Sindrome tonica: sintomi e trattamento

La sindrome tonica muscolare è considerata una delle manifestazioni più comuni dell'osteocondrosi. Spesso, questa condizione è associata a disagio nella colonna vertebrale. Successivamente, analizziamo ciò che costituisce una sindrome muscolo-tonica. I sintomi e la terapia saranno trattati anche nell'articolo.

Informazioni generali

La sindrome tonica è uno spasmo. Sorge spontaneamente sullo sfondo delle patologie degenerative della colonna vertebrale. Di regola, la sindrome muscolo-tonica è causata dall'irritazione dei nervi adatti alla capsula superiore delle fibre intervertebrali. Sullo sfondo di un lungo carico statico, la muscolatura è in tensione costante. Ciò provoca un disturbo del deflusso venoso e la formazione di edema nei tessuti. I muscoli tesi e tesi iniziano a esercitare pressione sui vasi sanguigni e sui recettori nervosi, il che porta allo sviluppo del dolore. Lui, a sua volta, contribuisce ad aumentare lo spasmo, limitando ulteriormente la gamma di movimento. Di conseguenza, si forma un circolo vizioso: spasmo-gonfiore-dolore-spasmo. Tuttavia, in alcuni casi, questa condizione agisce come una reazione protettiva del corpo all'influenza esterna sulle ossa scheletriche sullo sfondo di varie malattie. Tuttavia, uno spasmo prolungato diventa patologico nel tempo, quindi dovrebbe essere eliminato il prima possibile. Altrimenti, lo spasmo può causare cambiamenti e disfunzione dei muscoli.

classificazione

La sindrome muscolo-tonica è accompagnata da accorciamento e compattazione delle fibre. La conseguenza di ciò è una restrizione nel movimento delle strutture di supporto. La sindrome muscolo-tonica può essere locale, diffondendosi a una certa parte della muscolatura o diffusa (con il coinvolgimento dell'intera struttura). Inoltre, uno spasmo di tipo regionale o generalizzato - flessori ed estensori. A seconda dell'intensità, viene emesso un tono muscolare moderato o maggiore. Nel primo caso, c'è dolore quando viene toccato e vengono trovati sigilli. Sullo sfondo dell'iper-tono pronunciato, le fibre diventano molto dense. Il contatto è accompagnato da un forte dolore, aggravato dal massaggio o dall'esposizione al calore. Hypertonus può essere complicato e semplice. Nel secondo caso, il dolore è notato solo nel muscolo e nel primo può spostarsi nelle aree adiacenti. Il meccanismo di questa manifestazione è l'ischemia sullo sfondo dello spasmo delle fibre. In questo caso, la microcircolazione è disturbata e le formazioni vascolari e neurali sono compresse.

Sindrome vertebrogena muscolare-tonica

Questa reazione è caratteristica di alcune parti del corpo. In particolare, si verifica nei seguenti muscoli:

  • occipitale-vertebrale (specialmente inferiore obliquo);
  • sacrospinoso;
  • scala;
  • sezioni trapezoidali superiori;
  • sternoclavicular-mastoide;
  • semi-osseo e partizionato;
  • i neonati;
  • succlavia;
  • dentatura obliqua e anteriore dell'addome;
  • ileopsoas;
  • semitendinoso;
  • pera;
  • bicipiti e muscoli della coscia palmati e altri.

Fibre della testa della scala inferiore obliqua e anteriore

La sindrome muscolo-tonica del rachide cervicale contribuisce alla formazione di condizioni favorevoli per lo sviluppo del complesso del tunnel clinico. È accompagnato dall'irritazione del fascio neurovascolare e dalla violazione del tipo di conduttore nell'area dell'innervazione del nervo ulnare. Di regola, il disturbo è unilaterale. Quando la testa è estesa e girata, l'intensità del dolore aumenta. Uno spasmo delle fibre oblique inferiori è caratterizzato da aumentate manifestazioni quando la testa si muove lungo l'asse verso destra e sinistra. La sindrome muscolo-tonica cervicale è spesso accompagnata da irritazione del nervo occipitale e spasmo nelle arterie.

Gabbia toracica

Con la sindrome nella parete anteriore il dolore stimola l'immagine dell'angina. Tuttavia, in contrasto con la vera patologia cardiaca, l'esame non rivela cambiamenti sull'ECG. Per questa condizione è anche caratterizzata da una diminuzione dell'intensità del dolore nel processo di movimento. La diagnosi di questa sindrome viene eseguita in associazione con l'eccezione delle patologie cardiovascolari. Quando si verifica ipertonia delle piccole fibre pettorali, la compressione si verifica nel plesso brachiale, nella regione succlavia e nell'arteria. Ciò porta a disturbi circolatori e comunicazione nervosa nell'arto. Il risultato è intorpidimento e debolezza dei muscoli nelle parti inferiori della mano. Per la sindrome scapolare-costola è caratterizzata da dolore nella parte superiore della scapola e una diminuzione del volume del suo movimento. Poiché i fattori provocatori sono cambiamenti nella natura degenerativa del collo dell'utero. Inoltre, la condizione può essere causata da sinovite dei muscoli della scapola.

coscia

La sindrome delle fibre a forma di pera appare a causa della compressione nel nervo sciatico del muscolo. Le sensazioni in questa condizione assomigliano ai segni di sciatica. La sindrome può essere accompagnata da intorpidimento alle gambe. Spesso c'è ipertonicità dei muscoli, che fornisce tensione sulla fascia larga della coscia. In questo caso viene diagnosticato un cambiamento degenerativo nella regione lombare. La condizione è anche associata a patologie dell'articolazione dell'anca e disturbi nelle strutture sacro-iliache.

indietro

La sindrome muscolo-tonica della colonna lombare può essere associata a cambiamenti degenerativi in ​​essa, e con blocchi nei muscoli, e con organi anormali della cavità addominale e della pelvi. Spasmi convulsivi (crampi) degli estensori di solito si verificano nella parte centrale della schiena. Possono avere durate diverse. In alcuni casi, il dolore ricorda l'angina.

Sindrome muscolo-tonica: trattamento

La terapia è principalmente finalizzata all'eliminazione della patologia che ha provocato la condizione. Spesso l'eliminazione degli spasmi contribuisce alla dinamica positiva della malattia. I pazienti sono raccomandati le seguenti misure terapeutiche:

  • Indossare prodotti ortopedici e l'uso di cuscini speciali.
  • Effetti della droga I rilassanti muscolari hanno lo scopo di alleviare lo spasmo. Questi includono, in particolare, farmaci come "Baclofen", "Sirdalud", "Mydocalm". Sono anche raccomandati i FANS con la capacità di alleviare il dolore. Tra questi vengono spesso prescritti farmaci come "Ibuprofen", "Voltaren", "Movalis".
  • Iniezioni locali con l'uso di anestetici. In alcuni casi, i corticosteroidi sono co-somministrati. Le iniezioni contribuiscono all'interruzione dei punti di innesco degli impulsi patologici.
  • Terapia manuale e massaggio. Queste procedure contribuiscono alla normalizzazione del tono, al ripristino della mobilità nei segmenti motori.
  • Agopuntura. Attraverso l'uso di questo metodo, il numero di farmaci presi viene significativamente ridotto, la conduttività dei nervi viene normalizzata e il dolore viene eliminato.
  • fisioterapia.
  • Esercitare la terapia.

