L'esostosi mascellare non è una frase: come trattare e ridurre il rischio per la salute

Con l'esostosi (osteofita) in odontoiatria è comunemente inteso come una neoplasia benigna sotto forma di crescita ossea, talvolta ossea e cartilaginea sul processo alveolare o nell'area della mascella.

Possono assumere la forma di dossi, spine, protrusioni o creste.

Come appaiono gli osteofiti

Se parliamo del meccanismo di formazione degli osteofiti, possiamo esprimerlo come segue: in primo luogo, si forma una crescita cartilaginea sul tessuto osseo, che alla fine si indurisce e si trasforma in osso spugnoso. La superficie di un osso di questo tipo è di nuovo ricoperta di cartilagine, che a sua volta si indurisce di nuovo. E così può essere ripetuto all'infinito. Il tumore cresce di dimensioni piuttosto lentamente e senza dolore e può raggiungere i 10 centimetri o più.

Se l'osteofita si forma sulla mascella superiore, allora si trova sul lato della superficie buccale.

Sulla mascella inferiore, le esostosi compaiono dal lato della lingua nell'area dei premolari, più raramente vicino agli incisivi o ai canini. Nella zona di piccoli osteofiti indigeni inferiori si formano solo nel 5-15% dei pazienti esaminati.

A volte gli osteofiti (toro palatale) possono essere trovati nei neonati nella regione della sutura palatale centrale.

Se non prendi alcuna misura per rimuoverli, allora i neofiti possono iniziare a fare pressione sui denti, che a loro volta causano il loro spostamento e il cambiamento del morso. Ecco perché è così importante non iniziare questa patologia, ma adottare misure tempestive per rimuoverlo.

Cause e sintomi dell'apparenza

Va notato che non sono ancora state identificate ragioni ovvie per la formazione di neofiti. Ma tra i fattori che contribuiscono alla comparsa di questa patologia possono essere elencati i seguenti:

  • lesioni e altri effetti meccanici;
  • processi infiammatori ossei;
  • squilibrio ormonale;
  • perdita di forza ossea;
  • processi infiammatori infettivi (flusso, fistola, sifilide nella fase cronica);
  • angolo di inclinazione o crescita errato di singoli segmenti della dentatura superiore o inferiore;
  • patologia mascellare congenita;
  • una conseguenza della mancanza di lavoro del sistema endocrino;
  • frammenti mascellari danneggiati;
  • vecchie fratture;
  • ereditarietà;
  • Possono verificarsi osteofiti di origine displastica osteogenica.

I sintomi dei neofiti sono principalmente complicati dal fatto che, come notato sopra, il paziente spesso non manifesta alcun segno: non c'è dolore, la bocca si apre completamente liberamente e la mucosa nella neoplasia non ha cambiamenti.

Per questo motivo, la malattia viene rilevata più spesso da un dentista.

Ma col tempo, con il progredire della malattia, i sintomi osteofiti diventano più pronunciati:

  • una piccola protuberanza può essere vista sulle gengive;
  • nel corso del tempo, il tumore può raggiungere, da un pisello, le dimensioni di una grossa massa, che è chiaramente percepita dalla lingua e ne ostacola la corretta posizione;
  • possono esserci sensazioni di dolore di vari gradi di intensità;
  • la mucosa della bocca può assumere una brillante tonalità rosso-rosea;
  • la pervietà dei vasi sanguigni del cavo orale è violata;
  • la mobilità della mascella inferiore può essere compromessa.

Perché a volte cresce dopo l'estrazione dei denti

A volte l'estrazione (rimozione) di un dente agisce come causa della formazione di esostosi mascellare. Ciò potrebbe essere dovuto a una violazione delle raccomandazioni del dentista durante il periodo di riabilitazione o a lesioni eccessive al periostio.

Inoltre, la rimozione di un dente a volte porta a varie complicanze direttamente correlate alle lesioni ossee e dei tessuti molli.

Se durante l'estrazione si è persa la levigatura dei bordi del pozzetto durante l'estirpazione traumatica, possono verificarsi anche picchi ossei.

Diagnosi della malattia

Poiché l'esostosi sviluppata può essere solo palpata, un esame primario può solo rivelare un sospetto di esostosi ossea. Ciò è dovuto al fatto che un'immagine chiara non può essere determinata visivamente. Un ruolo molto importante nella diagnosi di un neofita è assegnato ai sintomi della malattia e dell'anamnesi.

La diagnosi accurata viene effettuata mediante raggi X. Che dia un'immagine precisa del numero di neofiti, delle loro dimensioni. Va tenuto presente che anche questo metodo diagnostico non può fornire un quadro completo. Ciò è dovuto al fatto che l'immagine a raggi X del cappuccio di un neofita costituito da cartilagine non viene riflessa. E le sue dimensioni, soprattutto in un bambino, possono raggiungere i 7-10 mm.

In alcuni casi, il medico può prescrivere ulteriori studi. Soprattutto se c'è un netto aumento delle dimensioni del tumore.

Sebbene la malattia sia benigna, c'è un certo rischio di conversione in un neofita maligno. Quindi il medico confermerà o confuterà tale diagnosi prescrivendo una biopsia per il prelievo di tessuto e le successive analisi di laboratorio e citologiche.

Metodi di trattamento dei neofiti

L'unico modo efficace per trattare l'esostosi mascellare è l'intervento chirurgico. È vero, bisogna ricordare che alcuni pazienti potrebbero non aver bisogno di un'operazione del genere. La chirurgia infantile non viene eseguita fino all'età adulta. Ciò è dovuto al fatto che durante la crescita un neofita può diminuire o addirittura dissolversi completamente.

Indicazioni per la rimozione

Indicazioni per l'intervento chirurgico per rimuovere le esostosi sono i seguenti indicatori:

  • la sua dimensione considerevole;
  • aumento abbastanza rapido dell'esostosi mascellare;
  • rischio di trasformazione in neoplasia maligna;
  • sensazioni di dolore;
  • protesi programmate;
  • altri motivi.

Procedura di rimozione

Immediatamente prima dell'operazione, viene eseguito un esame approfondito della cavità orale del paziente.

L'intervento chirurgico di solito viene eseguito in anestesia locale. Nell'odontoiatria moderna, ci sono due metodi di funzionamento. La loro scelta dipende dalla posizione della crescita.

Quando il medico rimuove il toro palatino, viene praticata un'incisione lineare di piccole dimensioni e due lassative, davanti e dietro. Quindi il dentista produce il distacco della mucosa nella posizione del toro palatino.

Dopo di ciò, il neofita stesso viene rimosso con un laser o uno scalpello. Inoltre, può essere rimosso come un intero neofita e i suoi frammenti. Quindi il tessuto osseo viene levigato con un trapano e punti di sutura interrotti.

Con la rimozione chirurgica dell'esostosi alveolare del mascellare, la procedura per eseguire le azioni è simile alla procedura per la rimozione del toro palatino. L'unica differenza è in uno: la configurazione dei tagli sta cambiando. Sono fatti nella forma di un trapezio.

