibromialgia.

    È necessario chiarire le cause del dolore prima di iniziare il trattamento. Il dolore intrinsecamente fastidioso alla coscia, all'inguine o all'area del gluteo è solo un sintomo di un'altra malattia. Questa non è una patologia indipendente, ma un modo della sua manifestazione. Pertanto, il trattamento dovrebbe sempre mirare ad eliminare la malattia di base. Trattare il dolore stesso è inutile e pericoloso. Mascherando il disagio con i farmaci antinfiammatori non steroidei, rischi di portare il tuo sistema muscolo-scheletrico in una tale fase di distruzione che solo l'intervento chirurgico può aiutare.

    Tirando il dolore nella parte posteriore della coscia

    Nella maggior parte dei casi, il dolore all'anca dietro è causato da pizzicotti o infiammazioni del nervo sciatico. Esce dalla colonna vertebrale e si dirige verso la regione glutea. Poi scende dalla parte posteriore della coscia alla fossa poplitea. Lì si divide in due nervi tibiali innervando i tessuti della parte inferiore della gamba, della caviglia e del piede.

    Di conseguenza, la causa del dolore tirante nella parte posteriore della coscia potrebbe essere nei seguenti cambiamenti patologici:

    • distruzione dei tessuti dell'articolazione del ginocchio (deformazione della gonartrosi);
    • danno ai tessuti molli del ginocchio (borsite, tendovaginite, condromatosi, anchilosi, ecc.);
    • danno ai muscoli della parte posteriore della coscia con eccessiva tensione potenziale e spasmo delle gallerie in cui passa il nervo sciatico;
    • insufficienza venosa che porta alla trombosi venosa profonda della coscia;
    • insufficienza del letto vascolare linfatico, che porta allo scarico della linfa nello strato di grasso sottocutaneo e che forma un effetto di compressione sul tessuto nervoso;
    • distruzione dell'articolazione dell'anca (deformando la coxartrosi, la periartrosi, la distruzione della testa del femore e del suo collo);
    • sindrome muscolare a forma di pera;
    • osteocondrosi lombo-sacrale.

    Questo non è un elenco completo di possibili malattie. È necessario condurre una diagnosi differenziale con tumori situati nel colon e nella cavità pelvica, gravi infezioni neurotossiche e lesioni della colonna vertebrale.

    Disegno dolore nella coscia della gamba sinistra e destra

    Non è raro che un paziente si lamenti di un dolore tirante nella coscia sinistra o destra, la presenza simultanea di questo sintomo su entrambi gli arti è estremamente rara. Di solito un dolore tirante nella coscia destra o sinistra è un sintomo di danno alle fibre nervose. È sempre compressione (spremitura). Ma cosa può causare una maggiore pressione sul tessuto nervoso:

    1. infiammazione (ad esempio, artrite o artrosi);
    2. congestione di linfa e sangue venoso;
    3. trauma (per esempio, stiramento dell'apparato legamentoso dell'articolazione del ginocchio o dell'anca e accumulo di sangue sotto forma di ematoma interno);
    4. la crescita del tessuto osseo nelle cavità articolari (deformando l'artrosi);
    5. pressione meccanica esogena (indossare abiti stretti, l'abitudine di vomitare le gambe mentre si è seduti, ecc.).

    Se c'è un dolore tirante nella coscia della gamba sinistra (o destra), assicurarsi di ispezionare l'arto per i cambiamenti nel colore della pelle, la presenza di lesioni traumatiche. Quindi sentire delicatamente tutti i tessuti e le articolazioni. Questo può darti un'idea primaria di ciò che ha causato il disagio.

    Se hai dolori acuti fastidiosi alla coscia della gamba destra o sinistra, ti consigliamo di consultare immediatamente un medico. Se si tratta di una compressione dello sciatic o di qualsiasi altro nervo, quindi con un avvio tardivo del trattamento, le funzioni dell'arto inferiore possono essere parzialmente perse. Sarà molto difficile ripristinare l'innervazione dei tessuti delle gambe in seguito.