Ciò che è più spesso causato dalla sindrome tonica muscolare

La sindrome muscolo-tonica è caratterizzata da uno spasmo muscolare che si manifesta in modo riflessivo, principalmente nello sviluppo di malattie degenerative della colonna vertebrale, così si verifica l'irritazione del nervo che innerva la parte esterna della capsula nervosa intervertebrale.

La sindrome del dolore muscolo-tonico è una manifestazione comune dell'osteocondrosi.

Inoltre, la sindrome si verifica quando un carico eccessivo sul retro o con carichi statici prolungati. Poiché durante carichi statici prolungati i muscoli sono costantemente sotto tensione, vi è una violazione del deflusso venoso e la formazione di edema dei tessuti che circondano il muscolo.

Il gonfiore si verifica a causa di spasmi muscolari. I muscoli spasmodici densi comprimono i recettori nervosi e i vasi situati all'interno delle fibre muscolari, il che porta alla comparsa di una sindrome dolorosa persistente.

Riflessivamente, a causa del dolore, lo spasmo muscolare sta crescendo ancora di più. Si forma un circolo vizioso tra spasmo, gonfiore dei tessuti e manifestazioni dolorose.

Tuttavia, lo spasmo muscolare persistente a lungo termine passa da una reazione difensiva a un processo patologico e può portare a cambiamenti nei muscoli e compromettere la loro funzione.

La manifestazione della sindrome è caratterizzata dalla tensione muscolare, dalla sua compattazione e accorciamento, a seguito della quale viene ridotta la gamma di movimenti.

Esistono due tipi di aumento del tono muscolare:

  • diffuso, caratterizzato da coinvolgimento locale limitato del muscolo;
  • muscoli generalizzati, coinvolti e flessori e muscoli estensori.

Il tono muscolare aumentato può essere moderato e pronunciato. Con ipertonia moderata - il muscolo è doloroso alla palpazione, nel muscolo c'è un ispessimento.

Quando espresso - il muscolo è molto denso e doloroso alla palpazione, il massaggio e il calore portano ad un aumento del dolore. Distinguere anche tra tono muscolare potenziato e non complicato.

Non complicato è caratterizzato dall'insorgenza del dolore solo nel muscolo e complicato dall'irradiazione del dolore nelle aree vicine. La causa del dolore nella versione complicata è una violazione della microcircolazione e della compressione delle strutture vascolari e neurali.

Spesso, con la sindrome muscolo-tonica, si formano i punti trigger, che sono un segno della comparsa della sindrome del dolore miofasciale.

Il balsamo sportivo Dikul per articolazioni è una bacchetta magica per molti atleti e persone che lavorano duro e duro.

Perché è importante identificare e iniziare il trattamento in tempo utile per la diagnosi della sindrome lombare radicolare?

Tipi di sindrome

Le sindromi musculo-tonico più comuni:

  1. Parete anteriore del petto. Caratterizzato dalla simulazione delle manifestazioni del dolore nell'angina. Si differenzia dall'angina dall'assenza di variazioni dell'ECG. Quando si muove, il dolore diminuisce.
  2. Muscolo scaleno anteriore. Caratterizzato da un aumento del tono dei muscoli scaleni, possibilmente la formazione della sindrome del tunnel. Con questa sindrome si verifica l'irritazione del fascio neurovascolare e la violazione dell'innervazione del nervo ulnare. C'è un aumento delle manifestazioni dolorose quando si gira e si raddrizza la testa. Spesso la sindrome colpisce un lato.
  3. Muscoli della testa obliqui più bassi. È caratterizzato da dolori nella regione del collo dal lato del muscolo spasmo e il loro rafforzamento quando la testa gira.
  4. Piccolo muscolo pettorale. Caratterizzato dall'abduzione eccessiva della spalla e dal suo spostamento alle costole. Di conseguenza, il plesso e l'arteria brachiale sono schiacciati, il che a sua volta causa un disturbo nell'afflusso di sangue e l'innervazione dell'arto.
  5. Sindrome del muscolo della pera È caratterizzato dalla compressione del nervo sciatico da parte di un muscolo della coscia rotante. Il dolore in questa sindrome è simile al dolore nella radicolite. A volte c'è una sensazione di intorpidimento nell'arto inferiore.
  6. Il muscolo ileopsoas. È caratterizzato dalla presenza di alterazioni degenerative della colonna lombare e dei blocchi muscolari nel segmento toracolombare. Può essere associato a malattie che colpiscono la cavità addominale e gli organi pelvici.
  7. Sindrome scapolare-costale. È caratterizzato dal dolore nel punto di proiezione dell'angolo superiore della scapola, dallo scricchiolio e da una diminuzione del volume dei movimenti. Questa sindrome sorge a causa di alterazioni degenerative della colonna cervicale.
  8. Muscoli della sindrome, allungando la fascia larga della coscia. È caratterizzato dalla presenza di alterazioni degenerative della colonna lombare, che possono manifestarsi in modo riflessivo, a causa di malattie articolari dell'anca o di cambiamenti nelle articolazioni sacro-iliache.
  9. Spasmi convulsivi del muscolo gastrocnemio. Ultimi pochi secondi o pochi minuti. La rapida flessione del piede spesso agisce come un fattore provocante.
  10. Spasmi convulsi della schiena. Caratterizzato dalla localizzazione principalmente nel mezzo della schiena. Ci sono varie durata. Nei muscoli estensori si trovano spesso punti trigger.
  11. Lumbodinia con sindrome muscolo-tonica. È caratterizzato da dolore subacuto o cronico nella regione lombare. Si verifica a causa della violazione delle radici nervose del midollo spinale durante l'esercizio di curve strette, sollevamento pesi, lesioni, ecc. Può manifestarsi, sia a destra che a sinistra.
  12. Cervicalgia con sindrome muscolo-tonica. La sindrome tonica muscolare del rachide cervicale è caratterizzata da dolore al rachide cervicale, accompagnato da una restrizione della mobilità del collo, dolore e spasmo dei muscoli del collo. A volte si verificano vertigini e disturbi visivi. Spesso la malattia si verifica all'improvviso. Nei bambini, questa sindrome non si verifica quasi mai.

Segni e sintomi

La sindrome ha sintomi caratteristici, tra cui il principale è il dolore doloroso, che può diffondersi in ampie parti del corpo del paziente.

L'intero lato destro o sinistro della schiena può ferire, e forse l'intera regione cervicale con la parte superiore della schiena. Molto raramente, di solito durante le riacutizzazioni, il paziente è in grado di indicare con precisione la posizione del dolore.

Poiché il dolore è così comune, è molto difficile tollerarlo. In una persona che soffre di questa sindrome, il sonno è disturbato. Non riesce a dormire tutta la notte in cerca di una posizione meno dolorosa.