Controindicazioni per la rimozione

I seguenti fattori fungono da controindicazioni per l'intervento chirurgico:

  • diabete di qualsiasi forma, altre malattie degli organi endocrini;
  • bassa coagulazione del sangue;
  • scarsa funzione surrenale;
  • malattia della tiroide.

Complicazioni e periodo postoperatorio

Dopo l'operazione per rimuovere l'esostosi mascellare, si può osservare una esacerbazione di malattie croniche. Questo è particolarmente vero per i pazienti che soffrono di malattie croniche del sistema cardiovascolare.

Per quanto riguarda le complicazioni derivanti dopo l'intervento chirurgico, quindi, di regola, il paziente stesso è colpevole di loro. La divergenza delle cuciture dovute alla masticazione attiva del cibo solido porta quasi sempre a un risultato insoddisfacente dell'operazione.

Nel periodo postoperatorio, non puoi bere bevande alcoliche. Gomma da masticare non raccomandata, caramello-caramella, fumo. Non fare sesso orale.

Il processo di guarigione stesso, anche con bassa immunità, dura raramente più di un mese.

Prevenzione: come prevenire lo sviluppo

L'unico agente profilattico efficace di esostosi mascellare è un esame qualitativo regolare (almeno 2 volte all'anno) da parte di un dentista. Al minimo sospetto di un neofita, è possibile condurre controlli indipendenti per eventuali modifiche.

L'esostosi mascellare non è una frase. Con tutte le raccomandazioni del dentista, è curabile e non pericoloso per la vita umana.

L'esostosi è una complicanza dopo l'estrazione del dente: come sbarazzarsi della crescita ossea sulla gomma?

L'aspetto nella cavità orale di tumori di diversa origine non è raro. Cisti, ferite, lipomi spesso colpiscono le mucose e i tessuti molli.

C'è un altro tipo di crescita benigna - le esostosi. Cos'è una tale patologia? Perché nasce e, cosa più importante, come sbarazzarsene correttamente ed efficacemente?

Cos'è l'esostosi?

L'esostosi è una crescita benigna dell'osso di una delle mascelle. Questa crescita patologica del tessuto osseo e cartilagineo. La patologia può apparire non solo nella cavità orale, ma anche su altre ossa dello scheletro, ad esempio la clavicola.

Visivamente sulla foto, l'esostosi (osteofiti) appare come urti, punte o nodi. Allo stesso tempo nella cavità orale possono essere uno o più tumori. Nel secondo caso, saranno separati gli uni dagli altri da cervelli o membrane.

La esostosi colpisce sia la mascella superiore che quella inferiore. Nel primo caso, le crescite sono localizzate a livello dei molari dal lato palatale o esterno delle gengive. Nel secondo caso, i dossi appaiono nell'area dei premolari, dei canini o degli incisivi (cioè sulla curva della mascella). Quando gli osteofiti si formano a causa di lesioni, frattura o estrazione dei denti, la loro posizione coincide con l'area della patologia.

Solitamente urti o escrescenze sono piuttosto piccoli. Tuttavia, gli osteofiti tendono a crescere e ad aumentare, in rari casi raggiungono le dimensioni di una mela.

Perché talvolta l'esostosi si verifica dopo l'estrazione del dente?

Le cause dell'esostosi sono diverse:

  • predisposizione genetica (la causa più comune, a volte la patologia è già congenita);
  • lesioni e fratture delle ossa mascellari;
  • estesa infiammazione in esecuzione nella cavità orale, accompagnata da suppurazione e ascesso;
  • malattie che provocano l'infiammazione in tutto il corpo (sifilide);
  • anomalie congenite o acquisite nella struttura del sistema mascellare;
  • malattie del sistema endocrino (causa rara);
  • estrazione del dente mediante alveolotomia.

Nonostante la patologia sia attribuita a malattie genetiche, può svilupparsi in un adulto dopo l'estrazione del dente, soprattutto quando la manipolazione era accompagnata da un intervento chirurgico (si consiglia di leggere: c'era una crescita sulla gomma dopo l'estrazione del dente: cause, foto e trattamento). Lo sviluppo di esostosi suggerisce che la procedura è stata eseguita in modo errato o è stata accompagnata da complicanze.

In questa situazione, la crescita del tessuto mascellare delle ossa o della cartilagine appare per i seguenti motivi:

  • durante la procedura, un'area significativa dell'osso o del periostio è stata ferita o distrutta (si consiglia di leggere: il periostio del dente: metodi di trattamento per il danno);
  • durante il periodo di guarigione e guarigione, le ossa si fecero male;
  • nessuna levigatura dei bordi del foro dopo l'intervento chirurgico.

Sintomi della crescita ossea

In precedenza si è notato che nelle fasi iniziali la malattia è quasi asintomatica, pertanto viene diagnosticata a un appuntamento dal dentista. Tuttavia, la proliferazione patologica delle ossa è accompagnata da una serie di sintomi e segni, che variano a seconda della posizione delle collinette.

I principali sintomi della malattia:

  1. la formazione di una protuberanza o di un accumulo di origine non spiegata (la superficie del muco può essere liscia o spinosa) (si consiglia di leggere: sulla gengiva c'era una protuberanza dura come un osso: che cos'è?);
  2. sensazione di un corpo estraneo in bocca, come se la lingua fosse priva di spazio;
  3. dolore intermittente o persistente di natura diversa;
  4. mobilità compromessa della mandibola (quando gli osteofiti influenzano il processo articolare);
  5. decolorazione della mucosa;
  6. occlusione (ostruzione dei vasi sanguigni).

Fasi della crescita ossea

Il processo di rimozione richiede diversi passaggi:

  1. l'introduzione dell'anestesia (di solito si usa l'anestesia locale);
  2. disinfezione del cavo orale mediante trattamento con un antisettico speciale;
  3. incisione sulla gomma;
  4. rimuovere un dosso con uno scalpello dentale o un laser (vedi anche: cosa succede se il bernoccolo in bocca fa male in bocca?);
  5. lucidare l'osso con un trapano;
  6. cucitura e vestizione locale.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

La maggior parte delle complicanze appaiono a causa della colpa dei pazienti stessi. Se non si seguono le regole di igiene, le prescrizioni del medico e una dieta temporanea, possono comparire i seguenti sintomi:

  • divergenza dei punti (dopo ingestione di cibo solido o eccessivo sforzo fisico);
  • infiammazione, gonfiore prolungato o suppurazione della ferita (appare con insufficiente igiene, ignorando le regole di cura della ferita).

Il periodo di riabilitazione dura 4-5 giorni - non più di una settimana. In questo momento, si sentirà dolore e apparirà un leggero gonfiore, che è abbastanza normale dopo l'intervento chirurgico. È necessario prendere antibiotici prescritti, elaborare la cavità orale, seguire rigorosamente il regime.

Prevenzione dell'esostosi

Una persona non può influenzare il verificarsi della malattia. Lo sviluppo della patologia avviene in modo indipendente, non è influenzato da fattori esterni. È necessario trattare responsabilmente e attentamente la propria salute, il che aiuterà a diagnosticare e curare l'esostosi sulle gengive.

Un dentista dovrebbe essere visitato due volte all'anno per un check-up. È importante condurre regolarmente un'ispezione indipendente della cavità orale. Di fronte a uno specchio in buona luce, esamina e senti le gengive, il palato, il pavimento della bocca per anomalie o disagio.