    Trattamento per il dolore dell'anca

    Qualsiasi dolore fastidioso nella zona dell'anca è un segnale di pericolo dal tessuto nervoso. Pertanto, l'assistenza medica dovrebbe essere fornita il prima possibile. Per prevenire la necrosi del tessuto nervoso è il compito principale. Pertanto, nella nostra clinica di terapia manuale, qualsiasi trattamento per il dolore dell'anca all'anca inizia con una ricerca di emergenza per la causa e la sua eliminazione. Quindi, se il nervo sciatico fosse schiacciato contro lo sfondo della protrusione del disco intervertebrale nella colonna lombosacrale, allora un attacco può essere fermato con l'aiuto di 1-2 sessioni di trazione. E se la ragione sta nella distruzione dell'articolazione dell'anca, allora l'osteopatia e la terapia manuale verranno in soccorso.

    Più tardi, dopo che l'attacco doloroso è stato interrotto, inizia il trattamento complesso restitutivo del paziente. È sviluppato individualmente, a seconda della malattia che ha causato il dolore all'anca nella coscia. Di solito utilizziamo massaggi e osteopatia, riflessoterapia e kinesioterapia, terapia laser ed esercizi terapeutici.

    Registrati per la prima consulenza gratuita nella nostra clinica di terapia manuale. Dopo l'esame e la diagnosi, il medico le dirà come verrà effettuato il trattamento e quali sono le prospettive per un recupero completo.

    Dolore al gluteo. Cause del dolore nel gluteo. Cosa fare con questi dolori?

    Domande frequenti

    Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso. Qualsiasi farmaco ha controindicazioni. Consultazione richiesta

    Il dolore nel gluteo si verifica più spesso a causa di lesioni alla pelvi, sullo sfondo della colonna vertebrale lombosacrale, con una lesione dell'articolazione dell'anca o con l'infiammazione dei muscoli e dei legamenti della regione glutea. In alcuni casi, il dolore in una determinata area può comparire dopo l'esecuzione impropria di un'iniezione intramuscolare.

    Anatomia della regione glutea

    Il fondo della regione glutea è la piega glutea, la parte superiore è la cresta iliaca (la parte superiore dell'osso pelvico), l'interno è l'osso sacrale e il coccige, mentre il bordo esterno è rappresentato da una linea verticale che proviene dalla spina anteriore anteriore (piccolo osso appuntito la sporgenza) dell'Ilio e diretta al grande trocantere (estremità superiore del corpo del femore). La base ossea di quest'area è la superficie posteriore dell'osso ileo e sciatico, la parte laterale dell'osso sacrale e il coccige, l'articolazione dell'anca e la parte superiore del femore.

    La pelle della zona dei glutei è piuttosto spessa e contiene una grande quantità di ghiandole sebacee. Lo strato di grasso sottocutaneo dei glutei è abbastanza ben pronunciato. Ha una struttura cellulare ed è diviso da una delle foglie della fascia superficiale (guaina del tessuto connettivo) nel tessuto adiposo della regione glutea e lombare.

    La pelle della regione glutea innerva il nervo cutaneo posteriore della coscia, i rami dei nervi lombari e i rami esterni dei nervi sacrali. Nel tessuto grasso si trovano i rami dei nervi posteriori sacrale e lombare. A sua volta, la fornitura di tessuto sottocutaneo con sangue arterioso si verifica a causa dell'arteria glutea inferiore e superiore. I tessuti più profondi vengono nutriti dai rami dell'arteria glutea superiore, dalle arterie lombari e dall'arteria ileo-lombare. Le vene dello strato superficiale dei glutei accompagnano le arterie e sono collegate a una rete venosa più profonda. Il drenaggio linfatico della regione glutea si verifica nei linfonodi inguinali e nei linfonodi del bacino a causa della rete linfatica superficiale e profonda.

    Va notato che un numero di muscoli si trova nella regione glutea. A seconda della profondità della loro insorgenza, a volte vengono indicati come gruppi muscolari superficiali, medi e profondi.