Un sintomo molto tipico della sindrome muscolo-tonica pronunciata è la presenza di noduli muscolari, luoghi del più grande dolore.

Sono chiamati punti trigger. Con un lungo processo nelle fibre muscolari colpite, si depositano sali di calcio che si manifestano sotto forma di densi dolorosi formazioni.

Metodi di trattamento del dolore

Il trattamento della sindrome muscolo-tonica dovrebbe iniziare con l'eliminazione della causa dello spasmo muscolare, cioè per curare la malattia principale.

Pertanto, il trattamento dipenderà dalla condizione patologica che lo ha portato.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica è usata per trattare lo spasmo muscolare.

Assegna miorilassanti, farmaci che causano il rilassamento muscolare. Questi includono Mydocalm e Sirdalud. I farmaci antinfiammatori non steroidei, come il voltaren, sono usati per ridurre il dolore e alleviare l'infiammazione.

A volte eseguono iniezioni locali di antidolorifici e glucocorticoidi per fermare la formazione di impulsi che si formano nei punti trigger.

Tecniche aggiuntive

L'uso della terapia manuale e del massaggio normalizza il tono muscolare e contribuisce quindi alla riduzione del dolore.

L'agopuntura aiuta a normalizzare la conduzione degli impulsi lungo le fibre nervose, riducendo anche il dolore. A volte, vengono utilizzate speciali cose ortopediche per ridurre il carico sulla colonna vertebrale.

Varie procedure fisioterapiche, come l'elettroforesi e le correnti diadinamiche, aiutano a migliorare la circolazione del sangue nei muscoli.

Per i dischi erniati, viene eseguito un trattamento chirurgico.

Esistono metodi speciali, come la termodiscoplastica laser, quando viene eseguita, i dischi intervertebrali modificati vengono irradiati con un laser speciale.

Questa procedura provoca la crescita delle cellule della cartilagine e quindi accelera il processo di recupero. Applicare questo metodo per il trattamento della sindrome del muscolo della pera.

prevenzione

Per la prevenzione di spasmi dolorosi utilizzati fisioterapia. Dopo la terapia per la prevenzione degli spasmi e il mantenimento del tono muscolare, gli esercizi di fisioterapia sono prescritti con una serie speciale di esercizi.

In caso di sintomi della sindrome, consultare un medico il più presto possibile. Con un trattamento tempestivo, può essere prevenuta la comparsa di spasmi muscolari persistenti.

Sindrome tonica

La sindrome muscolo-tonica è una manifestazione frequente di osteocondrosi. A volte il dolore nella colonna vertebrale non è associato a un ernia del disco o protrusione, vale a dire con la sindrome muscolo-tonica. Sindrome muscolo-tonica - spasmo muscolare doloroso che si manifesta in modo riflessivo e di solito nelle malattie degenerative della colonna vertebrale è associato ad irritazione del nervo che innerva la parte esterna del cappuccio fibroso del nervo intervertebrale (nervo Lyushka). Inoltre, la sindrome muscolo-tonica può verificarsi a causa di carico eccessivo sul dorso o prolungato carico statico (violazione della postura e della postura). I muscoli con carico statico prolungato sono in tensione costante, il che porta a una violazione del deflusso venoso e alla formazione di edema dei tessuti che circondano i muscoli. L'edema è una conseguenza dello spasmo muscolare. I muscoli tesi e densi influenzano i recettori nervosi e i vasi nei muscoli stessi, il che porta allo sviluppo di una sindrome dolorosa persistente. Il dolore, a sua volta, in un modo riflesso causa un aumento dello spasmo muscolare e quindi limita ulteriormente la gamma di movimento. Si forma un circolo vizioso - spasmo - gonfiore dei tessuti - manifestazioni del dolore - spasmo. Ma a volte lo spasmo muscolare di una natura riflessa è una reazione protettiva del corpo agli effetti esterni sulle ossa dello scheletro (protezione dei nervi vascolari e degli organi interni) in varie malattie. Ma uno spasmo muscolare di lunga durata da una reazione protettiva si trasforma in uno patologico e quindi è necessario rimuovere tale spasmo, poiché uno spasmo di lunga durata può portare a cambiamenti nei muscoli e compromissione delle loro funzioni. La sindrome muscolo-tonica è caratterizzata da tensione muscolare e accorciamento e, di conseguenza, una riduzione della gamma di movimento nelle strutture di supporto. L'aumento del tono muscolare può essere localizzato con il coinvolgimento dell'area muscolare diffusa (tono in questo muscolo). Inoltre, ci sono regionali e generalizzati - spasmo muscolare come flessori ed estensori. L'intensità del tono aumentato può essere sia moderata che grave. Con ipertoni moderati, si nota dolore muscolare durante la palpazione e si nota l'ispessimento muscolare. Con ipertonia pronunciata, l'intero muscolo diventa molto denso e doloroso, e il massaggio o il calore intensificano solo il dolore. Ci sono ipertonicità complicata e senza complicazioni dei muscoli. Con un tono non complicato, il dolore è localizzato solo nel muscolo e, con un dolore complicato, può irradiarsi nelle aree vicine. Il meccanismo del dolore nell'ipertono complicato è associato a manifestazioni ischemiche nel muscolo spastico (alterata microcircolazione, compressione delle formazioni neurovascolari). Spesso con la sindrome muscolo-tonica, la formazione di punti trigger, che sono un segno della formazione della sindrome del dolore miofasciale. Le sindromi muscolo-tonico più comuni sono le seguenti sindromi:

  1. Sindrome del muscolo scaleno anteriore. Questa sindrome è dovuta al tono aumentato di questo muscolo. Con ipertonicità di questo muscolo, si verificano le condizioni per la formazione di una sindrome del tunnel (tra la prima costola e il muscolo scaleno) con irritazione del fascio neurovascolare con una violazione di tipo conduttore nella zona di innervazione del nervo ulnare. Quando si gira e si raddrizza la testa, aumentano le manifestazioni dolorose. Di regola, la sindrome si verifica da un lato.
  2. Sindrome del muscolo obliquo inferiore della testa. Questa sindrome è caratterizzata da dolori nella parte posteriore della testa sul lato del muscolo spastico e il loro rafforzamento quando la testa viene girata. Spesso questa sindrome è accompagnata da irritazione del nervo occipitale e spasmo dell'arteria vertebrale.
  3. Sindrome della parete anteriore del torace. Le manifestazioni di dolore in questa sindrome simulano un quadro di stenocardia, ma a differenza della vera cardiialgia, non ci sono cambiamenti sull'ECG. Inoltre, questa sindrome è caratterizzata da una riduzione del dolore durante il movimento. La diagnosi di questa sindrome è abbastanza difficile ed è possibile solo dopo l'esatta esclusione della cardiopatia.
  4. Sindrome di un piccolo muscolo pettorale. Questa sindrome si manifesta con l'abduzione eccessiva della spalla e il suo spostamento alle costole. Quando ciò accade, la compressione del plesso brachiale e nella parte succlavia e l'arteria che porta alla rottura dell'afflusso di sangue nell'arto e la violazione dell'innervazione. Di conseguenza, intorpidimento della parestesia e debolezza muscolare nelle parti distali dell'arto superiore.
  5. Sindrome scapolare-costale. È caratterizzato da dolore nell'angolo superiore della scapola crunch quando si sposta la scapola una diminuzione del volume dei movimenti. La causa della sindrome è rappresentata da alterazioni degenerative del rachide cervicale (C3-C4 e C7). Inoltre, la causa di questa sindrome può essere correlata alla sinovite dei muscoli della scapola.
  6. Sindrome del muscolo della pera La causa di questa sindrome è la compressione del nervo sciatico da parte di un muscolo che ruota la coscia verso l'esterno nella regione dell'orifizio inferiore (il nervo sciatico e l'arteria glutea passano lì). Il dolore nella sindrome del muscolo a forma di pera ricorda il dolore nella radicolite. Inoltre, potrebbe esserci intorpidimento all'arto inferiore.
  7. Muscoli della sindrome, allungando la fascia larga della coscia. L'insorgenza di questa sindrome è associata a alterazioni degenerative della colonna lombare e può anche essere di natura riflessa nei casi di malattie articolari dell'anca o di cambiamenti nelle articolazioni sacro-iliache.
  8. Sindrome del muscolo ileopsoas. La formazione di questa sindrome è associata sia a cambiamenti degenerativi della colonna lombare, sia a causa dei blocchi muscolari nel segmento toracolombare o con malattie della cavità addominale e degli organi pelvici.
  9. Crampi (spasmi convulsi) del muscolo gastrocnemio. La durata di un crump può essere da secondi a minuti. Il fattore provocante potrebbe essere una forte flessione del piede. Si ritiene che la causa del crump abbia subito lesioni alla testa. A volte Krampy può essere in presenza di insufficienza venosa o arteriosa degli arti inferiori.
  10. Estensori Krumpy della schiena. Di regola, questi sono spasmi in qualsiasi parte del muscolo, più spesso nel mezzo della schiena. Tali spasmi possono durare fino a diversi minuti, ei dolori a volte richiedono la necessità di differenziare dal dolore cardiaco (angina). I punti trigger si trovano spesso nei muscoli estensori.

diagnostica

  1. La storia della malattia, i disturbi del paziente (durata del dolore, intensità del dolore, natura del dolore, connessione con il movimento o altri fattori provocatori.
  2. Valutazione dello stato neurologico. Lo stato dei muscoli la presenza di aree di spasmi o punti dolorosi (innesca) la mobilità dei segmenti spinali del movimento causando un aumento del dolore.
  3. Radiografia della colonna vertebrale (nello studio del rachide cervicale può condurre con test funzionali.La radiografia consente di rilevare marcati cambiamenti degenerativi (nel tessuto osseo).
  4. RM e TC. Questi studi sono necessari per visualizzare i cambiamenti degenerativi nei tessuti molli (protrusione del disco erniato, presenza di compressione delle strutture neurali)
  5. EMG: lo studio consente di determinare il grado di disturbo della conduzione nei nervi e nei muscoli.

trattamento

Il trattamento per le sindromi muscolo-tonico è principalmente finalizzato al trattamento della malattia di base che ha causato lo spasmo muscolare. Ma spesso la rimozione dello spasmo muscolare porta ad una dinamica positiva della malattia stessa. Inoltre, lo spasmo muscolare prolungato porta alla formazione di un circolo patologico chiuso. E così il compito del paziente il più rapidamente possibile per vedere un medico ed eliminare lo spasmo muscolare. Si raccomandano le seguenti misure terapeutiche:

  1. Prodotti ortopedici Indossare un corsetto (regione lombare) o un collare Schantz per scaricare le corrispondenti sezioni spinali. Uso di cuscini ortopedici
  2. Trattamento farmacologico Per ridurre lo spasmo muscolare, è possibile utilizzare rilassanti muscolari come mydocalm, sirdalud, baclofen. I FANS (movalis, voltaren, ibuprofen, ecc.) Aiutano a ridurre il dolore e ridurre l'infiammazione.
  3. Iniezioni locali di anestetici, a volte insieme a corticosteroidi, aiutano a interrompere gli impulsi patologici dei punti trigger.
  4. Il massaggio e la terapia manuale sono piuttosto efficaci nella sindrome muscolare e tonica. Questi metodi consentono di normalizzare la mobilità dei muscoli dei segmenti motori ed eliminare così la causa del dolore.
  5. L'agopuntura è un metodo ben collaudato per il trattamento delle sindromi muscolo-tonico. Il metodo, soprattutto, aiuta a minimizzare l'assunzione di farmaci, normalizza la conduttività delle fibre nervose e allevia il dolore.
  6. Fisioterapia. Procedure come elettroforesi e magnetoterapia DDT SMT possono ridurre il gonfiore dei tessuti, migliorare la circolazione sanguigna e ridurre il dolore.
  7. Esercitare la terapia. Dopo aver ridotto la sindrome del dolore, un complesso di esercizi aiuta a normalizzare il tono muscolare del corsetto muscolare ed è la prevenzione degli spasmi muscolari.

L'uso dei materiali è consentito con l'indicazione del collegamento ipertestuale attivo alla pagina permanente dell'articolo.

Sindrome muscolo-tonica: sviluppo, manifestazioni, diagnosi, trattamento

La sindrome muscolo-tonica è un complesso complesso di sintomi causato dalla sollecitazione eccessiva delle fibre muscolari, dalla comparsa di corde dolenti e dense nel loro spessore. Questo è un aumento compensatorio del tono muscolare che si verifica nella zona di innervazione del segmento spinale interessato. Lo spasmo muscolare si verifica spontaneamente durante la compressione e l'irritazione di una certa fibra nervosa. La causa dello sviluppo della malattia più spesso sono fenomeni degenerativi e distrofici nella colonna vertebrale, che si verificano sotto forma di osteocondrosi o spondilosi.

La malattia si sviluppa più spesso con la sconfitta delle strutture cervicali. La sua manifestazione principale è il dolore - cervicalgia. La sindrome del dolore ha un carattere acuto. Aumenta con il movimento della testa ed è accompagnato da cefalea, vertigini, diminuzione dell'acuità visiva. La colonna cervicale è interessata molto più spesso nei segmenti toracico e lombare. Le sue vertebre sono molto mobili e circondate da un'abbondanza di muscoli. Sono in grado di fare movimenti in varie direzioni. I tronchi neurovascolari del collo hanno una posizione speciale, che svolge anche un ruolo nello sviluppo di questa patologia. La depressione e lo stress provocano la sindrome psico-vegetativa, che si manifesta con distonia dei muscoli del collo, del viso e della testa, portando alla comparsa di dolore alla testa e ad altri sintomi della sindrome.

Le malattie degli organi situati nella cavità toracica sono accompagnate da cambiamenti nel tono e tensione eccessiva dei muscoli corrispondenti. La patologia dei reni, degli organi urinari e del sistema riproduttivo si manifestano a causa di disturbi della sfera sessuale, sindrome del dolore e sovraccarico dei muscoli della regione sacro-lombare.