Esostosi: cause, sintomi e trattamento

Esostosi - crescita ossea o ossea e cartilagine dell'osso di eziologia non tumorale. Inizialmente, si verifica una crescita sull'osso, costituito da tessuto cartilagineo, che in seguito diventa più difficile, gradualmente rinato in un osso spugnoso. La superficie dell'osso appena formato rimane coperta di cartilagine, che si indurisce.

Questo ciclo può essere ripetuto all'infinito, assicurando la crescita del tumore. Il processo procede indolore, sviluppandosi estremamente lentamente. La dimensione massima del tumore raggiunge i dieci centimetri o più. Una nuova crescita si manifesta, di regola, nel periodo di crescita ossea e formazione dello scheletro durante l'adolescenza.

Cause di esostosi

Secondo alcuni esperti, le deviazioni ereditarie possono servire come cause del verificarsi di questa malattia, ma questa teoria non ha ricevuto conferma scientifica.

I principali fattori per il verificarsi di esostosi sono considerati:

  • vari processi infiammatori;
  • lividi e lesioni alle ossa;
  • disturbi dello sviluppo del periostio e della cartilagine;
  • disturbi endocrini;
  • malattie infettive di varie eziologie.

Il fattore più significativo che causa la comparsa di esostosi è un eccesso di calcio nel corpo umano, che si deposita sulle ossa e forma crescite. Le cause di eccesso di calcio possono essere il consumo eccessivo di latticini, uova, prezzemolo, cavolo, acqua dura.

Il secondo nome per l'eicostosi è l'osteocondroma. Quindi in medicina è chiamato un tumore osseo benigno costituito da tessuto osseo e cartilagineo. Nella prima infanzia, la malattia viene diagnosticata raramente, il suo sviluppo si osserva principalmente nella pubertà negli adolescenti.

Forme e localizzazione di esostosi

a forma solitaria esostosi osteo-cartilaginea, c'è un singolo tumore. È immobile e può essere di diverse dimensioni. Espandendosi a una dimensione considerevole, il tumore può mettere sotto pressione i nervi, i vasi sanguigni e i vasi linfatici.

La seconda forma è condrodisplasia esostosa multipla. In questo caso, ci sono diversi tumori. Si ritiene che questo tipo di malattia sia più incline all'ereditarietà.

I luoghi preferiti di localizzazione di esostosi sono le ossa femorali e tibiali - circa la metà dei casi ricade nella loro parte. Anche nel "gruppo a rischio" sono l'osso dell'anca, la scapola, la clavicola, l'articolazione della spalla. Le ossa dei piedi e delle mani sono estremamente rare e i casi di comparsa di tumori sulle ossa del cranio non sono registrati ufficialmente.

La localizzazione più pericolosa di esostosi è la colonna vertebrale. Quando un tumore cresce, è possibile una compressione del midollo spinale, che può portare a gravi disturbi del sistema nervoso centrale. C'è anche il rischio di una rinascita di un'educazione benigna in una maligna.

Diagnosi e trattamento di esostosi

La malattia si sviluppa estremamente lentamente, questo processo passa assolutamente senza mostrare alcun sintomo. Segni sotto forma di dolore, vertigini, mal di testa, intorpidimento delle zone del corpo, pelle d'oca sono possibili quando il tumore viene schiacciato dai vasi sanguigni e dai nervi.

Una malattia viene rilevata visivamente (quando la crescita raggiunge dimensioni abbastanza grandi) o accidentalmente durante la diagnosi a raggi X di altre malattie. La diagnosi finale di esostosi viene stabilita solo con l'aiuto dei raggi X.

Fai attenzione: quando si determina la dimensione e la forma del tumore, non si deve dimenticare che solo la parte ossea della crescita è visibile nell'immagine e il tessuto della cartilagine non viene rilevato. Pertanto, la dimensione reale del tumore sarà diversa da quella mostrata alla radiografia in grande stile.

Il trattamento di esostosi è possibile solo con metodi chirurgici. I metodi di trattamento farmacologico di questa malattia semplicemente non esistono. La conduzione della rimozione chirurgica delle escrescenze non è raccomandata per le persone che non hanno raggiunto la maggiore età, poiché durante la formazione delle escrescenze del tessuto osseo possono scomparire da sole.

L'intervento chirurgico è indicato in caso di rapido sviluppo di una neoplasia, soprattutto se a causa delle grandi dimensioni, i nervi o le navi sono intrappolati. L'operazione può essere eseguita sia in anestesia generale che in anestesia locale. La scelta del metodo di anestesia dipende dalla dimensione e dalla posizione del tumore. La tecnica interventistica stessa è abbastanza semplice, la formazione ossea viene rimossa con uno scalpello e la lesione ossea viene levigata.

Il periodo di recupero dura circa un paio di settimane. Se l'intervento è stato insignificante, ad esempio, è stato rimosso un piccolo tumore, quindi il giorno successivo il paziente è in grado di muoversi autonomamente. Al primo stadio di recupero è importante osservare la modalità di movimento più parsimoniosa. Dopo che l'edema è completamente diminuito o diminuito al minimo, inizia la terapia di riabilitazione. Il recupero è ridotto ad esercizi volti a restituire la massa muscolare e la forza perse. Quando l'allenamento si interrompe causando dolore fisico e causando disagio, la riabilitazione può essere considerata completata con successo.

complicazioni

In linea di principio, l'esostosi non si applica alle malattie che causano complicazioni pericolose. Ma nel caso della localizzazione del tumore sulla colonna vertebrale, è possibile un effetto compressivo sul midollo spinale, che è irto delle conseguenze più gravi. L'esostosi della gamba frattale viene raramente diagnosticata. La condrodisplasia multipla nell'infanzia e nell'adolescenza, in alcuni casi, può portare a compromissione dello sviluppo e della deformazione dello scheletro. A volte, specialmente con una rapida crescita, i tumori possono degenerare da benigno a maligno, che si manifestano più spesso come sarcoma del condrosarcoma o della cellula mandibolare, i cui luoghi preferiti sono le ossa del bacino, della colonna vertebrale, dei femori, della scapola.

prevenzione

La prevenzione, in quanto tale, si riduce all'identificazione delle esostosi fin dalle prime fasi. Esami medici regolari contribuiscono al raggiungimento di questi obiettivi. Dato il rischio di deformità scheletrica, la diagnosi precoce è particolarmente rilevante per i bambini e gli adolescenti. L'esame è necessario anche dopo gli infortuni del sistema muscolo-scheletrico, perché anche una lesione o frattura di lieve entità può fungere da stimolo alla comparsa della patologia. E come detto sopra, è altamente desiderabile monitorare regolarmente il livello di calcio nel corpo, perché le persone con elevato contenuto di calcio sono a rischio.

In generale, nonostante l'eziologia, l'esostosi non appartiene al gruppo di malattie pericolose. La rinascita di un tumore in un maligno si verifica estremamente raramente. Questo tumore non rappresenta un serio pericolo per la vita e la salute umana. Nei bambini, ci sono casi di una cura spontanea senza l'intervento di medici.