    I seguenti muscoli si trovano nella regione gluteo:

    • Grande muscolo gluteo. Il muscolo più grande del gluteo si trova più superficialmente e ricorda un rombo. Questo muscolo non solo è in grado di distendere e ruotare la gamba (coscia) verso l'esterno, ma anche di raddrizzare e sostenere il busto. Il muscolo del grande gluteo è attaccato ad una estremità alla superficie esterna posteriore del ileo, quindi passa lungo la superficie laterale dell'osso sacro e del coccige, e quindi, all'altra estremità, è attaccato al femore e alla fascia larga della coscia. Questo muscolo è circondato da una guaina fasciale, che consiste in un foglio di tessuto connettivo superficiale e profondo. Tra questi fogli sono setti fasciali che dividono il muscolo in un gran numero di fasci muscolari. Durante il processo suppurativo, che si verifica dopo un'iniezione intramuscolare errata, il pus fonde il lenzuolo profondo della guaina fasciale e si precipita nello spazio cellulare sotto il muscolo grande gluteo.
    • Il muscolo del grande gluteo si trova leggermente più profondo del muscolo del grande gluteo. È coinvolta nel rapimento dell'anca verso l'esterno, e raddrizza anche il busto se è piegato in avanti. Questo muscolo ha origine dalla cresta iliaca e dall'ampia fascia della coscia ed è attaccato al grande trocantere del femore.
    • Il muscolo a forma di pera ha la forma di un triangolo isoscele ed è responsabile della rotazione della coscia e della gamba verso l'esterno (rotazione esterna). Inoltre, questo muscolo è in grado di inclinare il bacino nella sua direzione durante il fissaggio delle gambe. Il muscolo a forma di pera ha origine dalla superficie laterale del sacro. Quindi le fibre muscolari attraversano la grande apertura sciatica dalla cavità pelvica e vengono inviate alla parte superiore del grande trocantere del femore sotto forma di un breve tendine.
    • Il muscolo gemello superiore è un breve filamento di fibre muscolari, che ha origine dall'osso ischiatico ed è attaccato alla fossa trocanterica (la fossa situata sul lato interno del grande trocantere). La funzione di questo muscolo è di girare la coscia e la gamba verso l'esterno.
    • Il muscolo otturatore interno è un muscolo con una forma schiacciata, che a un'estremità è attaccata alla superficie interna dell'osso pelvico, quindi inviata al piccolo foro sciatico e attaccata alla fossa trocanterica. Il muscolo di bloccaggio interno, così come il muscolo gemello superiore, gira la coscia verso l'esterno.
    • Il muscolo gemello inferiore è rappresentato da un piccolo cordone muscolare. Questo muscolo inizia dal tumulo sciatico ed è attaccato alla fossa del trocanale. Il muscolo gemello inferiore ruota la coscia verso l'esterno.
    • Il muscolo della coscia quadrata ha la forma di un rettangolo, che è coperto dietro dal muscolo del grande gluteo. Il muscolo trae origine dalla superficie laterale del tubero sciatico (piccola elevazione sulla superficie inferiore-inferiore del ramo dell'osso sciatico) e si attacca alla cresta intertrocanterna (cresta che si trova tra il grande e piccolo trocantere del femore). Questo muscolo gira la coscia verso l'esterno.
    • Il muscolo grande gluteo si trova leggermente più in profondità e partecipa anche al rapimento dell'anca. Un'estremità di questo muscolo è attaccata alla superficie esterna dell'ala dell'Ilium (parte superiore dell'osso) e l'altra a uno dei bordi del grande trocantere.
    • Il muscolo otturatore esterno ha la forma di un triangolo irregolare. Questo muscolo ha origine dalla membrana bloccante (una membrana di tessuto connettivo che si estende tra i rami dell'osso sciatico e pubico). Quindi i fasci di muscoli convergono e si spostano nel tendine, che è attaccato alla capsula articolare dell'articolazione dell'anca. Il muscolo di bloccaggio esterno gira la coscia e la gamba verso l'esterno.
    L'osso pelvico, l'articolazione dell'anca e l'apparato legamentoso del femore si trovano vicino allo strato muscolare.

    Due strutture prendono parte alla formazione dell'articolazione dell'anca: l'acetabolo e la testa del femore. In termini di forma, questa articolazione è un'articolazione sferica, che è in grado di eseguire movimenti su tre piani contemporaneamente (articolazione multiassiale). Anche questo giunto è in grado di eseguire movimenti di rotazione. La capsula dell'articolazione dell'anca è estremamente forte e cattura non solo la testa del femore, ma anche parte del collo. Vale la pena notare che le superfici articolari della testa del femore e dell'acetabolo sono ricoperte da uno strato di tessuto cartilagineo ialino, che svolge il ruolo di ammortizzatore e garantisce un buon scorrimento tra le superfici articolari delle ossa.