Tipi di patologia:

  • Sindrome lieve - il dolore si manifesta solo quando vengono toccati dolorosi indurimenti nel muscolo;
  • Sindrome grave - il dolore diventa insopportabile ad ogni tocco, la sua intensità aumenta quando si sfrega la parte interessata, le fibre muscolari assomigliano a fili fibrosi.

la formazione di foche nei muscoli con la progressione della sindrome muscolo-tonica

  1. Locale: danni a un muscolo o alla sua unica area;
  2. Diffuso: sconfiggi un intero gruppo di muscoli.

Eziologia e patogenesi

La patologia ha un'origine vertebrale ed è una conseguenza dell'osteocondrosi. Quando i recettori del dolore sono irritati, si verifica un disagio, che si sviluppa gradualmente in un dolore lancinante e insopportabile. In risposta al suo aspetto, lo spasmo dei muscoli interessati. Spasmo lungo - la causa del dolore. Quindi chiude il circolo vizioso che sta alla base di questa malattia.

Malattie che manifestano segni di patologia:

  • Infiammazione spinale con mobilità limitata
  • Ernia intervertebrale,
  • Artrosi delle articolazioni
  • Spondilite anchilosante,
  • Scoliosi, cifosi, lordosi,
  • Sindrome miofasciale
  • Lesione spinale traumatica,
  • Infiammazione del rivestimento del cervello,
  • Ictus emorragico,
  • Zagoplastica o ascesso epidurale,
  • Malattie autoimmuni del tessuto connettivo.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia:

  1. essere prolungato nella posizione sbagliata
  2. violazione della postura,
  3. mancanza di esercizio fisico,
  4. sovraccarico fisico
  5. dama
  6. scoppi di emozione
  7. carenze vitaminiche,
  8. fumo di tabacco
  9. deformità degli arti inferiori
  10. eccesso di peso
  11. nutrizione squilibrata.

La sindrome cervico-tonico-muscolare spesso si sviluppa nelle persone che lavorano al computer, negli impiegati e in tutti coloro che hanno uno stile di vita sedentario, che lavorano nella stessa posizione con una posizione di testa fissa. Capispalla pesante, stretto colletto della camicia e cravatta stretta esercitano pressione sulla struttura del collo, che contribuisce anche allo sviluppo della patologia.

Lo sviluppo della sindrome lombare contribuisce a scavare eccessivamente la terra, a sollevare pesi, a camminare a lungo. Un letto scomodo provoca il suo aspetto, un'impostazione atipica del piede, scarpe che non sono della misura giusta.

Collegamenti patologici patogenetici:

  • Cambiamenti degenerativo-distrofico nella colonna vertebrale,
  • Irritazione dei recettori del dolore localizzati vicino al disco intervertebrale e lungo l'apparato legamentoso della colonna vertebrale,
  • Contrazione muscolare spasmodica
  • Eccessiva tensione muscolare,
  • Violazione del flusso di sangue
  • Gonfiore dei tessuti
  • Aumentare il dolore
  • Spasmo muscolare lungo,
  • Spremere i muscoli compatti neurovascolari compattati,
  • Fame di ossigeno
  • distrofia,
  • Disfunzione dei muscoli interessati
  • Morire di fibre muscolari
  • Sostituzione del muscolo con tessuto connettivo
  • Cicatrici - la formazione di corde dure,
  • Limitazione della mobilità spinale
  • Rafforzare le manifestazioni della sindrome.

Lo spasmo muscolare indica la presenza di una malattia della schiena, che prima o poi si manifesterà. L'osteocondrosi senza trattamento procede costantemente.

Quadro clinico

Manifestazioni di patologia derivanti da lesioni del rachide cervicale:

  1. Pesantezza e disagio al collo,
  2. cervicalgia,
  3. Difficoltà nel girare e piegare la testa,
  4. Un mal di testa acuto o pressante, opaco che non è suscettibile agli anestetici e si estende dalla regione occipitale al temporale,
  5. La formazione di foche nel tessuto muscolare
  6. Quando i muscoli palpanti assomigliano a un tubo di gomma,
  7. Gonfiore del collo,
  8. Picchi di pressione sanguigna,
  9. Un crunch al collo che si verifica quando muovi la testa,
  10. Diminuzione dell'acuità visiva
  11. Perdita dell'udito
  12. Parestesia delle mani e del viso.

Il dolore è il sintomo principale della patologia. Ha una natura fastidiosa, noiosa, dolorosa e grande prevalenza. I pazienti possono specificare un sito specifico di dolore. Quando si preme il punto di dolore, aumenta il disagio. I sentimenti dolorosi vengono trasferiti estremamente duramente. I pazienti sviluppano l'insonnia a causa della costante ricerca di una postura favorevole. Si stancano, sono esausti, cadono nella disperazione, si tuffano nella depressione. In quei luoghi dove il dolore è più pronunciato, si formano i centri di compattazione dovuti alla deposizione di sali di calcio.

La cervicalgia con sindrome muscolo-tonica ha un diverso grado di gravità. A volte le condizioni del paziente peggiorano a tal punto che i suoi occhi diventano torbidi, c'è una debolezza generale e una sensazione di pesantezza nella regione occipitale, che il paziente confronta con la sensazione di un elmetto sulla sua testa. Un forte dolore al collo dà sul lato sinistro o destro della testa. La palpazione sulla parte posteriore del collo rivela fili stretti e dolorosi. Queste sono formazioni piuttosto dense e grossolane che assomigliano al tocco di un fuso. Mentre la patologia progredisce, i pazienti iniziano a lamentarsi della comparsa di disagio nella spalla. Notano dolore locale, mobilità limitata dell'articolazione, maggiore sensibilità della pelle della zona della spalla. Il dolore durante il giorno è costante, il suo picco si verifica al mattino o alla sera. Quando si preme un dito sui legamenti intervertebrali, il dolore viene esacerbato. Le fibre muscolari spasmodiche si contraggono involontariamente. Con la prestazione attiva di varie azioni la spalla appare un crunch caratteristico. Lo stesso crunch si verifica con la sensazione di una ciocca sul collo. Il collo dei pazienti è simmetrico, ma gonfio. In futuro, notano intorpidimento, disagio e dolore al polso e alle dita.

Con lo sviluppo della patologia a livello del torace, il dolore è anche il sintomo principale. Accade improvvisamente e rende difficile inspirare ed espirare. La sindrome del dolore ricorda la cardialgia nelle malattie del sistema cardiovascolare. Di conseguenza, il biossido di carbonio si accumula nel sangue e si verifica l'ipossia. Sintomi di tali processi: vertigini, debolezza muscolare, crampi, apatia.

L'ipertonicità dei muscoli della colonna lombare si manifesta con un dolore lancinante che limita le prestazioni delle attività quotidiane, così come le parestesie e la debolezza delle gambe. È molto difficile per i pazienti piegarsi e piegarsi, alzarsi dal letto. Con la palpazione delle vertebre, il dolore aumenta.