Tsygankova Yana Alexandrovna, commentatrice medica, terapeuta della più alta categoria di qualificazione

12.182 punti di vista totali, 2 visualizzazioni oggi

Exostoses della mascella

Esostosi delle formazioni mascellari sul processo alveolare o nell'area del corpo della mascella sotto forma di protuberanze, protuberanze, dorsali, creste appuntite e opache. Le esostosioni della mascella non provocano fastidi pronunciati. Più spesso, le escrescenze ossee che deformano la mascella vengono rilevate casualmente durante un esame di routine o nella fase preparatoria prima delle protesi. La diagnosi di questa patologia comprende la raccolta di reclami, esame clinico e radiografia. Il trattamento delle esostosi della mascella è finalizzato alla rimozione delle sporgenze ossee, levigando la superficie, creando le condizioni necessarie per il fissaggio delle strutture ortopediche.

Exostoses della mascella

Esostomie della mandibola (osteofiti) - protrusioni ossee che si verificano sia sulla mascella superiore che su quella inferiore dopo l'estrazione del dente, a causa di un infortunio o a causa di cambiamenti senili nella cresta alveolare. Nella maggior parte dei casi, gli osteofiti della mascella superiore si trovano sulla superficie buccale del processo alveolare. Sull'osso mandibolare, le esostosi sono più spesso rilevate dal lato linguale nell'area dei premolari, meno frequentemente nell'area dei molari, dei canini o degli incisivi. Esostosi mascellari simmetricamente localizzate nella zona dei molari inferiori sono diagnosticate nel 5-10% dei pazienti con adentia parziale o completa. Queste sporgenze ossee sono chiamate creste mandibolari. Il toro palatino (esostosi nell'area della sutura palatina mediana) si riscontra spesso nei bambini poco dopo la nascita. Man mano che il bambino cresce, c'è una tendenza ad aumentare l'esostosi della mandibola in volume.

Cause e sintomi delle esostosi della mascella

Le esostosi della mascella possono verificarsi dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un dente. L'assenza del livellamento dei bordi del foro durante l'estirpazione traumatica porta alla formazione di sporgenze ossee. Inoltre, gli osteofiti possono essere causati da lesioni, frammenti di mascella danneggiati in modo non corretto e fratture di lunga durata. Nella forma periferica dell'osteoma, gli osteofiti di origine displastica osteogenica compaiono lungo il bordo della mascella.

Di regola, le esostosi della mascella di piccole dimensioni non causano alcun reclamo. Le escrescenze ossee possono essere rilevate durante la determinazione del grado di atrofia dell'osso, valutando il livello di compliance della mucosa nella fase preparatoria prima delle protesi. Più spesso, le esostosi della mascella si trovano nella zona della sutura palatale centrale, così come sul lato orale del processo alveolare nella proiezione dei premolari inferiori. L'apertura della bocca nei pazienti con esostosi della mascella è libera, viene eseguita per intero. La mucosa sopra gli osteofiti è rosa pallido, senza cambiamenti patologici visibili, mobili.

Con un aumento delle sporgenze ossee, il muco diventa più sottile, a causa del quale aumentano i rischi della sua traumatizzazione dalla base della protesi o dagli spigoli vivi delle pareti dei denti distrutti. Sulla palpazione, le esostosi della mascella sono formazioni dense con una superficie irregolare o liscia, non saldate ai tessuti molli circostanti. Situato nell'area del processo articolare, l'esostosi della mascella provoca dolore. Allo stesso tempo, c'è una restrizione quando si apre la bocca, uno spostamento della sezione mentale verso un lato sano, una violazione dell'occlusione. I linfonodi regionali non sono palpabili. La condizione generale dei pazienti con esostosi mascellare non è compromessa.

Diagnosi e trattamento delle esostosi mascellari

La diagnosi di esostosi della mandibola si basa sui reclami del paziente, sull'anamnesi, sull'esame obiettivo e sulla radiografia. All'esame, un dentista sul processo alveolare o in una parte del corpo della mascella rivela una formazione indolore di una consistenza densa, non saldata ai tessuti molli circostanti. Membrana mucosa su esostosi della mascella assottigliata. Il danno causato dai bordi affilati dei denti danneggiati o dalla base della protesi porta alla comparsa di aree di ulcerazione. Quando l'esostosi, le mascelle sulla radiografia determinano la sporgenza ossea con confini chiari. Non ci sono cambiamenti distruttivi nell'osso. Differenziare l'esostosi mascellare con tumori benigni e maligni del tessuto osseo. L'esame viene eseguito da un chirurgo dentale.

Il trattamento di esostosi della mascella è chirurgico. Durante l'escissione del toro palatino, un'incisione lineare della linea mediana viene eseguita con incisioni lassative nella parte anteriore e posteriore, il lembo mucoperiosteo viene rimosso, l'esostosi della mascella viene rimossa come blocco singolo o segato e quindi rimossa dai frammenti. A volte gli osteofiti in odontoiatria vengono tagliati con boro o un mulino. Dopo la rimozione della protuberanza palatale si produce un'ispezione delle ferite ossee, bordi lisci. Il lembo mucoperiosteo è posto in posizione. L'intervento chirurgico termina con l'imposizione di suture interrotte. Per prevenire lo sviluppo di ematoma nel cielo mettere la benda iodoform, che viene inoltre fissata con suture di seta.

Quando le esostosi si trovano sul processo alveolare, viene praticata un'incisione trapezoidale. Dopo la mobilizzazione del lembo mucoperiosteo, l'esostosi della mascella viene ridotta, la superficie viene levigata, il lembo precedentemente separato viene posto in posizione. I bordi della ferita sono suturati con punti di sutura interrotti. Con piccole esostosi e una deficienza ossea esistente, si forma un tunnel sottoperiostale in cui viene iniettata idrossiapatite. A causa del biomateriale ripristinare lo spessore desiderato della parte alveolare. La ferita sulla mucosa viene suturata, fasciata. La prognosi per l'esostosi della mascella è favorevole. Dopo l'eliminazione dei fattori eziologici, la rimozione chirurgica degli osteofiti crea condizioni favorevoli per ulteriori protesi.

Cos'è l'esostosi in odontoiatria: crescita ossea sulle gengive. Come è la rimozione

Esostosi in odontoiatria e cosa lo causa

L'esostosi è spesso chiamata protrusione ossea, il che non è del tutto vero. Nella maggior parte dei casi, questa neoplasia consiste di tessuto cartilagineo - tuttavia, a volte può crescere intorno al "nucleo" osseo. Appaiono le esostosi sia sulla mascella superiore che su quella inferiore. Sulla mascella superiore, di solito si trova a livello dei molari, nella parte inferiore - nell'area dei premolari, dei canini e degli incisivi.

Le cause dell'esostosi possono essere diverse:

  • anomalie congenite della dentizione;
  • predisposizione genetica;
  • lesioni alla mascella;
  • processi infiammatori nella cavità orale, accompagnati da un ascesso;
  • processo infiammatorio generale nel corpo;
  • malattie endocrine;
  • complicazioni dopo la rimozione del dente dagli alveoli.