    Nell'articolazione ci sono sia legamenti intra-articolari che extra-articolari. I legamenti intra-articolari includono il legamento trasversale dell'acetabolo e il legamento della testa del femore. Il primo è teso nella zona dell'acetabolo e il secondo proviene dal polo dell'acetabolo ed è attaccato alla fossa della testa del femore. Nelle profondità di questo legamento passano i vasi sanguigni che alimentano la testa del femore. I legamenti extra-articolari includono il legamento ileo-femorale, pubico-femorale e sciatico-femorale. Il legamento ileo-femorale è il legamento più forte di tutto il corpo (il suo spessore può raggiungere 1 centimetro). È grazie a questo fascio che si può tenere la posizione verticale del corpo. Questo legamento origina dalla spina iliaca inferiore anteriore ed è attaccato alla linea intertrocanterica del femore. Il legamento pubico-femorale si trova sulla superficie inferiore dell'articolazione. Inizia dalla fossa superiore dell'osso pubico, quindi si intreccia nella capsula dell'articolazione dell'anca ed è attaccata al piccolo spiedino. Il legamento pubico-femorale ritarda la rimozione della parte esterna della coscia. Il legamento sciatico-femorale si trova dietro l'articolazione. Ad un'estremità si lega all'acetabolo e l'altra al bordo posteriore del grande trocantere del femore. Il legamento sciatico-femorale inibisce il movimento della coscia verso l'interno. Inoltre, un accumulo di fibre di collagene (forti fili di tessuto connettivo), che coprono il centro del collo del femore, viene rilasciato nella capsula articolare. Questa struttura è chiamata la zona circolare.

    L'articolazione dell'anca riceve sangue arterioso dalla rete, che è formata dalle arterie laterale e mediale che circondano il femore, il ramo acetabolare dell'arteria otturatoria e i rami delle arterie glutea inferiore e superiore. L'uscita del sangue venoso viene effettuata dalle vene profonde del bacino e della coscia (vena profonda della coscia, vena femorale e vena iliaca interna). A sua volta, il drenaggio linfatico avviene attraverso i vasi linfatici ai linfonodi inguinali profondi. L'innervazione della capsula articolare viene effettuata dall'otturatore, dal nervo sciatico e dal femore.

    La considerazione separata richiede il nervo sciatico. Questo nervo è il più grande nervo del corpo umano. È formato da tutte le radici del plesso sacrale. Il nervo sciatico attraversa la fessura del muscolo piriforme, che in alcuni casi può comprimerlo e causare la sindrome da dolore pronunciato (sciatica). Questo nervo innerva la maggior parte dei muscoli della regione glutea (muscolo quadrato della coscia, i muscoli gemelli inferiore e superiore, il muscolo otturatore interno) e la capsula articolare (i rami articolari del nervo sciatico). Questo nervo innerva anche l'intero arto inferiore (superficie posteriore). Nell'area della fossa poplitea, passa nei nervi tibiale e peroneale, che innervano la pelle degli arti inferiori, tutti i gruppi muscolari e le articolazioni della parte inferiore della gamba e del piede.

    Nell'area del grande trocantere del femore ci sono diversi sacchetti sinoviali. Queste borse contengono all'interno del liquido sinoviale, che è necessario per ridurre l'attrito dei muscoli e dei tendini durante il movimento. Anche nell'area dei glutei ci sono due spazi di tessuto cellulare profondo. Il primo di questi è lo spazio profondo del gluteo. Lo spazio profondo del gluteo si trova tra la fascia profonda, che copre il grande gluteo e la fascia dello strato profondo. In questo spazio cellulare vi è un nervo sciatico, vasi e nervi confusi (sessuali), nonché il nervo gluteo inferiore e vasi. A sua volta, lo spazio cellulare sopracillare si trova tra la fascia del muscolo grande gluteo e il muscolo gluteo medio. In esso sono i rami dei nervi glutei superiori, così come i vasi sanguigni.

    Quali strutture possono infiammare nel gluteo?

    Il dolore nella regione dei glutei è spesso associato a un processo infiammatorio. A seconda della struttura che è coinvolta nel processo infiammatorio, la caratteristica del dolore può variare notevolmente.