Misure diagnostiche

La diagnosi di patologia consiste nell'ascoltare i reclami del paziente e nel raccogliere accuratamente l'anamnesi. Gli esperti stanno cercando di capire quanto dura la sindrome del dolore, quanto è intenso, quale carattere ha e come spasmi e movimenti sono interconnessi?

La determinazione dello stato neurologico del paziente è il prossimo passo nella diagnosi. In genere, i pazienti con sindrome muscolo-tonica mancano di sintomi cerebrali e focali, segni meningei. Viene determinata la palpazione dolorosa della giunzione craniovertebrale e dei punti paravertebrali a tutti i livelli. Toccando i muscoli con un martello a percussione è possibile rilevare il difetto.

Diagnostica strumentale e di laboratorio:

  • L'esame a raggi X della colonna vertebrale rivela cambiamenti degenerativi nel tessuto osseo.
  • Con l'aiuto di studi tomografici in grado di rilevare cambiamenti patologici nei muscoli e legamenti.
  • L'elettromiografia consente di identificare una violazione esistente della conduzione neuromuscolare.
  • Gli esami del sangue per i parametri paraclinici e biochimici sono procedure standard obbligatorie.
  • La biopsia e l'esame istologico delle fibre muscolari colpite viene effettuato secondo rigorose indicazioni mediche.

trattamento

La diagnostica e il trattamento della patologia sono effettuati da specialisti nel campo della neurologia. Il medico dopo l'esame del paziente effettua la diagnosi finale e prescrive il trattamento secondo i moderni metodi medici.

La sindrome tonica è incurabile. Le misure terapeutiche generali dovrebbero essere indirizzate alla malattia di base, che è diventata la causa principale degli spasmi muscolari. I pazienti mostrano una terapia sintomatica, che consente loro di tornare alla vita normale.

Gli esperti prescrivono ai seguenti gruppi di farmaci:

  1. FANS - Ketoprofen, Ibuprofen, Meloxicam, Movalis;
  2. Blocco di Novocain - l'introduzione di "Novocaine" nell'area colpita;
  3. I corticosteroidi sono prescritti sotto forma di iniezioni locali per alleviare il dolore e altri segni di infiammazione - "Kenalog", "Diprospan";
  4. Rilassanti muscolari per il rilassamento dei muscoli interessati - "Mydocalm", "Sirdalud";
  5. Condroprotettore - Alflutop, Teraflex;
  6. Le vitamine del gruppo B normalizzano i processi metabolici nel tessuto nervoso;
  7. Locali - unguenti e gel con NPVS: "Voltaren", "Nurofen", "Dolgit";
  8. Significa migliorare il flusso di sangue - "Actovegin", "Trental";
  9. Antispasmodici - Papaverin, Drotaverin;
  10. Antidepressivi e anticonvulsivanti per scopi medici individuali.

Queste medicine eliminano solo i sintomi. Non sono in grado di ripristinare completamente la cartilagine e hanno un effetto benefico sulla struttura della colonna vertebrale. Dopo che il dolore si attenua e la normalizzazione del tono muscolare, i pazienti tornano a una vita piena.

Oltre agli effetti farmacologici, la fisioterapia è ampiamente utilizzata.

  • Il massaggio elimina il dolore, ripristina la pervietà neuromuscolare nella zona interessata.
  • Corsetti speciali alleviare la compressione e alleviare la parte interessata della colonna vertebrale. Ti permettono di ottenere effetti ortopedici.
  • Tutti i pazienti, in particolare quelli che soffrono di cervicalgia, sono mostrati dormire su cuscini ortopedici. Con loro, la colonna vertebrale si rilassa e raddrizza il più possibile.
  • Esercizi e terapia fisica La terapia chinesiterapia aiuta ad evitare la recidiva della sindrome.
  • L'agopuntura normalizza la funzione delle fibre nervose ed elimina il dolore.
  • Magnetoterapia, terapia UHF, correnti diadinamiche ed elettroforesi migliorano l'effetto dell'esposizione al farmaco, riducono il dolore, migliorano la circolazione sanguigna, normalizzano il tono muscolare.

Se un trattamento così complesso non dà l'effetto previsto, il paziente ha bisogno dell'aiuto di un chiropratico o di un chirurgo.

Solo rimuovendo la fonte della malattia, puoi liberarti della sindrome muscolare e tonica. Rilevando un sollievo temporaneo dall'uso di anestetici, molti pazienti interrompono il trattamento e la malattia continua a progredire. Liberarsi da patologie come osteocondrosi e altri processi degenerativi è molto difficile, e talvolta semplicemente impossibile. Ecco perché dovresti fare ogni sforzo per mantenere la loro salute a un livello ottimale.

Misure preventive per questa patologia - praticare sport praticabili, camminare su lunghe distanze, una corretta alimentazione. L'allenamento fisico generale è il fondamento di un corpo sano. Rafforzare i muscoli della schiena, regolare esercizio fisico, facilità di lavoro e letto aiutano a evitare lo sviluppo della sindrome.

Sindrome tonica

Al momento, la sindrome muscolo-tonica viene diagnosticata in un gran numero di persone che soffrono di malattie nella colonna vertebrale. Questi spiacevoli sintomi sono una tensione muscolare abbastanza stabile e di lunga durata, che contribuisce alla formazione di sigilli speciali, che sono estremamente dolorosi per rispondere alla pressione e al contatto. In determinate situazioni, la condizione sarà la norma ed è associata a uno stress intenso sui muscoli, ma a volte il disagio indica patologie gravi che richiedono un trattamento appropriato.

Cos'è un

La sindrome muscolo-tonica è uno spasmo muscolare riflesso associato a malattie della colonna vertebrale, principalmente osteocondrosi. Quando la curvatura e i cambiamenti di natura degenerativa vengono diagnosticati nella colonna vertebrale, le fibre nervose vengono bloccate, causando una contrazione muscolare involontaria, diventano tese e dolorose.

La condizione si verifica quando ci sono difficoltà con la colonna vertebrale, così come con un sovraccarico significativo. Ad esempio, quando una persona svolge lezioni in palestra, senza tener conto del suo allenamento e sovraccarico dei muscoli. Ciò accade mentre si indossano pesi per un lungo periodo di tempo. In questa situazione, il flusso sanguigno viene interrotto a causa della costante tensione muscolare e si verifica gonfiore, peggiorando la salute.

Quando lo spasmo nei muscoli si manifesta di nuovo, lo stato si trasformerà in una patologia pericolosa, poiché i tessuti non riceveranno la nutrizione necessaria, si verificherà un'atrofia.

motivi

Prima di iniziare a trattare la sindrome muscolo-tonica, è necessario identificare i fattori che provocano la sua insorgenza. Va tenuto presente che la patologia (ad esempio, a causa di depressione, situazioni stressanti) all'interno del corpo interromperà la regolazione del tono muscolare nei muscoli cervicali, facciali e cerebrali. Pertanto, nella testa si formano sensazioni dolorose. I sintomi sgradevoli compaiono nelle seguenti malattie:

  • lombalgia;
  • spondilosi (crescita spinosa del tessuto osseo nelle vertebre);
  • protrusione o ernia intervertebrale;
  • artrosi delle articolazioni;
  • spondilite anchilosante o spondilite anchilosante;
  • malfunzionamenti nel funzionamento dei giunti ad arco;
  • sindrome miofasciale;
  • lesione alle vertebre cervicali;
  • osteomielite, meningite, emorragia, ascesso.