Le crescite cartilaginee simmetriche nell'area dei premolari sono spesso osservate con adentia - assenza parziale o completa dei denti.

Il più delle volte, l'esostosi si presenta come una complicanza dopo l'estrazione del dente. I bordi del foro del dente dopo l'estrazione del dente non sono levigati, il che porta alla formazione di sporgenze acuminate spinose, in questa situazione è l'osso, formato dai bordi delle pareti degli alveoli.

Inoltre, la crescita patologica del tessuto osseo e cartilagineo viene osservata in caso di danni all'osso o al periostio durante le operazioni dentali.

La crescita del tessuto osseo e cartilagineo viene osservata in caso di danni all'osso o al periostio durante le operazioni dentistiche.

Sintomi di esostosi sulle gengive

La formazione della crescita nella maggior parte dei casi è asintomatica. Gli spread su piccola scala potrebbero non apparire del tutto e possono essere rilevati per caso, ad esempio durante un esame a raggi X. Ma a volte l'aspetto di questa neoplasia può essere accompagnato da sintomi caratteristici:

  • cambiando la superficie della mucosa - sondando coni e protuberanze su di essa;
  • sensazione di corpo estraneo in bocca;
  • dolore di natura diversa nel campo della neoplasia;
  • decolorazione della mucosa;
  • a volte - una violazione della mobilità della mascella inferiore;
  • asimmetria facciale dalla neoplasia.

Di per sé, una tale crescita non è una minaccia. Tuttavia, nel processo di masticazione, un sottile strato di membrana mucosa che lo ricopre viene gradualmente asportato sulla superficie interna del labbro o della guancia. L'abrasione risultante è spesso infettata e diventa un centro di infiammazione, che può portare ad un ascesso o phlegmon.

diagnostica

È molto difficile diagnosticare l'esostosi, soprattutto in una fase iniziale - come è stato detto prima, l'esordio della malattia passa quasi senza sintomi. È possibile rilevare la presenza di una neoplasia solo con l'aiuto della radiografia, che viene prescritta dal medico in base alle lamentele del paziente e all'assunzione dell'anamnesi.

Va notato che il tessuto cartilagineo a raggi X è trasparente e si può vedere solo il "nucleo" osseo. Di conseguenza, in realtà, la crescita sarà molto più grande di quella nella foto.

La diagnosi differenziale di esostosi con un tumore maligno e una cisti è anche effettuata.

Rimozione di esostosi in odontoiatria

Il trattamento di esostosi è possibile solo chirurgicamente. Se la formazione è piccola e non disturba il paziente, il trattamento è facoltativo. Tuttavia, alcune situazioni sono indicazioni per la rimozione di esostosi:

  • la rapida crescita del tessuto osseo e le grandi dimensioni del tumore;
  • pressione sui denti adiacenti;
  • difetto cosmetico;
  • la necessità di installare protesi o protesi - le escrescenze ne impediscono la corretta installazione.

L'indicazione inequivocabile per la rimozione è la posizione della crescita sulla cartilagine dell'articolazione temporo-mandibolare. L'esostosi sull'articolazione limita fortemente la sua mobilità, interferisce con il normale movimento della mascella e l'apertura della bocca e causa anche un forte dolore. Con tale localizzazione l'esostosi è soggetta a rimozione immediata.

La rimozione di crescita è effettuata secondo lo schema seguente:

  1. in primo luogo, il tessuto molle circostante è anestetizzato;
  2. poi viene praticata un'incisione del tessuto gengivale e il bordo della mucosa viene sollevato per consentire l'accesso all'osso;
  3. la base della crescita viene tagliata usando un trapano o un laser;
  4. la superficie del tessuto osseo è levigata e levigata, il lembo della membrana mucosa ritorna sul luogo;
  5. le cuciture sono messe su bordi di tagli; per facilitare la guarigione, può essere applicata anche un'applicazione con un unguento antisettico: Solcoseryl o Levomekol.

Periodo di riabilitazione

Il periodo di recupero dopo la rimozione di esostosi richiede da 4 a 7 giorni. Per accelerare la riabilitazione e la prevenzione delle possibili complicanze, si raccomanda di osservare alcune regole:

  1. durante il periodo di recupero, limitare l'uso di cibi troppo freddi e troppo caldi, in modo da non provocare la divergenza delle cuciture;
  2. si sconsiglia inoltre l'uso di prodotti duri e viscosi - questo può anche portare a divergenze di cucitura;
  3. Si raccomanda di limitare l'attività fisica;
  4. Per accelerare la rigenerazione dei tessuti, è estremamente importante dormire a sufficienza e dormire;
  5. Per evitare l'infezione della sutura, è necessario osservare attentamente l'igiene orale; È particolarmente raccomandato il risciacquo con soluzioni antisettiche come la clorexidina o il rotokan.

Dopo l'intervento può verificarsi gonfiore e leggero dolore. Questo è un fenomeno normale, che si verifica spesso dopo l'intervento chirurgico sui denti e sulle gengive. In queste situazioni, si consiglia di assumere antidolorifici (meglio di tutti - farmaci antinfiammatori non steroidei, come l'ibuprofene) e decongestionanti.

Possibili complicazioni

Di solito, un'operazione per rimuovere l'esostosi avviene senza complicazioni, ma possono verificarsi se le raccomandazioni non vengono seguite durante il periodo postoperatorio. Potrebbe trattarsi di una discrepanza o infiammazione della cucitura causata dall'infezione della ferita. E infatti, e in un altro caso, è necessario contattare un dentista. L'autotrattamento in queste situazioni è altamente indesiderabile.

prevenzione

Speciali misure preventive per prevenire l'esostosi non esistono - lo sviluppo di questa malattia è quasi indipendente dalle azioni della persona. Tuttavia, è possibile ridurre il rischio di insorgenza visitando regolarmente il dentista e sottoponendosi a un esame di routine.

Il medico aiuterà a determinare le "aree problematiche" nella mandibola e a predire la probabilità di sviluppo di neoplasie. È anche necessario trattare le infiammazioni nel cavo orale in modo tempestivo, impedendo loro di entrare nella fase purulenta e penetrando nell'osso. In caso di danno meccanico alla mascella, deve essere esaminato un esame approfondito per la presenza di incrinature sulle quali la formazione ossea sulla gengiva può "crescere".

conclusione

L'esostosi non è la più terribile malattia della cavità orale e con piccole dimensioni; se il tumore è piccolo e non preme sulle radici dei denti, può essere tranquillamente ignorato. Tuttavia, se la crescita interferisce con i denti adiacenti, o se la membrana mucosa che la ricopre è abradita e infiammata, questa è un'indicazione diretta per la rimozione. Questa è una semplice operazione che non causa complicazioni, il che ti aiuterà a prevenire gravi problemi in futuro.

Il nostro dentista esperto risponderà alla tua domanda entro 1 giorno! Fai una domanda

Esostosi osteocondrali: trattamento, sintomi, cause, prevenzione

Oggi offriamo un articolo sull'argomento: "Esostosi osteocondrali: trattamento, sintomi, cause, prevenzione". Abbiamo cercato di descrivere tutto in modo chiaro e dettagliato. Se hai domande, chiedi alla fine dell'articolo.