    I seguenti tessuti possono essere infiammati nell'area dei glutei:

    • La pelle A volte le infezioni purulente della pelle possono causare dolore ai glutei. La violazione dell'integrità della pelle della regione glutea può portare alla penetrazione di agenti patogeni (il più delle volte si tratta di stafilococchi e streptococchi) nelle ghiandole sebacee e sudoripare, così come nei follicoli piliferi (fusto del capello). L'ebollizione è la più comune di queste patologie. In questa malattia, l'albero del capello e i tessuti circostanti sono danneggiati, con una formazione di nucleo purulento. I dolori più pronunciati si osservano nei giorni 3-4, quando la fusione purulenta dei tessuti (necrosi) si verifica nella zona del nucleo dell'ebollizione. Inoltre, il dolore può verificarsi durante l'ectima. Questo pioderma (lesioni cutanee con batteri piogeni) è caratterizzato dalla comparsa di una bolla con contenuto purulento sulla pelle. In futuro, l'ascesso è permesso con la formazione di piaghe, che possono causare disagio sotto forma di dolore.
    • Il tessuto grasso sottocutaneo può anche infiammarsi e causare pannicolite. Con la pannicolite, il tessuto adiposo è danneggiato e sostituito con tessuto connettivo. In alcuni casi, questa malattia produce placche piuttosto grandi e infiltrati che possono comprimere i vasi sanguigni e i nervi, che si manifesta con un forte dolore.
    • Borse sinoviali. In alcuni casi, dopo l'esecuzione impropria di iniezioni intramuscolari nei glutei, possono verificarsi lesioni purulente diffuse delle borse sinoviali. Ecco perché è così importante eseguire le iniezioni nel quadrante superiore esterno dei glutei. Il più delle volte supponiamo una grande sacca del tubero sciatico e della sacca, che si trovano tra la superficie posteriore dell'osso sacrale e la pelle.
    • Muscoli. Anche l'infiammazione dei muscoli della regione glutea può causare dolore. Ad esempio, traumi ai glutei o un'iniezione intramuscolare senza successo può portare a tensioni anormali del muscolo piriforme, che a sua volta può comprimere il nervo sciatico e causare sciatica.
    • I tendini articolari possono essere infiammati in caso di lesioni o sforzi significativi sugli arti inferiori. Il sintomo principale della trocanterite (infiammazione dei tendini femorali) è il dolore che si verifica nella culatta - sulla superficie esterna della regione glutea. Il dolore è solitamente peggiorato durante il giorno, quando si cammina e quasi completamente scompare in assenza di movimento.
    • Nervo sciatico. Sciatica o infiammazione del nervo sciatico si verifica quando un dato nervo viene schiacciato, con una sorta di tessuto. I sintomi della sciatica dipendono dal grado di compressione del tessuto nervoso e dall'area in cui si verifica questa compressione. Spesso, la sciatica si manifesta con dolore acuto nella regione glutea, che è un po 'aggravata mentre si è seduti. A volte un formicolio, intorpidimento o sensazione di bruciore si verifica in tutta la gamba. Il dolore alla tiro può verificarsi mentre si tenta di alzarsi da una sedia. All'inizio della malattia, i sintomi non sono particolarmente pronunciati, ma con la progressione degli attacchi di dolore diventano più frequenti.
    • L'articolazione dell'anca può infiammare sia a causa di una lesione diretta e l'introduzione di microbi patogeni nell'articolazione (che cade su un oggetto appuntito), sia secondariamente quando i microbi vengono portati da un'altra fonte di infezione purulenta. L'artrite infettiva (infiammazione dell'articolazione) porta a un forte dolore all'articolazione, che rende impossibile muoversi in essa. Quando un femore è dislocato, una fessura o una frattura causa anche un dolore estremamente grave nell'articolazione.
    • Tessuto osseo Talvolta il tessuto osseo e altri tessuti dell'articolazione dell'anca possono essere influenzati da un'infezione tubercolare. In questo caso, il dolore all'inizio della malattia non è espresso, ma la distruzione dei tessuti dell'articolazione può aumentare significativamente. Inoltre, il tessuto osseo può subire una lesione necrotica purulenta (osteomielite). In questo caso, la sindrome del dolore è uno dei sintomi principali.