Spesso, questa condizione appare dopo un carico intenso, in particolare con una tensione muscolare statica prolungata. Posizionamento improprio del corpo a causa della curvatura della colonna vertebrale o debolezza muscolare nella parte posteriore porta alla fatica. I muscoli tesi, non possono rilassarsi, perché il deflusso del sangue venoso sarà disturbato.

Tipi di sindrome

Dato il luogo di concentrazione del dolore, si distinguono i seguenti tipi di sindrome muscolo-tonica:

  • Parete anteriore del petto. Segnato dalla simulazione del dolore durante l'angina. La differenza dall'angina stessa sarà l'assenza di cambiamenti nel cardiogramma. Durante il movimento, il disagio è ridotto.
  • Muscolo scaleno anteriore. È caratterizzato da un aumento del tono dei muscoli scaleni, a volte si forma la sindrome del tunnel. In questa condizione, il fascio neurovascolare è irritato e l'innervazione nel nervo ulnare è disturbata. Le sensazioni dolorose sono aggravate durante i giri e l'estensione della testa. Spesso colpisce un lato.
  • Muscoli della testa obliqui più bassi. È segnato da sensazioni spiacevoli nella parte posteriore della testa dal lato del muscolo spastico. Rafforzato nel processo di girare la testa.
  • Piccolo muscolo pettorale. È contrassegnato da un eccessivo abdamento della spalla e sfalsato nella direzione delle costole. Di conseguenza, il plesso della spalla e l'arteria saranno schiacciati, causando un malfunzionamento del flusso sanguigno e l'innervazione del braccio.
  • Sindrome del muscolo della pera È caratterizzato dalla compressione del nervo sciatico con un muscolo della coscia rotante. Il disagio in questa condizione è simile alle sensazioni dolorose durante la sciatica. In alcuni casi, si forma il torpore alla gamba.
  • Il muscolo ileopsoas. È notato dalla presenza di alterazioni degenerative nella colonna lombare e nei blocchi muscolari nelle regioni toracica e lombare. A volte associato a malattie che colpiscono la cavità addominale e il bacino piccolo.
  • Sindrome scapolare-costale. È caratterizzato da sensazioni dolorose nella parte superiore della zona scapolare, un crunch e una diminuzione dell'attività motoria. Formato a causa di cambiamenti nella natura degenerativa del rachide cervicale.
  • Muscoli della sindrome, che si estende sull'ampia fascia della coscia. Segnato dalla presenza di disturbi degenerativi nella parte bassa della schiena. Si manifesta in modo riflessivo a causa di malattie nell'articolazione dell'anca o cambiamenti nelle articolazioni sacro-iliache.
  • Spasmo convulsivo nei muscoli del polpaccio. Dura 5-10 secondi o 5 minuti. Una rapida flessione del piede può provocare una condizione.
  • Spasmo spasmodico nella parte posteriore. È notato la concentrazione principalmente nel mezzo della schiena. Può essere di durata diversa. Nei muscoli estensori dorsali, i punti trigger vengono spesso rilevati.
  • Lumbodinia con sindrome muscolo-tonica. Si nota dolore subacuto o cronico nella regione lombare. Formata come risultato del pizzicamento delle terminazioni nervose nel midollo spinale nel processo di inclinazione, sollevamento, lesioni, ecc. Si manifesta sul lato destro e sulla sinistra.
  • Cervicalgia con sindrome muscolo-tonica. È caratterizzato da disagio nella colonna cervicale, è associato a limitata mobilità del collo, sensazioni dolorose e crampi muscolari. In alcuni casi, si verificano vertigini e disturbi visivi. Spesso la malattia si forma improvvisamente. Nell'infanzia, la sindrome non viene praticamente osservata.

Ciascuno dei suddetti tipi di violazione ha le sue caratteristiche peculiari, ma nella maggior parte delle situazioni la patologia è associata ad un fastidioso fastidio che si estende a grandi aree.

sintomi

La sindrome muscolo-tonica è caratterizzata da dolori dolorosi che si manifestano in diverse parti della colonna vertebrale. I muscoli spinali hanno una grande dimensione, perché il disagio si diffonde su vaste aree. C'è un disturbo del sonno, in quanto i muscoli che impediscono il rilassamento sono limitati. È estremamente raro che un paziente sia in grado di determinare autonomamente il luogo in cui appare il disagio. È così debilitante che interferisce con il sonno notturno. Inoltre, la sindrome muscolo-tonica ha le seguenti manifestazioni:

  • Le dolorose sensazioni dolorose coprono praticamente l'intera schiena, irradiandosi al braccio e alla coscia. Il disagio aumenta nel processo di creazione dei movimenti quotidiani. Di conseguenza, si formano un gran numero di disturbi: insonnia, perdita di appetito, intorpidimento degli arti e malessere generale. I dolori di lunga durata esauriscono il paziente, si manifestano irritabilità e apatia.
  • Il flusso sanguigno è disturbato e l'ipossia compare negli organi che si trovano nelle vicinanze.
  • La parte occipitale si intorpidisce.
  • Mani fredde
  • C'è dolore alla testa.
  • Suonando nelle orecchie.
  • C'è una debolezza negli arti.

La tensione dei muscoli tonici si manifesta anche accorciando e comprimendo i muscoli. I punti di innesco iniziano l'accumulo di sali di calcio - il funzionamento nei muscoli sarà disturbato e l'attività motoria nella parte posteriore sarà limitata.

diagnostica

La rilevazione della sindrome muscolo-tonica comporta l'istituzione della patologia principale, che è stata la causa principale della formazione del dolore spastico, il sito del danno e la profondità del disturbo. I seguenti studi sono condotti:

  • La storia della malattia, i disturbi del paziente (la durata del dolore, la gravità, la natura del disagio, la relazione con la mobilità o altri fattori provocatori) sono in fase di studio.
  • Lo stato neurologico è valutato. Studiamo lo stato muscolare, la presenza di siti di spasmi o punti di dolore, l'attività motoria dei segmenti spinali.
  • Radiografia della colonna vertebrale Permette di stabilire cambiamenti pronunciati di natura degenerativa (nel tessuto osseo).
  • RM e TC. Questi metodi diagnostici sono necessari per visualizzare i cambiamenti degenerativi nei tessuti molli (ernia del disco, protrusione, compressione nelle strutture neurali)
  • EMG. La diagnosi consente di stabilire la gravità del disturbo della conduzione nervosa e muscolare.