Molto spesso, soprattutto nell'infanzia, sentiamo una terribile diagnosi - l'esostosi. Cos'è questa malattia ed è pericolosa?

Questa è la cartilagine ossea o la crescita ossea di natura non tumorale sulla superficie dell'osso. In un primo momento, la neoplasia consiste solo di tessuto cartilagineo, ma nel tempo si indurisce e si trasforma in osso spugnoso.

Sopra rimane una placca cartilaginea spessa parecchi millimetri. È la base per l'ulteriore crescita del tumore.

Il principale pericolo della malattia è che si sviluppa molto lentamente ed è asintomatico. La dimensione delle escrescenze può variare da pochi millimetri a dieci centimetri o più.

Un'altra caratteristica dell'esostosi è che solitamente viene diagnosticata durante l'adolescenza quando si verifica una intensa crescita scheletrica. Esiste anche una teoria della predisposizione ereditaria alla malattia, ma non è confermata.

Cause e fattori di rischio

La formazione della crescita avviene per vari motivi e dipende da molti fattori.

  • livido o moderazione;
  • interruzione del sistema endocrino;
  • anomalie nello sviluppo della cartilagine e del periostio;
  • processo infiammatorio;
  • alcune malattie infettive (ad esempio la sifilide).

Nella foto esostosi del calcagno

Oggi, un gran numero di studi mirava a studiare l'ereditarietà di questa malattia.

Tuttavia, nonostante il fatto che ci siano molti casi di esostosi familiari, molti scienziati sono scettici su questa teoria. Dopo tutto, non spiega i singoli casi della malattia, e quindi non può essere l'unico vero.

Allo stesso tempo, ci sono alcuni fattori di rischio che influenzano lo sviluppo della malattia. Il principale è l'eccesso di calcio nel corpo.

Affondando sulle ossa, questo elemento alla fine porta alla formazione di crescite. L'ipercalcemia può verificarsi a causa del consumo eccessivo di uova, latticini, cavoli, prezzemolo o acqua dura.

Caratteristiche della crescita dell'osso e della cartilagine

ATTENZIONE!

L'ortopedico Dikul: "Un prodotto economico n. 1 per ripristinare il normale apporto di sangue alle articolazioni. La schiena e le articolazioni saranno come all'età di 18 anni, basta spalmarle una volta al giorno... "

L'esostosi osso-cartilaginea, o osteocondroma, è un tumore osseo benigno formato da tessuto cartilagineo.

La malattia, di regola, non appare fino a 8 anni, ma nel periodo di crescita attiva dello scheletro - da 8 a 17 anni - la probabilità del suo sviluppo aumenta più volte. Il più delle volte, viene diagnosticato negli adolescenti durante la pubertà.

Nell'osteocondroma, il numero di escrescenze può variare da unità a decine.

Su questa base, la malattia è divisa in due tipi:

  1. Esostosi dell'osso solitario e della cartilagine. Rappresentato sempre da un singolo tumore. È di diverse dimensioni ed è fisso. Con un significativo aumento del tumore si può esercitare pressione sulle navi e sui tronchi nervosi;
  2. Condrodisplasia esostosa multipla. Questo tipo di malattia è caratterizzato dalla comparsa di diversi tumori contemporaneamente. È la condrodisplasia che è più spesso ereditata.

Classificazione e localizzazione

Nella maggior parte dei casi, l'exostosi viene diagnosticata a livello dell'articolazione della spalla, dell'anca, della clavicola, della scapola e dell'osso tibiale.

Secondo le statistiche, il 50% di tutte le esostosi cadono sulla tibia e sul femore. Molto meno spesso, la malattia colpisce le mani e i piedi. Inoltre, la medicina non è nota per casi di escrescenze sul cranio.

Se la malattia colpisce la colonna vertebrale, con il suo ulteriore sviluppo si può verificare una compressione del midollo spinale.

Questa localizzazione è pericolosa in quanto porta a gravi disturbi nel funzionamento del sistema nervoso centrale, ed è anche la più incline alle rinascite maligne.

Sintomi e diagnosi

La malattia si sviluppa molto lentamente e, di regola, asintomatica. Potrebbe essere necessario un anno prima che venga rilevata la malattia. Le uniche eccezioni sono i casi in cui le crescite fanno pressione sulle navi o sulle terminazioni nervose.

Quindi potresti provare dolore nell'area della spremitura, intorpidimento o pelle d'oca, mal di testa, vertigini.

Molto spesso, la malattia viene rilevata per caso durante un esame a raggi X. Senza la diagnostica a raggi X è quasi impossibile.

Condurre questo tipo di ricerca ci permette di dire sul numero e la forma dei tumori, le loro dimensioni e lo sviluppo. Allo stesso tempo, è necessario tener conto che la placca cartilaginea che copre la crescita non è visibile nell'immagine.

Pertanto, la dimensione reale del tumore è sempre maggiore di quanto sembri.

Rimozione di crescite

Non ci sono metodi per il trattamento conservativo della malattia. Se necessario, le aree incolte di tessuto osseo vengono rimosse durante l'intervento chirurgico.

I bambini sotto i 18 anni cercano di non eseguire l'operazione, poiché è possibile risolvere in modo indipendente le esostosi.

  • se la faccia della rapida crescita del tessuto;
  • se il tumore è così grande che spicca sulla superficie;
  • se le crescite comprimono vasi sanguigni o nervi.

Il trattamento chirurgico viene eseguito in anestesia locale o generale, a seconda della posizione e della dimensione del tumore. In primo luogo, la crescita ossea viene rimossa con uno scalpello, quindi l'osso viene levigato con strumenti speciali.

Nel video, rimozione dell'esostosi del canale uditivo:

Recupero dopo l'intervento chirurgico

La riabilitazione non richiede più di due settimane. Se viene rimosso un solo tumore, il paziente può alzarsi dal letto il giorno successivo.

Il recupero dopo l'intervento chirurgico è diviso in due fasi. Il primo è impostato per risparmiare la modalità motore. Quindi, quando il gonfiore diminuisce, viene assegnata la modalità di recupero. Durante il periodo postoperatorio, è molto importante restituire la loro forza ai muscoli.

È necessario raggiungere uno stato in modo che gli esercizi di allenamento non causino dolore. Solo allora il recupero è considerato successo.

Complicanze della malattia

Nella maggior parte dei casi, l'esostosi non comporta molti pericoli, ma a volte si verificano complicanze della malattia. La preoccupazione è, se le crescite si formano nella colonna vertebrale.

Quindi, con una crescita intensa, possono spremere il midollo spinale, il che porta a gravi conseguenze.

Nei bambini e negli adolescenti con lo sviluppo di condrodisplasia multipla, sono probabili deformità scheletriche. A volte, anche se raramente, una tale patologia viene diagnosticata come una frattura della gamba di esostosi.

Se i tumori iniziano a crescere rapidamente, c'è una possibilità di degenerazione maligna.

Di norma, i tumori del cancro si formano sull'anca, sulle vertebre, sulla scapola e sul bacino. Possono avere una struttura morfologica del sarcoma della cellula mandibolare, del condrosarcoma e di altre specie.

Misure preventive

Ad oggi, non esiste un sistema specifico di misure preventive per questa malattia.

L'unico modo per prevenire le crescite è ispezionare e esaminare regolarmente. Tale prevenzione è particolarmente importante per i bambini, in quanto hanno escrescenze ossee che possono causare deformità scheletriche.

Inoltre, è sempre necessario sottoporsi a un esame profilattico dopo l'infortunio. Eventuali lividi, danni alle unghie o una frattura ossea possono causare lo sviluppo della malattia.

Inoltre, non sarà superfluo tenere sotto controllo le informazioni sulla quantità di calcio nel corpo, poiché il suo eccesso porta anche alla formazione di escrescenze sull'osso.

Invece di output

Qualunque sia la causa dello sviluppo dell'esostosi, non dovresti averne paura. In realtà, la malattia non è così terribile come potrebbe sembrare all'inizio.

Sì, in alcuni casi, con la crescita intensiva di un tumore, può davvero degenerare in un tumore maligno. Tuttavia, questo accade abbastanza raramente.

Nella maggior parte dei casi, la prognosi per la vita con questa malattia è favorevole. Le escrescite ossee vengono rimosse con successo in qualsiasi clinica senza alcuna conseguenza. E a volte c'è anche una risoluzione indipendente della malattia.

Questo succede nei bambini quando la malattia passa spontaneamente. Quindi non farti prendere dal panico. Credi nel migliore - e la malattia si ritirerà definitivamente.

L'esostosi è una crescita ossea benigna, può essere di varie forme, è formata da tessuto cartilagineo, dopo di che si ossifica, ricoperta da un sottile strato di guscio osseo. L'esostosi ossea può essere singola o multipla con la formazione di diverse decine di escrescenze, il più delle volte simmetricamente. Lo sviluppo di esostosi avviene lentamente e si sviluppa con lo sviluppo dello scheletro, che può comportare deformazioni e conseguenti patologie dello sviluppo, soprattutto in caso di esostosi multipla nei bambini.

Cause di esostosi

Le cause di esostosi della cartilagine (osso) sono spesso lesioni e processi infiammatori associati. L'esostosi ossea è prevalentemente una malattia infantile, spesso la malattia viene trasmessa come patologia ereditaria. La dimensione delle escrescenze varia da pochi millimetri a dieci, e talvolta più di centimetri. Poiché i sintomi possono non apparire per un lungo periodo, l'esostosi può svilupparsi per anni e persino decenni.

Sintomi di esostosi

I sintomi di esostosi ossea spesso non compaiono a causa del lento sviluppo della malattia. In presenza di esostosi multipla, le deformità scheletriche sono possibili a causa del disturbo della crescita ossea. Se l'esostosi si sviluppa rapidamente, è probabile che possa acquisire una forma maligna. È possibile rilevare l'esostosi principalmente per caso durante l'esame radiologico di routine o quando si trova un sigillo sotto la pelle durante la palpazione.

Diagnosi di esostosi

Durante l'esame iniziale, può essere identificato solo il sospetto di esostosi ossea, poiché questo metodo non è in grado di fornire un'immagine chiara. Una diagnosi accurata è possibile solo dopo l'esame a raggi X, i cui risultati rivelano il numero di esostosi, la localizzazione e la dimensione delle escrescenze ossee, quest'ultima è relativa, poiché il cappuccio cartilagineo l'esostosi (guscio esterno cartilagineo) non è visibile nella foto e il suo spessore, specialmente nei bambini, può raggiungere gli 8-10 mm.

Trattamento di esostosi

Per il trattamento dell'esostosi ossea, viene utilizzato solo l'intervento chirurgico, durante il quale la crescita viene rimossa dalla superficie dell'osso. Indicazioni per l'operazione è un rapido aumento dell'esostosi in termini di dimensioni, dolore o fastidio, o quando la crescita si manifesta visivamente. L'operazione può essere eseguita attraverso una piccola incisione (10-20 mm), con l'uso di anestesia locale e il paziente può lasciare l'ospedale il giorno dell'operazione.

Ci sono casi in cui l'esostosi scompare da sola, ma tali casi sono piuttosto rari.

Prevenzione dell'esostosi

L'unica prevenzione dell'esostosi ossea è l'esame preventivo periodico, specialmente per i bambini nei quali l'esostosi ossea può causare uno sviluppo anormale dello scheletro osseo. In caso di rilevamento accidentale di escrescenze innaturali o sigilli in un bambino, consultare immediatamente un medico.

Autore dell'articolo: Alexander Ghalaida

Potresti essere interessato a post simili:

  • balanopostite
  • Crampi allo stomaco
  • Adenoidi negli adulti
  • Pronto soccorso per elettrotrauma
  • Ascesso paratonzillare

Stampa la versione

L'esostosi è una crescita benigna sulla superficie di un osso. È formato da tessuto cartilagineo gradualmente ossificato. Le esostosi possono essere singole e multiple, aventi la forma di una spina, un fungo, emisferi e persino cavolfiore. Spesso la malattia è ereditaria.

Segni di

L'esostosi è una malattia indolore e può non apparire per molto tempo. E lo trovano più spesso per caso, ad esempio, durante i raggi X. Ma molto spesso capita di sentire l'esostosi. Ci sono casi in cui l'esostosi è cresciuta a tal punto che potrebbe essere vista anche ad occhio nudo.

descrizione

Solitamente, l'esostosi si sviluppa all'età di 8-18 anni. Soprattutto spesso questa malattia appare nella pubertà. Nei bambini sotto i 6 anni, quasi non si verifica.

Molto spesso, le esostosi compaiono nel terzo superiore della tibia, nel terzo inferiore della coscia, nella parte superiore del perone, nella parte superiore della spalla e nella parte inferiore delle ossa dell'avambraccio. Possono essere formati sulla scapola, sulla clavicola, sulle costole, raramente possono essere trovati sulle ossa del metatarso e della mano, sulle vertebre. Le esostosi non si formano sulle ossa del cranio.

Queste formazioni possono essere di dimensioni diverse - e le dimensioni di un pisello, e le dimensioni di una grande mela. Ci sono casi in cui l'esostosi era delle dimensioni della testa di un bambino.

Il loro numero può variare da uno a diverse decine e persino centinaia.

Cause di esostosi:

  • l'infiammazione;
  • frattura;
  • contusione;
  • infrazione;
  • infezioni (sifilide);
  • anormalità del periostio o della cartilagine;
  • alcune malattie endocrine.

Le esostosi osso-cartilaginee sono di due tipi: condrodisplasia esostosa multipla e esostosi solitaria della cartilagine ossea.

Non pensare che se l'esostosi non causa disagio, allora è sicuro. Questa malattia ha gravi complicanze. Un'erosione può spremere organi adiacenti, causando la loro deformazione e la loro ridotta funzionalità. Può persino deformare le ossa. Un'altra complicazione pericolosa è una frattura della gamba di esostosi. Tuttavia, la complicazione più pericolosa è la degenerazione di esostosi in un tumore maligno. Ciò si verifica in circa l'1% dei casi. Soprattutto, le esostosi sulle scapole, le ossa del femore, il bacino e le vertebre sono inclini a questo.

diagnostica

La diagnosi viene effettuata sulla base dei risultati dell'esame radiografico. Tuttavia, lo strato esterno cartilagineo di esostosi non è visibile sul roentgenogramma, pertanto, si deve ricordare che la dimensione dell'esostosi effettiva è maggiore di quanto si possa supporre dai risultati dello studio. Ciò è particolarmente vero per i bambini nei quali la dimensione dello strato di cartilagine può raggiungere gli 8 mm.