Con un esame tempestivo e l'istituzione della causa principale del processo patologico, è possibile fermare il dolore nel più breve tempo possibile.

trattamento

La terapia durante la sindrome muscolo-tonica è principalmente finalizzata all'eliminazione della patologia sottostante che ha causato spasmi muscolari. Tuttavia, spesso l'eliminazione dello spasmo porta ad una dinamica positiva della malattia stessa. Inoltre, lo spasmo prolungato porta alla formazione di un circolo patologico chiuso. A questo proposito, il compito del paziente sarà nel più breve tempo possibile per consultare uno specialista e sbarazzarsi dello spasmo muscolare. Si raccomandano le seguenti misure terapeutiche:

  • L'uso di prodotti ortopedici. Indossare un corsetto (regione lombare) o un collare Schantz per alleviare le corrispondenti porzioni della colonna vertebrale.
  • Terapia farmacologica Per ridurre lo spasmo muscolare, è possibile utilizzare farmaci che aiutano a ridurre il dolore e alleviare l'infiammazione.
  • Massaggio e terapia manuale. Tali tecniche terapeutiche consentono di normalizzare il tono muscolare e la mobilità dei segmenti spinali. Questo elimina la causa del disagio.
  • Agopuntura. Eccellente metodo di trattamento comprovato del processo patologico in esame. Aiuta a ridurre il numero di farmaci usati, porta alla normale conduzione nervosa ed elimina il dolore.
  • Procedure di fisioterapia Queste procedure consentono di ridurre il gonfiore nei tessuti e migliorare il flusso sanguigno, ridurre il disagio.
  • Esercitare la terapia. Dopo aver ridotto il dolore, la ginnastica medica aiuterà a normalizzare il tono muscolare e diventerà uno spasmo preventivo.

È estremamente importante durante la terapia cambiare radicalmente il solito modo di vivere. È necessario aggiungere più dinamiche ai carichi statici giornalieri.

In certe situazioni, quando la sindrome muscolo-tonica è provocata da complesse malattie della colonna vertebrale, ad esempio le ernie interdentali, al paziente può essere offerto di sottoporsi ad intervento chirurgico. La regolazione viene effettuata per mezzo di plastiche laser di dischi.

Prima di iniziare la terapia, è necessario consultare uno specialista che, a partire dai dati diagnostici, selezionerà il trattamento appropriato.

Trattamento farmacologico

L'aiuto iniziale, quando è presente la sindrome muscolo-tonica, sarà l'anestesia in condizioni stazionarie mediante FANS: iniezioni, compresse, unguenti, gel. In situazioni gravi, i corticosteroidi sono usati singolarmente. La terapia farmacologica viene effettuata con i seguenti acidi:

  • salicilati (Aspirina);
  • pirazolidine (fenilbutazone);
  • derivati ​​dell'acido fenilacetico (diclofenac);
  • derivati ​​indolici dell'acido acetico (indometacina);
  • oxicam (Meloxicam, Piroxicam);
  • derivati ​​dell'acido prolionico (Ketoprofene o Ibuprofen).

Con l'aiuto di Flurbiprofen elimina la febbre, l'infiammazione, il dolore. Mydocalm, Sirdalud, Voltaren contrastano lo spasmo muscolare e il disagio. Tali farmaci sono diffusi, ma hanno gravi effetti collaterali.

Movalis, Tenoktil, Ksefokam hanno il più grande potenziale di sicurezza.

Metodi aggiuntivi

Per facilitare la salute del paziente, in concomitanza con l'assunzione di farmaci, per l'eliminazione immediata del dolore utilizzando metodi ausiliari. Sono selezionati tenendo conto del benessere del paziente, trovando spasmi e fattori che hanno provocato patologia.

L'uso di vari tipi di dispositivi ortopedici (un collare Schantz per immobilizzare la regione cervicale, i corsetti e le ortesi) aiuterà a prevenire le sensazioni dolorose durante lo spostamento. Durante il sonno si consiglia di utilizzare materassi e cuscini speciali. Questo aiuta ad eliminare il carico muscolare, riducendo il disagio.

Efficace sarà la fisioterapia. L'agopuntura migliora la conduzione nervosa, causando una spiacevole sensazione di sgradevole sensazione. A volte vengono prescritte procedure per migliorare il flusso sanguigno e normalizzare il flusso sanguigno venoso (elettroforesi, magnetoterapia, terapia ad onde d'urto, ultrasuoni).

Quando il disagio è diminuito, prescrivi un massaggio o un trattamento manuale. Contribuiscono al miglioramento del funzionamento muscolare e al ritorno dell'attività fisica al paziente. Nella fase finale della terapia dopo l'eliminazione definitiva del disagio è necessario per mantenere il tono muscolare. A tal fine, condurre esercizi ginnici terapeutici. Un allenamento speciale può prevenire il re-spasming.

Terapia popolare

La medicina tradizionale usata per eliminare la malattia, contribuisce al sollievo dal dolore, ma la causa principale della patologia non viene rimossa. Per migliorare la salute del paziente può utilizzare le seguenti ricette:

  • Succo di aloe sfregante. L'area interessata viene picchiata tre volte al giorno.
  • Appliques con foglie di rafano. Le foglie fresche vengono lavate, asciugate e poi leggermente imbevute di acqua bollente. Sovrapposto nella regione lombare e avvolto con una sciarpa o una sciarpa di lana. Tali applicazioni dovrebbero essere fatte prima di coricarsi.
  • Grasso di maiale sfregato. Caratterizzato da un'azione di riscaldamento. Dopo lo sfregamento si consiglia di avvolgere la sezione lombare con uno scialle di lana.
  • Appliques da ozocerite. La cera riscaldata, ma non calda, viene applicata sulla parte bassa della schiena e avvolta in una coperta fino a quando non si raffredda. Una procedura simile viene eseguita 1 volta al giorno per 10 giorni. Ma le procedure termiche sono proibite per i pazienti con malattie infiammatorie e neoplasie maligne localizzate nella pelvi o nella cavità addominale.

Indipendentemente dai mezzi che vengono scelti per il trattamento, dovrebbe essere usato solo in terapia complessa dopo aver consultato uno specialista. Va tenuto presente che la medicina tradizionale spesso non dà l'effetto atteso. Il disagio passerà, ma la patologia rimarrà, la deformità della colonna vertebrale continuerà. Direttamente a causa di ciò, dovresti consultare immediatamente un medico.

prevenzione

Un ruolo importante nella prevenzione del processo patologico considerato è svolto da misure preventive. Un paziente che ha sperimentato questa patologia almeno 1 volta dovrebbe sottoporsi a corsi di massaggio ogni anno. Favorevole sarà il nuoto, esercizi ginnici, che corrispondono a indicatori di età. È necessario escludere lesioni e ipotermia.

Inoltre, è necessario rivedere la routine quotidiana, vengono prese pause regolari quando si lavora in ufficio. Si consiglia di dormire su un materasso e un cuscino speciali (non dovrebbe essere molto alto). Inoltre, durante il giorno, è fondamentale controllare la propria postura.

La sindrome tonica in ogni situazione è più facile da prevenire che da trattare a lungo. A tal fine, il paziente deve essere attento alla sua salute, eliminare immediatamente i problemi della colonna vertebrale e non ritardare le visite ai medici. Un effetto benefico sul benessere prevede un massaggio che rilassa i muscoli, aumenta l'attività fisica, rivede la dieta.