Differenzia questa malattia con i tumori ossei.

trattamento

Il trattamento di esostosi è solo chirurgico. È condotto da un traumatologo ortopedico in anestesia locale o generale. La scelta dell'anestesia dipende dalla dimensione di esostosi e dalla sua localizzazione. Durante l'operazione, la crescita viene rimossa sull'osso e la sua superficie viene levigata.

L'operazione viene ora eseguita attraverso una piccola incisione. Spesso, se l'esostosi era piccola e l'anestesia era locale, il paziente può lasciare l'ospedale lo stesso giorno.

La previsione è buona. Di solito, dopo la rimozione di esostosi, si verifica un recupero permanente.

prevenzione

L'unica profilassi dell'esostosi è un esame regolare, un esame preventivo. Soprattutto è importante tenere tra i bambini, in quanto la formazione di esostosi può causare uno sviluppo scheletrico anormale e causerà molti problemi in futuro.

Spesso presso l'ufficio del medico, i pazienti sentono una diagnosi non del tutto chiara - esostosi. Cos'è? Quanto può essere grave una malattia simile? Quali sono le sue cause? Queste domande interessano molte persone che si trovano ad affrontare un problema simile.

Esostosi - che cos'è?

L'esostosi non è altro che una crescita sulla superficie ossea. A proposito, tali tumori possono avere diverse dimensioni e forme. Ad esempio, ci sono crescite nella forma di un fungo o cavolfiore. L'esostosi ossea consiste in un tessuto spugnoso compatto.

In alcuni casi, le escrescenze si formano dalla cartilagine. Anche se, vale la pena notare che il termine "esostosi cartilaginea" è un po 'errato. Sì, il neoplasma nasce dagli elementi cartilaginei, ma poi si irrigidisce, trasformandosi in tessuto spugnoso. E la sua superficie è ricoperta di cartilagine ialina, che, in realtà, è una zona di crescita.

Esostosi e le ragioni della sua formazione

In effetti, le ragioni per la formazione di tale crescita possono essere diverse. Di norma, le neoplasie sono il risultato di un'eccessiva crescita tissutale nel sito di una lesione ossea - questo è spesso osservato in fratture, fessure, chirurgia, ecc.

Ma ci sono altri fattori di rischio. Secondo le statistiche, i bambini e gli adolescenti spesso incontrano tali problemi, che sono spesso associati a caratteristiche fisiologiche, cioè l'intensità della crescita. Inoltre, le relazioni ereditarie sono spesso tracciate. Inoltre, varie cause infiammatorie croniche delle ossa possono essere attribuite alle cause. A volte le crescite appaiono sullo sfondo della fibrosite e dell'infiammazione delle borse mucose. La causa può essere la condromatosi delle ossa e la necrosi asettica. Abbastanza spesso, le esostosi si sviluppano in persone che soffrono di anomalie congenite dello scheletro. Inoltre, le crescite possono indicare un tumore osseo benigno, essendo una complicazione. Vale la pena notare che i medici non sono sempre in grado di scoprire le cause e l'origine della malattia.

Sintomi principali

Nella maggior parte dei casi, le escrescenze non causano alcun disagio alla persona. La malattia è asintomatica e si trova completamente per caso durante un esame di routine. Tuttavia, alcune persone hanno segni che aiutano a diagnosticare l'esostosi. Quali sono questi sintomi?

Prima di tutto, vale la pena notare il disagio e il dolore che si verificano durante i movimenti, la pressione sull'osso o la tensione fisica (a seconda della posizione di esostosi). L'intensità di questi sintomi, di regola, aumenta con la crescita del tumore. Se la crescita si trova più vicina all'articolazione, può limitare significativamente l'ampiezza dei movimenti. Abbastanza spesso, l'esostosi può essere avvertita, a volte anche indipendentemente.

Moderni metodi diagnostici

In realtà, questa malattia è relativamente facile da diagnosticare. Il medico può sospettare la presenza di escrescenze durante l'esame del paziente, poiché i tumori in alcuni punti si percepiscono facilmente sotto la pelle. Inoltre, la storia e i sintomi presenti svolgono un ruolo importante nella diagnosi.

Per confermare la diagnosi, al paziente viene prescritto un esame a raggi X. L'esostosi è facile da vedere nella foto. A proposito, la dimensione effettiva della crescita, di regola, è di qualche millimetro più grande, poiché il tessuto cartilagineo non è visibile sulla radiografia.

In alcuni casi è necessaria una ricerca aggiuntiva. Questo è particolarmente vero per quei casi in cui la crescita sta rapidamente aumentando di dimensioni, perché c'è sempre la probabilità di degenerazione cellulare maligna. In questi casi ai pazienti viene prescritta una biopsia durante la quale prelevano campioni di tessuto con ulteriori test di laboratorio citologici.

Metodi di trattamento

In effetti, nella medicina moderna esiste un solo metodo di trattamento: la rimozione dell'esostosi mediante chirurgia. Naturalmente, la chirurgia non è necessaria per tutti i pazienti. Dopotutto, come già accennato, molto spesso tali crescite non comportano alcuna minaccia per la salute e la malattia scompare completamente senza alcun sintomo visibile. La rimozione chirurgica dell'esostosi è necessaria se il tumore è più grande o cresce troppo velocemente. Inoltre, l'indicazione per la chirurgia è un forte dolore e problemi con il movimento. Alcuni pazienti accettano di sottoporsi a un intervento chirurgico se la crescita è un forte difetto estetico.

I moderni metodi di medicina possono sbarazzarsi dei tumori nel più breve tempo possibile. L'esostosi ossea viene rimossa attraverso una piccola incisione lunga 1-2 centimetri. Tale operazione è considerata minimamente invasiva, non richiede un addestramento speciale, un ricovero prolungato e la riabilitazione - di norma, dopo alcuni giorni dopo la procedura, le persone iniziano gradualmente a tornare alla vita normale.

Esostosi ossea e possibili complicanze

Come già accennato, in alcuni casi anche una piccola crescita ossea può portare a molti problemi e influire sulla qualità della vita. Inoltre, ci sono alcune complicazioni che l'esostosi è carica. Quali sono questi problemi? Per cominciare, vale la pena notare che una neoplasia molto allargata si riposa spesso sulle ossa adiacenti, il che porta alla loro deformazione graduale. Le fratture della gamba di esostosi possono anche essere attribuite a complicazioni, che tuttavia sono estremamente rare. Ma il più grande pericolo rimane il rischio di degenerazione maligna. In alcuni pazienti, la comparsa di una tale crescita era un precursore della comparsa di un tumore - il più delle volte il cancro colpisce le ossa del bacino e dei fianchi, così come le vertebre e le scapole.